Sto caricando...

Lettera senza attesa di risposta ad un fan di Achille Lauro

Ciao, scrivo a te perché la stima che nutro nei tuoi confronti mi spinge a farlo. Stima e rispetto per la forza con la quale esprimi il tuo parere ed il tuo supporto ad Achille Lauro. In questa settimana in cui gli sta piovendo addosso di tutto tu sei lì in prima fila, guidato da autentico trasporto e sincera partecipazione e senza mai scadere nelle volgarità, fatto non comune in questo contesto sociale caratterizzato da slogan ruttati.

Ti scrivo perché tu, come moltissimi altri in questi giorni, mi stai letteralmente fracassando i maroni via social con Achille Lauro, solo che tu, a differenza di troppi, hai quel non so cosa a livello di comprensione del fenomeno del momento che purtroppo manca a me, troglodita cibernetico che ha appena messo il pollicione del piede fuori dall'uscio dalla sua caverna.

Bene, fine della premessa.

Ricordi la canzone di Valerio Scanu? "In tutti i luoghi e in tutti i laghi"? Ottimo, quel brano porta la firma di un ragazzo del quale so ancora meno di quanto non sappia a proposito di Scanu, tale Pierdavide Carone, che se non ricordo male venne escluso dallo scorso festival di Sanremo perché il pezzo proposto non venne ritenuto adatto, trattando di storie di abusi realmente accadute o solo presunte, ma tristemente attuali, su alcune bambine.

Ora, dalla finale della scorsa edizione del festival é passato meno di un anno (364 giorni, il 2020 é pure bisestile ma non credo c'entri granché) e tu vorresti seriamente farmi credere che ti é bastato così poco tempo per diventare sensibile su certi temi?

E quando dico TU, non mi rivolgo specificamente a te, parlo di noi. Davvero é servito Achille Lauro a svegliarci tutti?

"Eh ma lui ha la tutina", "si é spogliato di tutto", "fa l'ambiguo", "sta un passo indietro", "canta al femminile". E sticazzi? Stai dicendo che uno vestito in maniera per così dire tradizionale, messo sul palco con un brano di musica per così dire leggera, magari pure in grado di cantare, non avrebbe lo stesso potere comunicativo di un saltimbanco? Che mancherebbe di forza e credibilità una volta messo lì, sullo stesso palco dal quale Lauro biascica le sue 4 banalità, con una canzone che denuncia le medesime brutalità?

É questo che io onestamente non comprendo, in tutta sincerità credo che non ci serva Achille Lauro.

Non solo, ho seri dubbi sul fatto che sia così avanti. Per esempio, prendi "Me ne frego" e mettici su la voce di Gianluca Grignani. Cazzarola, che svolta! La verità é che l'industria culturale é satura, i modelli positivi oggi devono essere camuffati così da provocare avversione. Di questo Achille non ha colpa, tu stesso non hai colpa. Peró, invece che plaudire al miracolo artistico che aspettavamo da decenni (???), dovremmo tutti interrogarci su come siamo arrivati al punto di essere ricettivi solo quando ci provocano. Il fatto di aver assunto le sembianze di tutto quello che ci spaventa non fa di Lauro un genio nemmeno per sbaglio, la provocazione é fine a sé stessa e non porta con sé nessun contenuto di particolare rilevanza:la lotta per il rispetto delle diversità andrebbe presa sul serio e, purtroppo (a causa tempistiche eccessivamente dilatate, un po' per la tendenza tutta italiana a procrastinare ed un po' per mancanza di cultura), combattuta in campo neutro. Il buffone che si presenta in tutú su di un palco, giocando con un'ambiguitá che Mario il benzinaro con la terza media può solo che attaccare, non serve assolutamente a perorare la causa.

Achille Lauro é il Marilyn Manson che non abbiamo avuto nel bel paese e come tale finirà nel dimenticatoio. Disinnescato, innocuo, grasso e calvo.

E per allora, nessuna delle sue trovate ci avrà salvati dallo squallore umano al quale siamo destinati.

Achille Lauro non é avanti, é oltre. É superato, pur essendo arrivato tardi.

Kiodo , Il 10 febbraio — DeRango: 16,69


Commenti (Dieci)

Farnaby
Applausi...

Kiodo: Addirittura? Per così poco...
Farnaby: Massì dai...ci stanno...
dsalva
Complimenti!

IlConte
Ti faccio pure io i complimenti ma giuro... che non so di cosa parli... madoooooooooooo
Cioè Grignani canta ancora?! Questo Achille lauro è “vero”?! Valerio Scanu e Marco Carta (vedi che memoria eh!!) sono la stessa persona o magari fidanzati?! Comunque bel mi fido dei nobili...

IlConte: @[sfascia carrozze] mi dica, per cortesia che qui perdo - ulteriormente - colpi...
puntiniCAZpuntini: Cerca Jeffrey Jordan Baby, che sarà a San Remo fra boh, fai 3/4 anni.

Lauro è in giro dal 2012 ed era già ricco 3/4 anni fa, ormai è noioso.
IlConte: Questo, Presidente?!
IlConte: E grignani canta ancora?! Madooooooooo
puntiniCAZpuntini: Quella è vecchia, sarà di 5/6 mesi fa, si vedeva ancora la faccia JORDAN JEFFREY BABY - BITCH NON VESTE PIÙ GUCCI - - Qui è versione mese scorso, sicuramente se lo vedi oggi avrà qualcosa in più sulla faccia.

Giletti però è al passo con i tempi JORDAN JEFFREY BABY INTERVISTA SU LA 7
puntiniCAZpuntini: Grignani non lo so, ma alla fine fa ancora più cagare dato che crede di essere un musicista, al contrario di Lauro che lo dice che lo fa per fare soldi (e tra l'altro ne fa anche più di Grignani)
IlConte: Ahahahahahahah
IlConte: Dopo mi ascolto il JJB/Giletti
Kiodo: Quel Jordan Jeffrey ecc.. mi gira su YouTube anche se ascolto tutt'altro. Ad anche se "musicalmente" é zero, non riesco a giudicarlo perché non capisco un cazzo di quello che dice...
puntiniCAZpuntini: Ma mica è musica, guarda il video e giudica il film. O meglio, guarda la puntata di Giletti se hai il coraggio, e giudica il personaggio.
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
In effetti mi chiedevo che ci sta a fare Greta Thunberg, sappiamo tutti cosa sta succedendo al clima... Pensa te che uno come Marracash la mette in una sua canzone , quello che ha scritto Badabum Cha Cha, ma quanto dovrebbe essere credibile, eppure...! Lauro almeno ci ha messo la faccia;)))


Hank Monk
Nn capisco il senso del pezzo.
È la musica rock che si nutre di questi stilemi.
Dai blues man del delta in poi partr del fsdcino è vedere rappresentato ciò che ci ripugna. Per capirlo.
A me lui sta simpatico e cmq meglio del 90 per cento della gente che c è a san remo.
Il tizio che dici che hanno escluso nn so...dovrei sentire il pezzo.
Ma se era nello stile omeliaco del ceffo che ha cantato dei bulli o di quella ragazzina che ha csntato della violenza sulle donne han fstto bene a nn farlo partecipare
Che prendersi un palconper fsre la morale su qursti casi lo trovo disgustoso


Kiodo: Certo, disgustoso. Il senso del pezzo era, dal basso del mio tutto fuorché autorevole parere:ascoltate quello che volete ma trovategli la giusta dimensione nel mondo che vi circonda. Achille Lauro non é un genio né un rivoluzionario.
Hank Monk: In questo senso ok. Ma è crestivo, più dell altra gente che hai nominato.
E lo dimostra il fstto che ci hai fatto un editoriale

Poi oh, nn lo seguo molto, i suoi pezzi nn mi fsnno stravedere , nn è certo neanche lontanamentr il niovo Bowie.
Kiodo: Bingo.
Hank Monk: Sì cmq nn mi è lo stesso chiaro il senso dell'editoriale.
Sembra che fai il paragone tra la sua canzone (che non è che parla di stupri, ha la grazia di essere abbastanza astratta per essere interpretata...può anche solo parlare di sesso egoista ecc ecc) e il ceffo di Sacnu che fa una canzone citando casi di stupro realemnte accaduti (non l ho ascoltata ma, nel caso, quello che penso l ho già detto).
Oppure sul fatto che se l acantasse Grignani (M A M M A M I A) sarebbe meglio perhcè Grignani sa cantare meglio (tecnicamente sì ma peso come il piombo interpretativamente)

Per quel che ne penso: centomila volte meglio Lauro di entrambi.
Poi gioca molto sul look e sull'exta canzone cantato. Certamente.
Ma anche l'extra canzone cantato è cmq parte dello spettacolo? Certamente e stupirsene ancora nel 2020 mi fa un po' specie (da Peter Gabriel a Alice Cooper a marilin Manson tanti artisti hanno insegnato che il contorno fa aprte dello spettacolo)

Quindi boh, non capire.
Kiodo: Io senso del mio editoriale é:
A- se si reputa Achille Lauro un genio della musica contemporanea per il pezzo che ha portato a Sanremo, ci si sbaglia ed anche forte. Musicalmente il pezzo é assimilabile a quello di un Grignani o un Vasco Rossi, perciò innovazione nisba.

B- se si reputa Achille Lauro un impavido sostenitore dei più deboli per quello che canta, ci si sbaglia ancora più che al punto A, nessuno nega la sua sensibilità verso certi temi ma non c'è da spettinarsi

C- se ci facciamo bastare il look oppure le esibizioni Sanremesi per affermare di essere di fronte al nuovo fenomeno della musica italiana allora dovete ammanettarmi, mettermi in un fottuto modulo spaziale e spedirmi in orbita perché io in mezzo a voi non ci voglio vivere. Achille Lauro é talmente banale da essere persino anacronistico e idolatrarlo in questa misura nuoce gravemente al mio stato psicofisico.

Se nemmeno uno navigato come vossia riesce a comprendere il senso di quello che ho scritto, allora significa che devo ancora mangiare un tot di polenta prima di respirare la vostra stessa aria quí sul deB
Hank Monk: sì ok, quello che dici chiaro e condivisibile.
ma hai giocato tutto l editoriale con il confronto tizio di Scanu \ Grignani.
A me personalmente piace in ogni senso più di quei due tizi.
E ovviamente non penso che sia il nuovo genio della musica (ma sicuramente meglio di quei due tizi).

Inoltre dal tuo editoriale pare che il problema sia che la gente si sbalordisca per i suoi costumi.
Beh grazie, quelli che guardano Sanremo per forza si sbalordiscono.
In ogni caso il costume fa parte dello spettacolo e va giudicato anche per quello. L'esibizione con Annalisa a cantare la canzone della Miamartini (una delle sue più brutte forse da uno dei suoi dischi con gli autori che mi piacciono meno da Bigazzi a Antonacci brrr) comunque è stato qualcosa che mi ha colpito.
Non tanto per il suo costume da Bowie quanto per la scelta della canzone e per la messinscena (Annalisa tra l'altro è supenda quindi anche se è super nazional popolare da sempre qualcosa in più).
E anche l'aver voluto cantare la Miamartini senza nemmeno provarci a fare il cantante bravo l'ho trovato un più.
zaireeka
Il pezzo di l'anno scorso non mi era dispiaciuto, anzi, mi era proprio piaciuto. Questo di quest'anno (che nello stile è una copia malriuscita) lo trovo incomprensibilmente sopravvalutato. Per quanto riguarda il presunto valore culturale delle sue performance sanremese mi viene da citare i Madedopo


proggen_ait94
ma come si può cascarci così? Eddai. Non ho sentito una nota ma è palese che tutta la sceneggiata è l'ennesima puntata sul vecchissimo trucco del vestirsi-strano-che-i-vecchi-si-sca ndalizzano, uno schifo di strategia per far parlare di sé, interamente strumentale ad andare sulle copertine delle riviste da parrucchiera e assolutamente indegno di un qualsiasi artista dalle pretese oltre il trash. Dovremmo tutti starcene a mille chilometri di distanza per principio. Le tutine? Eddai porcoddio.

IlConte: Ahahahahahahah, impeccabile da “ma” al “porcoddio”
Kiodo: L'alternativa era stanarli tutti e schiaffeggiarli, ma mi avrebbe messo nella condizione di essere perseguibile penalmente...
Geo@Geo: @[proggen_ait94] I vecchi non si scandalizzano proprio per niente, siete voi giovani che montate lo scandalo, tanto è vero che, se permettete, le assonanze con gli altri prima di lui noi le abbiamo viste in diretta, ok? E poi, please, lascia Dio ad occuparsi di tutto il casino che combiniamo quaggiù, che non è il caso che gli/le scassiamo ulteriormente il CAZ mettendolo sempre in mezzo...
proggen_ait94: vecchio è chi vecchio fa, compresi i 2006 che stanno davanti a mamma rai come fosse il 1956 e che voterebbero Lega
per la bestemmia mi scuso, per me è il vino col pane
IlConte: Nobile Fanciulla.... i vecchi - come i giovani, ma i vecchi hanno molta più colpa - sono ridicoli... io, purtroppo, li vedo in ufficio, al bar, davanti alle scuole, in piazza... che parlano di Sanremo ... che comprano quelle riviste di merda, che guardano grandi fratelli e isole del cazzo pure infatuati come conigli per cose patetiche. Per vecchi intendo gente tra i 40 e i 70... gente che dovrebbe avere un minimo di ritegno, dignità e “saggezza” ed invece è miseria umana ed insegna di riflesso tutto ciò ai propri figli e nipoti...
Tu non sarai tra loro quindi farai parte di quell’un per certo che sì salva, forse... ma la massa è di una tristezza assoluta. Sono misantropo certo... ma se ci pensi purtroppo, sottolineo, purtroppo, è la cruda realtà. Guardare Sanremo è il meno... è essere accondiscendenti a tutto ciò che ruota attorno che fa schifo.
IlConte: *forse l’un per cento, intendo
Geo@Geo: Ma veramente? Ragazzo, stai cercando di far passare il messaggio che chi ascolta Sanremo sia il male assoluto? 😂😂😂🔝, stop al debvoto per eccesso di depressione. Il libero arbitrio, i gusti diversi, le educazioni musicali o diseducazioni... Bla Bla Bla Ragazzo a me non piace certa musica che qui viene seguita da molti, ma mica li descrivo come la peste del millennio 😂😉
proggen_ait94: ma liberissime le persone di mangiare la Merda, infatti, e allora io allo stesso modo libero di disprezzare. Che poi, come ha colto subito il Conte, il discorso è molto più ampio, la musica di Sanremo è l'ultimo problema
Geo@Geo: No, non mi sono spiegata abbastanza e comunque il ragazzo è @[IlConte]; tu, proggen_ait94, sei un pupo in confronto a me 🤷🏼‍♀️😉
IlConte: Cara Geo, guardare San Remo non è nulla ci mancherebbe... musicalmente è musica che mi fa veramente schifo ma ad ognuno i propri gusti ci mancherebbe... San Remo l’ho preso come prototipo di ciò che vogliono che noi siamo, un esempio di società viscida composta da soggetti tristissimi e miserrimi e capeggiata da losche figure di una pena totale ma che fanno presa sulla miseria. San Remo come tutte le altre macerie televisive, oltre a giornali e tutto il resto fa parte di ciò che vi (ci) meritiamo in quanto plebaglia. Tu dirai “ma è musica, un divertissement” e fai bene se riesci a vederla così... per me è pena totale e fa parte del “tutto”. Sono preoccupato per i giovani che crescono con questi “esempi”... trent’anni fa pensavo fosse merda ed invece era roba valida in confronto. D’altronde i genitori di oggi siamo noi che ci siamo adattati mentre i ns genitori avevano mangiato tanta merda e ci avevano trasmesso tanta roba. La mia misantropia non mi fa cogliere nessun segno positivo... mi auguro sia solo “colpa” mia ma sono certo, purtroppo, non sia così. Sanremo è una cagata, chissenefrega, neanche entra in “classifica”.
Dislocation
Beh, però non esagerate.Ora, si sa che Achille Lauro era protagonista, nella sua Napoli del dopoguerra, di episodi edificanti in chiave elettoralmonarchicoanticomunista (tipo ti regalo una scarpa sinistra ora e la destra dopo le elezioni se voti bene), si sa che fu internato per due anni dopo la guerra per malversazioni unite e traffici di regime, si sa che che fu il sindaco che iniziò il "Sacco di Napoli", si sa anche che fondò e mandò in rovina la sua flotta, insomma, di lui si sa tutto.... Però, però... Inchiodarlo ad una croce per una tutina aderente in lurex e per aver cantato una canzone identica a quella dello scorso anno, no, dài, non esageriamo.

TataOgg
Non ho mai guardato il festival di sanremo, ma quest'anno ero a cena da amici e li c'era la tv accesa anche se praticamente senza audio. L'unica cosa degna di nota è stata farmi capire quanto fossero omofobe e retrograde alcune delle persone a tavola con me, quando è uscito questo tizio che io non so neppure chi sia.

Kiodo: Vedi Mario il benzinaro di cui sopra...
TataOgg: Er benzinaro si fa rivalutare dalla sottoscritta e quasi scatena la terza guerra mondiale, per ora rimandata. Se fosse stato mio compagno l'avrei mollato li.
L'opzione n.2 che forse non consideri...
Kiodo: Eh?
TataOgg: Lascia stare. Io e te non possiamo capirci, é stato bello così. Ciauz
gaston
Achille Lauro, che conoscevo solo come nave, immagino avrebbe pagato per uno spot del genere...
Autogol? Mi vien da dire, social gran brutta cosa...stanne fuori Kiodo...:)
Forse non ho capito, ma non mi è piaciuto.
Un po' eccessivo, tutto qui.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: