Sto caricando...

La musica mi ha salvato la pelle

Primo giorno in zona "arancione". E' un secondo lockdown, o quasi (per ora)... speriamo che sia l'ultimo.

Ne approfitto per parlare di me, nel senso dei miei amori musicali. In particolare come essi sono grosso modo catalogati nella mia mente ed immaginazione.

La musica mi ha salvato la vita, mi ci sono appoggiato costantemente, ha dato un senso a tutto come poche altre cose al mondo, mi ha ordinato la mente, scacciato la noia, scatenato i sentimenti, consolato i dispiaceri, conciliato il sonno e rasserenato il risveglio ecc. ecc.

Catalogare (tenendola aggiornata) una propria passione non è necessario nè indispensabile ma... utile. Almeno per come son fatto io. Mi aiuta ad aver più facilmente presenti i miei gusti e le mie inclinazioni, le mie tendenze e le mie voglie, la mia storia. Cominciamo dunque:

_La mia entità musicale preferita sono da sempre i Led Zeppelin (primo LP acquistato "Led Zeppelin III"; il giorno dopo "Led Zeppelin II"; poi incredibilmente "Beggars Opera Act One", poi "Pendulum" dei Creedence, "Very 'Eavy Very 'Umble" degli Uriah Heep, "Deep Purple in Rock", "Led Zeppelin I", "Death Walks Behind You" degli Atomic Rooster, "Relics" dei Pink Floyd" e poi... non mi ricordo più, forse "Watt" dei Ten Years After. Che tempi!

Le mie trenta entità musicali preferite sono attualmente, in ordine semi sparso: _Led Zeppelin _Saga _Doobie Brothers _Beatles _Eagles _Genesis _Supertramp _Gentle Giant _King's X _Steely Dan _Toto _Deep Purple _Boston _Blackberry Smoke _Thunder _Atlanta Rhythm Section _Patto _Kingdom Come _Yes _Blue Oyster Cult _Elton John _Grand Funk Railroad _Tempest _38 Special _Cheap Trick _Chicago _Rush _Porcupine Tree _Tears for Fears

I miei dieci cantanti preferiti sono al momento: _Freddie Mercury _Mike Patto _Chris Cornell _Steve Perry _Robet Plant _Greg Lake _Danny Bowes _Daryl Hall _James Dewar _Don Henley

I miei dieci chitarristi favoriti: _Jimmy Page _Jeff Beck _Ollie Halsall _Ian Chricton _David Gilmour _Ritchie Blackmore _Ty Tabor _Steve Lukather _Neal Schon _Buck Dharma

I miei dieci tastieristi preferiti: _Kerry Minnear _Tony Banks _Jim Gilmour _Elton John _David Paich _Hugh Banton _Keith Emerson _ Brian Auger _John Lord _Ken Hensley

I dieci bassisti: _John Entwistle _Geddy Lee _Andy Fraser _Jaco Pastorius _Chris Squire _Mark King _Mel Schacher _Ray Shulman _Jack Bruce _Andy Pratt

I batteristi: _John Bonham _Ian Paice _John Hiseman _Jerry Gaskill _Jeff Porcaro _Rod Morgestein _Marco Minneman _Harry James _Neil Peart _Stewart Copeland

I trenta dischi da isola deserta (non più di uno per artista): _"Who's Next" _"Led Zeppelin IV" _"Boston I" _"Pink Moon" (Drake) _"Tumbleweed Connection" (Elton) _"Wolf City" (Amon Duul II) _"Triage" (Baerwald) _"Magical Mistery Tour" (Beatles) _"Hunky Dory" (Bowie) _"Broadcast" (Cutting Crew) _"Deep Purple in Rock" _"Hysteria" (Leppard) _"The Captain & Me (Doobies) _"Desperado" (Eagles) _"In the Can" (Flash) _"Selling England by the Pound" (Genesis) _"Three Friends" (Gentle Giant) _"Survival" (Grand Funk) _"High Tide" _"Thick as a Brick" (Jethro) _"Faith Hope & Love" (King's X) _"Roll'em Smoke'm..." (Patto) _"Power Windows" (Rush) _"Worlds Apart" (Saga) _"Abraxas" (Santana) _"Crime of the Century" (Supertramp) _"The Seventh One" (Toto) _"Close to the Edge" (Yes) _"Steve McQueen" (Prefab Sprout) _Pronounced Lehnerd Skinnerd

Le venti principali idiosincrasie (gente famosa, mitica, stravenduta, strasentita, osannata che personalmente vivo, caso per caso, con: indifferenza, moderato interesse o completo disinteresse, senso di generale sopravvalutazione ecc.): _Bob Dylan _U2 _Bruce Springsteen _Michael Jackson _Brian Eno _Clash _Guns & Roses _Lou Reed _Patti Smith _Jefferson Airplane _Fletwood Mac _Talking Heads _Tom Waits _Velvet Underground _Rem _Radiohead _Muse _Eric Clapton _Peter Gabriel _Nirvana

Tutto qui. Un caro saluto e buon ascolto quarantenato!

pier_paolo_farina , Quattordici giorni fa — DeRango: 20,87


Commenti (VentUno)

Martello
La mia discoteca in confronto alla tua è L'amico immaginario in confronto a Guerra e pace

Ildebrando
Adoro tutta quella collezione di CD e vinili! Però, devo sgridarti! I vinili non vanno messi in orizzontale, uno sopra l'altro. Sì schiacciano, rimodellano o, addirittura graffiano! Mettili subito in verticale!

Dr.Adder: Concordo, in più periodicamente usa la spazzola con fibre di carbonio antistatico, (non il ¹⁴C).
IlConte: Ma dove li vedi i vinili?!
Sono riviste
Ahahahahahahah
Ildebrando: @[IlConte] ero, effettivamente in dubbio tra riviste o vinili... Mi sono fatto ingannare! Sono de-precabile
IlConte: Ahahahahahahahah, belisim!!!
pier_paolo_farina: Si il Billy dell'IKEA è profondo solo 28 cm e quindi gli LP sporgerebbero. Quelle riviste musicali (Classic Rock) stanno bene così perché in verticale si adagiano.
Ne avevo di LP... ero arrivato a circa 800, poi li ho venduti ad uno ad uno man mano che li sostituivo coi CD, fino a vendere gli ultimi duecento in un colpo solo.
Ildebrando: Anche coi vinili non scherzavi! @[pier_paolo_farina]
Dr.Adder
La mia CD-Teca in confronto alla tua è...A fleck of dirt, on the wing of a fly.

Flame
La mia Cidditeca rispetto alla tua pare quella di un fan medio di vascorossi rispetto alla mia.

Flame: non riuscirei mai a classificare in modo così preciso la musica che mi piace, però condividiamo i capisaldi: Led Zeppelin e Who
algol
Benvenuti su debaser.
Un sito per vecchi.

IlConte: Ahahahahahahah
IlConte: Chiediamo a @[G] una briscola o un rubamazzo on line... madoooooooo che tristezza!!!
algol: Figa, non è una raccolta di cd ... è un reliquiario!
algol: Poi tutta roba importante eh. Avercene di simili raccolte. È l'immobilismo che mi lascia sempre un po' interdetto.
IlConte: Ahahahahahahah
IlConte: Un reliquiario
Ahahahahahahah
SydMerluzz: Beh mi sono iscritto apposta appena ho scoperto di esserlo!
C’è da dire che non si invecchia tutti allo stesso modo,evidentemente.
Ora non so quanti anni abbia piertrattinopaolotrattinofarina,ma io invecchiando ho fatto il contrario di quello che ha fatto lui con la discografia: ho venduto ( quasi) tutti i vinili per comprarmi i ciddì,ed ora invece sto ricomprando i vinili,compresi quelli che vendetti all’epoca (anche per comprarmi la moto!)
Per quanto riguarda la vecchiaia,e tutto quello che ne consegue,come la vista che cala,anch’io come Ildebrando pensavo di fare un appunto su come erano messi i dischi uno sopra l’altro....
fedezan76
Abbiamo parecchie preferenze in comune, ma ci tengo a sfotterti su quelle che non condivido ahahahah Per esempio scegliere Power Windows è come avere una racchetta da tennis in mano ed usarla per schiacciare le mosche. E poi i Saga non si possono sentire, dai. I Toto sono una mia allergia, ma piacciono a molti. Comunque grandi scelte per gli strumentisti, per le quali ci tengo ad evidenziare Buck Dharma, Ken Hensley e James"Jimbo" Dewar. Un abbraccio!

perfect element: Carissimo, i Saga possono pure non piacere, ma Chricton rimane un chitarrista extraordinaire.
fedezan76: Si, ma sai quanti bravi chitarristi non mi piacciono? Un esempio eclatante è Holdsworth.
IlConte
Un po’ di figa non fa male pure da vecchi
#forse

Potrei avere più ciddi di te anche se io ne ricorderò il 3 per cento perché mai ascoltato troppa varietà se non in questi ultimi anni debaseriani. A vinili invece sono discretamente misero.

sfascia carrozze: Sta sostenendo che le due cose non sono del tutto compatibili?
pier_paolo_farina: A figa non sono messo male: ad occhio e croce ne ho scopate dalle trenta alle quaranta... ma qui ovviamente non tengo la collezione in vista, rimane tutto nei miei ricordi come è normale e sano che sia.
E' che mi sono sposato due volte e nell'intermezzo fra il primo e il secondo matrimonio ho avuto dieci anni abbondanti da single... Incredibili i danni che può fare un quarantenne single incazzato con le donne e dall'aria estremamente piratesca... Il grosso delle mie conquiste l'ho fatto in quel periodo, poi mi sono stufato di essere solo e mi sono rinnamorato.
IlConte: Urca! Addirittura rinnamorato?!
Ah io non so nulla di gnocca quindi chiedo esperienze altrui, savansadir
sfascia carrozze: E io sono halto dve-metri-e-qvaranta.
IlConte: Ahahahahahahah ha messo un metro stanotte fratello?!
Un bestione esageratissimo!!!
sfascia carrozze: Eja!
La notte, durante il coprifuoco, uso i trampoli per sentirmi all'haltezza.
sfascia carrozze: "dalle trenta alle quaranta"
In pratica quelle di un semestre (magro) de @[IlConte]
IlConte: Ahahahahahahah
haltezza!!!
IlConte: Erano qvelli i semestri magri givsti!!!
sfascia carrozze: Personalmente non ho ancora capito quando arriva il turno del mio semestre.
IlConte: Ahahahahahahah per Lei è un semestre continuo, savansadir
sfascia carrozze: In effetti Postalmarket e Vestro erano semestrali.
Torna tutto.
dsalva
Ho esattamente 4018 titoli, sono anche io maniaco della catalogazione (anche perché mi è già capitato di comprare doppioni) ho gusti simili, e caro @[IlConte] trovo anche il tempo per trombare.....roba da vecchi!!

snes: ne ho il doppio, tutti digitali.
dsalva: Non c'ho passione per il digitale, però complimenti, solo a ricordarli tutti!
snes: Beh ricordarli tutti è un'esagerazione.
musicalrust
Anche io sono un accumulatore seriale ma non sono così ordinato e preciso ..... la mia musica è sparpagliata in 2 case e trovi cd nei luoghi più dispa(e)rati .... bella lista di musicisti ( grande il pollicione di Mark King dei Level 42 ) mentre è ovviamente impossibile concordare su tutto per quanti riguarda i 30 dischi sulla benedetta isoletta e sulle idiosincrasie.

musicalrust: Dimenticavo.... concordo sulla compatibilità vaginale!!!!!
pier_paolo_farina: Attualmente io sono a 2086. La foto che ho allegato è un po' vecchiotta, diciamo tre anni fa. La quarta colonna di Billy 60 è ora quasi piena, il prossimo anno dovrò aggiungere un mobile. Vado al ritmo di 70/80 cd nuovi all'anno. Circa la metà via Amazon, il resto quasi tutto fiere del disco.
Dislocation
Non ti conosco, debaserianamente parlando, e porto per te, credi, il massimo rispetto.
Ciononostante, esticazzi?

Dislocation: No, ti chiedo scusa, abbi pazienza, avevo uno scazzo pauroso e ho scritto 'sta cazzata, non avevo il diritto, scusami ancora.
algol: Invece non era affatto male. Ahhahah
Dislocation: Sì, ma non è da me, ho scritto di scatto, come in quindicenne.
pier_paolo_farina: Tranquillo. Mi è venuto di getto questo coming out. Si cazzeggia, con tutte queste ore in casa.
De...Marga...
Non c'è mio cugggino Les come bassista....e poi Mike PattoN con la ENNE FINALE...AZZ...
Qualcosa di recente però potevi metterlo; però sono tuoi gusti ovviamente

De...Marga...: Però la parola "sopravvalutati" a riguardo di Dylan, Clash (sigh!!!) e R.E.M. mi fa imbestialire. Non ti piacciono ok...ma hai usato un termine per me totalmente fuori luogo.
pier_paolo_farina: Non hai interpretato bene quella frase: ho scritto "caso per caso". Ad esempio ascolto, amo e rispetto Eric Clapton... lo trovo però enormemente sopravvalutato dai molti che lo considerano il miglior chitarrista rock di sempre (col corollario dell'Hendrix escluso perché in una categoria a parte ecc. ecc.). Nello specifico Dylan e Clash, di cui riconosco l'originalità e l'importanza storica) rientrano nella (mia) categoria del discreto disinteresse, mentre dei R.E.M. non so che dire altro che non mi dicono niente di niente.
pier_paolo_farina: Mike Patto era il cantante dei Patto.
Morto a fine anni settanta per un cancro alla gola, a 34 anni.
Mike Patton, Faith No More e seguito non mi hanno mai preso, sorry. Li ho anche visti in concerto, nel'90 a Bologna.
sfascia carrozze
Ma non è possibile!
Neanche uno degli #analcunt ?


Taddi: a sinistra, coperti dall'asse da stiro, vicino a Ruggero de i timidi...
sfascia carrozze: Volevo ben dire.
Taddi
Bello, mi piacciono gli elenchi. Complimenti per la parete di cd... Dei trenta desert island cd, ci sarebbe da dire tanto, sia nel bene che nel male; una sola cosa su tutte: SUPERTRAMP??? Mi sembra di ricordare che Renato Zero scrisse una loro cover…😊

pier_paolo_farina: "Sgualdrina"... i Supertramp li adoro senza ritegno. Il narcisone romano è fra le mie maggiori idiosincrasie italiche, insieme a Battiato, De Gregori, Vasco, Ligabue...
Flame: Diomio ho sentito la cover ... per la serie come affossare un gran pezzo
pier_paolo_farina: La cover più micidiale di tutti i tempi eseguita da un italiano è la "Bridge Over Troubled Water" di Battiato: con una pronuncia inglese ridicola, ingestibile, cazzona. Il vero simbolo della prosopopea, narcisismo, mancanza di umiltà di questo siculo che crede di essere un mezzo Mozart e invece è (stato) un canzonettaro con un suo stile, tutto qui.
nix: i Supertramp sono diventati l'icona della musica anticaglia, superata e ammuffita. Eppure, chi ha contribuito a questa loro immagine non li ha conosciuti sul serio, e ciò per 2 motivi:
il primo è che sono sempre stati completamente al di fuori della storia, direi una spanna al di sopra. Punk, New Wave, postpunk... niente, se ne fregavano, tiravano dritto in quella loro strana miscela difficilissima da collocare nei tradizionali generi, una specie di pop/prog semplificato/softjazz, più molto umorismo.
Il secondo motivo è Breakfast in America. L'hanno inciso loro, e questo è sufficiente a spazzare via tante chiacchere.
I Supertramp sono un mito, e chi non lo capisce, per me, è una persona sfortunata.
pier_paolo_farina: Ma veramente di punk new wave e post punk se ne fregarono quasi tutti al tempo. Una "rivoluzione" di cui molti si riempiono ancora la bocca ma mai avvenuta. In quegli anni, a far traballare il castello del rock, ci pensò invece la disco music, quella si di esteso successo. Di punk e new wave eccetera se ne fregarono, oltre ai Supertramp, anche Eric Clapton, Bruce Springsteen, Fleetwood Mac, Eagles, Electric Light Orchestra, Elton John, Billy Joel, Toto, Van Halen, Queen... tutta gente che andò alla grande in quegli anni "rivoluzionari".
I Police ci provarono a fare del punk (Copeland, poi, era dei tre quello fissato)... per poi sviluppare il lato reggae e soprattutto il pop delle melodie di Sting (così venendo ricordati come un gran gruppo da moltissimi).
Qualcosa di punk anche all'inizio di carriera dei Cheap Trick, anch'essi poi presi in considerazione per ben altro.
?Sta cagata del punk a far cambiar direzione al rock non mi è mai andata giù..., molto più potente l'azione del grunge sul pop metal ad inizio anni novanta, per dire.
Ma l'azione più micidiale, mortale, al rock l'hanno data rap e derivati. Loro si hanno spostato l'attenzione di un sacco di giovani, e di addetti ai lavori, distogliendola dal rock.
Taddi: direi che con questa cover si può tranquillamente chiudere il discorso...
pier_paolo_farina: Beh, la "Logical Song" della Viviani la trovo meno indecente, sia del vocione piacione del panciuto romanaccio che del longilineo siculo dall'incerta intonazione e spassosa pronuncia.
Intanto si mantiene il contenuto testuale, anzi lo si copia pedissequamente, fregandosene di rime e ritmo sillabico.
Poi la vocetta scarsa della Viviani quantomeno performa alla stessa, necessaria altezza di tono di Roger Hodgson.
Certo potevano trovare per la registrazione un pianista un tantino più energico e potente... Quel pianetto abulico, rispetto alle pestate decise e ritmiche dello stesso Hodgson, non si può sentire.
nix: miii, Taddi!!!! Ecco un dei motivi per cui non abbandono mai Debaser. Ci credi che non l'avevo mai sentita? Mi sono emozionato.
Comunque non l'ho trovata per niente spregevole. Anzi, il testo lo trovo persino vagamente poetico. Quel "Ma lui no" messo in quel punto mi piace moltissimo. Peccato per la base musicale, che è praticamente una base da karaoke. Non puoi sostituire il piano wurlitzer dei Superrtramp con quel pianino giocattolo Bontempi.
Lei era semplicemente pazzesca. Penso che nell'intimità, una così, se mai ne esistesse un altro prototipo in vita da qualche parte nel mondo, tirerebbe fuori delle parti di me che sono state chiuse in gabbia per tutelare l'ordine pubblico e il comune senso del pudore. Attenti al Gorilla diceva una canzone francese. E non dico altro perchè sei una donna e non sta bene. Comunque grazie Taddi, mi è piaciuta moltissimo.
iside: No dai, non puoi paragonare Sgualdrina a La Canzone Logica.
nix: iside beh, effettivamente la cover di Zero è di un altro livello. Sul piano tecnico non ha la base da karaoke come il pezzo della Viviani, e poi Zero è Zero, un grande artista. Però Canzone Logica che Taddi mi ha fatto scoprire ha un suo fascino particolare. Quelle parole, unite al personaggio della Viviani.... non saprei spiegarti, ha qualcosa di straniante. Quando dice "Ma lui no...."... provo una strana emozione. E come se pizzicasse una mia corda particolare, ma non saprei bene spiegarti, ci devo pensare su. Di certo ha a che fare con poesia e sesso, innocenza e perdizione. E quando si crea l'ambiguità tra l'innocenza e la perdizione... attenti al gorilla, percarità!
iside: Si, ma lei parla di Gianni(Rivera) e tu invece ti tocchi 😄
nix: pare che stimoli il sisema immunitario, lo ha detto un virologo, non ricordo il nome. L'importante è non esagerare.
Taddi: Veramente ho postato il video per l'abominio che combina la moglie di Rivera con la "canzone logica". Fossi Roger Hodgson la querelerei... Invece ho risvegliato la "zona morta" di Nix!!! 😊😂
iside
iside Divèrs
lo stesso numero dei miei CD/vinili 45giri/stereosetto&8. solo che le ma collezione contempla un solo artista: Faust'O. ;-)

dsalva: Ahahahahaha....
perfect element
Condivido molto dei tuoi gusti, ma non hai citato Billy Joel.

pier_paolo_farina: Già. mi sarebbe piaciuto mettere anche David Bowie, Ac-Dc, Cheap Trick, level 42, prefab Sprout, Widespread Panic, Point Blank, Procol Harum, Saigon Kick, 10cc, Wishbone Ash, Harem Scarem, Robin trower, gary Moore, Joe Bonamassa...
Falloppio
Bello leggere Daryl Hall.
Bello trovare lì Bob Dylan.
Brutto trovare lì Dio (Clapton).
Strano trovare Selling England by the Pound invece di Nursery Crime.
(Vabbeh volevo dire qualcosa anche io)

Dislocation: Questa tua idiosincrasia (vabbé, poi ti spiego, significa che ti sta sul cazzo...) per EC ha qualche sfondo psicologico o che?
Falloppio: Ciccio bello, io amo Clapton
Dislocation: Avevo capito male, allora.
Oppure sei te che ti spieghi daccazzo.
La seggonda chetihodeetto.
Falloppio: Ziocan se scrivo che è brutto trovare Clapton tra le idiosincrasie. Polemico+Polemico=Dislo
Dislocation: Eh, ma non sei chiaro, sei oscuuuuuurooooo.....
Falloppio: Sono tuo padre
(Con voce metallica)
Dislocation: aaaarrgghhhhhhhh!!!!!!
Caspasian
Ho più di 1000 pezzi tra CD, vinili e musicassette e tra tutte le cose che hai elencato, anche se la maggior parte le conosco, ho solo il primo dei Led Zeppelin. Jaki Liebezeit? I CAN?

Caspasian: Bella "confessione" comunque.
proggen_ait94
potevi fare delle belle classifiche, sono solo liste

kloo: Con le classifiche si rischia la follia
kloo
Ma il problema con i Velvet?

pier_paolo_farina: Un giorno di tanti anni fa lo trovai a cinque euri e me lo comprai. Non riesco a dare un peso definitivo ad un disco se non lo posseggo, non me lo sento a casa più volte distanziate, in cuffia, col libretto in mano e ragionandoci su.
Musica scarna eseguita da musicisti piuttosto scarsi, escluso Cale. La "mitica" Nico perfettamente priva di qualsiasi fascino, a parte la poca e incerta voce.
Lou Reed il chitarrista più scarso che conosca fra i "grandi" (beninteso: posseggo ed amo "Berlin", "R&R Animal e "Live", dove non a caso la pianta di fare il solista e lascia musica e arrangiamenti a gente brava).
Contenuti melodici e motivici limitati e affatto memorabili.
D'altronde, indubbio pionierismo verso un certo tipo di generi futuri (new wave ecc.) che però aborro cordialmente.
Ah, il produttore Warhol senza alcun talento musicale (e veramente non mi scaldano neanche le sue lattine di zuppa e le iper foto della mitica e scarsissima attricetta americana).
Insomma un disco molto avanti per i suoi tempi, indubbiamente apripista, ma di una pista che personalmente non mi interessa (come non me ne interessano tante altre... reggae, bossanove, cantautorato italiano molte poesie poca musica, rap, metal ottuso, brit pop depresso ecc. ecc.
Lou Reed lo vidi anche dal vivo, a Bologna nel '79: due palle.
Il cd l'ho poi regalato al mio amico Fabrizio.
algol: Li ho sempre trovati anch'io parecchio sopravvalutati.
Apripista per l'estetica "tossica", ma una pista che altri hanno definito infinitamente meglio.
MikiNigagi: Aiuto mi sento male
MikiNigagi: instant copypasta
kloo: Vabbé 50 anni di punk buttati nel cesso.
kloo: Io comunque mi ricordavo che da quando si è passati al concettualismo artistico, anche la bravura era diventata un metodo poco espressivo. Brian Eno sulla "mente" non-musicista ha scritto pagine di storia della musica, poi siamo certi che il Lou Reed con i mestieranti sia più efficace, solo perché non poteva competere con la creatura dei VU. Ma se si entra nel merito prettamente di bravura sarebbe da scartare molta musica che anche a te piace, perché il Rock, beninteso, non si appoggia sul saper far bene le cose. Mi dispiace.
algol: Per me i VU rappresentano un'inspiegabile incompatibilità. Eppure dovrebbero piacermi, ma non c'è verso. Probabilmente sono audioleso, anzi sicuramente, è che mi lasciano una sensazione di assoluta prevedibilità. E quindi di noia.
pier_paolo_farina: A me il non-musicista Brian Eno mi tedia solo, bravo musicista o no che lo si consideri.
Comunque si, sono uno di quelli che concepisce la musica innanzitutto come forma d'arte, perciò con dei codici, della storia, della cultura da cercare di apprendere, abbastanza almeno, prima di rendere il proprio personale contributo e la propria personale esternazione con essa.
I pigri o i somari o gli affaccendati in altre cose che arrivano, imparano tre accordi e tre ritmi e poi ci buttano fuori dei dischi mi fanno cagare. Non per principio, ma perché la musica, come d'altronde ogni forma d'arte, è povera quando è fatta con pochi concetti. E' come scrivere un libro con cinquecento parole in italiano, invece che con ventimila.
La musica deve essere preceduta da applicazione, impegno, curiosità, apprendimento, concentrazione. Vale per qualsiasi concertista di questo mondo ma vale anche per il "popolare" rock: lo studio, l'esercitazione, la conoscenza di un vasto modo di far musica consente di trovare melodie più varie, ritmi più intriganti, panorami sonori più sorprendenti. Se conosci quattro posizioni sulla chitarra può andarti bene per un album, poi ti ripeti.
E se sei stonato (come lo era Lou Reed) fai cagare quasi sempre. Per non far cagare devi recitare, più che cantare. Come spesso faceva lui, che aveva una voce bella e ricca di toni bassi pregevoli, ma disgraziatamente non coltivata, non so se per trascuratezza o mancanza di talento.
MikiNigagi: Vai Pier: delta blues. Fammi sognare
kloo: @algol teoricamente I VU sono ben avanti rispetto a molti artisti soprattutto a cavallo tra 70-80, ma vabbé.
Io vorrei capire da Pier se gli piacciono i Wire, Pere Ubu, Sonic Youth, giusto così per capire se hai altri gusti. Io non ho nulla da dire per le preferenze, ognuno piace ciò che piace, è il fatto storico o l'importanza seminale di VU e Brian Eno, poi messa al fianco di gentaglia come Guns n Roses e U2 mi torce il naso. Comunque va bene, cioè non si può capire tutto nella vita.
CosmicJocker: "Rock, beninteso, non si appoggia sul saper far bene le cose" applausi per @kloo..

Aggiungerei che questo vale anche per molto altro..

CosmicJocker: "Per non far cagare devi recitare, più che cantare. Come spesso faceva lui, che aveva una voce bella e ricca di toni bassi pregevoli, ma disgraziatamente non coltivata"...
Può fare molto, ma molto più cagare una voce ben "coltivata" e tecnicamente ineccepibile che però non passa altro che la coltivazione e la tecnica..



Poi se a qualcuno la voce di Reed non dice un cazzo ci sta, ci mancherebbe..

CosmicJocker: "la musica, come d'altronde ogni forma d'arte, è povera quando è fatta con pochi concetti".. E chi l'ha detto? Meglio un solo concetto (se proprio vogliamo usare la parola "concetto") che vada davvero a segno che un guazzabuglio messo in piedi solo per dimostrare che "io sono un vero artista eh! So spaziare e districarmi in ogni anfratto dello scibile umano". Salvo poi fare un mare di cose superficialmente..
kloo: @[CosmicJocker] guarda sulla storia del minimalismo ne stiamo giusto discutendo
@[MikiNigagi] e
@[proggen_ait94]
pier_paolo_farina: @CosmicJocker: concordo con la tua affermazione. Però, oltre al bianco e al nero, c'è tutta una scala di grigi...
Non è che l'alternativa al non apprezzare la somaraggine Lou Reed sia l'idolatria per Dream Theater e affini (ad esempio).
Anche a me non piace il "guazzabuglio messo in piedi solo per dimostrare di essere un vero artista".
Lou Reed in "The Kids" e "The Bed" mi dà i brividi, comunque.
Però cose così brividose non le ha più fatte (a parte lo straordinario gruppo che lo accompagnava nel 1973 e 1974, mentre lui sfiatato ci bofonchiava il solito suo mezzo rap.
pier_paolo_farina: @CosmicJocker: non penso, e non ho voluto scrivere, che una musica fatta con pochi concetti sia automaticamente povera. Penso solo che sia molto più... probabile.
Mi stanno benissimo gli Ac-Dc ad esempio, quanto di più geniale si possa architettare con il vero archetipo del "povero" e dell'immutabile.
Angus Young è un genio. Un genio di minimalismo "povero". Un genio del rock'n'roll in quanto tale, senza messaggi, senza tirarsela, senza sperimentare, senza evolversi.
CosmicJocker: Io credo che sia la parola "concetto" a creare confusione.
Un conto è cosa un artista vuole comunicare, un altro è che mezzi utilizza per perseguire il suo fine.
Io non credo che un'opera sia povera o ricca a seconda dell'abilità tecnica (i mezzi) impiegata da un artista.
Credo nell'urgenza del messaggio (il concetto) che, se è davvero sentito dall'artista in questione, è una cosa che passa.
Non che la tecnica non conti nulla, ovviamente, ma, come dicevo, prediligo la risonanza che un messaggio ha non ha su di me.
Poi non dimentichiamo che, se si parla di musica, il sound o la timbrica con cui un messaggio è espresso risulta fondamentale nel creare o meno un'empatia con il fruitore (così come la grana della pellicola in un film o la scenografia a teatro).
Non credo comunque che si debbano considerare tutti questi aspetti separatamente, è come vengono amalgamati e dosati che fa la differenza.
Tutto questo per dire che non credo a un'arte povera o ricca, credo a un'arte stimolante o no.
pier_paolo_farina
Nel 1994 scopersi che un certo modello di porta cd in plexiglass trasparente, con spazio per 12 cd e componibile, si sposava perfettamente con la libreria "Billy 60" dell'IKEA.
Nel senso che 4 moduli del suddetto porta CD, affiancati e incastrati fra di loro, colmavano perfettamente lo spazio interno (largo esattamente 56,4 cm) del Billy 60.
Ciò non è invece possibile con il Billy 40, nel quale si possono affiancare solo due moduli e poi avanza dello spazio, e con il Billy 80 che invece è in grado di contenere cinque moduli affiancati ma poi avanza di nuovo spazio.
Purtroppo IKEA ha messo da anni fuori produzione il Billy 60. Chissà perchè... Era quello "giusto", dato che nel Billy 80 le mensole flettono perché di spessore/rigidezza non adeguata alla lunghezza, mentre il Billy 40 funziona bene ma è ben "magro" e ci vogliono tanti moduli per comporre una libreria estesa.
Questo incastro perfetto dei moduli nel senso della larghezza purtroppo non si replica in quello della lunghezza: nei Billy ci stanno cinque moduli uno sopra l'altro ed avanza un notevole spazio.
Ho risolto "segando" i moduli superiori e così riducendo in ognuno le cellette dei cd da 12 a 7. Così ogni Billy 60 contiene 4x5x2=40 moduli da 12 cd e 4x2=8 moduli ridotti a 7 cd ognuno. Il risultato è che ogni Billy 60 contiene (40x12=480) + (8x7=56) = 536 cd.

dsalva: Questa è classe!
Falloppio: Che ingegno l ingegnere del genio.
iside: Quando decisi di non possente più quasi nulla di fisico ne buttai a centinaia...
fedezan76
Su VU, Clapton, Clash e Dylan la penso esattamente allo stesso modo. Parola per parola.

Falloppio: Clapton va ascoltato dal vivo.
fedezan76: Si può dire di chiunque...
Falloppio: Tranne che di Bod Dylan. Ahahahah

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: