Sto caricando...

Lenny Bruce
Come parlare sporco ed influenzare la gente

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Prima di tutto Grazie a Te, Nobile Lenny...

“Caro Mr. Bruce,

l’altra sera sono venuto ad assistere ad un suo spettacolo perché, avendo letto su di lei, ero curioso di constatare se lei fosse davvero l’acuto critico delle nostre comuni ipocrisie che avevo inteso dire. Trovo che lei sia un uomo sincero e le scrivo per dargliene atto. Non si riesce mai “simpatici”, quando si è causticamente sinceri, vuoi dal palcoscenico di un night club o vuoi da un pulpito, e non mi stupisce sapere che lei è andato incontro a guai. Questa lettera intende esprimerle la mia personale solidarietà, è un’opinione sul suo spettacolo. In primo luogo, nego decisamente che esso sia osceno, nei suoi intenti. Il metodo da lei usato ha parecchie affinità con quelli di alcuni critici della società (profeti o artisti, non accademia). Vi sono pagine di Jonathan Swift e di Martin Lutero che tuttora sono ritenute oscene in quanto quegli autori sconvolsero il facile e menzognero linguaggio del perbenismo e ricorsero al volgare, rozzo idioma della gente ordinaria onde mostrare la vuotaggine e l’insania del loro tempo. (È stato detto, e la boutade contiene una buona dose di verità, che molte pagine della Bibbia anno sono adatte a leggersi in chiesa, per lo stesso motivo).

È chiaro che per me il suo intento non è quello di eccitare la sensualità nè quello di vilipendere, bensì di scuoterci e svegliarci alla realtà dell’odio sociale, delle varie assurdità circolanti sul sesso, la vita e la morte... e muoverci a compassione e sanità. È chiaro che lei è fieramente sdegnato contro le nostre ipocrisie (le sue come le mie) e contro quel mellifluo buonsenso che passa per saggezza. Tale sdegno dovrebbe essere condiviso da ogni persona che si rispetti. I suoi commenti sono rivolti a persone adulte e, a me, rivelano un uomo che si infiamma di passione per la disonestà e l’ingiustizia che si celano sotto il manto di pregiudizi correnti e accettate psicosi di massa. Sono rivolti a persone adulte, e gli adulti non hanno, non dovrebbero avere, bisogno di essere protetti dalla verità in qualsivoglia forma venga loro presentata.

Che Dio la benedica”

Amo quest’uomo, saremmo sicuramente andati d’accordo. E Lenny sarebbe stato un debaseriano doc. Intendiamoci uno stracciapalle incredibile con una discreta dose di arroganza, presunzione e narcisismo ... tipo un ConteCarlosalgolpuntinines... madooooooooo!!!

Mai banale, sempre diretto e sincero, senza tante menate o giri di parole, dannatamente nudo e crudo ... uno di cui ti puoi fidare pure quando sembra te lo stia mettendo... proprio la’, per dire.

Considerare Lenny Bruce un comico significa non aver capito nulla. Probabilmente faceva parte della strategia perché “se lui è solo un comico significa che spara cazzate solo per fare ridere”. Invece Lenny non faceva ridere, Lenny faceva pensare, o almeno avrebbe dovuto far pensare. E pensare non va bene, la gente non deve pensare. Deve, possibilmente, credere di essere libera e preoccuparsi il meno possibile. Da sempre funziona così.

Lennon, Morrison, Zappa, la Beat Generation, Lester Bangs ecc ecc... tutti dei pivellini al suo (e mio) confronto. Questo ragazzo nel primo dopoguerra ha messo, per primo e come nessun altro, a nudo l’ipocrisia e le assurde contraddizioni della società americana.

Arguto e dissacrante ha demolito le falsità imperanti riguardanti la religione, il sesso, il razzismo, il capitalismo e tutto ciò che voleva essere “morale”. Purtroppo lavorava in piccoli night, non parlava a decine di migliaia di persone... ma faceva male e paura al falso perbenismo yankee come nessun altro.

Ed in questa biografia che ci ha lasciato - prima di morire a soli 40 anni, inizialmente pubblicata su Playboy a puntate su richiesta dell’amico Hugh Hefner (belisim!) - Lenny continua a fare a pezzi tutto e tutti mentre racconta la sua vita. Dall’infanzia “movimentata”, all’arruolamento a soli 16 anni a bordo dell’incrociatore USS Brooklyn in piena seconda guerra mondiale, le esperienze con Nobili Fanciulle, il matrimonio ed il divorzio, gli spettacoli ... soprattutto, gli infiniti arresti e processi. Una vita dedicata alla battaglia per la verità e alla richiesta del rispetto del primo Emendamento della Costituzione Americana e della libertà di parola; tutti coloro venuti dopo devono ringraziare lui se oggi possono esprimersi “liberamente” (ENORMI virgolette, nessuno è libero)

Sulla religione poi ... ma non vi anticipo altro, non ne sono degno... meglio sentirselo raccontare da lui. Oltre ad oscenità, volgarità e diffamazione i suoi problemi con la giustizia furono soprattutto per vilipendio della religione. Ecco perché la lettera iniziale scritta dal Reverendo Sidney Lamier è probabilmente la più bella recensione su Lenny Bruce.

Il dramma è che tutto ciò che Lenny diceva più di mezzo secolo fa è schifosamente attuale. L’essere umano riesce nella impossibile impresa di peggiorarsi continuamente... ma sono sicuro lui lo sapesse.

Altro che “a sick comedian” come lo hanno vigliaccamente definito i poteri forti... loro si davvero malati e malsani.

Buona lettura, “invidio” il Nobile che ancora deve leggerlo.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su TrentaQuattro

TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Entrare sul Deb e trovare una recensione su Lenny Bruce.. mi devo riprendere.. fantastico!


IlConte: Io leggo nel pensiero delle Nobili Fanciulle... sapevo saresti entrata ed ho scritto di notte per te...
TataOgg: Non farmi arrossire...
💘
IlConte: Sei bella quando arrossisci...
IlConte: Ahahahahahahah non ricordavo questa corte con ovvia immensa classe che ti avevo nobilmente offerto...
TataOgg: ahahahaha
Flame
Flame
Opera:
Recensione:
Quindi sarebbe lui il Lenny Bruce che "dichiara una pausa e gioca l’altra mano" di cui parla P. Gabriel il the Lamb. Bene, non si finisce mai di imparare per degli ignorantoni come il sottoscritto. Bella as usual.


IlConte: Direi di si, anche se con Gabriel mi prendi nella ignoranza più completa, Nobile...
RinaldiACHTUNG
Opera:
Recensione:
Bruce lo scoprii dopo Hicks mentre cercavo artisti simili a quest'ultimo sul web; effettivamente classificare "comedian" questo tipo di proposta è sempre stata una mossa astuta da parte di certa critica. Un po' come non riconoscerne la profondità dei contenuti e allo stesso tempo spingere le masse a non prendere sul serio certe riflessioni. Un grande nobile...


IlConte: Appunto...
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
conosciuto in Underworld di DeLillo, e la mia conoscenza si ferma lì, in un'immagine distorta tramite autore. Magari mi cerco un video


IlConte: Secondo me è un a Signore che ti piacerebbe.
Pensare che parlava così 60/70 anni fa nell’America più bigotta e conservatrice...
proggen_ait94: mi sono visto qualche video su youtube... che dire, l'umorismo è cambiato veramente molto da quell'epoca, avrò riso una volta, mentre l'audience si sbrega. Però fa riflettere, e questo per un comico è molto più difficile
proggen_ait94: mi sono visto qualche video su youtube... che dire, l'umorismo è cambiato veramente molto da quell'epoca, avrò riso una volta, mentre l'audience si sbrega. Però fa riflettere, e questo per un comico è molto più difficile
Motoko: In verità guardando spettacoli di stand up comedy scopri che devono innanzitutto farti pensare e dopo (non per forza) ridere.
IlConte: Infatti non fa ridere se non come lui le racconta... però dobbiamo metterci nell’America dell’epoca... questo parlava non come si parla tra amici ma proprio senza barriere... insomma io sono un po’ così ed è stranissimo...
Ti faccio un esempio “ridicolo”
L’altro giorno passo dall’ufficio e ci sono tre mie “colleghe” - più che discrete - ed il mio “collega” ...
Al che io dico seriamente perché è la cosa che mi interessava “Fanciulle, dite al Conte come vi rapportate con il sesso orale?! Vi piace fare i pompini o è uno sforzo?!” ... (poi ho continuato con verità oggettive di cui nessuno parla del rapporto di ognuno di noi con il pompino”?! ... loro tre scandalizzate un attimo ma poi abbastanza easy (ma non sincere), il mio “collega” addirittura turbato e “distrutto”...
Cioè perché non devo dire ciò che pensò e mi interessa visto che non faccio male a nessuno?!
Ho fatto un esempio ridicolo, il “dramma” sono le cose serie che vivono nell’ipocrisia totale..l
proggen_ait94: capisco, forse sarà che nemmeno io solitamente ho barriere (se sono tra amici, altrimenti sto buono ahah). Forse proprio la modernità dell'approccio oggi lo fa apparire come, boh, uno che parla come parlo io quando bevo con gli amici, quindi non per forza da cappottarsi. Per la questione ipocrisia: si, le picconate sono essenziali!
@[Motoko] mh, non sapevo. Non amo troppo la comicità e le mie uniche esperienze di stand up sono state delle serate coi comici di Lercio,
IlConte: La sua vita, breve ma tanto intensa fa capire quanto era scomodo in quel periodo attaccare i poteri forti come governo e chieda oppure parlare di razzismo e sesso apertamente e soprattutto con verità oggettive ... la comicità non c’entra. Il suo monologo oggi non fa ridere- ma nemmeno allora doveva far ridere. Il libro ci “spiega” tutta questa farsa ... la comicità non c’entra nulla
IlConte: *chiesa
Sono al tel porcod
IlConte: Io non ho proprio barriere con nessuno e in nessuna situazione... e questo, fidati, è deleterio mica poco
Ahahahahahah
Motoko: @[proggen_ait94] (ma che nome ti sei scelto????) La visione del comico che dice roba da cretini per scatenare la risarella (alla Boldi) é proprio una roba italiana.... Infatti Luttazzi l'hanno fatto fuori. Il "comico" inteso come stand up comedy é altro...
Mi fa piacere tu abbia conosciuto i ragazzi di lercio, tra i miei ascolti troverai alcuni spezzoni di spettacoli di stand up comedy che i ragazzi di lercio approverebbero certamente.
proggen_ait94: @[IlConte] ecco, allora c'avevo vistoggiusto. Per le barriere: a volte è dura ma almeno è un filtro automatico di stronzi :)
@[Motoko] ok, se capito tra gli ascolti magari mi documento :)
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Ma nessuno ha visto il film? Un po' edulcorato, mi pare di ricordare, ma valido, anche tenendo conto degli anni. Se vi capita...



IlConte: Film fatto bene a mio parere con il solito Hoffman superlativo... certo che non puoi riuscire a “spiegare” a Lenny in un film per tutti... impossibile se non usi il suo linguaggio tale e quale è in un film non puoi ...
Però lo riguarderò tanto tempo dopo, ci avevo già pensato...
imasoulman: certo che l'ho visto, la parola giusta è sicuramente 'edulcorato'
IlConte: * Lenny non “a Lenny”
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Conte, poi me la leggo con calma, che co 'sto telefono è na pena, per un ipovedente della mia fatta. Ma già ti cinquo per averlo segnalato.


IlConte: Ahahahahahah, Lenny lo merita eccome...
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Ne hai di gente da invidiare...amo le biografie, quelle di personaggi con vite e belle storie da raccontare...sto leggendo della Abramovic e sul mio intasato comodino mi aspettano Limonov e Oliver Sacks...a breve si aggiungerà anche questa.
5 stelle a te Nobile e 5 all'opera tutta di quest'uomo straordinario.


IlConte: La mia impazienza e la mia non cultura mi fanno leggere quasi solo biografie di gente che reputo interessante perché non mi annoiano...
Ne ho recensite parecchie qua... oddio recensite, ne ho scritto... oddio scritto, ho detto la mia, ecco
Ahahahahahahah
IlConte: Limonov favoloso per tutto, soprattutto le contraddizioni sue e della storia tutta.
Sacks non so chi sia... sentito ... un dottore?! Ma, non so una mazza ahahahahahahah
Farnaby: Si è quello di "Risvegli" libro da cui fu tratto il film con Robin Williams che sostanzialmente interpretava Sacks stesso...e quello era il suo lavoro già di per se affascinante e interessante...pare che, aldilà del lavoro, anche la sua vita fosse altrettanto avvincente...
Farnaby: Di Limonov sto leggendo la biografia romanzata (come se ce ne fosse bisogno) di Carrere...fantastica!
Farnaby: Andrò a rivedermi tutti i tuoi scritti
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Ciao Robby!!! Che bel ritorno scrittorio il tuo...


IlConte: Lenny è “uno di noi” ... non ho il tuo/vostro dono fratello... per me uno scritto è un parto emotivo e grammaticale ahahahahahahah
dipsomane
dipsomane
Opera:
Recensione:
lettura che nel 1989 (prima o seconda edizione bompiani) mi fece cambiare letteralmente il modo di pensare su un sacco di cose. libro che ho regalato a decine di persone, poi sparito dalle librerie per mancanza di ristampe... adesso l'hanno ritirata fuori, 'sti coglioni delle case editrici che pubblicano tonnellate di merda ma non i libri da divulgare...

Lenny è papà, Bill Hicks è il cugino...
sofferente, ma contento di avere avuto "parenti" di tale lignaggio.

@[IlConte] ti abbraccio


IlConte: Ciao Nobilissimo, tu l’hai letta in lingua originale, immagino?!
IlConte: Grazie del commento... di cuore!
IlConte: Di Bill Hicks è una vita che vorrei capire il film documentario ma senza i sottotitoli...
Il cruccio della mia vita... l’inglese Porcod
dipsomane: no, comprai il libro in italiano e non l'ho mai letto in originale (tra l'altro vorrei troppo avere quei mitici numeri di Playboy da dove hanno estratto i vari articoli che compongono il libro), ma ho due vinili americani con registrazioni dai suoi spettacoli ("the sick humor of LB" e "interviews of our time") che sono strepitosi! ma non credo siano mai stati doppiati e/o tradotti...
su Hicks: non ho capito bene... non ti piacciono i sottotitoli che girano in rete?
ne ho visti un paio su utube e mi sembrano più che discreti. c'è da dire che alcune cose sono veramente difficili da tradurre per noi... uno per tutti la figura del satiro Randy Pan The-Goatboy...
adesso mi piace molto Doug Stanhope (scorretto e figlio di androcchia come piacciono a me!) prova a cercare qualcosa, secondo me potrebbe piacerti molto... un abbraz!
IlConte: Grazie caro, no dicevo che il film documentario non ha nemmeno i sottotitoli... almeno fino a qualche anno fa ....
dipsomane: ah, ok, ho capito
dipsomane: quando avrai 5' beccati il buon Doug... per farti un'idea... ;-)
Doug Stanhope - Nazionalismo e immigrazione | SUB ITA
algol
algol
Opera:
Recensione:
Devo ammettere questa lacuna. Complice la barriera linguistica faticosa, per me che destreggio un inglese scolastico. Immagino che mi perderei molte sfumature, quindi ho desistito a priori. Naturalmente conoscevo i contenuti e i suoi bersagli, e questa pagina mi invoglia oltre a rendere onore a Lenny.
Una pagina importante Conte, una delle tante che hai scritto, che nobilitano questo luogo virtuale e mi regalano un'opportunità.


IlConte: Ahahahahahahah non dirlo a me, Nobile che conosco l’inglese più o meno come la mia nonnina di fine ottocento. Biografia di uno vero, ma davvero.
algol: Comunque la biografia è in italiano. La recupero di sicuro. Eh
algol: Thanks man
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
Gran bella pagina, ma mi cogli del tutto impreparato: non ho mai sentito parlare di Bruce in vita mia. E' un Guzzanti versione americana del secolo scorso (?), a quanto ho capito. Molto interessante.


IlConte: L’unico suo “nipotino“ può essere Luttazzi... ma è troppo una storia diversa. Questo ha detto e fatto cose tra il 50 e il 66 che, in quel contesto, erano fuori classifica. Da qui arresti e processi ridicoli e grotteschi. Tutti dopo comunque devono rendere omaggio. Se non erro nei primi anni 2000 grazie ad una raccolta di firme il governatore di NY ha ritirato l’accusa di oscenità... circa 40 anni dopo la morte. Lenny era il più scomodo di tutti in una America bigotta e puritana
Onirico: E non si può dire che sia migliorata molto, purtroppo...
IlConte: Ah no lo dico proprio alla fine... e non solo l’America.
Il libro leggilo, godibile ed “interessante” davvero, personaggio unico.
Grazie del passaggio
Onirico: Rimedierò quanto prima, nonostante abbia circa l'80% della mia libreria da leggere. Che vuoi farci, sono un compratore impulsivo:)
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
Mentre leggevo "Infinite Jest" di David Foster Wallace, parecchie volte mi venne in mente il Lenny Bruce del film con Dustin Hoffman (che vidi almeno due volte) diretto da Bob Fosse nel '74, solo sei anni dopo la scomparsa di Leonard Alfred Schneider morto per l'ennesima pera, voui per certe attinenze, vuoi per certe verità e aggiugiamoci pure per molte causticità e libertà di pensiero, che dire? Niente se non che, non sapevo di codesta biografia, che sicuramente mi leggerò prima o poi anche grazie alle parole entusiastiche qui lette.


IlConte: Personaggio unico, Stan
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Ma quanto sono ignorante?.....mai sentito, ma la tua rece mi incuriosisce. Ciaoooo


IlConte: Impossibile... magari non colleghi ...
E comunque che anche sul debasio - sorgente pura di gente in gamba e che ne sa a pacchi - Lenny sia poco conosciuto rispetto alla sua importanza storica la dice tutta sul come fare o non fare diventare famoso qualcuno... in questo caso faceva comodo così
Il libro leggilo... è veramente uno spasso in tutti i sensi
dsalva: mi fido!
IlConte: Questo è il libro
lector
lector
Opera:
Recensione:
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
beh, lui è uno di quei personaggi leggendari che in realtà si conoscono pochissimo...io, per dire, il film di Bob Fosse l'ho visto, ma forse per capire davvero ci vorrebbe la macchina del tempo...credo comunque che non andrebbero svalutate parole come comico, commedia, faccende invero nobilissime... anche se capisco bene il senso del tuo discorso...il problema è che dentro quei termini ci stanno sia banfi e pieraccioni, sia monty pynton e woody allen...ottimo scritto, mr conte (oddio mr conte sembra quello dell'inter, ahahah)...poi non so se lo leggerò, che il mondo sia una una assoluta schifezza mi è già abbastanza chiaro...magari ci farò due chiacchiere quando lo raggiungerò nel paradiso dei pazzi...ciau...


IlConte: Figurati, io adoro la commedia ed il teatro satirico... però Lenny è davvero una storia a se. Lui raccontava storie di verità quotidiana... ma sembravano assurde e si rideva. Ma chiesa bigotta e viscida, razzismo, sesso considerato malsano ecc ecc erano e sono assolute verità, purtroppo. Lenny era a suo modo un predicatore senza volerlo.
Ma non travisare alcune mie frasi sull’umanità patetica... leggilo perché il libro è uno spasso, ridi mentre lo leggi...
questo ragazzo ha creato una fondazione religiosa per prendere regolarmente delle donazioni e far smettere sua moglie di fare la spogliarellista.. perché con la religione ottieni denaro... un genio, capisci... che utilizzava la merda della società... poi ovviamente in breve tempo l’hanno fatto fuori ... anche perché lui non mollava un millimetro, non ne era capace.
Il libro è uno sballo esilarante Lulu’, fidati.
HOPELESS: Cazzo Conte, questo commento qui è meglio della recensione hahaha
IlConte: Ahahahahahahah, vedi Nobile io ho pochi pregi ma speciali. In verità sapevo che Lulu sarebbe passato commentando così e che a te sarebbe piaciuto questo commento.... quindi l’ho tenuto ad hoc
HOPELESS: hahah Ma in realtà è condivisibilissimo anche quello che dice lulu, c'è comicità e comicità e gente come Woody Allen o i Monty Python non si riducono a comici, mai e poi mai. Solo che io tra un giro al mare e una perlustrazione di una stazione preferisco la stazione. Più vicino ai marciapiedi dove è vero quel che vedi hahaha
IlConte: Sicuro, tutto!!!
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Ah, caro Conte, intanto sono contento che tu abbia interrotto il tuo blocco dell'artista. Adesso non riesco a leggerla, oggi è una giornata meravigliosa, ma non c'è dubbio che la tua pagina sia epocale come sempre... e con quel soggetto poi!


IlConte: Meravigliosa?! Hai avuto dopo anni un sussulto sessuale?! Ahahahahahahah
Prevedo qualcosa di bello legato ai figli che ormai sono L’unica cosa...
Io non sono bloccato... ma non avendo capacità devo avere qualcosa che mi stracci l’anima...
Almotasim : Ahahahahahah. C'entra. Tutto + o - giusto, ma non è tutto. C'è molto di più e... anche un sacco di problemi. Figurati. Ma il 15/02 è un giorno spartiacque. Ho unito molti puntini sparsi... e bla bla. Ma veniamo al tuo paginone centrale, o Nobile: Bruce, un personaggio scomodo per quello che dice è fantastico, mica suonava ai citofoni... Mi ci butterò un po' seriamente; non è un caso che tu lo abbia tirato in ballo, siete certamente spiriti affini. Lo dico senza quel "mellifluo buonsenso che passa per saggezza". Stracciarci l'anima, già, ben detto... Questo è proprio Debaser! Bravo Conte.
Almotasim : Asp... La data è il 16...
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Non conoscevo, mi sono documentato, dedico a te e a Lenny questo stralcio di poesia metropolitana (non mia):
"Cervello gonfiato - la lumaca continua rimuovendo la personalità. Fatica compiaciuta - quale droga perde lo scontro di senso con tonalità. Struttura - mangiando tutto l' essere, sputando i rifiuti. Frattura - belare affascinato liberando, scagliando getti d' oltraggio. Allo scopo di provocare una resurrezione dalle rovine".


IlConte: Impossibile che non conoscessi Lenny, proprio tu che hai cultura a pacchi e contropaccotti (complimentone eh, sia chiaro)... comunque Lenny pure con te sarebbe andato d’accordissimo!
La poesia è meravigliosamente meravigliosa ma troppo per me.
Thank
hellraiser
hellraiser
Opera:
Recensione:
Fino a ieri l'unico riferimento al nome Lenny Bruce che avevo era "Lenny Bruce" da Shot of Love del Bobby. Ora ho capito chi era, bravo Conte


IlConte: Uno di noi, caro nobile Rocker...
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Questa abbacinante sequela di cinqve/qvinti attestano e significano che DeBasio oltre a stare definitivamente morendo ha almeno tre zampe su quattro sull'orlo della fossa nell'imminenza di caderci dentro.
E poi: non è che ci vuole chissa cosa a dare qualche buon colpo di Kung Fu come faceva qvesto Brus.
Lì.



Caspasian: Ci potrebbero dare una mano 'sti qua?
Ku Fu - Dimostrazione
IlConte: Ahahahahahahah francuzzooooooo!!!

Comunque nobilissimo Sfascia, il Lenny le sarebbe stato simpaticissimo ... noi siamo ed amiamo la gente pura e sfacciata ...
IlConte: Pure sfasciata... savansadir
sfascia carrozze: E' qvesta la gente givsta!
nix
nix
Opera:
Recensione:
complimenti IlConte per una bella pagina su un personaggio straordinario. Sono andato a rivedermi un pò tutto quello che si trova in rete, ed è stato bello.
Il libro l'ho inserito nella mia personale lista di libri da acquistare appena possibile.


IlConte: libro che consente di comprendere tutta la follia del periodo e la grandezza di questo ragazzo...
I monologhi non rendono ma qui c’è tutto un mondo da “scoprire”... cose che si sanno ma raccontate da chi le ha vissute quotidianamente e proprio su se stesso in diretta non ha confronti...
Ciao nix
Taddi
Taddi
Opera:
Recensione:
«Non puoi mica scrivere "tette e culi" su un'insegna. Perché no? Ma perché è volgare, è sporco, ecco perché. Le tette sono sporche e volgari? No, non mi prendi in trappola: non son le tette, son le parole. Le parole. Non si scrivono certe parole, dove anche un bambino può vederle. Il tuo bambino non ha mai visto una tettina? Non ci credo. Credo invece che per te siano proprio le tette a essere sporche. Mettiamo che l'insegna dica "seni e sederi". Va già meglio. Interessante. Vediamo in latino avrà anche maggior austerità: gluteus maximus et pectorales majores ogni sera. Così sì, ch'è pulito. Per te, schmuck... ma è sporco per i latini!


IlConte: "Un pomeriggio entrai in questo negozio a curiosare. Finii arrestato per detenzione di stupefacenti. Il sergente John White testimoniò, in tribunale, che mi aveva visto lasciar cadere una scatola di fiammiferi contenente eroina e correre in un negozio di biciclette; che mi aveva seguito, che mi aveva perquisito e arrestato"

ad un certo punto la sua vita era una ossessione continua…
leggermente scomodo Lenny...
perfect element
Opera:
Recensione:
Perle ai porci.


nix: suvvia perfect element, non ti svalutare fino a questo punto. Infondo, tra tanta robetta da mercatino dei social, ho letto tue cose anche cose accettabili. Non ti piacevano i Supetramp? E allora? Non ti buttare troppo giù. Un pò è giusto, ma così esageri.
perfect element: Nix: cazzo vuoi?
nix: ricordarti che non devi buttarti così giù. La croce di essere un minchione è già abbastanza pesante da portare, non è il caso di appesantirla oltremodo con severi giudizi su se stessi. Assolviti, non condannarti. Ascolta zio nix, suvvia...
nix: ... un'ascoltatina di Breakfast in America potrebbe giovarti.
perfect element: Beh, sentirmi dare del minchione da un soggetto in.pieno delirio, mi mancava.Thanx Nix..
P.s. : promettimi di non dimenticarti piu le pastiglie.
nix: prometto!
Leosfi99
Leosfi99
Opera:
Recensione:
L'ho letto circa una decina d'anni fa, ricordo una prima parte veramente gustosa, poi verso la seconda meta' il libro si perde dietro le beghe legali e le motivazioni processuali che lo invischiarono negli ultimi anni di vita, ma del resto era un artista controverso,sicuramente unico...


IlConte: uno di quei libri da regalare e da rileggere - anche solo qualche pezzo - ogni tanto…
hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Non lo conoscevo proprio.


IlConte: ecco! Se tu, proprio tu, che per essere giovane conosci tantissimo anche di vecchio e soprattutto di chi ha fatto "storia" non conosci uno che non solo è stato IL precursore, ma è stato proprio unico… è tutto dire…
Sono proprio riusciti nel loro intento… VERMI!!!
Leggilo, Lui è veramente uno di noi...
hjhhjij: Lo leggerò al più prima.
snes
snes
Opera:
Recensione:
Mai sentito nominare. E mi incuriosisci a morte.


HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
Sicuramente va contestualizzato, però credo che se avesse vissuto i cambiamenti della società si sarebbe evoluto anche lui, era intelligente e le persone intelligenti ragionano e cambiano in modi intelligenti. Comunque anche se datate (solo cronologicamente) trovo le sue parole ancora potenti. Poi però devo dire... che noi ci siamo rotti il cazzo di comici scemi che vogliono forzarti alla risata, che poi ridere di che? Noi vogliamo pensatori beffardi. Come Bruce. Visto il film due volte e una raccolta di poco più di un'ora di suoi spezzoni in piccoli club. Che dire... Il massimo al libro anche senza averlo letto, mi fido di lui e di te, appena me lo troverò davanti lo compro. Promesso. Gente come lui mi fa sentire molto meno solo, allo stesso tempo però, considerando come siano rari esemplari di esseri umani come lo è stato lui, il mondo mi sembra un posto molto più solitario. Vaffanculo. E comunque come diceva Carboni "...intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film", che poi a Bruce somigliava poco, sempre visto più simile a Leonard Cohen. Hula Count.


IlConte: Che bello che sei passato!!!
D’altronde, Lui è veramente uno di noi... sessanta e passa anni fa diceva ste cose... per forza lo hanno fermato a tutti i costi. Il libro è uno sballo se pensiamo al tempo in cui succedeva tutto... attualissimo purtroppo. Unico Lenny. Oggi ne ho regalati un paio a due mezzi inutili ... non si sa mai Lenny faccia il miracolo... io ogni tanto, anche dopo anni, mi vado a rileggere qualcosa.
Caspasian: "Noi vogliamo pensatori beffardi..." Presente!
MoodyFrazier
MoodyFrazier
Opera:
Recensione:
Certo è che guarda caso nessuno se l'è mai inculato ed improvvisamente diventa santo, genio indiscusso e maestro di vita. Ottime cose. Ottimissime cose. Già ce li vedo i ragazzini con le magliette con il suo faccione stampato sopra.


IlConte: Ahahahahahah come spesso ti accade hai capito proprio tutto... come fai ad essere così sveglio?!
Diccelo, daiiiiiiiiii
Ahahahahahah
Farnaby: Che cazzo avrà voluto dire?
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
Anche stavolta @[MoodyFrazier] t'è scappata la tua senza doverci pensar su manco un attimo, come al solito, e il risultato si vede (e sì che hai avuto quasi due mesi di tempo per prepararti meglio), ok, appena rinsavisci faccelo sapè... statt'bbuono!


Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
7 O'Clock News / Silent Night

Nel notiziario (simulato) in sottofondo del 3 agosto '66 si parla di Martin Luther King, di eventi reali come le proteste per la guerra in Viet Nam, ed anche della scomparsa di Lenny Bruce... e niente.


IlConte: Grande Sten
Stanlio: Tenchiù @[odradek] ero convinto d'aver messo il video ed invece avevo copiato il titolo, a buon rendere...
TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Lo sto leggendo! Son circa a metà, è l'unica cosa che sto riuscendo a digerire, di cartaceo, in questa prigionia. E sto ridendo tantissimo!
Questo l'avevi visto? Dovrebbe essere l'unico spettacolo sottotitolato sul tubo.


IlConte: Ahahahahahahah troppo bello.
Hai già passato o sei nei pressi della fondazione religiosa per farsi due soldi in regola?!
IlConte: Dopo lo guardo
TataOgg: Sono all'incidente stradale...
La parte della associazione religiosa mi ha fatto muorire .. quelle cazz di vecchiette che lo difendono dai poliziotti e lui ancora col "Figliolo", che faccia di merda ... ieri notte leggevo e ridevo, a voce alta: AH AH AH! Incontrollabile :D
IlConte: Impagabile...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Come parlare sporco ed influenzare la gente è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link