Kiss
Double Platinum

()

Voto:

I Kiss sono la prima e più grande look-band di tutti i tempi e, in generale, l’entità rock più spettacolare e teatrale mai esistita: se qualcuno pensa che tali siano, invece, una brutta copia come i Marilyn Manson, allora può benissimo distogliere l’attenzione su quanto segue, dedicandosi a cose, per costui, probabilmente più avvincenti.

Sono stati i Kiss accanto ad Alice Cooper (all’anagrafe Vincent Furnier), i primi capostipiti di quel glam-street metal che ha ottenuto negli states un consenso maniacale, nel vero senso della parola. Non solo pesante look e vistosi travestimenti, ma anche scelta di personaggi da parte di ogni membro (sulla scia d’un mostro sacro del glam-rock come David «Ziggy Stardust» Bowie). Questa la line-up originaria: Paul «Superstar» Stanley (guitars, vocals), Gene «Vampire» Simmons (Bass, Vocals), Ace «Space» Frehley (Guitars, Vocals) e Peter «Cat» Criss (Drums, Vocals). Per quanto concerne il sound: apparantemente grezzo, scarno ed «easy», ma con forti tinte «fun‘n’groovy», il che rendeva caldissime le roventi esibizioni dal vivo sin dagli esordi (come raccontano le cronache del tempo). A parte i lavori in studio, sono i due live albums (di cui il primo, il leggendario Alive, è un autentico olocausto concertistico) ad alimentare quella che sarà conosciuta come la «kiss-mania», un vero e proprio fenomeno di massa (ciò che veramente colpisce è la fortunata combinazione di sound e look dalla forte presenza scenica nell’allestimento di shows spettacolari, sempre più strabocchevoli e maestosi, mentre nasce e si sviluppa a macchia d’olio la rete di fan-clubs denominata «kiss-army»).

Appare più che naturale, recensire Double Platinum (1978), primo greatest hits di una band nella piena consacrazione. Delle 20 tracks (tutti estratti dai primi 6 lavori in studio) spiccano, innanzitutto, piccole gemme come “Cold Gin”, “Firehouse”, “100,000 Years” e due autentici gioielli come “Black Diamond” e “Duce” (tutte incluse nel debupt-album Kiss), nelle quali si fanno già notare le due ugole di Simmons (più selvaggia e meno dotata) e Stanley (melodica, possente e più tecnica) il più delle volte dialogare o accavallarsi simultaneamente. Inferiore alle precedenti, l’antemica “Hotter Than Hell” (inclusa nell’album omonimo) diventa un inno per molti teen-agers dell’epoca, mentre cavalli di battaglia (inclusi in Dressed To Kill) come “C’mon And Love Me”, “She”, “Rock Bottom” e la prima clamorosa hit dal titolo “Rock‘n’Roll All Nite” hanno il merito storico di aver catapultato il gruppo in testa alle classifiche statunitensi. Sempre più tosti e duri, i Kiss esibiscono un sound più heavy in “God Of Thunder” e nella celebre “Detroit Rock City” (ossia la cronaca di un folle incidente automobilistico in quella che è nota come la città dei motori, oltremodo drammaticamente preconizzante di quanto sarebbe anni dopo accaduto allo «spaziale» Frehley), anche se non manca la vena glamour ed espressiva in “Do You Love Me” e la prima ballad orchestrale, dal titolo “Beth”, composta e cantata da Criss (che dovette faticare moltissimo, minacciando addirittura di andarsene, affinchè fosse inclusa nell’album e pubblicata come retro del singolo Detroit Rock City: a sorpresa, invero, i deejays radiofonici promovuono il lato B più del lato A e danno inevitabilmente ragione al «gatto» batterista, soddisfatto per aver condotto e vinto la sua personalissima battaglia contro il resto della band). Di sicuro, in un modo o nell’altro, il gruppo è all’apice del successo (le 4 songs sono incluse in Destroyer). Decisi ad intraprendere un sound ancor più cattivo e brutale, “I want you”, “Calling Dr. Love”, “Makin’ Love” e la ballata “Hard Luck Woman” (incluse in Rock’n’Roll Over) evidenziano un eccessiva forzatura nel sound (meno eclettico) e nei testi (praticamente monocorde: amore o sesso). Il ritorno a sonorità più orecchiabili senza per questo dire commerciali è presente in “Love Gun” (dall’album omonimo) che, ad ogni modo, non intacca l’identità carismatica dei quattro mascherati e, soprattutto, non scalfisce minimamente la loro fama che, almeno negli USA, fino allora, li precedeva ovunque. Ad aprire l’album e chiudere questa recensione, il brano che considero il simbolo dei Kiss, in versione riveduta per l’occasione: “Strutter 78”

Seriamente consigliato.

Filippo Guzzardi

Questa DeRecensione di Double Platinum è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/kiss/double-platinum/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentaSei)

ajejebrazorf
Opera: | Recensione: |
brutta recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

Vì
Opera: | Recensione: |
ma perfavore basta con queste pseudo-recensioni!
BËL (00)
BRÜ (00)

longlivetohardrock!
Opera: | Recensione: |
aaaaaaaiii uanna roccherroll oll naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaittttttt
BËL (00)
BRÜ (00)

Vì
Opera: | Recensione: |
scusa ghelaspathos
vieni a rompere le palle pure qui dandoci il sunto di una recensione già di merda...
BËL (00)
BRÜ (00)

spaccazucche
Opera: | Recensione: |
che sfigati
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
a parte che merilin manson è un cantante e non un gruppo, ma l'elemento "appariscente" è sempre stato un po' presente nella musica, mica l'hanno inventato i kiss... guarda Elvis Presley...
e poi scusa, ma David Bowie e lo Ziggy Stardust Tour dove lo mettiamo? Guardati un po' il dvd ufficiale...
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Susa, volevo dire Marylin Manson, ma si capiva...
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
Odio i greatest..odio anke le rece su suddetti dischi,ma tu ne stai facendo a sfilze
BËL (00)
BRÜ (00)

il pungolo
Opera: | Recensione: |
non così male, dai. nè disco, nè recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
CHI CAZZO E' GHELASPATHOS?
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
ALL'INQUISITORE: informati bene su Marilyn Manson e, soprattutto, "leggila bene" la recensione perchè l'ho citato, e pure a dovere, David Bowie. Quanto al grandissimo re del "bebopalula" Presley: cosa cazzo c'entra con il Glam? Pensi che il Glam Rock sia stato basettoni e ciuffo rockabilly? Ma smettila, dai.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ronnie James Dio
Opera: | Recensione: |
Voelvo aggiungere due cose.
1. L'inquisitore: David Bowie è stato menzionato e, inoltre, che CAVOLO c'entra Elvis Presly con i grandi Kiss??????? Ma ti rendi conto dei paragonu che fai???? E' un paragone peggiore di quello che ho sentito giorni fa su un forum... paragonavano la voce di Ronnie James Dio (il mio cantante preferito) a quella di Ozzy Osbourne (che stimo come compositore ma ha una voce veramente penosa!). Bella la recensione e magnifico l'album!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Ronnie James Dio
Opera: | Recensione: |
Errata corrige... ho detto "paragonu" invece di "paragoni" e ho detto "Presly" invece di "Presley"
BËL (00)
BRÜ (00)

Vì
Opera: | Recensione: |
non conosci ghelaspathos? allora la recensione è COPIATA link: link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Vì
Opera: | Recensione: |
ecco la rece originale:
Look ’n’ Glamour: THE KISS
01/02/2006
di ghelaspathos (Invia un messaggio all'autore)
Se Marc Bolan e David Bowie hanno fondato il glam rivoluzionando per primi usi e costumi del rock, nonché, lo stesso concetto e la forza dell’immagine sviluppata ulteriormente da artisti come Alice Cooper, New York Dolls e Slade, i KISS sono stati la prima e più grande look-band di tutti i tempi e, in generale, l’entità rock più spettacolare e teatrale mai esistita (se qualcuno pensa che tali siano, invece, una brutta copia come i Marilyn Manson, allora può benissimo distogliere l’attenzione su quanto segue, dedicandosi a cose, probabilmente, più avvincenti). Sono stati loro accanto ad Alice Cooper (all’anagrafe Vincent Furnier), i primi capostipiti di qual glam-street metal che ha ottenuto negli states un consenso maniacale, nel vero senso della parola.

ecc ecc

by ghelaspathos


BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Allora, a parte che non voglio fare del male a nessuno, quindi andateci piano :)...
comunque l'ho visto che david bowie è stato menzionato, ma non si può dire che siano i Kiss ad essere la prima band teatrale, perchè appunto bowie lo faceva già... semmai alice cooper, ma i kiss facevano sotto questo punto di vista quello che già molti facevano...
elvis non c'entra una mazza col glam, lo so... e vi dirò di più, non mi piace! ( :) )
ma con questo non si può certo negare che sia stato un cantante "appariscente", con costumi e cose del genere... se una cosa non piace, non vuol mica dire che non sia da citare... e poi è risaputo che il glam cita continuamente il rock'n'roll anni '50...
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Ghelaspathos è una persona a me cara che ha utilizzato il mio materiale senza sapere che l'avrei un giorno pubblicato (non conoscevo l'esistenza di questo sito): peraltro lo avevo autorizzato ma non sapevo che usasse quel nick: ora ha cancellato tutto. Non gli do colpa perchè è stata soprattutto mia la colpa. Grazie a chi me lo ha fatto notare.
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
Ecco un gruppo che non ha mai avuto i fan che meritavano, eccetto i Melvins, i Nirvana, i dinosaur jr e pochi altri. Solo i metalloni sfortunati prendono in considerazione i Kiss, ed è un peccato...grande band.
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
Questo è il disco che ha fatto iniziare la mia passione per i KISS, e raccoglie il meglio dei loro migliori dischi.
P.S. Sono il solo su DeBaser a cui piace (abbastanza) il Dynasty, anche se non c'entra niente con questo disco???
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
No. Anche a me piace "Dynasty". Peccato che sia stato rivestito di patina commerciale, xò alcune canzoni sono valide
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
Hai ragione, è stato rivestito di patina commerciale, però alcune canzoni come 2000 men sono valide
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
"2000 man" credo sia la più brutta del disco."Charisma", "Hard Times"(scritta da Frehley) e "Save Your Love" sono di gran spessore
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
bah, a me 2000 men non dispiace, comunque lo sai che è stata scritta da Mick Jagger e Keith Richards e poi rifatta dai KISS? poi, che ne pensi di I Was Made For Lovin' You?
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
Sìsì lo sapevo, però non mi convice proprio."I Was Made For Lovin' You" è stata la canzone che ha fatto cadere l'immagine dei kiss soprattutto ai fans di vecchia data. L'intento è ovvio...commercializzarsi, però non posso dire ke mi dispiaccia come canzone, d'altronde i kiss fanno parte della mia infanzia e solitamente alcune cose te le tieni care anke se poi scopri essere iper commerciali o scontatissime.
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
In effetti I Was Made For Lovin' You è la canzone più famosa dei KISS, e non disèiace nemmeno a me,
P.S.qual'è il tuo disco preferito dei KISS? Il mio Alive e poi Destroyer
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
Pardon, ho scritto disèiace invece che dispiace
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
"Alive" è storico, però "Rock'n'Roll Over" a suo tempo lo consumai.Mi piace un bel po'. Poi anche l'esordio è un bel botto. Diciamo che non c'è IL disco, ma ce ne sono alcuni di ottima fattura
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
Rock n' roll over me lo devo procurare, comunque anche l'esordio è ottimo. In effetti i Kiss hanno fatto ottimi lavori nei '70, probabilmente nei primi '80 (dico probabilmente perchè Creatures Of The Night l'ho sentito ma non ce l'ho), ma anche ora sono grandissimi, presempio nel DVD Rock the Nations uscito da poco
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
L'ultimo dvd non ho ancora avuto l'occasione di vederlo...però i Kiss senza Frehley (o Kulick) perdono un po'. Anche se il nuovo chitarrista non l'ho ancora sentito bene. Riguardo a "Creatures Of The Night" la mia opinione è ke sia un gran bel disco, anche se si notano facilmente gli intenti di riguadagnare qualche fans di vecchia data dopo "Dynasty" ed il pessimo, e forse peggiore dei Kiss, "Unmasked"
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
In effetti i migliori chitarristi dei Kiss sono stati Frehley e Kulick. Comunque il nuovo chitarrista (Tommy Thayer) non è male e rifà bene sia le canzoni con Ace che quelle con gli altri chitarristi, certo con Frehley non c'è confronto, nè nella bravura con la chitarra nè come presenza scenica (se ne sta sempre un pò in disparte)...
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
Il problema è proprio questo : rifà pari pari...Cavolo preferirei un po' d'improvvisazione o qualche personalizzazione, al posto che i soliti assoli identici a 30 anni fa...Ma il problema mi sa che non è suo, ma del duo Stanley,Simmons che lo hanno obbligato a presentarsi in quella maniera
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
Hai ragione, ma in fondo non è facile trovare un chitarrista che ti rifà le canzoni di 30 anni fa e si concia in quel modo, però pensa quanto l' avran pagato...
P.S. ho comprato Creatures Of The Night ed è un capolavoro, quasi quasi ci faccio la recensione...
BËL (00)
BRÜ (00)

Mandrocker
Opera: | Recensione: |
Bhè appunto perchè ci sono i soldi assicurati che uno lo fa di sicuro...music business, molte volte si è costretti a sottostare al mercato. Cmq ho visto il primo dvd di "Rock The Nation Live", carino il fatto che ripropongano pezzi che nn suonavano da un pezzo oppure addirittura mai suonati tipo "Love Her All I Can", xò "She" è riproposta tale identica ad Alive e nn solo "She"
Sì "Creatures Of The Night" è un ottimo disco, ma nn lo definirei capolavoro. Il capolavoro (le 5 stelle) vanno solo a dischi storici o ad altri veramente rivoluzionari, questo è del gran buon rock e basta. Già "Alive" ha avuto un aspetto + innovativo
BËL (00)
BRÜ (00)

HetfieldGod
Opera: | Recensione: |
Di Creatures Of The Night ho fatto pure la recensione, tra un pò la dovrebbero pubblicare, comunque sono contento che sul DVD faccian anche canzoni suonate poco, altrimenti è una palla sentire sempre i soliti classici senza mai una variazione, comunque ci potevano mettere "God Of Thunder" nella scaletta del DVD...
BËL (00)
BRÜ (00)

raisethedevil
Opera: | Recensione: |
i kiss sono 1a delle band più odiate e più amate come il rock del resto ..sapete che vi dico io li adoro!!!!!! grandi gene paul peter ace!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
un greatest hits strano con delle versioni leggermente "diverse" da qulle in studio; alcuni pezzi infatti sono stati migliorati tipo calling doctor love ma altri tipo strutter o rock bottom (letteralmente mozzato, infatti si sente solo l'introduzione acustica ) peggiorati
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: