Kaleidoscope (US)
Side Trips

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Il termine che più si addice alla formazione di Berkeley è senza dubbio eclettica. Il quintetto debutta nel 1967 con questo ?Side Trips?, che nonostante la presenza di 10 brani ha una durata di soli 26 minuti.

Le figure centrali della band sono i multistrumentist David Lindley e Chris Darrow ed il cantante David Saul (Solomon) Feldthouse? le complesse e variopinte architetture sonore dei primi, esaltano perfettamente la moltitudine di soluzioni vocali del secondo. ?Egyptian Gardens? è uno psichedelico folk mediorientale, con Feldthouse che mutua i canti ed i lamenti di un muezzin, ?Hesitation Blues? un ironico blues d?avanspettacolo eseguito da un?orchestrina bluegrass e ?Keep Your Mind Open? attraversa delicatamente le atmosfere lisergiche, onirico invito ad espandere le proprie percezioni. ?Oh Death? è uno dei capitoli più strabilianti? i Kaleidoscope rileggono lo standard di Dock Boggs verniciandolo di lugubre inquietudine, con la voce di Feldthouse che si fa tetra e profonda, tracciando nitidamente la strada che anni più tardi Nick Cave eleverà a forma d?arte; mentre più scanzonata e divertita è la cover ?Minnie The Moocher? di Cab Calloway con violini, cajun e banjos che la trasformano in un motivo zingaro, che suona familiare dai Balcani fino alla Striscia di Gaza. La ?doorsiana? ?If The Night? e la seriosa ?Please? sono due splendide ballate, ?Come On In? è uno strabiliante esercizio di vaudeville eseguito da una jug band, mentre ancora il misticismo mediorientale esce in ?Why Try?, stavolta fuso con il pragmatico folk americano, con un gioco a più voci tipico degli anthems british invasion, che avevano appena invaso gli States. Ma il gioiello psichedelico del disco è ?Pulsating Dream?, perfetto manifesto per la Stagione dell?Amore, ricorda molto da vicino i Byrds, pur avendo una spinta lisergica ed un calore potente, che forse difettava un po? ai più freddi e famosi conterranei.

I Kaleidoscope sono una piccola orchestrina variopinta ed impazzita, e l?elenco di strumenti suonati dai 5 nel disco ne è fulgida testimonianza: banjo, fidale, mellotron, guitar, harp guitar, 7-string banjo, saz, bouzouki, dobro, vina, oud, doumbeck, dulcimer, 12-string guitar, violin, viola, bass, piano, organ, harmonica, mandolin, percussions, drums, timpani, oltre alla splendida voce di Feldthouse ed al suo contrappunto di Darrow.

Questa DeRecensione di Side Trips è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/kaleidoscope/side-trips/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentaNove)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Bellissimo disco anche se preferisco un pò di più "A Beacon From Mars". Ormai tu, psicophompe e Rocky siete diventati una certezza! Da voi solo buonissimi consigli ... continuate così! Un saluto
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
cazzo avevo mandato commento prima ma il computer se l'è mangiato. lewis abbi pietà, non togliermi tutte le rec ora che sono in malattia e forse riesco a scrivere di un po' di cose vecchie! Cazzo side trips è un anno che la volevo fare e proprio ieri mi ero deciso che oggi l'avrei fatta....vabbeh non ti dico cosa voglio recensire perchè son sicuro che l'hai già fatta. Il disco è una piccola perla, non da 5 per me, come anche il successivo beacon from mars (forse quelo che mi sembra il miglore rimane il terzo incredible). Le mie preferite sono oh death e la struggente please. Il gruppo è sicuramente uno dei + strani del periodo
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
psycho in arrivo ce n'è una sola... ma è la recensione/provocazione di un singolo, di cui mi interessa molto la tua opinione... progetti per il futuro Creation, Troggs, Writing On The Wall, Arcadium, Jefferson Airplane (che mancano molto - SOLO UNA...!!!), e Byrds a manetta... fammi sapere cosa devo tralasciare...
BËL (00)
BRÜ (00)

Rocky
Opera: | Recensione: |
Cazzo tollani sei un treno infuriato, recensioni tutti i giorni vedo!Cmq ben vengano, ottime scelte, gusti simili, questi li conosco bene di nome, ma non li ho mai sentiti....ciao
BËL (00)
BRÜ (00)

sexyajax
Opera: | Recensione: |
quell'anno non andarono a woodstock..peccato...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
come psycho ora, sono stato malato tutta la settimana scorsa...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
ah... Rocky e Ajax... sulla prossima mia pubblicazione voglio anche il vostro giudizio spassionato...
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
cazzo cosa fai dei jefferson? ci dividiamo after bathing e crown of creation? scherzo fai come vuoi io optavo per west coast pop art experimental band, spirit, chocolate watchband e qualcosa tipo yeti degli amon duul o i josefus. coi byrds fai pure, 5th dimension a parte non li reggo
BËL (00)
BRÜ (00)

Rocky
Opera: | Recensione: |
Volentieri lewis. Ah psycho ancora sotto natale ho preso la raccolta dei chocolate watchband completa di tutte le registrazioni che hanno fatto, grande gruppo peccato che nel periodo migliore siano stati brutalmente manipolati dal produttore, sopratutto il cambio di cantanti fra i quali il migliore rimane il primo..peccato che nel periodo d'oro facevano praticamente solo cover mentre il materiale successivo più orientato verso la moda psichedelica mi ha lasciato piuttosto deluso.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
concordo rocky, difatti no way out con le bonus tracks è l'unico disco decente della band, ma certi pezzi sono fantastici
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
jefferson te li concedo... mi prendo vive la trance degli amon e quelli di cui sopra
BËL (00)
BRÜ (00)

ZiOn
Opera: | Recensione: |
Ah, i Kaleidoscope li conosco anche io! Campionai un loro pezzo per un beat che feci tempo fa, mi sembra proprio "In The Night". Bella segnalazione Lewis :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
lewis fai pure coi jefferson non ne vado pazzo, basta che non mi fai yeti....vabbeh cmq vista la frequenza el'ottima capacità di scrittura chi prima arriva.....
BËL (00)
BRÜ (00)

ZiOn
Opera: | Recensione: |
Ah il voto al disco
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
psycho... yeti (tra l'altro mio coscritto e disco con cui li ho conosciuti) te lo cedo volentieri... io adoro Phallus ma c'è già e Vive La Trance (che devo ancora affrontare)... poi Wolf City, Tanz Der Lemminge... c'è solo l'imbarazzo della scelta...
BËL (00)
BRÜ (00)

piergiorgio
Opera: | Recensione: |
Lewis, BUONGUSTAIO!!!!!!!!!,
ha mai sentito i The Move ?, e I Tomorrow ? , potrebbero piacerti , se già non li conosci.
BËL (00)
BRÜ (00)

Fagen85
Opera: | Recensione: |
Un gruppo oggi purtroppo dimenticato
BËL (00)
BRÜ (00)

Fagen85
Opera: | Recensione: |
I The Move erano quelli di "Blackberry way", ignobilmente tradotta in italiano con "Tutta mia la città", divenuto poi un hit per L'Equipe 84.
C'era Jeff Lynee, tra l'altro...Grande gruppo davvero.
BËL (00)
BRÜ (00)

Fagen85
Opera: | Recensione: |
Lynne, non Lynee, sorry :)
BËL (00)
BRÜ (00)

piergiorgio
Opera: | Recensione: |
Blackberry way non la conosco, ma proprio ora sto sentendo il loro disco " Move ", bello anche se a tratti è un po' ingenuo. Qualcuno potrebbe recensirlo.
Dio, adoro gli anni 66,67, 68 ed i loro dischi !!!!!!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

piergiorgio
Opera: | Recensione: |
chiedo scusa, del mio messaggio sono rimasti solo i puntini esclamativi
volevo dire che Blackberry way non lo conosco. Proprio adesso sto sentendo il loro cd " Move ".
DIO; ADORO GLI ANNI 66,67,68 ed i dischi di quegli anni !!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
anche il 69 fa' paura... credimi... tomorrow geniali e dovresti cercare i Marmalade...
BËL (00)
BRÜ (00)

piergiorgio
Opera: | Recensione: |
Lewis, dimmi, tu che probabilmente si più ferrato di me,
stavo cercado dischi di gruppi inglesi di quel periodo,
ma non R&B, diciamo morbidoni ( tipo beatles, tomorrow, etc)
hai dei consigli da darmi ? I Marmelade li avevo già visti su Amazon, ma non so se procede all'acquisto , puoi dirmi qualcosa in più ?
( ho un comp Mac e non riesco a sentire i sample du amazon )
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
Beau Brummels... Creation (grandiosi)... Hollies (!!!!!!!)... poi ti puoi acquistare il vol.2 dei Nuggets (4 cd) con gruppi inglesi, australiani, spagnoli, neo zelandesi, brasiliani...) veramente bello ed interessante...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
Arcadium (69) unico disco Breath Awhile... un po' prog, ma grandioso
BËL (00)
BRÜ (00)

piergiorgio
Opera: | Recensione: |
Lewis, Grazie dei consigli, non voglio " sporcare "oltre la tua recensione di Side trips con parole fuori tema ( tra l'altro bellissima ).
Grazie di cuore
BËL (00)
BRÜ (00)

piergiorgio
Opera: | Recensione: |
dimenticavo.........degli Hollies ho tutta la discografia ( stupendi )
ho anxche i Creation, la raccolta di 4 cd l'avevo già addocchiata
provvedero !!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
poi i Saggitarius e grandioso il primo dei Bee Gees (First)
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
Altro prezioso ripescaggio di Lewis, lo psichedelista ufficiale di Debaser! Dei Kaleidoscope ho ascoltato Beacon from Mars, un bel caleidoscopio (appunto...) di stili e di suoni, specialmente di matrice folk...Svettano le due lunghe jam, Taxim (raga-rock per definizione) e Beacon (non-brano sonnolento, che nel finale mi fa venire in mente i Talk Talk di Spirit of Eden). Della serie: "essere 20 anni in anticipo sui tempi"...
BËL (00)
BRÜ (00)

JimMorrison
Opera: | Recensione: |
Che Lewis sia lo ppsichedelista ufficiale di DeB è chiaro già dalle foto in DeShirt, avessi un figlio gli vieterei di uscirvi assieme... Ottima recensione, un bel lavoretto...
BËL (00)
BRÜ (00)

Viva Lì
Opera: | Recensione: |
Bhe, insomma, i Kaleidoscope hanno fatto sicuramente di meglio, qui sono ancora un pò troppo legati alla tradizione americana californiana, certo, con aperture psichedeliche abbastanza convincenti. Però provate ad ascoltarvi "A Beacon from Mars", poi mi raccontate qual'è meglio...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
certo, certo... a beacon è sicuramente meglio, però non è così sorprendentemente vario e legato (come dici tu in chiave negativa) alla tradizione americana...
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
bah a me beacon from mars non dispiace ma non è il capolavoro che dicono. taxim è ottima ma la title track non mi ha mai detto molto. e se ci pensi bene Viva il resto del disco è formalmente mooolto legato alla tradizione americana. I find Out baldhead of a broom e la terza sono mostruosamente canoniche. questo è + legato alla tradizione psichedelica del tempo, quindi forse un pelo + attuale di beacon. poi c'è incredible non scordiamocelo, una buona via di mezzo e forse il + completo. giudizio personale ovvio
BËL (00)
BRÜ (00)

Antonino91
Opera: | Recensione: |
conosco solo una loro canzone che sta nella colonna sonora di zabriskie point,molto carina.Si chiama brother mary. Comunque vedrò di approfondire su di loro
BËL (00)
BRÜ (00)

godbowl
Opera: | Recensione: |
ma non sono kaleidoscope USA...?perchè sta scritto Kaleidoscope UK...?
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
perche' erano albionici :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
perchè gli editors quando hanno aggiunto il link con le infos sui gruppi devono aver messo i due kaleidoscope sotto lo stesso
BËL (00)
BRÜ (00)

mike77
Opera: | Recensione: |
molto bella!
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
psychopompe Divèrs
Opera: | Recensione: |
trovato in vinile a 5 euri a Tokyo! Gioia e gaudio
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: