Ladytron
Witching Hour

()

Voto:

Terzo album della multietnica e cosmopolita band di Liverpool, ‘Witching Hour’ raccoglie in sé il fascino esotico del temperamento peculiare di ciascuno dei suoi quattro componenti (dal Giappone alla Bulgaria, per approdare in Inghilterra).
Condito di sapori eterogenei tra spinte pop, dance, electro e goth, il disco ricorda indubbiamente le migliori interpretazioni di Kate Bush e degli Stereolab ma, a differenza delle due opere precedenti, ‘604’ e ‘Light And Magic’, quest’ultima è straordinariamente dotata di una sorprendente carica innovativa.

Si passa così dalle deflagrazioni psichedeliche di ‘High Rise’ alle sonorità dance di ‘Destroy Everything You Touch’ (nello splendido connubio tra la notevole voce di Helena Marnie e sintetizzatore), dai ritmi electro di ‘Soft Power’ (dal cui testo, farcito di riferimenti magici, è tratto il nome dell’album) ai gusti industrial della canzone dal testo bulgaro ‘Fighting In Built Up Areas’: il tutto immerso in una pervicace atmosfera onirica curiosa ed emozionante.

Malgrado il mescolamento di generi tanto differenti possa effettivamente infastidire i puristi, i Ladytron, con questa raccolta, affermano la propria originalità ed abilità, portando a compimento un album che, seppure indubbiamente meno “catchy” dei precedenti, rappresenta un frutto decisamente più maturo: un edificio ammirevole non solo per i delicati lavori di cesellatura e decorazione, ma anche e soprattutto per la solidità delle proprie fondamenta.
Probabilmente in futuro troveranno ancora il modo di stupirci, ma è fuori discussione che la strada l’hanno già lastricata.

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Witching Hour è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/ladytron/witching-hour/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Sei)

Vì
Opera: | Recensione: |
sicuramente superiore ai lavori precedenti, più maturo, per gli amanti di Gary Numan, Human League e perchè no dei Depeche Mode, come al solito se avessero tagliato 2 o 3 pezzi l'album ne avrebbe guadagnato....
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Qzerty
Opera: | Recensione: |
Questi ladytron mi piacciono assai!
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

northernsky
Opera: | Recensione: |
meriti 5 solo per averli recensiti. un gruppo di cui si parla poco chissà perchè! invece son già al terzo album e molto più interessanti di tanti altri
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

odradek
Opera: | Recensione: |
Ero curioso, sul loro conto. Adesso un po' di più. Ragazzi, li vogliamo usare 'sti samples? Eddai. - Campagna samples 2006 -
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Mauri
Opera: | Recensione: |
Ladytron chi è?!? Suona come la moglie di Jeeg Robot d'acciaio
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Qzerty
Opera: | Recensione: |
Miva lancia i componenti! Evvai con i commenti cult! ;)
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

DeBaser non è un giornale in linea ma una "bacheca" dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Informativa sulla privacy