Sto caricando...

Insieme in una stanza

È passato molto tempo, molto tempo. Non pensavo ti avrei più rivisto, non è possibile incontrare delle persone nell'ultimo anno, giusto? Invece è capitato.

Eravamo entrambi a una conferenza, forse perché lavoriamo nello stesso campo, ma giurerei che non ci era mai successo prima. Eravamo piuttosto vicini, nella stessa stanza e mi hai anche riconosciuta, cosa che mi ha particolarmente lusingata. Numerosi gli interventi dei colleghi e anche gli sguardi, o almeno mi pareva.

Il tempo passava veloce, pochi minuti e l'evento si sarebbe concluso. Piano piano la stanza si svuota, e quando tocca a me, sono un po' indecisa, ma alla fine esco, con un ultimo sguardo che però non hai incrociato: mi sa che abbiamo cliccato contemporaneamente sulla X in alto a destra dello schermo, e dopo un obbligatorio "vuoi abbandonare?", clicco sul "si".

Geo@Geo , Tredici giorni fa — DeRango: 25,68


Commenti (Dodici)

Almotasim
Situazioni note, verità /strade inconcluse. E spesso è meglio così.

Geo@Geo: Oh, yes. Però mi sono sforzata di spiegare appena più sotto: non posso rispremermi i neuroni, già provati dallo sforzo ;)
lector
Che fesso 'sto tizio...

Geo@Geo: Chissà, magari non eravamo lì, ma anche sì. Ovvero c'eravamo, ma... Ohi, ingarbugliata mi sono. Il titolo e le ultime due righe contengono la "legenda" alla paginetta, almeno mi pare :D
lector: Quindi non ho capito un ciufolo?
Dislocation: Come sempre.
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Buongiorno, non volevo essere criptica, ma il senso dello scritto è spostato volutamente su un altro piano: la stanza. E forse così si spiegherebbero molte più cose. Thanks, anyway.

Geenooofficial: Dai... il senso dello scritto "spostato" sulla stanza? Daiiiiiii.... Comunque, forse, non hai fatto bene.
Geo@Geo: Quello che è non è quello che sembra.
Geenooofficial: Va bene, ma per chi legge c'è solo "quello che sembra". E da quello che sembra mi sono permesso di esprimere un parere.
TataOgg
Stanza virtuale o di mattoni non cambia il significato della X.
Succede...
(Potrei aver frainteso anche io...)

Geo@Geo: Il significato cambia un pochino si: l'interazione abolita dalle restrizioni e dalle camere virtuali, castrano le tue possibilità e ti mortificano la gestualità, la spontaneità. Odio Zoom, anche se ne riconosco l'utilità:)
TataOgg: Quindi pensi che dal vivo sarebbe stato diverso?
Forse si hai ragione, ma non ci giurerei.
Geo@Geo: E chissà chi lo sa, disse un saggio*:)
JonatanCoe
Stanze vuote e lunghi corridoi, nel linguaggio televisivo, vengono adottati per trasposizioni visive che suggeriscono uno stato di solitudine. L'immagine rende tanto quanto quello che hai scritto.

Geo@Geo: Guarda, quell'immagine con le sedie di colore diverso mi è sembrata un dejavu e l'ho scelta :)
JonatanCoe: Non devi essere un'amante dell'ordine e della simmetria, insomma del mio demone!
JonatanCoe: *dei miei demoni.
Geo@Geo: Guarda bene sono simmetriche e sistemate in perfetto ordine di colore:))
JonatanCoe: Le bianche e le gialle sono disposte at-cassum, ma forse mi sbaglio. Magari sono sistemate in quella sequenza perchè fattori di un calcolo enigmatico!
Geo@Geo: Nessun calcolo at-cassum :)). Se guardi quella di colore diverso, da entrambi i lati, scala di uno dall'esterno verso l'interno. Gialla a dx e azzurra a sin.
JonatanCoe: Cassum, è vero, ahahah!!! Qui il mistero s'infittisce. Conosci l'oscuro motivo?!?!?!?
Geo@Geo: Mi azzardo, sapevano tutto sul Covid in era pre-pre-e di più, così si sono messi avanti coi distanziamenti :)))
JonatanCoe: Si, conferenza presenziata da Nostradamus come relatore!
G
G Alto Papàvero
Sei sicur_?

Dislocation
"... Quante volte ho pensato "Basta sto male", quante volte ho detto "Basta camminami avanti...". Ma il fanciullo che avanti a te cammina e non lo chiami, non sarà più quello..."
Fatte le debite proporzioni e distinguo, mi sembra adatto.
Ma non mi sbaglio di rado.

iside
iside Divèrs
quello che ha premuto X è quello che ha scoreggiato...

Geo@Geo: Lei sembra che si prenda troppo sul serio, ma potrebbe aver ragione per la X, boh
iside: Veramente io mi prendo sul Mincio o sul Mella
Geo@Geo: Lei si che se ne intende un bel Po, geograficamente parlando
zaireeka
Hai fatto una bella analisi, profonda ed interessante, della differenza che c’è fra fare un meeting in presenza e farlo su zoom.. effettivamente questo fatto che nella seconda opzione non si ha la possibilità di sapere se qualcuno ha in un certo momento indirizzato il suo sguardo proprio su di te (fra tutte le facce sullo schermo) è veramente terribile. Lo scambio di sguardi fra due persone, specialmente quando si è in tanti, è fondamentale nella comunicazione umana, mi viene in mente quella canzone di Gino Paoli..

Geo@Geo: Sinceramente? Essere nel quadratino vicino, la faccia/e che ovviamente guardano verso di te, ovvero lo schermo, lo trovo *a little* inquietante. Oh Jesus, I'm so... 👵🏻
zaireeka: Il problema non è a mio avviso che guardino verso di te ma che non puoi sapere se guardano verso di te..
zaireeka: Quando e se parli quasi sicuramente lo fanno, ma non è detto che lo facciano, se mai tutti insieme, in un altro qualsiasi momento. Questo si che è inquietante
zaireeka: Che NON lo facciano se mai tutti insieme...
Geo@Geo: Exactly, guardano apparentemente verso di te :D
ZiorPlus
Uomini!
Quando si parla di donne spesso o ragionano col cazzo o col cazzo che ragionano. (Scemocit.)

Geo@Geo: L'hai detto tu, eh :)))
algol
Bah

Geo@Geo: Boh
algol: nel senso ... sembra una pagina della posta del cuore di "Io Donna".
Non che se ne sentisse il bisogno ... ma potremmo comunque aprire analoga de-rubrica.
Geo@Geo: Ahhhh, ecco. No perché "Io Donna" non l'ho mai letto, neancheepersbaglio dalla parrucchiera, ma se lo dice un esperto, ci credo :DDD.
Anche se un dubbio ce lo avrei: siamo sicuri che anche lì si parla di Zoom, no perché tutte 'ste quattro righe le ho messe giù solo per quello, boh.
sfascia carrozze
Tu pensi che non l'ho incrociato.
E invece con la coda dell'occhio della coda dell'occhio l'ho incrociato eccome.
Solo che essendo campione-del-mondo imbattuto di code dell'occhio incrociate senza farsene accorgere Tu pensi che non l'ho incrociato.
Però io la icchis in alto addestra sullo schermo, diversamente da Te, non l'ho strecata.
Mi piace tenere le finestre aperte: oltre a migliorare la praticabilità dell'aria, mi danno un senso di fiducia verso il prossimo.
Ecco.

Geo@Geo: Colpita dalla Sua sensibilità più sensibile, ma io le finestre del computer le chiudo eccome, dopo quella volta che ne avevo aperte troppe ed è arrivata una tromba d'aria, quasi un tornado a crashare il mio PC.
Lei si che è esperto di "icchis"-nusa.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: