"Il Milan trionfò con i pareggi"... quello che vi dimenticate sul trionfo del 2003

Lasciamo perdere il Milan di adesso e facciamo un salto nel glorioso passato, per l’esattezza al Milan Campione d’Europa nel 2003, per parlare di una convinzione palesemente errata che difficilmente si schioda dalla testa dei non milanisti.

Ho sentito più volte affermare a interisti e juventini (e non solo) che quel Milan vinse la Champions League “con i pareggi”… Una volta chiesi al mio professore di religione (sì, facevo religione a scuola, pensa un po’) se fosse più meritato lo scudetto del 2003/2004 o la Champions della stagione prima, lui rispose senza esitazione lo scudetto perché la Champions fu vinta con una serie di fortunati pareggi; al Processo di Biscardi il romano Franco Melli affermò in faccia al milanista Tiziano Crudeli che il Milan “si è inventato le vittorie con i pareggi”; il PR di fiducia della nostra compagnia ai tempi delle discoteche, juventino, dopo la vittoria del Portogallo caratterizzata da una sola vittoria ai 90 minuti scrisse su Facebook “ho visto anche il Milan vincere una Champions senza mai vincere” e sicuramente chissà quanti avranno azzardato questo fasullo paragone; non parliamo poi di quanti interisti che ci rinfacciano frasi del tipo “avete vinto con due pareggi e con una vittoria al 91esimo”. Triste verità, in tanti sono convinti che il Milan vinse quella Champions grazie ai pareggi, la domanda di fondo è: ma questi sono mai andati a vedere il cammino del Milan risultato per risultato?

Tralasciamo il turno preliminare e soffermiamoci piuttosto sulle due fasi a gironi (quella fu l’ultima Champions League ad avere una seconda fase a gironi, poi fu sostituita dagli ottavi di finale, personalmente rimpiango la vecchia formula). Il sorteggio della prima fase pose il Milan davanti a Bayern Monaco, Deportivo La Coruña e Lens. I francesi del Lens, oggi in Ligue 2, potevano essere considerati la cenerentola del girone ma erano comunque reduci da una Ligue 1 dominata e da uno scudetto regalato al Lione proprio nello scontro diretto all’ultima giornata, evidentemente così scarsi non erano. Il Deportivo ai tempi era una delle squadre più forti di Spagna, reduce da uno scudetto e due secondi posti. Il Bayern Monaco invece non ha bisogno di presentazioni, era e continua ad essere la prima potenza di Germania nonché una delle maggiori forze europee, aveva anche battuto il Milan in un’amichevole estiva. La stampa parlò senza dubbio di “girone di ferro”, qualcuno si chiedeva se il Milan sarebbe stato in grado di superarlo, dato che le ultime due stagioni del Milan si erano rivelate decisamente sottotono. Il Milan invece stupì tutti vincendo le prime quattro partite di fila e qualificandosi con addirittura due giornate di anticipo, perdendo ininfluentemente le ultime due. Non si trattò di vittorie qualsiasi, fra queste spicca un pesante 4-0 sul campo del Deportivo La Coruña, sì, proprio così, un 4-0 in trasferta contro una delle squadre all’epoca più forti di Spagna, ad interisti e juventini viene molto più facile ricordare quello che accadde l’anno successivo, quando i galiziani si vendicarono restituendoci quel 4-0 e sbarrandoci la strada verso un secondo trionfo consecutivo altrimenti quasi certo, ma questa vittoria incredibile propiziata da un Pippo Inzaghi incontenibile non la ricordano mai o fanno finta di non ricordarla. Da sottolineare anche il doppio trionfo per 2-1 contro il Bayern Monaco, specialmente quello in trasferta, non credo proprio che vincere a Monaco di Baviera sia mai stata un’impresa alla portata di tutti.

Un girone di ferro capitò al Milan anche nella seconda fase, dove oltre alla rivelazione Lokomotiv Mosca toccarono il Borussia Dortmund e il Real Madrid, i campioni in carica di Germania e soprattutto i campioni d’Europa in carica, saranno forse squadrette? Il Milan qui si ripete vincendo le prime 4 partite di fila, tutte per 1-0, e perdendo senza conseguenze le ultime 2, gli interisti e gli juventini si sono forse dimenticati del trionfo in trasferta contro il Borussia Dortmund (che solo una manciata di mesi prima aveva inflitto ai rossoneri un netto 4-0 in semifinale di Coppa Uefa) ma soprattutto della vittoria a San Siro contro il Real Madrid in una partita che il Milan dominò e che poteva vincere pure più largamente.

Ma dato che qualcuno ha tirato in ballo il Portogallo campione d’Europa nel 2016… vi ricordate come quel Portogallo vinse l’Europeo? Passò il girone qualificandosi terzo solo grazie al nuovo regolamento, con tre pareggi contro avversari mediocri come Islanda, Austria e Ungheria, ha battuto la Croazia soltanto ai supplementari, la Polonia soltanto ai rigori, un’unica vittoria ai 90 minuti contro il Galles e una vittoria ai supplementari contro la Francia in finale. Ma di cosa stiamo parlando? Ma vi rendete conto del paragone assurdo che state azzardando? Da una parte due gironi di ferro passati con due giornate d’anticipo, vittorie in trasferta contro squadre di un certo calibro e una vittoria contro i campioni in carica con tanto di primato nel girone, dall’altra una serie di pareggi con squadre per lo più modeste, ai numeri si contano 10 vittorie nei 90 minuti del Milan contro UNA sola del Portogallo. Come si può anche solo alla lontana paragonare il cammino di quel Milan a quello del Portogallo? Bisogna davvero essere pazzi, non c’è altra spiegazione!

Poi per carità, è vero che il Milan ha battuto l’Ajax soltanto all’ultimo respiro, che ha eliminato l’Inter con due pareggi, che in finale ha battuto la Juve soltanto ai rigori, risultati anche frutto di un generale senso di stanchezza che è assolutamente normale ad un certo momento della stagione, cosa che lo juventino o l’interista frustrato ignora o finge di ignorare; ma rinfacciare polemicamente questi risultati ignorando le gesta delle fasi a gironi è da persone che parlano senza sapere le cose o sapendole solo a metà soltanto per il gusto di sfottere il rivale senza riconoscerne i meriti oggettivi. Le prestazioni di quel Milan infatti finirono inevitabilmente all’attenzione di molti giornali ed esperti televisivi, soprattutto nelle prime battute della stagione si parlò di un nuovo grande Milan, di Milan spettacolare, inevitabili furono i paragoni con i Milan di Sacchi e Capello, molti già sostenevano che il Milan potesse aprire un nuovo ciclo già a partire da quella Champions; Milan che poi si ridimensionò divenendo squadra più normale ma sempre dotata di un organico di alto livello in grado di vincere tutto; infatti il Milan vinse anche una Coppa Italia che mancava addirittura dal 1977 e poteva vincere anche il campionato e fare il triplete se non avesse avuto un drastico calo di rendimento nel girone di ritorno e se non avesse subito numerosi torti arbitrali accompagnati da altrettanti episodi favorevoli alla Juve.

Tuttavia a questo negazionismo si aggiunge anche una fastidiosa tendenza a cercare il pelo nell’uovo per screditare il rivale, per delegittimare la sua impresa, talvolta con affermazioni discutibili o addirittura infondate. Qualcuno si è persino inventato che nell’azione decisiva del 3-2 contro l’Ajax Tomasson fosse in fuorigioco sul pallonetto di Inzaghi, falsità assoluta dato che basta andare a rivedere il replay per rendersi conto che Tomasson è non solo dietro al difendente ma addirittura dietro la linea del pallone. Lo juventino invece fa leva sull’assenza di Nedved in finale, ignorando che lì davanti c’erano i colossi Nesta e Maldini e che le due sfide di campionato, con Nedved in campo si erano chiuse 2-1 per la Juve a Torino e 2-1 per il Milan a San Siro, parità assoluta.

Al negazionismo dei meriti altrui si aggiunge poi quello dei demeriti, delle figuracce, dei risultati non entusiasmanti e dei favori ottenuti invece dalla propria squadra. Per esempio, i cari juventini che criticano il cammino del Milan si ricordano del proprio? La Juve passò la seconda fase a gironi con la miseria di 7 punti battendo il Deportivo La Coruña solo all’ultimo minuto, e ai quarti di finale fece due pareggi contro il Barcellona vincendo solo ai supplementari, menomale che era soltanto il Milan quello che vinceva all’ultimo o passava con i pareggi… Gli juventini si ricordino poi di come vinsero lo scudetto quell’anno… Gli interisti invece non ricordano di come eliminarono il Valencia ai quarti, facendosi letteralmente dominare dall’avversario nella gara di ritorno e puntando tutto sullo stato di grazia di Toldo ma anche grazie ad un clamoroso rigore negato al Valencia sul 2-1 (che voleva dire eliminazione). Magari si ricordino anche di come loro hanno vinto poi la Champions sette anni dopo: i 4 rigori negati al Chelsea fra andata e ritorno, i furti contro il Barcellona (il goal di Milito in fuorigioco, il rigore di Sneijder su Dani Alves, più nella gara di ritorno il goal decisivo annullato per uno stop di mano attaccata al corpo che probabilmente nemmeno c’era) e la manina di Maicon sullo 0-0 in finale; interisti che ce la menano pure per la deviazione di omero di Inzaghi (perfettamente aderente al corpo) nella finale del 2007 ma per loro è tutto regolare quando a segnare di mano è Adriano nel derby…

Morale della favola: quando si tratta di sfottere l’avversario sportivo ogni affermazione è buona, per farlo si arriva perfino a negare i suoi meriti oggettivi, infangarli proprio, negare i propri demeriti, ricordare ciò che fa più comodo, ricordare i pochi aspetti negativi dell’operato dell’altra squadra e fingere di non ricordare tutto il resto, così come dimenticare le cose non proprio belle della propria squadra. Per la verità io capisco anche gli interisti e gli juventini, la frustrazione per essere usciti con due pareggi e per non riuscire a vincerla da quasi quarant’anni, così come il rammarico per aver perso l’ennesima finale, oltretutto ai rigori, ma bisogna imparare ad essere sufficientemente maturi per poter ammettere i meriti altrui, e se proprio si vuole sfottere l’avversario per le sue sconfitte o vittorie immeritate (cosa che ci sta nel tifo calcistico, sarebbe da moralisti negarlo) almeno scegliete argomentazioni fondate e non sparate puttanate!

splinter , Il 16 novembre 2019 — DeRango: -17,39


I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

hellraiser
Ho faticato a leggerla tutta. Mi si spezza il cuore a ricordare il glorioso passato. Mamma mia, sembra passata una vita. E pensare che ora la 10 è di Hakan...

nes
nes
Tutta 'sta menata perche' ancora non ti va giu' che il mondo ti racconti la verita'? Su una cosa pero' hai ragione: il portogallo nel 2016 le partite le ha vinte, il milan del 2003 le ha pareggiate; e' un paragone che non regge. Na, non sono stati due pareggi e una vittoria al 90': sono stati QUATTRO pareggi e una vittoria. E ti sei dimenticato di parlare dello Slovan liberek o come cavolo si scrive, manco l loro presidente lo sa come si scrive...

splinter: Negazionista pure tu???
nes: Di preciso, cosa starei negando? No, perché "negazionista" buttato la sta a significare che negherei l'olocausto. E mi sembra che qui si stia piu' che altro parlando di puttanate. Magari mi sbaglio, ma sul serio: negazionista de che?
splinter: Di quello che ha fatto il Milan nelle due fasi a gironi, nonostante il mio editoriale stai ancora parlando di "quattro pareggi" e stai ancora dicendo "il Portogallo almeno le vinse" quando in realtà ne vinse solo una. È un po' come quando dicono che Fabrizio Corona fu messo dentro per "quattro foto"...
nes: I supplementari sono calcio giocato. Se segni vinci. Hai mai corso dietro un pallone o ti sei sempre limitato a Galeazzi Biscardi Mosca e il quotidiano colorato come debaser? Ma poi, "negazionista" de che??? Cos'e' che sto negando??? Dire "delle ultime cinque partite ne avete vinta una" sarebbe negazionismo de che? E' un'affermazione... Sacrosanta tra l'altro. "Eh ma prima abbiamo vinto" esticazzi, io sto parlando delle ultime cinque partite. Tutti parlano delle ultime cinque partite.. Ripeto: negazionista di cosa?
splinter: Il problema è proprio quello, tutti si ricordano quello che fa più comodo, la Champions non sono solo le ultime 5 partite, valutare il cammino di una squadra solo dalle battute finali non è certo da persone molto obiettive...
nes: Oh, dio cantante: NEGAZIONISTA DI COSA?
splinter: Te l'ho già detto, di tutto quello che ha fatto il Milan nelle fasi a gironi! Forse parlo arabo...
nes: no, non parli arabo, ti inventi le cose: dove io avrei parlato della fase a gironi? cosa avrei negato???
splinter: Come ripeto il problema (che poi non è poi tutto 'sto problema esistenziale, lo ammetto) è proprio non parlarne, non parlare della fase a gironi dove il Milan diede il meglio.
nes: ma quando mai per parlare della vittoria dei mondiali del 2006 o dell'82 si è andata a tirar fuori la fase a gironi? Quando si è parlato della fase a gironi della champions che avete vinto 4 a 0 contro il Barcellona? Chi cavolo se li ricorda i gironi? Chi se li caga a più di dieci anni di distanza? Come furono i gironi della Germania a Ialia 90? Ma, scusa: di che cazzo stai parlando???
nes: mi son perso una "t", forse anche altra roba.
splinter: Ah ok, quindi le fasi a gironi non fanno parte della competizione...
nes: Non e' quello che ho detto, sei rincoglionito sul serio.
nes
nes
Comunque gli editoriali non servono a fugare le frustrazioni sportive, specie se calcistiche. Che si elimini 'sta vaccata dalla casa pagina, al momento e' l'editoriale con piu' visibilita', cazzo!

splinter: Beh ma te mi sembri un anti-editorialista a prescindere...
nes: No, gli editoriali mi piacciono, li leggo... Se no su 'sta vergogna come ci sarei finito?
splinter: Forse volevo dire che non sei molto fan del mio stile
CedroTall
Il Milan in realtà non perse mai una partita di quelle che contavano, vinse tutte le gare dei 2 gironi fino a qualificazione avvenuta per poi schierare le seconde linee. Chi arrivò in finale (la Juve) perse ben 5 gare vere prima di arrivarci: Dinamo Kiev, 2 volte col Manchester United (di cui una per 3-0), Basilea e Real Madrid. Tra l'altro il gol di Shevchenko in finale era buono (posizione di Rui Costa ininfluente), quindi gara che poteva chiudersi nei 90°. Ah "se c'era Nedved". A San Siro in campionato un mese prima Nedved c'era e il Milan vinse 2-1.

splinter: Con la Dinamo Kiev no, con il Newcastle
CedroTall: Giusto, sbagliai. Gol di Andy Griffin
CedroTall
Sulla vittoria al 90° citata da nes, ricordo che per onestà intellettuale dovrebbe ricordarsi anche che in quella partita il Milan fece 4 gol buoni. Se fosse stato convalidato il precedente gol di Brocchi la partita sarebbe finita 4-2. Tra l'altro, le regole sul gol fuori casa le conoscono anche le altre squadre, non è che possono svegliarsi una mattina e lamentarsi contro il destino cinico e baro. Le frustrazioni ce le hanno quelli che le Champions non le vincono (anche giocando i supplementari in superiorità numerica).

nes: Io per onesta' intellettuale sono andato avedere un sito milanista e quello che ho trovato ho riportato. Nei miei ricordi c'e' solo " ultima champions vinta dieci anni fa con quattro pareggi nelle ultime 5 gare"
CedroTall: Per la verità è la penultima Champions vinta dal Milan, 16 anni fa. I tuoi ricordi sono leggermente annebbiati. P.S. Il PSV Eindhoven ne vinse una nel 1988 pareggiando le ultime 5 e nessuno ha mai avuto travasi di bile per questo.
CedroTall: Tra l'altro nel periodo 2003-2007 nessuna squadra fece complessivamente meglio del Milan in Champions: 2003 vittoria 2004 quarti di finale 2005 finale 2006 semifinale 2007 vittoria...
nes: Io ho travasi di bile per 'sta stronzata da bar sport su debaser. Se una squadra italiana vince una champions son solo contento.
splinter: Quella del goal di Brocchi la stavo per scrivere, avrei davvero goduto come un maiale se fosse successo davvero, peccato che non ci sia nessuna moviola utile per determinare se davvero era entrata o meno; ma ad esempio avrei potuto dire che il Milan vinse quella partita senza Gattuso, Pirlo, Seedorf e Serginho...
CedroTall: Beh buon per te, io sui travasi di bile parlavo in generale.
nes: Sui miei ricordi delle vittorie del milan: meno male che sono labili e imprecisi, vuol dire che veramente di 'sta roba mi frega poco e un cavolo.
nes: Parlavi in generale dei travasi di bile (nel senso non dicevi a me?)? Non ho capito: non ne vedo, neanche in generale. Al limite ci sono gli sfotto' del: "avete solo culo, non valete un cazzo" ma sono appunto sfotto' da bar sport. Grave e' se, da vincitore, a 16 anni di distanza, a questi sfotto' dai ancora peso...
nes: Se usi debaser per sfogare 'sta cosa, dipendesse da me, ban immediato. Fosse almeno scritto in maniera simpatica o originale... No, e' il pianto di un tipo che "non è giusto che non riconosciate i miei meriti!!!" Su debaser, sito di musica cinema e arti in generale. Ripeto: ban immediato.
splinter: Era semplicemente un "fare chiarezza", e comunque non per forza bisogna sempre parlare di cose serie...
nes: Uno: chi dice si debba parlar sempre di cose serie?
Due: Se "vuoi far chiarezza" e' perche' la cosa per te e' seria. Questa, per me, e' una cosa parecchio grave.
CedroTall: Sui travasi di bile non dicevo a te. Hai parlato di pareggi e vittorie al novantesimo, ho risposto a te su quello perchè mi sembrava un commento molto di parte. Il Milan chiuse quella Champions strameritando di vincerla, considerando tutto il cammino fatto, i gol buoni non dati (2 nelle ultime 5 partite) rispetto alle contendenti che perdevano un po' ovunque. Ho fatto un commento in cui in parte rispondevo a te, in parte parlavo in generale. Comunque non sono neanche convinto che non te ne freghi nulla, visto che hai commentato anche nel merito con delle frecciatine non di poco conto. "Non me ne frega niente, ma intanto un paio di palate di merda sul Milan le butto perchè non fanno mai male". Mi sembrava quello lo spirito, ecco.
nes: E quale dovrebbe essere lo spirito in una pagina da bar sport, scusa?
CedroTall: Sul fatto che questo pistolotto non dovrebbe trovarsi tra gli editoriali di debaser sono perfettamente d'accordo. Con la musica non trovo il nesso, anzi il nes ;) Forse l'inno della Champions? Mah!
nes: L'inno della champions fa il suo lavoro, niente da dire.
CedroTall: Ma niente, trovavo strano quel tuo intervento. Se volevi stroncare l'editoriale, forse dovevi essere più tranchant e scrivere che faceva schifìo e basta. Senza entrare nei dettagli calcistici, perchè poi questo dà vita per forza di cose a risposte partigiane, più o meno deliranti. D'altra parte stavo cucinando la peperonata ed ero molto in ritardo rispetto alla mia fame, deve essermi sfuggito qualcosa per la foga. Non ho vivisezionato il tuo post. Forse avrei dovuto porre più attenzione, capire, intuire, indovinare, dedurre....
nes: A me sembra che tu abbia capito tutto.
sfascia carrozze
PROOOOOOOT!

Ops!
Mi scusi, m'è scappata.

Onirico: Spero si sia ricordato l'imprescindibile foglia di palma e il cane, nel momento del lieto concepimento!
iside
iside Divèrs
son finito sul sito di #comunquemilan ?

Alfredo
#parlatecidiGiampaolo

CedroTall: Dovevano pregare in ginocchio Gattuso di restare, con quella rosa sgangherata ha fatto un miracolo
mrbluesky
Ma tu hai scritto tutta sta pappardella per sta manica di cialtroni, davvero non so come fate a seguire ancora ste pagliacciate, e te lo dico da milanista e da amante di uno sport meraviglioso stravolto irrimediabilmente dall'idiozia umana da oltre 30 anni

ui
ui
Ma cosa ci faceva in finale una squadra che aveva preso 5 pere dallo United? Questo è la vera domanda da fare. Non doveva neanche andare ai quarti, ci finì in maniera rocambolesca grazie ad un gollonzo di Tudor.

TataOgg
Che noia il calcio...
L'ultima volta che ho visto il Milan giocava contro una squadra estera. Io tifavo per quella... Ero al bar, il Milan ha perso. Mi volevano bruciare, come al solito. Per fortuna pioveva.
Birra.


sfascia carrozze: Qvesto La eleva a potenza.
O Catanzaro, se preferisce.
Lo seppia.
perfect element
Perché?

IlConte
Tu hai seri problemi ragazzo... scopassi un po’ di più e guardassi meno calcio sarebbe meglio per te. Io ho fatto quindici anni di curva ma non sapevo un cazzo di statistiche da esaurito e vivevo la genuina passione... ma chi cazzo se ne frega degli altri Ahahahahahahah
Forse devi ancora capire che è normale che ognuno tiri l’acqua al suo mulino ?!
Ti ricordo che per voi tutto è cominciato con una sceneggiata ridicola e patetica di una nebbia slava Ahahahahahahah
Comunque chi cazzo se ne frega (2)
Ho ammirato il tifo milanista in 50.000 in B (si perché mi dispiace ma siete stati nel calcio minore una volta pagando... e l’altra gratis)... allora era un gran pubblico con poca puzza sotto il naso... ero ragazzino ma lo ricordo.
Ma con voi c’è un sano livore sportivo che io poi da non milanese neanche ho sentito più di tanto pure quando vincevate tutto.
Il mio odio è verso la Merda (scusa nobile merda).
Purtroppo me la prendo ancora per il calcio ma non certo come prima... c’è meno passione e calore in tutto, tanta bramosia di denaro, voglia di stadi boutique, di merchandising anche nei peli del culo, giocatori pupazzi, falsi moralisti su falso razzismo, gentaglia di ogni tipo dai delinquenti in curva ma soprattutto dai vermi corrotti giornalai e dai fondi comuni proprietari dei club...

Non mi rispondere incazzato che non ne ho voglia punto.

IlConte: Sono rientrato dopo giorni e ho letto sta merdata esaurita ... roba da pazzi Ahahahahahahah
CedroTall: Veramente il Milan non ha pagato nessuno, qualcuno intascava per perdere le partite. Almeno il Milan non ha titoli acquistati a tavolino in bacheca. Per la nebbia...mancava un tempo da giocare, non si vedeva assolutamente nulla. Quindi non c'è stata alcuna patetica e ridicola sceneggiata, quando non c'è visibilità non si può giocare...La puzza sotto il naso storicamente ce l'hanno i bauscia nerazzurri (è proverbiale e notorio, ça va sans dire).
IlConte: Hai ragione... pure la luce non è stata una pagliacciata Ahahahahahahah... io da vero tifoso non ho problemi a dire che uno scudetto o due chi cazzo si ricorda e chi se ve frega non lo considero vinto, tu invece sei solo uno sfigato quaqquaraqua da bar che sa tutto di statistiche Ahahahahahahah
Ma lascia perdere con me, togliti dai coglioni
CedroTall: In compenso l'Inter nel 1922 è retrocessa sul campo, forse è quella la squadra che ha pagato per rimanere nella massima serie...
CedroTall: Beh io ho risposto ad un commento specifico. Se vuoi aprire il vaso possiamo parlare delle pilloline colorate di Herrera o della lattina di Mönchengladbach...Sfigato e togliti dai coglioni lo dici a quell'imbecille che t'ha messo al mondo. Ma chi cazzo sei
CedroTall: Io a calcio ho giocato a livello semipro, al bar ci vanno i dementi come te
splinter: Per la verità hai ragione, il calcio è effettivamente diventato una faccenda di soldi, di marketing e di polemiche che non gli dovrebbero appartenere. Comunque in realtà il calcio ai tempi lo seguivo in maniera molto più "coranica", mi ricordavo a memoria risultati e azioni dei goal, poi l'ho seguito in maniera un po' meno maniaca e sempre più approssimativa. È vero che ognuno tira l'acqua al suo mulino, ma è anche vero che ognuno risponde per mettere a tacere il chiacchiericcio...
IlConte: Guarda ho promesso a G di stare tranquillo ... se hai voglia di dirmi del figlio di imbecille a quattr’occhi ne sarei molto felice... mi lasci il tuo indirizzo e ti vengo ... ad offrire da bere... davvero...

Io ho finito
IlConte: Anzi dai chiedo scusa io se vi ho offeso...
Saluti
IlConte: @[G] ... guarda come sono diventato bravino Ahahahahahahah
CedroTall: Ma sei tu il primo a dare dello sfigato a qualcun altro e a dirgli di levarsi dai coglioni. Se rigiri le frittate e confondi la provocazione (tua) con la reazione (mia) hai dei seri problemi.
IlConte: Comunque non prendetevela per il calcio, quei luridi schifosi non lo meritano. Certo il tifo è passione ma cerchiamo di veicolarla solo nell’onore per la maglia amata... purtroppo io vorrei non tifare ma non ce la faccio Ahahahahahahah
Ma sono migliorato e molto
Nobili saluti
IlConte: Tranquillo cedro ho chiesto scusa no?!
CedroTall: Ti stavo rispondendo, ho letto solo ora. Pace e bene dunque
JOHNDOE: quando @[il Conte] dice vediamoci dal vivo che ti picchio è il massimo ahahahah
mò un giorno lo incontro ma gli mando sotto tipo un pugile pro che gli dice che sono io, lo faccio gonfiare di botte e poi torno qua e dico gli ho menato ahahahahah
IlConte: Non è che “ti picchio” perché probabile pure le becco ma io Riba sono stanco di tutto e in primis di scrivere e non farmi capire... vuoi mettere vedersi e dirsi in faccia le cose... roba mezzo minuto e ci si capisce no?!
Sono stanco Riba, non ho voglia e tempo... la nevrosi più invecchi più peggiora cazzo... l’intolleranza è a livelli assoluti, capisci amme no?!
E scrivi bene il mio nome porco zio che ti spacco il culo Ahahahahahahah
Un abbraccio “vecchio” mio...
fedezan76
Certo che i tuoi editoriali sono imbarazzanti.

splinter: Boh dimmi te come dovrebbero essere...
fedezan76: Per prima cosa potresti individuare argomenti interessanti. Poi magari svilupparli senza risultare logorroico o sembrare un ragazzino all'esame delle medie.
splinter: Se ci fanno fare i temi a scuola è proprio per imparare a scrivere anche nella vita, e se ci dicono che devono avere una certa lunghezza è perché bisogna sempre argomentare, non fermarsi in superficie... Onestamente, in un sito frequentato da gente un tantino colta mi aspettavo gente più disposta a fermarsi a leggere e ad ascoltare, i logorroici per quanto mi riguarda risultano tali solo a chi non ha voglia di ascoltare! E mi aspettavo anche gente che commentasse in maniera più costruttiva e umile, spesso invece qui si traduce in spam, troll e tiri al bersaglio... Tutti motivi per cui l'utente Mattone (che ho incontrato di persona più volte) ha praticamente smesso di frequentare il sito...
fedezan76: Non dici cose sbagliate (in quest'ultimo commento), ma probabilmente dovresti ascoltare le critiche che ti vengono rivolte. E non solo da oggi, eh.
perfect element: Pensa che il mio tema all'esame di terza media era basato sulla distruzione della società Juventus attraverso la sconfitta contro l'Amburgo in coppa campioni....e mi hanno pure rifilato 8.
fedezan76: E te lo avrebbi appioppato anche io ! (ma non inalberarti)
fiorentino
Non sono milanista, ma ho il massimo rispetto di ciò che il Milan ha fatto in Europa (seppur col nano), offrendo spesso anche un grande spettacolo. Detto questo, mi sembra molto vintage questo editoriale. Solo vecchi rancorosi rivangano ancora a quel periodo, non so chi frequenti per dover giustificare qualcosa che non ha bisogno di giustificazioni.

tia
tia Presidénte onoràrio
Ma la LaneRossi Vicenza esiste ancora?.. quando facevo la raccolta di figu ricordo che mi faceva simpatia quel nome ..

CedroTall: Grande addavenìbaffone Furia Filippi
sfascia carrozze: Ci giocava Pablito Rossi da giovincello se non ricordo malissimo.
tia: Ricorda penissimo.
lector: E la Juve Stabia?
lector: E la Sambenedettese?
lector: E la Cavese (che era quasi arrivata in serie A)?
perfect element: FILIPPIFALOPPA....
Stanlio: e l'Acquapozzillo?
perfect element: A me piaceva la Ternana con la maglia rossoverde....
tia: Mi sovviene ora un Francavilla e l'Anconetana !!
lector
Ma che è??


algol
Se proprio vogliamo parlare di calcio facciamolo con intelligenza, e non con argomenti da curva bassissimi.
Quindi meglio evitare sul deb.
E sempre Juve merda.

algol: Comunque da tifoso nerazzurro ho sempre trovato le vittorie rossonere in Europa legittime e frutto di un grande calcio. Certo, senza culo non si va da nessuna parte, ci vuole sempre. E in quella edizione ne avete avuto a bizzeffe. Un conto sono le vittorie in un girone in cui hai sempre il paracadute, altro è pescare il Jolly nelle partite ad eliminazione diretta.
Insomma, sarebbe bastata l'inversione dei campi nel sorteggio con l'Inter, solo per citarne una.
Tanto merito, nel 2003 taaaaanto culo. Che male c'è ad ammetterlo?
Guarda, te lo dico pure io che l Inter fu anche fortunata l'anno del triplete.
Ma poi perché cazzo tornarci su a distanza di quasi trent'anni.
Ma dai.
perfect element: Sempre merda Juve....
ui: Ma che discorsi sono quelli sul culo? 1) come è già stato detto da Cedrotall il Milan fu derubato sia con l'Ajax che con la Juventus di 2 gol buonissimi (quello di Brocchi con l'Ajax e quello di Shevchenko con la Juventus in finale) 2) il culo semmai ce l'hanno avuto squadre come l'Inter e la Juve che ai quarti di finale ci sono arrivate dalla porta di servizio e non è che anche nella fase ad eliminazione diretta hanno brillato particolarmente 3) Il Milan ha giocato in 10 tutti i tempi supplementari della finale per l'infortunio di Roque Junior 4) L'Inter con il Valencia ha sfruttato ESATTAMENTE la stessa regola del Milan visto che ha vinto all'andata 1-0 e ha perso 2-1 al ritorno 5) se si sono dimenticati la regola il turno successivo o sono degli idioti completi o sono dei falsi piagnoni, tertium non datur. Quindi "il culo", mi dispiace, è un argomento sbagliato oltre che da perdenti
Onirico
Vi sbagliate tutti, ha vinto la Team Theater, goal di Petrucci dopo 30 secondi del primo tempo. Sia il portiere che il resto della squadra avversaria avevano già abbandonato il campo, dopo che Labrie aveva alitato nella loro direzione.
Facile segnare a porta vuota, eh, John.

JURIX
JURIX Divèrs
Sti 8 fogli protocollo parlano tuttamente tutti di calcio? Ma dawweramente?

puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Io non ho letto niente ma sono contento che ha firmato Mini Mini Maldini (credo sia il terzo) che fa il ruolo di Maldini.

Per il resto, non capisco nell'era di Youtube che gusto ci sia a guardare una partita, quando puoi guardare gli highlights di tutto il pianeta terra e fregartene di chi vince o perde, ma goderti il bel Giuoco nelle ore che più ti sono comode. Ad esempio è bello vedere Hulk in Cina che corre sempre dritto poi tira e fa gol mentre orde di cinesi gli si sbattono contro rimbalzando.

algol: Minchia Hulk. Che chiavica hai riesumato dall'oblio.
puntiniCAZpuntini: Eh, addirittura Chiavica è un po' esagerato. è tonto come una pietra e non sa come muoversi, però ha la castagna di Dio e corre come un dannato. Quand'era nel Porto aveva fatto anche dei bei gol in Europa da distanze siderali e non vedevi nemmeno il pallone in viaggio, per un paio d'anni era pure Nazionale in Brasile. Certo, non è Lewandosky nè Cantonà.

Uno divertente da vedere ora è Gnabry, soprattutto quando gioca contro squadrette di Bundes, o anche Neymar con le squadrette.

Però in sintesi se proprio c'è un campionato da Seguire, senza dubbio è la Premier League, nessun paragone con nessuno.
algol: D'accordo sulla Premier e Gnabry. Hulk continuo a considerarlo un paracarro. Invece il centravanti più forte che abbia mai vestito recentemente la maglia del Porto fu Radamel Falcao. Non fosse stato per gli infortuni potenzialmente tra i più forti di sempre. Tecnico, potente. Forte di testa e di piede. Quando stava bene ha fatto cose pazzesche.
Hulk no dai ... non si può guardare. Un gormito prestato al football
puntiniCAZpuntini: L'altro divertente da vedere è questo Adama Traorè - 40 Crazy Supersonic Runs! | Unbelievable Speed! ... un altra Pietra Cerebrale che prende palla e corre. Sembra uno di PES o Fifa con i valori sballati :D
algol: Due begli zoccoli levati all'ippica. Grande Traorè
Stanlio
da parte mia ho sempre lasciato perdere sia il Milan che tutte le altre fuorchè il Cagliari (quello di Gigi Riva) che ormai non seguo più e seguivo poco pure prima da perfetto esente da tifo o altre malattie tipiche di chi fa poco sport... questa non la lessi e nemmeno mi sognerei di "lessarla" eja...

masturbatio
Balèngo

aleradio
ANDRI

SHEVA

PESCEVELOCE

SHEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEV

C HENKOOOOOOOOOOO


inchia coccoddio!

ma chi son questi che minchia dicono che abbiamo pareggionato? Che minchia li spacco praticamente

Falloppio
Io ho finito un album delle figurine con Franco Sattolo, secondo portiere del Toro.
Vabbeh, volevo dire qualcosa anche io....

marcoantonio
Ormai ne vedo molti di questi sfoghi per un Milan che non esiste più, come società prima ancora che come squadra. Analisi che serve a poco se non utile a leccarsi le ferite. Sembra la vignetta della nonnina decrepita che guarda le sue foto in cui, procace e avvenente, poteva sfoggiare tette dritte e culo all'insù. Caspita, 2003! Calcisticamente la preistoria! Poi per cosa? L'albo d'oro della competizione dice "vittoria Milan". Stop. Qual'è l'utilità di ricordare il percorso che portò a quella vittoria? Mi sfugge davvero.

dsalva
l'immagine di Sheva che guarda l'arbitro e la porta 3-4 volte con la faccia di chi non avrebbe mai sbagliato e' una immagine indelebile!!!!!.....bellissima!!!!

iside: quella coppa vale 7. gli giuventini ancora sognano.
gaston
Comunque il Bologna, nel '64, ha vinto lo scudetto.

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: