Gonorrea Surfers

Una delle ultime volte che sono venuto su a Turin sulla solita scatoletta di manzo di pendolare, mentre dentro si era tutti in attesa che la lasciassero entrare al Lingotto (stazione Lingotto, per chi non fosse mai stato a Torino, è un posto di una tristezza inenarrabile), sono andato a cercare meccanicamente con lo sguardo oltre il finestrino la tag dei miei eroi dove sapevo l’avrei trovata: su di un muro, sotto un ponte.

… e non c’era più!!! Come è possibile?! Mi sono messo a cercare meglio… niente … gli indomiti cowboy di onde di sesso contaminato erano stati cancellati.

Mentre cercavo faticosamente di farmene una ragione, la scatoletta manzotin si era rimessa in moto verso il Lingotto, e mentre si palesava davanti ai miei occhi l’enorme pisellone della Regione Piemonte in eterna costruzione mi è venuto da pensare che la Turin dei Gonorrea Surfers, la mia Turin, non esisteva più.

Quella con lo skyline senza i due piselloni, quella dell’intenso afrore di figa alle feste dell’ISEF che manco in piazza Duomo a Milano, quella dell'esame di matematica finanziaria al Palazzo del Lavoro prima che diventasse un ammasso di ruggine, quella del puttantour alla Pellerina, quella dei Murazzi un pelo prima che diventasse un posto per cabinotti e poi un bel niente per sempre, quella degli zamarri come mamma non ne fa più, quelli del Le Palace , quelli del tipo “Oh tu,minkia oh,ignorantedimmmerda, oh-vengo-li-e-ti-tiro-calci-nelle-costine”, quella del titolo di Gran Chiavone tra i goliardi del sangiuseppe, quella della pizzeria Arcicioch, quella dell’ultimo Gipo Farassino, quella dei Subsonica al Barrumba, quella del 10 stracolmo di ingegneri e di palazzonuovo stracolmo di fricchettoni radical chic quando non sapevano ancora di esserlo, quella di apple seed e ken shiro in mano agli studenti sui tram, quella di Jim Lee a Torino Comics, delle tequila bum bum al pub irlandese di Corso Vittorio, di Rock&Folk stracolmo di gente … adieu vecchia Turin … adieu Gonorrea Surfers … tempo fa avevo pensato anche ad un pezzo, ma mi erano venuti fuori solo un paio di versi del cazzo. Li riporto solo a titolo di saluto.

Al binario quattro c’è un Torino Salerno che non finisce più

Ringo scrive “Puttana la Uefa” sulla fiancata blu

Gino scrive “amore mio arrivederci”

Su un vagone di un treno merci

Vanda fa Minnie in guepiere sul rapido delle sette

Joe sbombola vicino ai binari con le chiappe strette

Gino esprime il suo bisogno di affetto

sul fianco di un vagone letto

Flame , Il 13 ottobre — DeRango: 30.79

BËL (12)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

Flame
Modifica all'editoriale: «...». Vedi la vecchia versione Gonorrea Surfers
BËL (00)
BRÜ (00)

mrbluesky
saremo noi,a ritirarci,in fondo alla campagna
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio
Mia bela Turin...
BËL (01)
BRÜ (00)

IlConte
Bella, molto bella...
BËL (01)
BRÜ (00)

lector
Tommy invece ha rinunciato
a mostrare al mondo i suoi capolavori
perché s'era messo in testa di disegnarli
solo sui vagoni dei pendolari
BËL (01)
BRÜ (00)

hellraiser
Turin urmai a lè pi nen chila...
BËL (02)
BRÜ (00)

zaireeka: Sa un po’ di Vinicio Capossela questo scritto. Il tempo è un bastardo, non c'è niente da fare. E le cose e le persone che popolano il mondo hanno questo brutto vizio di trovarsi meglio e più protetti, dopo un po’, nella testa e nei ricordi delle persone piuttosto che in quel brutto mondo esterno che non le vuole più...
zaireeka
Ho sbagliato posto per il commento, vabbè, è uguale..
BËL (01)
BRÜ (00)

Flame
Grazie a tutti per il passaggio. Si hell a la capis pè. Secondo me Torino aveva un'identità che era riuscita a mantenere negli anni 90 inizio 2000 e che andava preservata anche a livello visivo. Torino NON è Milano. Alcuni interventi sono stati azzeccatissimi tipo la metro, ma per il resto mi sembra tentino di farla diventare una copia del capoluogo lombardo. La Mole doveva rimanere l'edificio più imponente
BËL (01)
BRÜ (00)

algol: da milanese concordo. Secondo me, ora che non è più il polo industriale che fu e che l'ha fatta decollare dal punto di vista urbanistico / sociale, vive una grave crisi di identità. Rincorrendo, erroneamente, Milano.
Flame: è ancora presente sul territorio un insieme di maestranze e conoscenza sufficiente per ripartire secondo me, bisogna trovare un modo diverso di metterle a sistema rispetto a FCA prima che questa se ne vada definitivamente ... Speruma bin
algol
Finalmente un bell'editoriale.
BËL (01)
BRÜ (00)

Flame: thanks
Elfo Cattivone
Roma provincia, Torino capitale!
BËL (03)
BRÜ (00)

Flame: tutta la vita ...
Flame: ... schersuma nen, e dove lo mettiamo il Papa? a porta palazzo?
CosmicJocker
Davvero bella..bravo Fiamma!
BËL (01)
BRÜ (00)

Flame: Grasie Cosmic
imasoulman
si ma i sangippini, proprio no, eh?
BËL (00)
BRÜ (00)

Flame: E fin a lè ... io mi riferivo alle leggende sulla gogliardia che giravano un po' di tempo fa.
Flame: ... goLIArdia ... che asu ca sun

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: