Grandine
Accendi la miccia dei tuoi pensieri

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Voglio cominciare con un'affermazione che probabilmente stroncherà questa mia recensione: trovo assurdo che il miglior disco di hardcore italiano mai realizzato sia attualmente impantanato tra il culto e l'oblio e che nessuno si prenda la briga di ristamparlo. Il disco si conclude in una velocità da urlo di appena 13 minuti, nei quali trasuda passione da ogni riff, la sezione ritmica crea dei vortici continui inventando stacchi e controtempi da farti dubitare che il giro sia in 4/4 ed il cantante tramite metafore ed uso di concetti ricercati vomita all'ascoltatore con la sua voce malata continui inni a combattere lo schifo che ci circonda. Originari di Trento, sfornarono questo capolavoro nel 2001. Le informazioni sulla band reperibili in rete sono scarse e poco dettagliate ed avendo scoperto il disco in fase postuma, non sono in grado di dare dei riferimenti su quale fu la distribuzione del prodotto. Sfido chiunque a suonare hardcore meglio di così. La scena italiana, sin dagli anni '80 è stata composta da band fantastiche e riconosciute a livello mondiale.... è arcinoto il concetto secondo cui dal 1981 al 1984 nessuno al mondo suonava hardcore come in Italia. Negli anni '90 il territorio nazionale pullulava di realtà che non ebbero lo stesso successo internazionale, ma che sono a tutt'oggi idolatrate dagli estimatori del genere. Dal mio punto di vista, al cospetto di tutta questa ricchezza musicale nata nella nostra nazione, qualsiasi band viene in secondo piano rispetto all'esordio discografico dei Grandine. Il disco nel mercato non è quotato, ma si trova difficilmente. Urge intervenire.

Questa DeRecensione di Accendi la miccia dei tuoi pensieri è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/grandine/accendi-la-miccia-dei-tuoi-pensieri/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tredici)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
...ma che dolore le vostre felicita' impregnate di sicurezza
questo alveare e' un enorme campo santo, vuoto di odori e privo di suoni
BËL (01)
BRÜ (00)

Caspasian: "ma che dolore le vostre felicita' impregnate di sicurezza"... Tosta questa, cazzo. Ciao.
lector
Opera: | Recensione: |
Eh sì, gran bella scena quella italiana tra fine '70 e primi '80. Bella e minoritaria....
BËL (01)
BRÜ (00)

Caspasian
Opera: | Recensione: |
AAAAAAAAAAAA!!!!!!
Ma questi sono complottisti-esoteristi di prim'ordine.
GRANDIOSI!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
Ziociccio era una vita che non ascoltavo HC, m´han fatto fare un salto indietro di trent´anni.
Bello il disco, anche nella durata, piú di tredici minuti non li reggerei.
BËL (01)
BRÜ (00)

Onirico
Opera: | Recensione: |
Io direi accendi la miccia e basta, ma ormai sono riabilitato...
BËL (01)
BRÜ (00)

AntiCorpo: Tipico commento di uno che non sa chi é Geminello Alvi.... metafora ovviamente ;) così non passo per maleducato.
Onirico: Dai, non te la prendere, nulla contro di te, era solo una battuta. Comunque so benissimo chi è geminello: è colui che ha sempre in bocca lo spinello.
AntiCorpo: ;)
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Non li conosco. mai ascoltati. La tua prima "provocatoria" frase mi ha alterato; nel senso che avvicinarsi e superare gli inarrivabili Negazione è impresa per tutti impossibile sul suolo italico e non solo.
BËL (01)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
perché ristampare quando c'è il link per scaricarselo aGGGratis? Grandine - Accendi La Miccia Dei Tuoi Pensieri [2001] - puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
BËL (01)
BRÜ (00)

AntiCorpo: Agggratis nutriti pure tu di musica, a me non interessa.
TataOgg
Opera: | Recensione: |
Bello bello bello! Più segnalazioni di gruppi così.. molte di più!
BËL (01)
BRÜ (00)

Jdv
Jdv
Opera: | Recensione: |
Tutta la scena italiana in quegl anni era straordinaria..I migliori erano in italia..ho visto tanti concerti tra Piemonte Lombardia e Valle D Aosta..Non ce n era per nessuno..hai fatto bene a far conoscere i Grandine 👍ti consiglio anche i Frammenti di Torino ..ma sicuramente li conosci già
BËL (01)
BRÜ (00)

Carlos
Opera: | Recensione: |
Beh sto disco è micidiale. Chiunque ascolti hardcore italiano un minimo seriamente li conosce e sa quanto spacca. Per il resto vedere una recensione che non è altro che un'apologia nazionalistica della nostra scena HC (quando quest'ultima in realtà se ne fotte ideologicamente di ogni ambizione internazionale, nel becero senso di successo e riconoscimento) è abbastanza triste. Una recensione è ben altro.
BËL (00)
BRÜ (00)

AntiCorpo: Ahahahah
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Mi dai una mano a coprire l'hc italiano anni novanta? Ci sono certe cose strabilianti
BËL (00)
BRÜ (00)

AntiCorpo: Considera che i gusti personali sono alla base di tutto. Personalmente partirei da sottopressione e arturo ;)
proggen_ait94: beh si... ma mancano proprio rece su rece
Mojoman: Negazione
AntiCorpo: Perdonami, avevo letto frettolosamente perché stavo lavorando.... avevo letto 'scoprire'. Ad ogni modo, preferisco limitarmi a fare delle recensioni atte ad incuriosire gli utenti, relative a dischi che stanno pericolosamente cadendo nel dimenticatoio. Grazie comunque per l'offerta.
Mojoman
Opera: | Recensione: |
Se fosse uscito nell' 84...forse sarebbe veramente una perla...niente di che!
BËL (00)
BRÜ (00)

AntiCorpo: Mi spiace che lo ritieni mediocre. Per me é il top.
Mojoman: Asp..non mediocre ma nemmeno il top
AntiCorpo: Dagli qualche altra possibilità :) scherzo ovviamente.
Mojoman: Se a te piace'...cpiace'...che problema c' e'?
AntiCorpo: Era tutto molto ironico da parte mia.
Mojoman: Anche dalla mia
Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Insomma...robbbba pestona!
BËL (01)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: