Operazione quartultimo posto

“Perché siamo un Paese di merda” - fu la risposta (precisa) a una domanda (vaga) posta dalla giornalista.

Che suonava, più o meno, così: “Perché siamo arrivati ultimi all'Eurofestival?”.

L'anonimo intervistato all'ingresso di una discoteca di Madrid, a suo modo, si trovò ad interpretare il sentimento di un'intera nazione in quell'esatto momento. La sensazione, appunto, di essere un Paese de mierda.

Perché l'Eurofestival, diciamola tutta, è un po' come la Coppa Italia. Tutti lo snobbano, non frega niente a nessuno, ma a nessuno piace perdere. Soprattutto quando si perde male.

Vi butto là un esempio di quelli tosti.

La spedizione spagnola a Kiev 2017 si è conclusa con una di quelle batoste epocali da non poter scordare. Roba da vergogna eterna, altro che Ventura e Italia-Svezia.

Se non avete mai guardato l'Eurofestival (cioè l'Eurovision Song Contest come lo chiamano adesso, ma noi continuiamo a chiamarlo così perché ci ricorda i nostri fasti, non esattamente recenti ma chi se ne frega – leggasi: TOTO A ZAGABRIA 1990), sappiate che non è un problema, perché non c'è molto da capire. Anzi, se non lo capite fa lo stesso.

L'Eurofestival ruota sempre attorno ad alcune costanti, che si ripetono invariabili ogni anno:

  • Cipro vota Grecia e viceversa.

  • San Marino boicotta l'Italia e disperde il voto in Armenia o in Lettonia.

  • La Germania sta sul cazzo a tutti e non la vota nessuno. Per cui arriva sempre ultima, o comunque negli immediati paraggi dell'ultima piazza.

A Kiev, però, due anni fa, succede l'imponderabile.

Succede che i Crucchi hanno la brillante intuizione di puntare su un'accattivante biondina che riscuote qualche consenso in più, anche degli abituali dispersori del voto. Gli inattesi 3 punti della Germania (per la cronaca, il Portogallo ha vinto con 376...) hanno così fatto scivolare all'ultimo posto la terrificante boy-band scelta per rappresentare la Spagna alla kermesse continentale.

Zero punti. Verdetto inappellabile, mentre a Madrid si consumava lo psicodramma in eurovisione.

Ma zero punti, al di là del numero, lo sapete che significa?

Zero punti significa che non ti ha votato manco un cane. Significa che non ti hanno votato né col televoto in nessun Paese, né un singolo giornalista in giuria. Considerato che (quarta legge non scritta dell'Eurofestival) il 90% delle canzoni presentate all'Eurofestival fà schifo, significa che hai fatto più schifo dello schifo.

Sei il nulla. Zero, appunto.

Di qui la constatazione che, se prendi zero e non ti chiami Germania, sei un Paese di merda.

Le alte sfere della discografia iberica corrono ai ripari: per la prima volta dopo anni, il nome del candidato all'Eurofestival uscirà da “Operacion triunfo”, un'accademia musicale in forma di reality-show, in onda su LA1 tutte le settimane il mercoledì sera.

(ma in diretta-streaming su YouTube 24 ore al giorno)

In sostanza un Amici di Maria De Filippi senza Maria De Filippi. E hai detto niente.

Per quanto lodevole nel suo tentativo di rimettere al centro la musica (vabbè solo in apparenza, chiaro), Operacion Triunfo fatica a sfornare buoni interpreti che siano anche artisti. E che, soprattutto, lo diventino in tre mesi d'accademia...

A Lisbona 2018, in effetti, non che sia andata molto bene. 23esimi su 26. E contestuale suggerimento di cambiare il nome del programma (che comunque va avanti con successo) da Operazione trionfo a Operazione quartultimo posto.

A riprova del fatto che non c'è una ricetta per sfondare, in questa durissima e avvincentissima gara.

Ah, e comunque: guarderò l'Eurofestival pure quest'anno. Ci mancherebbe.

Lo guarderò per l'inimitabile esibizione di trash gratuito che ogni anno garantisce.

Per l'assolutamente demenziale polemica post-voto che seguirà la gara.

Per la bava alla bocca dei giornalisti in sala-stampa accalorati sul verdetto finale.

Per il tifo ottuso e triviale di Flavio Insinna che puntualmente tirerà all'Italia bordate di sfiga fotonica.

Per la gnocca.

E, ovviamente, per vedere a chi spetterà stavolta il titolo di Next Paese di Merda of the year. Vuoi mettere.

Buttatevi.

In tutti i sensi.

Lao Tze , Il 4 maggio — DeRango: 28,71

BËL (14)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

proggen_ait94
toroggiuro che 2 giorni fa m'era venuta voglia di vederne uno.
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: la voglia. E' proprio quella, che ti frega.
Lao Tze: equilibrio delicatissimo fra West Coast, Adult/City Pop e primi sentori di giappoelettronica anni '80 che nessun altro ha mai trovato
(non in quella perfezione, almeno)
proggen_ait94: infatti lo sto consumando
fuggitivo: Apprezzo molto anche io Pacific.
iside
iside Divèrs
l'ho letta da fondo a cima poi da cima a fondo, ho provato anche da destra a sinistra e viceversa ma nulla...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: prova anche in diagonale, come nelle parole intrecciate.
iside: Giusto
hellraiser
Grande Lao. Bentornato. Per quel che riguarda la manifestazione penso non la riguarderò come ho fatto altri anni. Meglio un documentario sui mufloni argentini
BËL (01)
BRÜ (00)

Lao Tze: anche a Tel Aviv si ammirerà una discreta fauna.
De...Marga...
Ola @[Lao Tze] qual buon vento!! Quoto soltanto una cosa del tuo divertente scritto: la gnocca!!! Torna a deliziarci con qualche tua pagina recensoria; saluti da Domodossola.
BËL (01)
BRÜ (00)

Lao Tze: Ciao, è sempre un piacere...
ALFAMA
ecco stavo per chiederti se era Mondiale ma non l'ho fatta questa domanda , quindi non vale e niente insulti
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: Mondiale? Non ci sarebbe tempo per farli esibire tutti in una sera.
ALFAMA: e chiedere se L'EuroFestival è mondiale è stupido
imasoulman
si però messi è ora che si carichi la squadra sulle spalle, eccheccazzo
BËL (01)
BRÜ (00)

Lao Tze: giocatorino, niente di più.
imasoulman: bah...uno che non ha manco vinto una competizione con la sua Nazionale (a parte quella farsa del calcio alle Olimpiadi)...di che parliamo?
Lao Tze: ben detto.......
tia
tia
Ma per lItali' canta Mammutto? Soooldisoldiii
BËL (01)
BRÜ (00)

Lao Tze: sì e può anche vincere, se poi lo dice anche Insinna siamo a posto.
lector
Ma che fine hai fatto?
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: devo ancora capirlo.
sfascia carrozze
Ci son già state le europee?
Avevo capito che erano a fine maggio.
Boh!
BËL (03)
BRÜ (00)

hellraiser: Eccertamente ci sono già state. E Lei ha vinto nel suo seggio, ovviamente per il Partito Comunista Sardo. Felicitazioni.
sfascia carrozze: Era ora!
Finalmente continuerò a non far niente: stavolta ben pagato però.
Lao Tze: queste non sono le europee, infatti c'è pure il Regno Unito.
E anche Paesi limitrofi all'Europa, tipo l'Australia!
sfascia carrozze: Quindi c'è anche il Liechtenstein e l'Isola di Pasqua?
Lao Tze: no, ma se preferisci c'è San Marino che si fa rappresentare da un cantante turco Serhat - Say Na Na Na - San Marino 🇸🇲 - Official Music Video - Eurovision 2019
(l'anno scorso lo rappresentavano una maltese e una tedesca)
Tipiche atmosfere da Monte Titano, come vedi.
harlequin
Mi ha sempre dato l'idea di essere un festival inutile, anche quando da bambino/ragazzo seguivo Sanremo.
Con il tuo evitoriale tutto si colloca al suo posto, anche il mio chissene. Grazie. :)
BËL (03)
BRÜ (00)

harlequin: A scanzo di ecuivochi: mi è piaciuto l'editoriale. Il mio sarcasmo è per l'Eurofestival, non per il tuo divertente articolo.
Lao Tze: beh, è l'unica occasione che hai per sapere quali cantanti vanno forte in Bielorussia.
Quindi dai, è pur sempre un festival con un suo perché.
harlequin: Già, interessante quasi come una puntata di Porta a Porta col plastico della mappatura dei nei di Vespa.
Stanlio
Per la gnocca "Hip hip hooray" e gnente...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: e certo, quella va bene di ogni Paese (Paesi di merda e non)
Dislocation
Sull'Eurofestivalle glisserei, per quanto poco elegantemente e, massì, un poco snobbamente.
Mi rallegra, però, e non poco, la rinnovata presenza di Sir @[Lao Tze] sul Deb. E non poco.
BËL (01)
BRÜ (00)

Lao Tze: ma lo guardano pure gli snob (apparentemente per motivi più nobili di quelli sopra menzionati, in realtà per gli stessi).
Dislocation: E poi io tengo per il Genoa, sono un enciclopedico di quart'ultimi posti.
Lao Tze: specialmente di quando il quartultimo posto non bastava per salvarsi...
Dislocation: Pure quello s'è visto.
Falloppio
Lao mi mandi una foto che la metto come desktop?
Così non mi faccio prendere dalla nostalgia, nostalgia canaglia....
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: Ciao! Ma una foto... di cosa? (precisamente)
gaston
E' il primo editoriale che leggo. Bello!
Da notare che a me dell'Eurofestival...
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: che onore!
Non faccio fatica a concludere la frase.
ALFAMA
Sono molto ignorante ma perché all'Eurofestival partecipa Israele ?
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze: perché fa parte del gruppo di radiodiffusione europeo.
Lao Tze: indenderai le ovvie ragioni politiche che stanno dietro.
ALFAMA: si, e non mi piacciono.
ALFAMA: senza essere frainteso di chissà quali deriva ideologiche.
Lao Tze: ci mancherebbe. Ma non serve arrivare all'Eurofestival, ti sarai fatto la stessa domanda vedendo i campionati europei di qualsiasi cosa e notando la presenza di Israele.
E la risposta è sempre la stessa.
ALFAMA: Certo, ma per i gironi di qualificazione ai mondiali in quale continente se la gioca, non in quello europeo credo ?
Lao Tze: sempre in quello europeo. Se no, metti caso che gli tocchi di giocare a Teheran...?
ALFAMA: la difesa a catenaccio
puntiniCAZpuntini: Bèh, ma se pensi che tutta Europa ogni domenica si ripete di essere figlia di Abramo... Dai, ci sta.
algol
finalmente un editoriale. Cazzo
BËL (01)
BRÜ (00)

Lao Tze: se questo è un editoriale, non oso pensare a quelli venuti prima...

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: