Sto caricando...

Last Minute to Jaffna
Promo 2006

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Il gruppo torinese in questione, alle prese con il suo primo promo, colpisce (e pesantemente) per la qualità della registrazione, interamente fatta in casa (l'unica cosa che non risalta appieno è la sezione ritmica ma il risultato è comunque stupefacente) e per il carisma che hanno impresso nei 23 minuti di questa opera.

"Down", il titolo della prima di due tracce, è un inquieto animale feroce ferito: il lento incedere iniziale, quasi Neurosis,  è la furia che  prova nell'essere stato colpito, l'urlo rappresenta la ferita, la causa stessa che gli ha provocato dolore. Il seguente, introspettivo e di chiara ispirazione isisiana periodo "Oceanic", spezza il ritmo con intelligenza, quasi che l'animle stordito, ricordi a sé stesso cosa è stato per darsi forza e fuggire al sicuro, lontano da altre eventuali minacce. Ma è braccato senza scampo e per placare il desiderio di non sentirsi alla mercè di predatori più forti di lui, si lancia da un precipizio: il finale è l'eco della sua caduta, di tutti i suoi tormenti: assolutamente spettacolare e di forte impatto
"Heating the Blood" invece è la scena di un omicidio: l'intro Tooliano è la pianificazione del folle gesto che sfocerà inevitabilmente nel divenire incontrovertibile realtà: Di nuovo i Neurosis, il marcato Riff, serrato è il continuo pugnalare, il growl, la rappresentazione della follia a capo dell'insano gesto. Poi di colpo la scena cambia, gli occhi sono diventati quelli della vittima, l'apertura melodica, epica nel suo mood, è la vita che sfugge dal corpo, e osserva il carnefice con occhi di incredulità. Poi stop. Si ritorna all'assassino con il rumure Drone tipico dei SunnO))). È il punto di non ritorno, il senso di colpa e lo stordimento provato da chi si è accorto di aver compiuto un atto orribile per il quale non può trovare rimedio. Lentamente la chitarra ritorna alle sue vibrazioni, e i fantasmi della pazzia cominciano ad annidarsi nella mente di chi ha ancora forza all'interno del suo corpo: cosa potrebbero essere se non i tormenti nella mente malata di un killer quelle voci spaventose alla fine del brano? Ancora una ripartenza, l'ultima. Con la mente annientata dagli incubi ora è arrivato il momento di fuggire. Prestategli un'ascolto e non perdeteli d'occhio.

 

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dieci)

sephiroth
sephiroth
Opera:
Recensione:
NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
sephirot mi sono intristito anche io vedendo il tuo ultimo commento. per consolarti ti lascio questo link, che parla della tua recensione: Featured Content on Myspace


sephiroth
sephiroth
Opera:
Recensione:
ulalà grazie nick..qualche volta si è apprezzati.. :D


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
ho cambiato idea...


sephiroth
sephiroth
Opera:
Recensione:
ahahahahahhaha...strunz...


NickGhostDrake
NickGhostDrake
Opera:
Recensione:
dai sephiroth, non fare il permaloso...


sephiroth
sephiroth
Opera:
Recensione:
ma va, assolutamente no.. :D


brat12
brat12
Opera:
Recensione:
sephirot che tu sappia i loro cd si trobvano solo su internet o sono recuperabili anche nei negozi? ( hosentito solo down di queste 2 canzoni e...... O)))


brat12
brat12
Opera:
Recensione:
sorry mancava il voto( al disco solo 4 perchè ne ho potuto sentire solo mezzo ( che da solo valeva 5.5 comunque)


sephiroth
sephiroth
Opera:
Recensione:
nei "negozi" trovi il loro primo full, ovvero "Volume 1". compralo direttamente da una delle label che hanno prodotto il disco (sono tre). Ti lascio il myspace dell'hypershape Records, una di quelle: Welcome to the new Myspace!


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Promo 2006 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link