Jumbo
Vietato Ai Minori Di 18 Anni?

()

Voto:

Un anno dopo l' album DNA uscito nel 1972 si chiude la carriera produttiva dei Jumbo, con il loro ultimo lavoro in studio intitolato Vietato Ai Minori Di 18 Anni? (prima della reunion nel 2001 che ha dato alla luce "Passing By").
Nonostante l' abbandono del batterista Vito Balzano, sostituito da Tullio Granatello, la sostanza non cambia; si può però notare una certa evoluzione a livello compositivo, con momenti musicali più ricercati e avanguardistici, grazie anche alla presenza in studio del maestro Franco Battiato.
Anche i testi, croce e delizia per gli ascoltatori, si caricano di rinnovata vena evocativa mantenendo la loro asprezza, toccando argomenti difficili e impegnativi quali sesso, prostituzione, alcolismo.

Si comincia con "Specchio" dove Alvaro Fella canta delle brevi storielle ognuna delle quali esamina i malesseri derivati dalle esperienze del protagonista (lui?), che sono l'umiliazione, il dolore fisico e quello psicologico. Il tutto sublimato dalle parole che concludono la canzone, mai state così dirette e disinibite (ascoltare per capire). Buona la parte strumentale con la chitarra elettrica in evidenza.
"Come Vorrei Essere Uguale A Te" espone una visione della propria esistenza da parte del cantante, paragonata a quella di un attore in scena sul palcoscenico della vita. Pezzo il cui cantato trasuda amarezza da ogni dove. Chitarra sempre in primo piano e trombe ad esaltarne i riff.
"Il Ritorno Del Signor K" è in sostanza il seguito del pezzo precedente, anche questo molto malinconico. Musicalmente ricco di atmosfera con le tastiere e le chitarre che fanno da tappeto per la voce del Fella.
Segue "Via Larga" che si apre con un pezzo sgangherato condito dal flauto e dalla chitarra, con la batteria che scandisce i ritmi a suon di rullate. Dei cori ci portano poi alla parte della canzone più impegnata dove viene raccontata la storia di una prostituta. Qui la capacità evocativa del testo raggiunge i suoi massimi. La musica è pacata, in contrapposizione al testo crudo e forte.
Cambiamo completamente registro con "Gil", dove si può sentire la voce di Battiato tra le registrazioni iniziali che ricorda a qualcuno di girare, probabilmente riferito alla canzone. Pezzo avanguardistico ricco di tamburi e di synth suonati dal nasuto cantautore, che esula musicalmente dal resto del disco, ma il cui testo rimane in linea alle atmosfere delle altre tracce.
Le campane iniziali di "Vangelo?" ci portano a quella che è una provocazione bella e buona, con buoni pezzi strumentali, sia calmi che cattivi.
Viene poi "40 Gradi" in cui il gruppo affronta il problema dell'alcolismo visto da uno che ci è dentro fino al collo, con malessere fisico e psicologico annesso. Molto bello l' intermezzo prima della divagazione psichedelica finale.
Chiude l' album "No!", breve ma rabbiosa contro una società ricca di divieti, in cui il disagio che percorre l'intera opera si sublima in soli 2 minuti scarsi, ma intensi.

Un disco non facile che tratta sfrontatamente argomenti considerati tabù, che per questo venne esulato dal mercato.

Nonostante ciò la band era apprezzata dal vivo e continuò a suonare fino al 1976, partecipando al festival del Parco Lambro e registrando un singolo l'anno prima.

Gruppo da ascoltare, almeno una volta.

Questa DeRecensione di Vietato Ai Minori Di 18 Anni? è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/jumbo/vietato-ai-minori-di-18-anni/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quindici)

DaveJonGilmour
Opera: | Recensione: |
Disco molto bello, ma 5 stelle è eccessivo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Nonsoloprog
Opera: | Recensione: |
"Passing By"? Sono curioso
BËL (00)
BRÜ (00)

Bayreuth
Opera: | Recensione: |
DNA è un bel disco, tra jethro tull e battisti... questo non lo conosco, rimedierò vista la tua recenzione...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lord
Opera: | Recensione: |
"Avevo sette anni quando in colonia..."
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
forse hai ragione Dave, ma l' originalità del gruppo mi ha portato a dargli 5 stelle. dimmi tu se ci sono gruppi in italia che facevano musica simile in quei tempi e soprattutto di buona qualità come questa..
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
scusami, volevo dire testi come quelli :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
riscrivo perchè non si capisce una mazza. la musica di buona qualità ma soprattutto l' originalità della voce, dei testi e in sostanza del gruppo mi hanno fatto dare 5 stelle al disco. ok, adesso fila
BËL (00)
BRÜ (00)

DaveJonGilmour
Opera: | Recensione: |
Si Cristo ok, però senza tirare in ballo altri gruppi se no non ne usciamo più :D
BËL (00)
BRÜ (00)

BeatBoy
Opera: | Recensione: |
Bravo, ora me lo cerco! Ragazzi facciamo conoscere sti gruppi!!! Ora sto ascoltando gli Alphataurus!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

CJBS
Opera: | Recensione: |
Guarda che i Jumbono non hanno terminato la loro produzione con quest'album.
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
infatti ho scritto che nel 2001, dopo la loro reunion, hanno prodotto un altro disco :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

CJBS
Opera: | Recensione: |
Scusa, avevo saltato la parentesi :)

BËL (00)
BRÜ (00)

CJBS
Opera: | Recensione: |
Testi coraggiosi, ma non raggiunge lo status di capolavoro. Preferisco DNA, breve ed essenziale.
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
si, anche io preferisco DNA a questo. sopratutto per la suite che è qualcosa di bello
BËL (00)
BRÜ (00)

zaio
Opera: | Recensione: |
Un gran bel disco, fatto di notevole e fantastica ispirazione.
Mi piace che si sia detto che è fra Battisti e Jethro Tull; non è proprio così, però rende l'idea di una musica a metà strada fra il cantautorato (a cui Fella in fondo era appartenuto)e la musica prog, sempre così etoregenea e ricca di cambi di tempo e umore.
Io non ho sentito altri gruppi italiani suonare in questo modo. Bravissimi PFM e Area, bravi Banco, Osanna e Orme, ma caspita!, questi sono una cosa straordinaria, per ricchezza di ispirazione, bravura strumentale, atmosfere suggestive ed interpretazione del cantante.
Solo qualcosa del primo del Biglietto per l'Inferno vi si avvicina per profondità e sensibilità.
Un confronto con DNA? Non so, due dischi eccellenti, secondo me, più o meno sullo stesso (notevole) livello.
Ciao a tutti, carissimi amanti della musica colta...
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: