Sto caricando...

F for Fake(s)

Una trentina d’anni fa un giornale satirico di un certo successo – “Il male” – era solito pubblicare delle false copertine di quotidiani, in cui Ugo Tognazzi buonanima era additato come capo occulto delle Br e tratto in arresto, oppure ancora la nazionale italiana era riammessa alla finale dei mondiali al posto di un’Olanda squalificata per doping nella lontana Argentina.

Negli anni del riflusso “Il male” finì per chiudere, forse qualche tempo prima che – in quel di Livorno – lo spirito delle false copertine del giornale satirico si materializzasse nella testa e nei trapani di alcuni giovani, che ben pensarono di scolpire delle pietre di cantiere e di buttarle in un canale della cittadina, vedendole attribuite nientemeno che a Modigliani, nel tripudio di alcuni critici d’arte anche illustri. Oggi, alla stazione, superato l’ostacolo di un giovane ammaestrato da altri "menogiovani" a propormi una tessera capestro per l’acquisto di libri di una certa catena, ho liberamente speso qualche euro per comprare un libro sulla strage di Bologna, che il giallista Loriano Machiavelli scrisse alla fine degli anni ’80 sotto lo pseudonimo di un misterioso “esperto di sicurezza” svizzero, in quanto, a dire dei suoi editor(s), un autore italiano non sarebbe stato credibile per quei romanzi, e comunque non avrebbe avuto nel pubblico lo stesso impatto di uno straniero.

Episodi diversi che, tuttavia, ruotano attorno alla stessa, sotterranea, vicenda, e ben descrivono uno degli aspetti più originali, parossistici e divertenti del sito a cui sei connesso tu che leggi. Quello dei fake(s).

Quanto mi sono iscritto su DeBaser non sapevo nemmeno cosa fossero i fake(s), ma nemmeno i flame(s) e tutte le sigle che definiscono certi soggetti all’interno di una comunità virtuale: virtuale nel senso fisico, visto che non conosco praticamente nessuno degli utenti; nel senso dello spirito, visto che ci possono essere cointeressenze di vario genere, ma non sempre uno stesso sentire, il che, quantomeno, preserva tutti dall’essere parte di una massa informe, o uniforme che è lo stesso; virtuale nel senso creativo, non essendomi iscritto a mio nome e cognome ma con una sigla scelta quasi a caso, e nel quale scrivo cose che mai potrei scrivere, pubblicare o far probabilmente leggere a chicchessia nella vita reale, intesa come vita dove ho sono siglato da nome, cognome, tratti somatici ed altro.

In un certo senso, già l’atto di registrarsi qua dentro spinge ad essere fake(s) di se stessi, non nel senso spregiativo di falsi – e dunque ipocriti, menzogneri o mentitori – ma nel senso di maschere, che accentuano o enfatizzano quello che siamo, o simboleggiano quello che vorremmo essere, anche in meglio. Quel fenomeno che uno scrittore siciliano descrisse, una trentina d'anni fa, sulla scia di Pirandello virato in positivo, come "il miracolo del bis, il bellissimo riessere", e sia mai che non avesse ragione lui.

Maschere, o a volte ombre, proiettate prima sul bianco di un file word – poi su quello della pagina web.

Ma si può fare di più: creare un fake del fake, un falso al cubo, una creazione ancora più virtuale che è lo sviluppo, la negazione o l’esasperazione della maschera che ci siamo creati quando ci siamo iscritti qua dentro la prima volta, che scrive per non dire niente, e che respinge alla base l’idea stessa di poter comunicare qualcosa con un inizio, una fine ed un messaggio espresso, un giudizio di qualunque genere.

O addirittura un’antimaschera, laddove si porti all’estremo la logica per cui il fake del fake è una doppia negazione, e quindi è qualcosa di vero, reale, per quanto ab-errante, extra-vagante.

Così, mi piace credere che i fake(s) al cubo che a volte leggo esistano sul serio - “facce, gambe, spalle, braccia” – magari in un mondo in cui l’Italia ha vinto il mondiale del ’78 facendo cadere anche sulla spinta di Pertini il regime dei generali, in cui Tognazzi ha confessato di essere il capo delle Br, perché la distruzione dello stato borghese non passa solo attraverso Lello Mascetti, ed in cui un’opera d’arte è tale perché, alla fine di tutto, fra il genio di Modigliani e l’ingegno di un artigiano non fa differenza alcuna.

E tu, che leggi, a che tipo di fake appartieni?

sfascia carrozze , Il 10 luglio 2010 — DeRango: 0,00


Ultimi Trenta commenti su QuarantaCinque

G
G Alto Papàvero
In questo sito di merda siete tutti miei fakes! E adesso ci banno tutti. Diogà!

iside
iside Divèrs
sfascia carrozze
Ci banno tutti? In chè senzo? OmmonDieux! Forse ho (seppur moderatamente) capito!

Carpanix
E' d'uopo che qualcuno scriva una canzone sul fenomeno così ben descritto nell'editoriale. Quale ritenete essere il genere più adatto?

JURIX
JURIX Divèrs
Grande e dico GraNNNde editoriale sui fake scritto da non si sa bene chi ma suppongo un fake nascosto da un nick che richiama un certo fakeraggio ambiguo. Però credevo attirasse più fake nei commenti...e che magari qualcuno facesse pure outing...sarebbe bello iniziare a sparare un pò di sospetti sui vari fake in circolazione...pe esempio io non capisco se Sfasciacarrozze sia G, so solo che usano quella espressione per chiudere i loro commenti a me molto familiare anche se scritta così non capisco molto a che parola reale si riferisce...

frantz
"scritto da non si sa bene chi ma suppongo un fake nascosto da un nick che richiama un certo fakeraggio " secondo me l'intera recensione si racchiude in questa frase di cui metà delle parole non sono italienish, diogà!

JURIX
JURIX Divèrs
Ziochen ma come te permettitu de dir che le paroe no le e italiane? Are you crazy? And rimember: Der Tag hat Augen, die Nacht hat Ohren. Perchè nonostante "Chacun ses goûts la merde est bonne", indy hanin ilaika ! In finae: "Salut' e bbene e cristu che vi mantiene": Hua-lan Kang-keng-nai Maak /// To Pak Maak Díi /// Kop-kun Pra-chao Maak. Sperro d' i esermi spiengatto;


voodoomiles
Riporto da altro lido la intrigante proposta di GEENOO che qui è in-topic al massimo grado : "Ke bella pensata Kurt! Un Debaser serio, composto e dagli argomenti culturalmente "alti" per voi grandi(26-55), un debaser più fiko, divertente e fracazzone per noi piccoli (12-25), aggiungerei, per non far torto a nessuno, un debaser compassato, di svago e di aiuto sociale per i nonni (56-...)" intrigante proposta alla alla quale aggiungerei per i kids libertà di nick+fake multipli e chiacchera da bar sputazzi e insulti vari (Debaser base insomma), per gli adult un premium con obbligo di identificazione (se il discorso è serio perchè non prendersi un po' di responsabilità?)per i nonni oltre alla identificazione una social-Debaser card e set di pannoloni.

MaTaCà
Non ho tempo per scrivere così, figuriamoci crearmi anche un Fake. Sinceramente mi stanno parecchio sui coglioni i Fakes. D'ogni forma modo colore. Iside innoi c'esti sa mamma cun pobiddu, fillusu e cumpangia bella.

geenoo
Premettendo che MaTaCà ha tre fakes... rilancio la proposta di Voodomiles aggiungendo la obbligatoria sottoscrizione di un adulto per la partecipazione dei minori (cosicchè si possano individuare subito i responsabili delle malefatte dei pargoli), la identificazione degli adulti a mezzo di codice fiscale e fotocopia di documento valido da inviare via fax per autenticare il fake reale ma soprattutto aggiungerei in bellavista nella home page un pulsante giallo e ben visibile con su scritto POLIZIA POSTALE cosicchè ci si possa proteggere da fakes stalkingzzatori, fake so-tutto-io e soprattutto malefici fakes deathmetalliferi.

voodoomiles
Sapere che Sfascia Carrozze e G sono uno e bino mi rivela mondi sconosciuti. A Geeno, con il quale a mia insaputa ho assistito a epocali eventi rock, consiglio la lettura del Domenicale Sole 24 Ore di ieri, a proposito di critica (nel caso letteraria) on-line : capita a fagiolo, è come il cacio sui maccheroni etc.

geenoo
Voodomiles!!!!! : c'eri anche tu all'Isola di Wight???????

MaTaCà
Si, certo. Anzi 4 dai e non se ne parla più.

geenoo
4????? Ma lo dici solo per sviare o sei serio?

giola
Salve, sono il fake di Punisher!!

giola
i flames ? e chi diavolo sono?

geenoo
"Salve, sono il fake di Punisher!!": impossibile Giola.

voodoomiles
Isle of Wight... bien sur! Big Sur! Punisher il Maestro ha un fake ? Non ci credo. Non ci voglio credere.

laRock
Mi sa tanto di sfigata una persona che sente la necessità di essere qualcun'altro, seppur sul web. A meno che lo scopo non sia quello di farsi due risate infatti le rece con i commenti anonimi, che penso siano state frequentatissime da fakes, sono le migliori.

teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
no giola, non scherziamo:))

piendepei
io sono lesbico (come tipo di fake)

lazy84
oddio...cosa sono i flames?

algol
A me non piacciono i corn fakes.

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
i flamers sono quelli che infiammano (flame=fiamma) le discussioni in maniera sistematica. Non deve essere sempre in maniera negativa. E non necessariamente un flamers è un fake, o viceversa. Anche un utente "normale" può essere flamer. Io personalmente preferirei essere una flamer rompipalle con la mia identità "ufficiale" (e probabilmente lo sono) che essere un povero fake ufficioso, il tentativo c'è stato, ma mai portato avanti, non mi piace, e poi anche la mia identità "ufficiale" è una mascherina bell'e buona.

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Inoltre, in questi tempi in cui roba come feisbuk e iutub impera, i fase stanno andando fuori moda. Ormai neanche la coglionaggine ha più pudore (non c'è più religione mi vien da dire), anzi si firma con nome cognome indirizzo foto e video. Rendiamoci conto. Mi meraviglio di me, anni fa non avrei mai detta una cosa simile... ma teniamoci stretti i nostri fake, che sono in estinzione!

geenoo
Mi spiace kosmograbri che non sei proprio come la kosmograbri che abbiamo conosciuto qui... io invece sono proprio come Geenoo. Non sono un utente, sono proprio io!

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
ma si geeno che sono la kosmogabri che si conosce qu,i solo quella reale inveccia :) mentre quella virtuale no (non mi pare, mi piace crederlo, me lo concedo) ciao!

JURIX
JURIX Divèrs
Sì noi parliamo, parliamo...che poi alla fine magari siamo tutti fake del Giustiziere...

Stefano90
L'editoriale più bello che abbia mai visto qua su debaser. Sincere congratulazioni. Esposto in maniera semplice ed efficace, tematica importante e da approfondire. Anche se sulla parte del doppio fake inteso come doppia negazione e quindi riabilitazione della vero essere non sono d'accordo, procedi un pò hegelianamente... Comunque molto interessante. Bravo.

piendepei
ma cmq.fake o meno come si fa a scrivere un editoriale, non trovo ni la opcion??

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: