Sto caricando...

Milano

Le volte in cui il cuore è andato all’impazzata non si contano. Faccio prima a contare le stelle delle costellazioni. Ho avuto degli amici d’infanzia solo per un breve periodo. Ho lasciato gli amici ma non l’infanzia.

Lo schermo è nitido, fa da contrasto agli occhiali sporchi.

Partire con l’auto in ciabatte con 30 euro in tasca per Milano dopo il coprifuoco. E la musica così reale non la senti mai, ti manda messaggi subliminali. Piangi e ridi. Insieme, lo spogliarello del cervello è ormai suoi minuti finali. Tra l’altro becco un chiodo con una gomma.

È tardi, mi fermo ad una pompa di benzina dove c’è un maggiolino bianco parcheggiato targato GO. Avendo visto prima “Terminator 2 Il Giorno Del Giudizio” con gli occhi della verità mi aspetto che la portiera come minimo sia aperta. No. Allora si provano 2 3 cazzotti al vetro ed il dolore mi riporta ad un’anticamera di realtà.

Io ci volevo andare in maggiolino a Milano ma pazienza, in compenso nel portapacchi dietro trovo una borsetta che pare la tracolla di un soldato del 15-18 con dentro rispettivamente: fazzoletti, spazzolino monouso con annesso dentifricio, due pacchetti di settebello impolverati. Prendo tutto sia mai possa tornare utile.

Mi fermo e sento il vento con le dita. Riparto a velocità sostenuta, dopo un po’ un angelo delle autovie venete con le sirene spiegate mi fa accostare ad una piazzola di sosta. Mi chiede: “Serve aiuto?” Vorrei dirgli che non so dove sputare e che la sua faccia potrebbe anche andar bene, invece fumo una sigaretta dietro l’altra, vorrei raccontargli la storia del mio presente ma quello appena m’avvicino al finestrino e metto la mano sul vetro, questi immediatamente lo rialza con un gesto di diffidenza irrispettosa. Allora gli dico “No niente, mi han chiamato i carabinieri ma non ricordo perché.”

Molto più tardi il medico ricorrente, tacchi alti occhi verdi capelli biondi meshati, faccia furbetta di una che ama farsi dominare mi chiede se ho la morosa, chiaro che si. È proprio quello che sto facendo, sto andando a Milano a trovarla.

masturbatio , Dodici giorni fa — DeRango: 9,20


Commenti (Quattro)

mrbluesky
amico non ho capito niente ma onore alle vecchie glorie automobilistiche di cui sono fervente intenditore

masturbatio: C'è poco da capire in effetti, avrei potuto parafrasare il testo con una citazione che mi piace di Roberto Vecchioni presa da un live che chi passa di qua potrebbe avere il piacere di leggere: “Ci sono anche però delle persone che se vanno e lasciano un ricordo molto bello, poi ci sono delle persone a cui involontariamente si fa anche del male, poi si ricordano e si pensa di cambiare le cose con una canzone ma una canzone non basta purtroppo a niente. Chissà perché poi si scrivono, non c’è nessuna canzone che fa tornare una donna nessuna canzone che fa cambiare le cose nel mondo, al massimo ci sono canzoni che ci vanno a pareri e canzoni che non ci vanno però per il resto la storia della canzone tra 2-3000 anni sarà soltanto questa non si potrà mai dire che una canzone popolare ha fatto pensare una gente in un certo modo o che una canzone d’amore abbia fatto tornare una persona perché se s’è andata per sempre ha fatto bene ad andarsene, però ci sono delle canzoni che ricordano bene, sono come delle specie di pagine di diario.”
Roberto Vecchioni
zaireeka
Periodo di rimembranze sentimentali dal sapore psico-analitico. Anche tu hai trovato una foto o è stata solo la canzone?

masturbatio: Entrambe
zaireeka: Allora ti capisco, anche se a te mi sembra di capire che si sia trattato di qualcosa di più concreto, anzi, concretizzato..
zaireeka: Tutto molto folle, ma comunque “bella” “storia”
zaireeka: E sicuramente erano belli anche questi occhi verdi
Fratellone
Tutto molto vicino al baratro della follia, ma lo spogliarello del cervello e la citazione di Vecchioni sono impagabili.
Grazie
PS ho cliccato su "ama masturbatio" e la cosa mi inquieta un pochino...

masturbatio: ricambio il de amore :)
proggen_ait94
macchina della madonna

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: