Un razzo per la Russia

21 agosto, si inizia a registrare.

C'è da arrivare al Media Sound, pieno centro città, nell'ora di punta il traffico è insostenibile e neppure spostarsi in metropolitana aiuta.

L'unica è fare una levataccia di prima mattina e mettersi in strada prima dell'alba, ma questo è l'ultimo dei problemi.

«Vanno sempre a letto presto e si svegliano di buon mattino». (Linda Stein)

Il peggio è andare tutti e quattro in macchina, la stessa macchina.

«Sono molto introversi. Stanno quasi sempre tutti zitti a guardare fuori dal finestrino, anche se di tanto in tanto c'è chi dice qualcosa». (Danny Fields)

Nello studio, in attesa, sempre loro, Ed Stasium e Tony Bongiovi.

Il Media Sound però è più grande del Soundragon.

«Gli spazi sono più ampi. Li sfruttiamo per i cori: utilizziamo maggiormente i cori, un sacco di “ooh” in più. È un'esperienza più ricercata e più sperimentale». (Ed Stasium)

Accade l'inverosimile.

«In Why Is It Always This Way Johnny suona la chitarra senza distorsione, un po' alla Steve Miller». (Ed Stasium)

Perfino gli assolo.

«Quello in Here Today, Gone Tomorrow è rivoluzionario quanto il primo assolo mai sentito, perché l'ascoltatore non se ne aspetta uno, è colto completamente di sorpresa». (Tom Carson)

Mancano solo gli upstroke, ma i fans non sono pronti a tanto.

E poi Tony Bongiovi, appena termina la sessione di registrazione, afferra i nastri e si precipita al Power Station per il missaggio.

«Usiamo la tromba delle scale a mo' di camera dell'eco». (Ed Stasium)

«Trasgrediamo tutte le regole dettate dalla scienza della registrazione, il mixer è messo a durissima prova». (Tony Bongiovi)

Va avanti così per 75 giorni, fin quando il mixer non alza bandiera bianca.

Però la missione è compiuta, il 4 novembre 1977 l'album è sugli scaffali dei negozi, è il primo disco pubblicato dalla Sire e distribuito in accordo con la Warner Bros: gli spazi sono invasi dai cartelloni che riproducono la copertina dell'album e la foto del gruppo a grandezza naturale.

La foto l'ha scattata Danny Fields e ricorda tanto quella scattata da Roberta Bayley per l'album di esordio: Roberta Bayley la rivedo sempre davanti agli occhi, colpita da una poltroncina divelta e lanciata verso il palco durante il concerto del 31 dicembre 1977 al Rainbow Theatre a Londra.

Ecco cosa succede ad accompagnarsi ai teppisti.

«Sono le persone più educate che potessi incontrare. Trovo buffo che ci siano persone a cui incutono paura: gente che mi chiede come faccia ad andare in tour con loro». (Linda Stein)

Qualcuno, quell'album, lo prende dallo scaffale, ne paga il prezzo per portarselo a casa, lo mette sul giradischi, ascolta e spara il suo giudizio, quale che sia.

«I Ramones dopo aver dimostrato fino a che punto si potesse sfrondare il rock'n'roll senza snaturarlo, ora esplorano la possibilità di reinserire in quella formula elementi che non alterino l'essenza della loro musica. Attenzione però: si tratta giusto di un po' di melodie e di linee vocali piuttosto scontate». (Robert Christgau)

«È l'album più riuscito dei Ramones e questo la dice lunga, perché mi arrischio a dire che nessuno dei nuovi gruppi pseudo rock merita di incidere più di un lp, e scommetto che, nel giro di due anni, la maggior parte sarà morta e sepolta; i Ramones invece hanno già fatto tre album validissimi e se non la smetto subito dovrò versare acqua ghiacciata sulla mia macchina da scrivere». (Billy Altman)

Per me, puramente e semplicemente, l'essenza autentica del rock'n'roll, come mai l'ho percepita.

E per chiudere la storia, ecco le parole di Johnny: «Non ci siamo giocati le nostre 14 composizioni migliori sul primo album, per poi ripresentarci con un secondo 33 giri meno riuscito: è quello che accade sempre alle band.

E non abbiamo apportato nessun cambiamento. Sembra sempre che un gruppo debba rinnovarsi, ma a parte i Beatles tutti gli altri complessi ogni volta sono peggiorati nel tentativo di provare nuove strade. Di solito le band che provano a cambiare non migliorano: anzi, succede il contrario perché perdono interesse per quello che fanno, oppure dimenticano il motivo per cui hanno iniziato. Diventano pretenziose. Noi abbiamo sempre cercato di stare attenti ai gusti dei fans, a cosa avrebbero potuto gradire o detestare. Non ascoltavamo chi ci stava intorno, perché dicevano un sacco di stronzate; affermavano che facevi cose fantastiche quando magari era tutto il contrario. Ho capito perché Elvis ha fatto tutte quelle cazzate, si è messo addosso tutti quei completi orribili e ha recitato in quei film idioti: avrebbe dovuto puntare i piedi e fregarsene della gente che gli leccava il culo».

Pinhead , Diciassette giorni fa — DeRango: 31.65

BËL (14)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

De...Marga...
Nemmeno la leggo....è che quando leggo il tuo nome vado in brodo di giuggiole!!!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Però poi me lo storpi, il nome :-(
IlConte
Commosso. Nobilissimo e strameritato omaggio per i 41 anni dall’uscita. E dovevi farlo TU, ovviamon.

Può un rocker amare i Ramones?! Un inutile direbbe di no, io ti dico di si... da sempre nel cuore.

Carriera memorabile, pochi lo dicono zio porco...
Questi hanno attraversato tutta la merda degli ottanta a faccia alta con album stupendi mai svendensosi o aprendo le chiappe.

Ma vaffanculo va...

Lunga vita al rocchenrolle vero, genuino, grezzo.

E poi quelle splendide citazioni... che mi ricordo lette dal super libro tuo nobile omaggio di cui sono orgoglioso di averne scritto col Dema.
BËL (01)
BRÜ (00)

Pinhead: Vabbè, scoperto subito che ho copiato tutto dalla loro biografia :-)
IlConte: Ahahahahahahahah ma è giusto far conoscere cosa si diceva, cosa facevano “in diretta”, cosa ne pensano anche tizi non proprio dei Ramones...

Bellissimo, lo meritate tu e i fratelli che da lassù se la ridono...

Ahahahahahahah
heartshapedbox
#bastaranones
BËL (02)
BRÜ (00)

De...Marga...: Il buon Pomello dovrebbe essere oltremodo contento visto i primi tre nomi che hanno commentato l'editoriale sui (falsi) fratelli portoricani.
De...Marga...: PINELLO.... dannato telefonino
Pinhead: Ahahahahahahahah Pomello è fantastico, quasi quanto il Pine coll'accento sulla e inventato da heart.
Comunque sì, bello che ci siate voi tre :-)
heartshapedbox: pomello è fantastico! ahahahhaha
Ma Pinè resta Pinè eh!
De...Marga...: Citazione da una mia paginella sui Ramones: "Eravamo in tour nel Texas; durante un trasferimento ci fermiamo in un piccolo villaggio per mangiare. Scendo dal van per comprare qualcosa mentre i ragazzi si sgranchiscono le gambe all'esterno del locale. Quando torno verso di loro si avvicina una donna e mi dice - E' lei che si prende cura di quei quattro poveri ragazzi ritardati? - Pensava davvero che lavorassi per qualche struttura sanitaria e che stessi facendo del volontariato!!! Quattro ritardati mentali..." (Cit. Monte Melnick storico tour manager della band).
De...Marga...: È uscito il nuovo singolo di Bob Mould, che ho postato come GG, e a febbraio nuovo album.
Pinhead: Visto! E a gennaio il nuovo Flesh Eaters, e così i primi due dischi del 2019 sono già andati.
Poi a heart tutto ciò interessa moltissimo, sai la gioia per le notifiche :-)
mrbluesky
questa è una rece perche l'hai messo qui,be ciao ci vediamo con gli ascolti anzi vado subito
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Sei encomiabile mister :-)
mrbluesky: we re a happy family
Stanlio
ehm, anagramma:

RAMONES = SOMAREN
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Pentiti!
Stanlio: ehm, anagramma:

PENTITI = PINE' TIT
Alfredo
Bella e doverosa per questo capolavoro punk'n'roll
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Vedi? Da te non me lo aspettavo, è una piacevole sorpresa :-)
Alfredo: Perchè?
Pinhead: Per la fotina di Bob Dylan che avevi prima :-)
Alfredo: Ah si, ma io ascolto tante cose diverse :)
Falloppio
Ramones a palla.
Questo si che è un bel leggere.

Avevo preso una sbandata per sta band che tutti gli amici metallari ripetevano sempre "impossibile".
Possibile e dovuto, hanno cambiato lo schema, le.regole, infrangendo il muro di noia.
....let's go......
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Tratto a forza dalla biografia di Jim Bessman, se ti può interessare :-)
Falloppio: Ho una biografia Ramones in cantina
È la stessa?
Falloppio: È la stessa....
Bessmann
Copertina Nera
L'ho letta qualche anno fa
Falloppio: Pinot
Ti risulta stampato da A4?
Pinhead: Eh? Parla come mangi :-)
Falloppio: Scusa mi sono espresso male. La stampa della tua edizione da chi è stata fatta?
Chi ha stampato il libro?
Curiosità mia.
Pinhead: Ho l'edizione della Giunti.
Falloppio: Stampato dove?
Sono un rompipalle curioso....
Pinhead: Sei un rompipalle, confermo :-)
Pinhead: Ahahahahahahahah non è della Giunti, Arcana!
Falloppio: Stampato a Chivasso.
Confermo che l'ha stampato un amico mio.
Felice della distribuzione nazionale, non pensavo.
lector
Un libro sui Ramones? Tipo un saggio sull'analfabetismo....
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Ci sono solo le figure.
lector: Ora si spiega....
Flame
Bella, bella ... il discorso del libro lo prenderei sul serio fossi in te. O magari l'hai già pubblicato, chissà ...
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Mi ha battuto sul tempo un incompetente :-(
CosmicJocker
Oh ma che faccia da drogati! A lavorare! Ai miei tempi i giovani avevano più rispetto quando si mettevano in posa per le foto [disse mentre masticava tabacco riempiendo con la sua saliva la sputacchiera d'avorio che teneva sulla cassapanca]
BËL (01)
BRÜ (00)

Pinhead: Chissà se i Ramones hanno mai indossato giacca e cravatta.

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: