Il crollo dell’Impero del Bengodi

Sono giorni questi in cui mi prende la nostalgia del tempo che fu.

L’altro ieri ascoltavo Lucio Dalla, l’album con “Balla Balla Ballerino” e “Cara”.
Ricordo perfettamente quando lo comprai appena quindicenne, la sensazione che solitamente provavo quando tornavo verso casa con un vinilone nelle mani, assaporando il gusto del primo ascolto.
Quei soldi me li dava di solito mia nonna, a fine mese quando prendeva la pensione, se non ricordo male erano sempre cinquemila lire.
Ascoltando a metà album “Siamo Dei” mi è capitato di pensare che Lucio Dalla negli Ottanta aveva 37 anni.
Addirittura dieci in meno di quanti ne ho io ora.

Considerando in aggiunta che Dalla non è più fra noi, e che questi anni in fondo mi sembrano volati, mi sono reso conto, così, sbadatamente, che forse era il caso di fare il punto della situazione, di fare un resoconto degli anni trascorsi, ed in particolare, visto quello che si sente in giro, degli anni trascorsi da cittadino di questa amata (e amara) terra in cui mi è capitato di vivere da quando sono nato, l’Italia.
L’Italia, spinta dall’onda elastica dello spread BTP-BUND, sta finalmente cambiando, non ci sono dubbi.
Per cui, prima che mi giri e non la trovi più, mi dedico alle rimembranze.

Il problema è che nonostante, come molti, abbia spesso bestemmiato contro i difetti tipicamente italiani, gli sprechi, gli statali messi negli uffici per scaldare la sedia, il tira a campare istituzionalizzato, per molti anni della mia età adulta ed anche della mia adolescenza... in fondo la “mia vecchia” Italia già un po’ mi manca. Di quella Italia ora mi rendo conto di avere tanti ricordi.

Ricordo che da bambino, nei primi anni Settanta, il giorno della Befana io con mio padre e mia sorella eravamo soliti andare all’Ufficio Centrale delle Poste Italiane nella mia città, presso cui lavorava un fratello di mia madre, per ritirare il regalo che la vecchietta sulla scopa, assunta per quel giorno speciale dalle Poste, lasciava ai bambini meritevoli.
E fra i meritevoli c’erano anche tanti che non avevano né papà né mamma che lavoravano lì.

E poi c’era il figlio di un maresciallo del mio palazzo, anche esso marinaio di carriera, andato in pensione a metà anni ottanta, con buonauscita d’oro e con tanto di plauso della nazione intera, prima ancora che la nave su cui si era era imbarcato per assicurare la pace in Libano attraccasse a Beirut.
E poi c’era, anni fa, il nuovo Ente Nazionale per la cura delle Barbabietole assunto presso il figlio del Ministro dell’Agricoltura.
E po c’erano, qualche mese fa, i Ministeri del Nord.

Ora forse le cose stanno cambiando.

Si parla di tante cose, delle promesse di "Supermario" Monti, di diecimila statali in meno, di accorpamento delle province, di ospedali che non regalano più siringhe e medicine comprate a prezzi esorbitanti dall’azienda farmaceutica amica del Primario, "tanto paga papà"…
Sono sicuro che questa è la volta buona, e ne sono soddisfatto.

In fondo, se a breve i bambini dovranno portare alle Poste, il giorno della Befana, i regali avuti a Natale perché i genitori possano continuare a fare i postini, è solo un dettaglio.

Al massimo, se non sono d’accordo con il nuovo corso, potranno sempre emigrare con i loro genitori in un altro posto, come cantava il buon Bennato, quando ero piccolo e felice, al tempo dell’Impero del Bengodi.

zaireeka , Il 9 luglio 2012 — DeRango: 0,00

BËL (00)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

geenoo
E si. Sono contento anche io, col piccolo particolare che mi sarebbe piaciuto fosse cambiata per un rigurgito di civiltà piuttosto che per salvarci le chiappe dal lastrico. In realtà questo editoriale fa trasparire anche la nostalgia di un'Italia più tranquilla, soddisfatta, sicura, col posto di lavoro a vita (anche alle dipendenze di ditte private), con la possibilità nemmeno tanto remota di fare soldi e comunque con quell'ottimismo dai '60 agli '80 del boom economico. Adesso cambieremo ma cambieremo con il culo scoperto e facendo un salto nel buio. Mi stava per scappare che "ce l'abbiamo voluto" ma non è vero cazzo. L'italiano ha sempre lavorato come una bestia. Prima o poi i colpevoli verranno a galla (come gli stronzi).
BËL (00)
BRÜ (00)

uh!: Vai a lavorare barbone mantenuto che sei la rovina d'italia
geenoo: Barbone sei tu e chi ti paga il collegamento internet. Debaser va male e chiuderà prima o poi perché ospita parassiti senza cervello, senza ironia, senza intelligenza, senza il minimo sindacale di rapporti umani, senza un cazzo di niente, senza senso, senza umorismo, senza senso, "senza" come te.
uh!: insomma stavi parlando di te
geenoo: No, stavo parlando proprio di te.
uh!: Ti fossi preso i giusti calci sui denti anni fa' oggi avresti capito di tuo il privilegio che hai . incece no tutte le volte a ripeterti che sei un coglione mantenuto . vedi il tempo come cambia le strade
geenoo: Mi consola il fatto che sei un ignorante.
uh!: A me non consola che ignoranti come te abbiano determinati privilegi
geenoo: Quali privilegi?
uh!: insomma non sai un cazzo di niente il tempo su debaser l'ha dimostrato ampiamente , non c'e' mai stato un argomento uno che abbia creato motivo di interesse e discussione , manco una battuta chesso' riuscita male niente di niente . E a lamentarsi anche . Zappa in mano e esercizio , uno due uno due
uh!: Di Eterno mantenuto
uh!: Dove hai dimostrato di avere cultura dimmi dove dimmelo , il silvio di qui il silvio di la' . sei propio una merda del cazzo
geenoo: Adesso ti denuncio. Quello che non fa Debaser faccio io.
uh!: " ignorante " l'hai scritto tu , adesso ti denuncio
mariuccia: ma sto uh usa solamente il turpiloquio? ragionare nulla?
mariuccia: ma sto uh usa solamente il turpiloquio? ragionare nulla?
uh!: Capisco le tue provocazione e che possa darti fastidio quello che si scriva
uh!: Capisco le tue provocazioni e che possa darti fastidio quello che si scriva
federock
torna presto, Enbar, le tue recensioni sulla fotografia erano davvero ben fatte...
Ehm... ho mica sbagliato editoriale?
BËL (00)
BRÜ (00)

Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Non so se siamo mai stati nel paese del Bengodi, certo è che adesso la necessità di cambiamento è pressante e necessaria, "famolo" tutti insieme con un urlo: oh, issa!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

mariuccia: geo e tu pensi che se lo famo tutti insieme la sfanghiamo? Boh!!!
mariuccia: geo e tu pensi che se lo famo tutti insieme la sfanghiamo? Boh!!!
giola
Ci hanno fatto credere per decenni di essere nel paese del Bengodi....Craxi docet ma forse, anzi senza il forse, Giulio prima di tutti...bell'editoriale.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: ...ed infine Silvietto.
giola: eh beh, lui poi in modo teatralmente,tetramente, qualunquemente,esasperatamente, puttanescamente esagerato :/
uh!: A zappare la terra !
uh!: Pensavate che il mantenimento fosse eterno ?
geenoo: Io ti caccerei a calci nel culo. Non hai niente da dire e lo dici male.
uh!: vai a lavorare barbone mantenuto !
geenoo: Cambia frase, sciocco.

uh!: Vai a lavorare coglione !
nes: uh scusa, il tuo compito all'ortomercato è quello di fare il pirla su internet?
uh!: svegliati te alle 4 di mattina
giola: io la zappo sul serio la terra carissimo UH e non me ne vergogno affatto...e tu invece di stare qui, da quanto vedo, dalla mattina alla sera, perchè non provi a dedicarti al giardinaggio e all'orto? fa bene ai nervi, ti servirà....
uh!: Non c'e da vergognarsi c'e da farlo con i fatti , pero' e' fatica , molto piu' salutare prendere un treno di sola andata per il posticino sicuro all'impiego pubblico . insomma ti diro non e' possibile che un servizio della propia citta' debba essere SEMPRE occupato dallo zio del cugino dell'amico del cognato .... eh giola tu si che hai capito
giola: non e' possibile che un servizio della propia citta' debba essere SEMPRE occupato dallo zio del cugino dell'amico del cognato.....ma daii!!! ci volevi tu a farmelo capire, mica c'ero arrivata...
uh!: Tra il capire e il fare c'e di mezzo il mare eh giola . pero' hai capito .
mariuccia: st con gioia, con molta gioia!!
uh!: immaginavo...
Cunnuemammadua
dalle nostre parti "lo stato" ce l'ha sempre messo in quel posto e, nel migliore dei casi, ci ha dato le briciole come contentino. anche durante il boom. digiuno in più o in meno, siamo sempre stati abituati.
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
taglieranno: infermieri, carabinieri, postini, e servizi sociali. resteranno attaccati alle loro poltrone : burocrati tecnocrati primari e politici. INFLAZIONE ULTIMI 140 ANNI
BËL (00)
BRÜ (00)

senzastile: e finalmente tagliano i carabinieri cazzo
nes: non capisco una cosa: già un infermiere si fa in media 2/3 notti di straordinario al mese per mancanza di personale, ora che li voglion tagliare che turni faranno? 5 giorni alla settimana 22 ore al giorno?
cptgaio: Premettendo che l'iter alle camere si concluderà presumibilmente nei primi d'Agosto e fino ad allora quello che si sa sulla SR sono le chiacchiere dei giornali una cosa su cui ( quasi) tutte le varie fonti sono d'accordo è che i tagli del 10% del personale non dirigente riguarderanno soprattutto gli enti amministrativi non economici e non regionali (i primi che mi vengono in mente sono i ministeri).
cptgaio: Quindi teoricamente carabinieri (che appartengono alle forze armate) e medici/infermieri/fisioterapisti/te cnici vari (che ricordo sono dipendenti regionali: quelli che lavorano nelle varie Aziende Sanitarie con contratto a tempo indeterminato ovviamente) non dovrebbero essere toccati nel numero. Riguardo alla sanità in particolare i tagli dovrebbero essere tutti sui posti letto e sulla spesa farmaceutica (e sulla cariche dirigenziali ovviamente).
cptgaio: Detto che alla fin fine (pur essendo parte in causa) non sono particolarmente preoccupato anche se arrivassero a tagliare nel mio comparto (che tra l'altro mi fanno pure ridere le minacce sui blocchi degli adeguamenti degli stipendi visto che questo governo dovrebbe informarsi che lo sono già e precisamente al 2010: opera di Tremonti)...
cptgaio: ...io credo non sia una buona idea andare a togliere capacità d'acquisto ad altre migliaia di famiglie quando basterebbe una seria razionalizzazione negli enti inutili con una severa mobilità in quelli più in affanno di risorse (specialistici tipo forze armate e sanità esclusi ovviamente) e ce ne sono... Ps. Tra le forze armate e la sanità le pagelline ai dipendenti esistono già da almeno 10 anni.
cptgaio: PPS. E' ovvio che il sottoscritto trova preoccupante il taglio ai posti letto (meno a quello sulla spesa farmaceutica su cui in troppi "mangiano") ed il mio non era un minimizzare ma solo uno specificare. Tra l'altro quello su cui era doveroso tagliare (i miniospedali visto che ce ne sono molti di inutili) sembra che sarà lasciato immacolato.
popcornshooter: "Quindi teoricamente medici/infermieri/fisioterapis ti/tecnici vari ([...]non dovrebbero essere toccati nel numero." A ecco, mi sembrava assurdo.
JURIX: Concordo con CPT. Ci sarà la farsa del taglio dei posti letto (ecccccioè lo spostamento dei già insufficienti letti per degenti in corridoi, locali di fortuna o mettendo 4 letti in stanze da 2, come peraltro in alcuni reparti già avviene) e il tentativo di bloccare la spesa farmaceutica (non ridurre eh, bloccare) che fallirà, in nome dell'accanimento terapeutico che illumina la strada dell'anziano in ospedale con la benedizione della società "civile". Yupppj!
iside: prima taglieranno i posti letto poi diranno: ma come ci sono troppi infermieri per così pochi pazienti quindi stop al ricambio generazionale ( non lo chiamo turn over quando chi ci comanda parla in inglese è perché ha strane idee e cerca di confonderci.)
cptgaio: Impossibile Iside: se non verrà fatta una riforma sulla formazione degli infermieri che ne aumenti cospicuamente il numero(attualmente in Italia ce ne sono circa 350000) non ce ne saranno mai troppi per il fabbisogno (rapportato ai posti letto). Una Geriatria che conosco dal 1 Luglio vede 1 infermiere "notturno" per 38 posti letto. Quindi o aumentano gli infermieri (cosa assai improbabile ora come ora) o fanno una legge per ridurre gli ultrasettantenni (ovviamente è una battuta: non vorrei ricevere denuncie per incitamento a...)
iside: 50 degenti 1 ASA. 80 decenti un infermiere. ;-)
JURIX: CPT: io da 2-3 anni faccio le notti con 30 paz da solo. E mica mi lamento, altri reparti che di notte sono in 2 infermieri hanno sulla carta 40 posti letto, in realtà arrivano fino a 57-59 (visti io eh, non cose raccontate o per sentito dire).
iside
iside Divèrs

BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka: Grande Iside. Che disco meraviglioso, la copertina (fatta dallo stesso Edoardo) solo a guardarla, con quei disegni bellissimi e curati nei minimi dettagli, su quell'argentato, mi procura ancora oggi un senso di meraviglia. Certo che l'Italia democristiana ne ha prodotti di grandi cantautori ..,
iside: e che cantavano ciò che volevamo sentire.
iside: nel senso che volevamo sentire ciò che cantavano. per fortuna mi è restato fausto.
Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Non sta cambiando nulla. E chi crede che davvero qualcosa stia cambiando è solo un ingenuo, con tutto il rispetto chi la pensa così tranne che per geenoo. Ci vorrebbe una "mental review", non una "spending review". Il problema non sono gli sprechi, ma quello che c'è all'origine degli sprechi, ovvero una mentalità ferma all'età delle Città Stato, dei Comuni, in cui l'interesse collettivo si fermava al giardino del proprio vicino. Siamo un popolo di grandi capacità, ma di scarsissima volontà. Eccelliamo nelle individualità, ma a livello collettivo ci ostiniamo ad essere macchiette con la canottiera macchiata di sugo.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: Bartle tu sei strano.
Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Siamo il popolo del giudizio d'appello, dell'aiutino da casa, dell'eccezione che fotte la regola, del "vale per tutti tranne che per me": la verità è che non meritiamo di uscire da questa crisi. Avevamo in mano delle buone carte e ce le siamo bruciate in cambio di un favore a Tizio, di un appalto a Caio, di un posto all'Ufficio Tecnico per Sempronio. In un mondo giusto e ideale, saremmo già falliti e commissariati da non so nemmeno quale altro stato.
BËL (00)
BRÜ (00)

puntiniCAZpuntini: Concordo su tutto, ma aggiungo un punto che tu da "studiato" magari non conosci, ovvero la totale perdita di interesse del giovane per il "fare materialmente". Eravamo i leader mondiali del manufatturiero di pregio/lusso/precisione-misto-arte in tantissimi campi, dalle automobili alla vetreria alla falegnameria alla ceramica all'acciaio alle componenti ferrosi per milleduecento indotti. Le scuole "commerciali" sono considerate da molto prima della nostra (mia e tua) generazione come quelle del "non me ne fotte un cazzo", e chi vuole fare qualcosa va ai licei e poi all'università, sporcarsi le mani è out e ci ritroviamo con milioni di dottori in tutto e i vetri di murano e le ferrari le assemblano rumeni. Conosco tecnici tedeschi sotto i 30 che portano a casa 3/4000 euro il mese, e un centinaio di dottori Italiani a casa con la playstation. Con questo non voglio dire che se studi sei un coglione, solo che bisognerebbe spingere di più su studi tecnici e mirati.
Geo@Geo: Hai ragione Bartle, ma non posso e non voglio arrendermi: è questo che sto insegnando ai miei figli, non arrendersi! Porcaccia la miseria CAZ dice cose sante, ma quanti adesso si iscriverebbero negli istituti tecnici terremotati dalla legge gelmini? Mi va bene tutto, ma porcazozza reagiamo:-(
geenoo: Bartle ha ragione tranne che e per lui. Come ha ragione punticaz. Ma sul post di puntinicaz io aggiungerei che oramai è troppo tardi. L'italiano in questi 20/30 anni si è abituato troppo bene evitando o cercando di evitare il lavoro materiale. Magari andando fuori corso di 5 anni all'università. Adesso sono cazzi.
Bartleboom: @Caz: invece – secondo me – quello che dici è una delle poche cose che stanno davvero cambiando. L’ondata di sfiducia e disincanto cosmico che sta travolgendo le nuove generazioni riguarda anche l’utilità del titolo di studio. I nostri genitori sono cresciuti e ci hanno cresciuti con il mito e la fissa del “pezzo di carta”, del “mandare il figlio all’università”, del “mio figlio è dottore”. Ovviamente siamo riusciti a mandare a puttane anche questa cosa: con corsi di laurea ridicoli creati ad hoc per dare uno stipendio in più a qualche genero di qualche rettore parruccone, con lauree triennali inutili create solo per mascherare il problema dei fuoricorso patologici, con un generale ammorbidimento del sistema universitario. Tutte cose che hanno portato il fatto di avere una laurea a valere tanto quanto uno scaldabagno in mezzo al deserto.
Bartleboom: La laurea oggi non vale più un cazzo. Se ne sono accorte quasi subito le le aziende, le banche, gli studi professionali e, in generale, i datori di lavoro. E oggi se ne è accorta anche l’utenza, ovvero gli studenti. Che, guarda caso, in anni recentissimi stanno prediligendo i corsi di studi superiore con taglio più “pratico” che puntano sulle lingue, su un’infarinatura di contabilità e marketing. Tutta roba che magari ti farà fare l’impiegato a 19 anni, ma che almeno non ti fa rimbalzare come un pirla ultratrentenne da un contratto a progetto a un altro .
Bartleboom: @Geo: non arrendersi, reagire etc, sono valori importanti senz’altro. Il mio discorso, però, si ferma un passo prima. Mi spiego. Tra le parole che vanno tanto di moda c’è anche “meritocrazia”. Ebbene, l’Italia quanto è stata meritevole negli ultimi 30 anni? E non mi si venga a dire – come si fa troppo spesso – che è stata colpa del Berlusca, perché la reductio ad Berlusconem è l’ennesimo dito, dietro cui amiamo nasconderci. La verità è che siamo un popolo che s’è tenuto Mastella in Parlamento per 35 anni, che non ha la più pallida idea di cosa ci sia scritto nella propria Costituzione, che tifa Italia agli europei e passa il resto dell’anno a cantare “Se saltelli muore Balotelli”. Siamo il paese che da decenni pensa di prendere per il culo i tedeschi facendogli pagare una margherita 12 euri e non si rende conto che quelli ci tengono per le palle a livello di economia nazionale. Davvero, perché dovremmo meritare di uscire dalla crisi?
Bartleboom: Anche col Governo Monti, cosa si è fatto davvero per uscire dalla crisi? Abbiamo alzato l’età pensionabile? Certo, peccato che per decenni si è consentito a certe categorie di andare in pensione a 40 anni (ne conosco due: un insegnante di scuola elementare e un’infermiera). Adesso parlano di diminuire gli statali? Chi esulta per questa cosa non ha la più pallida idea di come possa funzionare un ufficio pubblico: in Italia eliminare una scrivania in un qualsiasi ufficio pubblico significa far immediatamente comparire un cartello con scritto “A causa della grave carenza di personale il servizio non potrà essere garantito”. Ripeto: il vero cambiamento dovrebbe essere fatto nella testa, non nelle tasche.
puntiniCAZpuntini: Col tuo post confermi per l'ennesima volta di far parte dell'italia standard, e di pensare in base alla moda del momento. Io non parlavo di portare blocchetti, ma di tecnici specializzati che si sporcheranno pure, ma su tute beta più costose delle tue scarpe della domenica. Ho dato come esempi Murano & Maranello, non le case popolari di Scampia (con tutto il rispetto per chi ci vive), e di esempi come Cantù, Rimini, Mantova, il Triveneto non li trovi da nessun altra parte del mondo. Non capirò mai come si è arrivati a pensare che stare dietro una scrivania sia "essere abituati bene".
puntiniCAZpuntini: (io dico a genoo) Mai visto uno scrivano lavorare fischiettando, il contrario sì. Io faccio entrambe le cose, e torno a casa più rilassato dopo aver prodotto che quando programmo di produrre. Oltre al fatto che il mio lavoro d'ufficio è un derivato di quello effettivo, quindi è l'ultimo che comanda. Ho visto uffici amministrativi cambiare personale come i calzini, e sempre gente mandata via. Nel settore produttivo, la gente viene rubata dal concorrente, e il tecnico in questione ci guadagna sempre. Non so chi sia abituato meglio, fra il contabile ultralaureato e il pavimentista che incastra tessere mosaico a 250€ il mq con ginocchiere ultramorbide e I-Pod a palla, o quello che per una stanza resinata te ne prende duemila e passa.
puntiniCAZpuntini: Si Bartle, la new new generation la vedo un po' meglio, ma quella che veramente cambierà sarà quella che dovremmo in teoria generare noi. Solo che se non danno mutui... solo che minchia, un figlio ormai come responsabilità lo puoi fare a 50 anni :D
puntiniCAZpuntini: Però Bartolino vedo che non voli pindaricamente oltre marketing, lingue ecc ecc. Un saldatore con i controcoglioni prende tremila euro al mese, eh. Torniamo a pensare al rapporto sbattimento/denaro intascato, alla fine è quello il point-break, tenente Pappas.
proggen_ait94: Da liceale sottolineo Bartle in rosso due volte.
Bartleboom: Hai ragione. Ma il tuo post lo avevo letto come collegato al discorso universitario-scolastico. E il problema è che non esistono scuole (o quasi...) in cui ti insegnano, appunto, a fare il saldatore. Che, attenzione, chi pensa che sia un lavoro senza alcun profilo di professionalità, ha proprio capito male. Ma male male male. Il fatto è che fino a X anni fa, se un ragazzino proprio non ne voleva sapere di studiare a 14 anni finiva in cantiere o in officina. Prendeva un po' di calci in culo i primi mesi, ma imparava un mestiere. E ora dei 20 lo sapeva fare bene. Ora dei 25 lo sapeva insegnare a un altro. Ora dei 30 veniva consultati come l'oracolo di Delfi o la passera di Sasha Grey.
Cunnuemammadua: però caz ci sono settori dove il lavoro duro non viene retribuito manco per il cavolo, e a malapena raggiungi la parità di bilancio, se non accetti il prezzo imposto sono azzi tuoi, tanto gli industriali si sono messi d'accordo e se non accetti vanno a comprare in romania o in cina. essendo sardo sai a quali comparti mi riferisco. a questo punto mi chiedo: un padre di famiglia occupato in questi comparti direbbe al figlio: continua con questo lavoro, oppure direbbe vai studia e cerca un altro impiego?
geenoo: Infatti caz, dalle mie parti vedo officine affamate di manodopera specializzata (nemmeno tanto) e laureati in giurisprudenza-lettere-filosofia girare a vuoto fino ai 35 anni e molte volte soccombere con un lavoretti da terza media. Sono stra-convinto che uno sta più rilassato "se produce". Bartle: il cambiamento "nella testa" è una chimera irrealizzabile, quindi si sta perseguendo l'unica via: mettere le mani nelle tasche degli italiani (così cambierà anche la testa).
Bartleboom: Da veri caproni, abbiamo confuso la cultura con il titolo di studio. Come se per il solo fatto di avere una bella generazione di tutti diplomati o laureati, avessimo aumentato il livello culturale del Paese. In realtà l'attuale sistema scolastico produce una massa informe di smidollati culturali, che non sanno fare oggettivamente un cazzo perchè per 5 anni di superiori non gli è stato chiesto un cazzo, che sviliscono titoli di studio che fino a 15-20 anni fa facevano davvero la differenza.
puntiniCAZpuntini: Cunnu, il "lavoro duro" non è mai stato ben retribuito, a faticare ci son buoni tutti. Il Pil italiano era retto spesso e volentieri da aziende da - relativamente - pochi pezzi, con guadagni sul singolo pezzo spropositati. Ovvio che quello che illustro è uno dei milioni di problemi che ci affliggono, sicuramente non è il peggiore, però è un problema che al 70% si è creato il popolo, al contrario di molti che sono stati creati per fame di profitto dai "potenti", come quello che dici tu. Esempio pratico: non parlavo della Saras, ma del fatto che in Gallura non si trova più un artista del granito come quelli che prima trovavi a sacchi. Stanno sparendo i muratori seri, e se ti fai un giro nel continente, nei cantieri quelli più bravi sono Libanesi, Turki eccetera. Non c'è più Mastro Pierfranco che con un colpo d'occhio ti dice che una colonna di otto metri perde un millimetro dai sei metri in poi, ed è un peccato.
Cunnuemammadua: Caz sotto quel punto di vista non posso che darti ragione, ne parlavamo tempo fa con il mio docente di statica: chi è più in grado oggigiorno di costruire una casa in ladiri con il tetto di canne e tegole senza l’ausilio di malta? Un lavoro fatto a dovere, si intende. Nessuno, eppure in quelle case, se ben tenute, non cadeva un goccio d’acqua. Secondo me la “causa” è da attribuirsi alla brusca interruzione del sapere secolare, a sua volta imputabile all’arrivo massiccio dal continente dei nuovi macchinari da costruzione, con relative nuove tecniche costruttive (c.a. in primis). È stato tutto così veloce, non abbiamo fatto in tempo ad assimilare ed amalgamare passato e presente, ne sono usciti muratori mezzo pasticcioni, con un piede nel passato e uno nel presente, e questo secondo me è avvenuto in ogni ambito della vita.
Cunnuemammadua: Volevo però aggiungiere qualcosa sulla questione della retribuzione del "lavoro duro". Negli anni 70 gli allevatori dell’interno ergevano case che sembravano palazzi; vabè c’erano gli aiuti comunitari, la benzina costava meno e non si perdevano in vacanze o svaghi assortiti, però è altrettanto vero che il latte veniva pagato in maniera dignitosa. Oggi i figli di quegli allevatori, a malapena terminano la rifinitura delle mansarde di quelle stesse case. Idem per gli agricoltori. Questo ti fa arrabbiare, e pensi di mollare tutto perché ormai non ce la fai più. Pensi di essere tornato ai tempi di tuo nonno. E la disperazione ti porta a pensare che magari con un titolo di studio puoi avere un chance in più, ben consapevole di non raggiungere vette eccelse di conoscenza, quella vera.
Cunnuemammadua: Rinuncio a scrivere del nostro comparto industriale, il solo ricordo della cattedrale nel deserto di Ottana mi fa salire un incazzo immane, la condizione degli operai del Sulcis, che in questo momento stanno in via Roma, è ancora peggiore di quelle sopra citate.
iside: una volta i titolari delle aziende metalmeccaniche di Brescia andavano a vedere le pagelle degli studenti di meccanica, se volevano uno che sapesse lavorare e capire cosa faceva lo trovavano alla scuola Moretto. poi si sono messi in testa di far concorrenza ai cinesi. il risultato è che in officina c'è un mare di manovalanza buona solo a portare pesi e pigiare Start. finchè la maggior parte degli imprenditore penserà ai propri sottoposti come "costo" e non come "risorsa" non ne verremo mai fuori.
iside: ha ragione Caz riguardo Mastro Pierfranco, gente coi controcoioni non ce ne è più. sarà stato l'agio degli ultimi 50 anni. mio nonno costruiva muretti a secco intorno ai suoi possedimenti, su è giù per l'ogliastra centinaia di metri ritti e stabili, ogni mattina usciva di casa e li ricontrollava, risistemava ogni pietra caduta. poi marrava la vigna.
Cunnuemammadua: va bene iside, ma erano perlopiù attività che ogni contadino assennato doveva fare in maniera straordinaria, per evitare che le vacche altrui mangiassero il tuo raccolto, oppure, nel caso dei terrazzamenti, per non far franare il pendio. non veniva retribuito in maniera diciamo diretta.
iside: il problema è che i contadini ( muratori 0 metalmeccanici, dottori o infermieri. imprenditori e/o politici) assennati sembra si siano dissolti nel nulla.
Cunnuemammadua: mettila come vuoi
nes
nes
guardavo l'altro giorno un documentario su ippolito nievo, dal quale saltava fuori che la politica del "arraffo tutto quel che posso e faccio arraffare pure ai miei amici" era già propria di una parte dei partecipanti alla spedizione dei mille. diciamo che siamo sempre stati un popolo menefreghista opportunista qualunquista e individualista. no, un popolo non può essere individuaista... diciamo che dopo 150 non siamo ancora un popolo e facciamo prima.
BËL (00)
BRÜ (00)

uh!: Senza di te un passso in avanti per diventare un popolo si puo fare
Cunnuemammadua: secondo me l'idea di un unico popolo italiano si è scontrata con una realtà ben evidente: la penisola era abitata da una serie di popoli molto diversi tra loro, e alcuni (pochi) di questi hanno tuttora le potenzialità per autodeterminarsi. a mio avviso si è sbagliato nello scegliere il tipo di Unità che si voleva dare.
extro91: Dal mio punto di vista il problema sono sempre stati Cavour e i Savoia.
Cunnuemammadua: extro il peggio è arrivato nel dopoguerra, e in parte dall'epoca di mussolini, quando da roma è arrivata quella criminale livella culturale che ha cercato di cancellare (anziché affiancare) le identità locali, una vergogna indescrivibile
extro91: Non lo nego. Io parlavo proprio del periodo dell'unità..
dreamwarrior
Nel 2004 ho lavorato qualche mese presso una scuola.
Ricordo questa decina di bidelli che passavano il giorno senza fare assolutamente nulla, se non portare per le classi qualche comunicazione del Preside e fare poco altro. Mi dissero che la situazione era diventata così da quando un'impresa di pulizie aveva vinto una gara d'appalto e loro non potevano neanche più avere una scopa in mano per fare pulizie.
Allora qualcuno aveva deciso di passare il tempo facendo il caffè per i docenti, ma poi erano arrivati i distributori automatici, sempre grazie a qualche gara, e neanche quello avevano più potuto fare.
Così stavano stravaccati all'ingresso, a fare parole crociate e ad annoiarsi, in attesa che scoccassero le 14,00 e potessero tornare a casa.
Poi non ci meravigliamo se il conto da pagare sarà salato.
BËL (00)
BRÜ (00)

uh!
uh!
Non ti hanno detto il perche' hanno deciso di prendere un impresa di pulizie vero ? Non ti hanno detto che costava la meta' e rendeva il doppio no eh . Il record che ho visto che 4 bidelli per un aula : una teneva la scopa , uno fumava una sigaretta alla finestra , una disse che andava a prendere il secchio e l'altra a controllare che fine avesse fatto la collega
BËL (00)
BRÜ (00)

gnagnera: certo che facendo il fuoricorso mantenuto a 40 anni ne avrai di storie da raccontare
uh!: evabbe' anche il compare bidello gnagera
uh!: chi ti dice che ho 40 anni
uh!: Anche ne avessi 35 sono a casa mia , non sono emigrante
gnagnera: a casa sua mantenuto a fare la vella vita e poi parla, ma dai un esame cazzo non farti pagare tutto dalla borsetta di mammà, 40 anni e ancora fa il fuoricorso mantenuto
uh!: vai a lavorare che devi produrre che lo zio ti ha trovato il posto da babba'
uh!: aha h ah h ma io sono longobardo i bidelli produccono
uh!: perche' non ti fai trasferire gnagnera ? fuori dai coglioni
uh!: qui si vive bene lo stesso gnagera non servi a un cazzo e' questo che devi capire
uh!: anzi si liberano un po di posti occupati , come le case
gnagnera: ma a 40 anni da mantenuto quanti esami hai dato 2? 3? Ma dai un esame, mantenuto
gnagnera: fa la vita del mantenuto e parla "aumma aumma" e poi fa il fuoricorso mantentuo, ma dico come si fa? epoi dice "aumma aumma" bella la vita del 40enne fuoricorso eh?
uh!: Essi aumma umma e' propio cosi' , comunque non servi a un cazzo mettitelo in testa sei un peso
gnagnera: ieri si incazza con i tramvieri perchè sale sui mezzi senza pagare e gli hanno fatto male, oggi cosa ti è successo? ti sei addormentato in un'aula e una bidella ti ha svegliato? ma a va a dormire a casa che tanto non hai un cazzo da fare
uh!: boh , sei sempre tu tra le palle , non servi a niente consumi l'asfalto e occupi spazio vitale aha aahahahah e' vero!
uh!: Oltre a fare i mantenuti son pure ospiti e si credono importanti , a voi e' l'orgoglio che vi frega
uh!: ahahahah non servi ad un cazzo gnagera sei un peso , ma e' normale
geenoo: Sei una zavorra insopportabile.
uh!: Si sei una zavorra per l'italia , dovremmo dirti grazie in coro
gnagnera: ma no è divertente, tu gli lanci l'esca e lui abbocca subito e via con il suo repertorio "aumma aumma" "produci" "emigrante" "non servi a niente" "ahahahah" "che lavoro fai" "compare" però panz dopo un po' il tormentone stanca rinnova il repertorio
uh!: Vai a lavorare che sono le 15, 26 non ti paghiamo per senrtiti qui tutte le volte a fare il coglione
geenoo: Si abbocca come un tonno ma io, se potessi, gli farei lo stesso tipo di lavorazione mettendolo in tante scatolette metalliche.
uh!: gnagera e' vero quello che scrivo non ci sarebbe da ridere , che non servi a un cazzo un po si ahahahha
uh!: gia ' un personaggio che difende i lavativi fa riflettere su cosa possa fare qui , non sto scherzando non servi sei un peso , poi puoi' anche ridere
uh!: E' gente che occupa posti lavorativi , sfaticati , e che pensano di essere insostituibili . boh vedi tu
Ali76: Il problema è che qua si da corda a certe teste di minchia che cercano solo la provocazione su un sito Internet...Gente come te, caro uh!, ha seri problemi. Nella vita reale non ha palle e quando serve tirarle fuori infila la testa sotto terra come gli struzzi (struzzi, non stronzi anche se per te sarebbe meglio la seconda)preferendo attacare briga qua dentro parandosi il culo. Ora vado al lavoro, tu se vuoi rispondi pure merdina, non ti darò da dire oltre. E ringraziami che con i contributi che verso magari mantengo proprio te che non fai un cazzo dalla mattina alla sera, ma sai adoro fare opere buone per i dementi che non ce la fanno.
uh!: Nessuna provocazione o attaccare briga e' la verita' sei tu che stai qui a offendere senza dire un cazzo poi il delirio che mi manterresti e' da manicomio , vai a lavorare che devi mantenere 3 dico tre bidelli per aula . essi'
uh!: E' preferibile insultare che sconcertarsi per quello che succede in questo paese . Emmica possiamo rovinare la nostra routine italiota
uh!: Poi sta storia che uno non abbia le palle nella vita reale fa veramente ridere , palle per che cosa ? le palle per dire agli sfaticati " ao diamoci na mossa " oppure stare al gioco e non fare un cazzo . fossi stato tu avresti fatto un cazzo . pero' hai le palle per dirmi che sono una testa di minkia
uh!
uh!
alla fine e' tornata ma della collega nulla : si era evaporata nel nulla
BËL (00)
BRÜ (00)

Lao Tze
che bel Paese - di merda. dopo Berlusconi abbiamo questo contabile rincoglionito e privo di ogni contatto con la realtà, chiuso nel suo mondo di accademici, privilegi e auto blu. che bel Paese - di merda. adesso abbiamo un governo all'insegna della sobrietà, che il suo lavoretto al didietro del cittadino lo fa comunque, ma con sobrietà e una buona dose di vasellina. adesso abbiamo Passera, abbiamo la Fornero che ha lasciato l'insegnamento per impegni istituzionali - tanto in ateneo rimangono il marito e la figlia. abbiamo un Michel Martone che è il monumento vivente ai raccomandati italiani e sprona la gioventù a non accontentarsi, a rimettersi in discussione. che bel Paese - di merda. abbiamo un futuro di scuole private e cliniche private, di cultura sotto le scarpe e di nuove spinte secessioniste propugnate da minorati psichici. auguri.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: Lao non sono d'accordo, o solo in parte. Il tuo ragionamento tralascia la merda in cui ci ha lasciato colpevolmente Silvio. Monti fa quello che può, anche sbagliando. Ma chi ci ha trainato in questo mare di merda? Ce lo vogliamo dimenticare?? Vogliamo fargliela passare liscia perché non è più al governo ma rimesta nel fango? Vogliamo addirittura addossare la colpa a Monti? Aò? Ma ci stiamo con la testa?
popcornshooter: però il bel paese è un formaggino mica male, lo scarti lo spalmi sui crakers e yummi che merenda! Quasi gozza come i popcorn al burro.
Lao Tze: calma Geenoo, non ho addossato la colpa a Monti né mi sognerei di fare un raffronto tra questo governo e il precedente: situazioni diverse, problemi (in parte) diversi, posto che per me malgoverno era e malgoverno è rimasto. sta di fatto che Monti è un esponente e un prodotto culturale di quell'alta finanza internazionale che è la principale responsabile di questo tracollo. un burocrate malcelato sostenitore delle privatizzazioni, convinto che l'aumento del gettito e il taglio orizzontale siano la soluzione. non è che ci voglia il rettore della Bocconi per adottare certe misure, sta lì solo per le conoscenze internazionali che ha.
geenoo: Perfetto Lao Tze: ora dopo il tuo ragionamento fammi un nome per tiraci fuori dalla merda appiccicosa in cui siamo. Un nome verosimile (nel senso di esistente e che possa governare) e che possa godere di un ampio consenso come oggi Monti. Se non mi tiri fuori un nome ed un pò di ministri hai parlato a vuoto come succede spessissimo oggi in Italia. E' giunta l'ora di essere maledettamente concreti.
Lao Tze: il nome non esiste, e non puoi essere così ingenuo da non saperlo da solo. i salvatori della patria, meglio, non esistono. esistono (esisterebbero) persone e programmi da mettere in pratica. il giudizio sul governo Monti si fonda su questo: finora è un programma attento agli interessi delle banche, al problema di far quadrare i conti senza interrogarsi sulle relative conseguenze sociali - perché da qualcuno e in qualche modo, questi soldi devono essere detratti. cominciamo invece col dare il buon esempio: rinunciamo alle auto blu, senza ironizzare come dei pirla sulla questione ogni volta che si solleva, ché - Cristo! - ne abbiamo più noi degli USA.
Lao Tze: ...abbassiamoci lo stipendio, noi parlamentari - 'sto cazzo, aggiungo io, vedi se qualcuno vota a favore di una riduzione, su quello si è tutti d'accordo, PD PDL PDS PPT PPC BOT CCT. basta limare un po', dico un po' di sprechi come questi e vedi che i soldi li trovi - altro che tagliare ai grandi ospedali ma lasciar sopravvivere i piccoli per favorire le cliniche private, altro che tagliare la ricerca, altro che tagliare i fondi allo spettacolo. questa non è spending review, questo è contribuire alla privatizzazione della sanità e dell'istruzione, e ribadire che il sistema Italia è un sistema per pochi alla faccia dei molti.
geenoo: Lao lo vedi? Criticare è facilissimo: anche a me rompe i coglioni questa storia che c'è da pagare più tasse, andare in pensione più tardi, vedersi chiudere ospedali, tribunali ecc. Ma non possiamo fare gli schifiltosi. Certo, tagliamo le auto blu, ma quanto guadagneremmo? L'esempio si è importante, ma tu sai che dai politici l'esempio non arriverà mai. Dai politici si vorrebbe essere governati bene: almeno per quanto riguarda la gestione delle entrare e delle uscite. Non ci salverà né il taglio delle auto blu, né il taglio dei parlamentari. Purtroppo l'operazione da fare è ben più massiccia e vasta.
Lao Tze: come uscire dalla merda? mi spiace, Geenoo, il sig.Monti non è nelle condizioni di chiedere un sacrificio per salvare questo Paese. il Paese non è salvabile, lo si vuole capire o no? non è salvabile a queste condizioni, non lo è con questa classe politica, non lo è con quella macchietta idiota che dovrebbe rappresentare la sinistra oggi, non lo è con la prospettiva sempre più vicina del maxi-inciucio e della grande coalizione centrista capeggiata da Monti. ma dove cazzo andiamo con queste prospettive?
Lao Tze: la realtà te la dico io qual è: che Monti ci ha preso gusto. in pochi mesi si è reso conto che la vita del politico è ancora meglio della vita del rettore (e un rettore non è che si ammazzi proprio di lavoro, eh) e ha detto: sai che facciamo? alla prossima legislatura, con 'sta storia della credibilità (dove? ché lo spread è sempre alto) ci ricandidiamo, e facciamo contente un po' tutte le forze: il PDL che senza Berlusconi non esiste, il PD che tanto anche con Bersani non esiste comunque, il terzo polo per il bene comune (?). e ci facciamo 5 anni in piena regola, altro che governo tecnico.
geenoo: Il Paese non è salvabile???? Monti non è nelle condizioni di chiedere un sacrifico? E chi è nelle condizioni? Il sindacalista della Fiom???? Grillo? Draghi? Montezemolo? Renzi? Chiii? O ci mettiamo sulla testa di salvare il salvabile, perché se andiamo avanti con questi ragionamenti da bar sport o da sede della CGIL, sprofondiamo sotto terra. Monti può far ribrezzo, può rappresentare il peggio (le banche) da un certo punto di vista ma non si può assolutamente dire che l'Italia deve capitolare! Cioè io dovrei arrendermi e mandare a puttane tutto quello che ha costruito mio nonno, mio padre ecc? No, mi spiace.
geenoo: Dai Lao T su, quando mi scrivi che Monti ci ha preso gusto perché la vita del politico è bella io passo. Alziamo un pò lo sguardo e non osserviamoci solo le unghie dei piedi.
Lao Tze: no, lascia stare, per l'Italia non c'è speranza. l'Italia è fottuta, senza rimedio. l'Italia sta morendo: negli scenari da terzo mondo delle periferie, nella gente senza casa, nelle facoltà universitarie che chiudono, nel precariato, negli imprenditori edili che si impiccano perché i clienti non pagano più i lavori e le banche ti rifiutano i prestiti pure se dai in garanzia due case (l'ultimo un mio amico, pochi mesi fa) etc etc - qual è il rimedio? andarsene, e non tornare in questo Paese indegno. questo io farò, in fututo, ma io posso. molti non possono, purtroppo.
iside: Gino@@@la cgil sostiene Monti difatti non proclama uno sciopero generale. La FIOM difatti continua con azioni di guerriglia.
geenoo: La Fiom sta ottenendo il lusinghiero risultato di far spostare fabbriche intere (vedi Fiat) negli Usa.
Lao Tze: aggrappatevi a Monti, Monti vi salverà... ne riparliamo fra un anno.
Bartleboom: "Cioè io dovrei arrendermi e mandare a puttane tutto quello che ha costruito mio nonno, mio padre ecc?" Veramente un discorso del cazzo, inutilmente melodrammatico, buonista e qualunquista, buono al massimo per un servizio di Studio Aperto. E, soprattutto, ennesima conferma di quello che dicevo prima: guardiamo giusto nel nostro giardino, ma ci rifiutiamo di avere una visione d'insieme che ci dia la misura della nostra inettitudine.
Bartleboom: Negli ultimi 40 anni, tuo nonno, tuo padre e altri 60 milioni di persone come loro hanno portato il paese al punto in cui siamo. Sentiamo, cosa avrebbero esattamente "costruito" tuo nonno e tuo padre? La malasanità, la corruzione imperante, le cattedrali nel deserto, il cemento armato per le scuole elementari fatto con la sabbia di mare, gli sprechi, i falsi invalidi? E' il discorso di prima: ragioniamo non per regole, ma per eccezioni. Siamo un popolo che tende al particolare, non potremo mai tendere al "generale.
iside: bravo GINO continua a fare il TG4. vieni tu a lavorare in fabbrica che ci divertiamo. a stipendio cinese e prezzi tedeschi mi raccomando.
geenoo: Iside credo che sia anche interesse tuo non far espatriare la fabbrica in cui lavori o no? O parliamo sempre del sesso degli angeli? Tu non credi sia finita l'epoca d'oro delle ribellioni sindacali fine se sé stesse (o comunque che il sindacato adesso - in tempi di crisi- ha nettamente meno forza contrattuale)? Non pensi che il momento non è proprio florido e che chi ha un lavoro debba fare del tutto per tenerselo? Del tutto. O no? Che vuoi dire con "vieni tu a lavorare in fabbrica che ci divertiamo"? Spiegati meglio che ti rispondo.
geenoo: Bartle bene: faccio discorsi del cazzo, melodrammatici, buonisti e qualunquisti secondo la tua ottica. Ti dico una cosa che voglio sia molto chiara: evita cazzate bambinesche del genere "tuo nonno, tuo padre e altri 60 milioni di persone come loro hanno portato il paese al punto in cui siamo". Io mi vergognerei fossi in te perché significa non avere capito un cazzo delle dinamiche sociali che ci hanno portato qui. Tu punti molto sul fatto che sono gli italiani che sono così ed io dico invece che sono i governanti che hanno fatto si che l'Italia andasse così e non gli italiani. I governanti fanno le leggi, danno l'esempio, sperperano, fanno (hanno fatto) finta che l'evasione fiscale sia un piccolo problema non perseguendola. I governanti hanno speso soldi sopra le nostre possibilità. Chi ha creato il debito pubblico, mio padre e mio nonno? Bartle sei tu che ragioni sempre per fuochi d'artificio per far si che ti vedano anche da chilometri di lontananza.
iside: vuol dire vieni in fabbrica : metalmeccanica bonvini brescia italia un bel contratto automotive poi discutiamo. ancora battaglie di retroguardia per salvare il salvabile? no io non ci sto più, dai famigerati accordi del 1993 il salario non si è mai adeguato al caro vita che dobbiamo dare ancora? certo ci possono chiedere di lavorare AGGRATIS tu sei disponibile? io no.
iside: la fiat a Pomigliano è davanti ai tuoi occhi chiedi a marchionne dove sono gli investimenti, perché chiude termini imerese e la Iribus, chiedigli perché chiude 5 fabbriche in europa per concentrare la produzione di autocarri pesanti a madrid ( be li gli regalano una caterva di soldi, farà una bella cattedrale nel deserto) e, dato che ci sei, chiede a marchionne com'è che in Germania alla OPEL gli han detto :" no, grazie il suo progetto non ci interessa." poi spegni il TG4 e chiediti com'è che la Volkswagen è in attivo? com'è che alla Volkswagen ( e in tutte le realtà tedesche) gli operai prendono stipendi più alti almeno del 50% rispetto agli italiani? e non tirare fuori la storia che in italia paghiamo più tasse che non regge. questi vogliono competere coi cinesi, stipendi cinesi/ritmi cinesi. non possiamo vincere contro i cinesi, credimi.
iside: vogliono darmi stipendio cinese? io non ho problemi però voglio che tutto sia equiparato al mio stipendio ( fra l'altro medio/alto)
geenoo: Eddai Iside, eddai. Gli operai mandano avanti l'Italia. Gli operai fanno il lavoro più sfruttato e sfruttante, sono d'accordo. Diciamo pure che lo stipendio è basso. Ma perchè ragioni ancora come se fosse il 1982? O il 1973? O il 1996? Non si può ragionare oggi come fai tu, sembri un lupo che ulula alla Luna. Perfetto: non vuoi fare come i cinesi ed il lavoro andrà ai cinesi (paragone grezzissimo e fuori luogo ma con un fondo di verità). Marchionne è straovvio che non gliene frega un cazzo degli operai (o poco, o forse tanto ma prima gli interessa il fatturato) e deve far "fruttare" la ditta. Vogliamo la Fiat come lo Stato? Sono finiti i tempi Iside. Soldi statali non ce ne sono più, c'è la famigerata globalizzazione, UE senza frontiere ecc. ecc. ecc.
geenoo: "com'è che la Volkswagen è in attivo?": Perchè fa auto nettamente migliori della Fiat (allo stesso prezzo).
P.s. Che cos'è sta cazzata che io mi informerei al TG4 o Studio Aperto? Che se uno ha un'idea diversa scatta l'aggressione e la denigrazione? Me lo aspetto da uno privo di argomenti come Bartle, ma da te?
iside: gino ascolta il TG4 poi confronta con i tuoi commenti. non siamo nel '73? certo che no fifatti una volta la società ci sosteneva nelle lotte, ora ci prende a calci in culo. Marchionne bada solo agli interessi dei fondi pensione amerikani.
uh!: I tuoi cari governanti " criticati " sono gli stessi che hanno permesso a fannulloni cronici di vivere alle spalle dello stato senza il minimo rischio , la piccola azienza per vivere ha bisogno IN PRIMIS di gente volenterosa e preparata altrimenti out : chiude baracca e burattini . Lo stato in questo momento ha un cartello con scritto " chiuso per ferie" . speriamo che riapra a settembre . iside devi offrire qualalita' per avere stipendio tedesco la opel e' una macchina seria la fiat in questo momento ofre rottami che non vuole nessuno , agli operai gli danno 4 soldi come ai cinesi . concorrenza e' qualita' e produzione , il tedesco offre qualita' il cinese produce a basso costo . noi stiamo in mezzo come dei bambascioni
uh!: Vogliamo lavorare come i tedeschi e offrire la qualita dei cinesi oggi e' improponibile , risparmiamo sui mantenuti perenni e investiamo in qualita' !
uh!: Vogliamo lavorare come i tedeschi e offrire la qualita dei cinesi oggi e' improponibile , risparmiamo sui mantenuti perenni e investiamoli in qualita' !
Bartleboom: Geenoo, confermi la tua indole intimamente assistenzialista. Dare la colpa ai governanti è roba nemmeno da Studio Aperto, ma da Mi Manda Raitre. E poi dici a me che uso i fuochi d'artificio. Mancava solo che invocavi il taglio delle auto blu e poi il quadro da pizzeria era confezionato. Spero davvero tu stia trolleggiando (unica cosa che ti riesce davvero bene). Se non hai ancora capito che alla base del default economico c'è soprattutto un default socio culturale che parte anche dal basso e che ormai è parte integrante del nostro essere, non ho tempo, nè voglia di continuare a darti da mangiare. Continua pure a pensare che sia tutta colpa di Berlusconi, Craxi e compagnia briscola, se ti fa sentire meglio.
iside: @@@UH!@@@ son gli imprenditori italiani che corrono dietro ai cinesi, io son 30 anni (quasi) che indico la germania.
nes: sulle tasse: ma come cazzo è che chi le tasse le paga non si lamenta??? come cazzo è che la tassa sull'unica casa di proprietà (il famigerato imu, l'orco, il babau) l'ho pagata 90 ( novanta non novecento) euro??? chi cazzo è che si lamenta di pagare 90 ero? magari se hai 9 case la tassa sulla nona sarà di 200.000 euro, lo ignoro, c'è anche da dire che se uno vuole di più deve pure potersi permettere di più no? insomma, com'è che delle persone che conosco le uniche a dire che si pagan troppe tasse sono anche le uniche che chiudono il discorso con "tanto c'ho il commercialista ok e scaricco tutto"??? pagate santodio. state zitti e pagate, MERDE. "Monti ci ha preso gusto. in pochi mesi si è reso conto che la vita del politico è ancora meglio della vita del rettore" ma se è l'uncio idiota che se ne sta lì gratis (almeno, così disse dopo un paio di settimane di mandato :"rinuncio al mio stipendio da premier e da ministro")...
geenoo: Si Nes ci sono molte cose che non tornano: c'è chi si lamenta del malcostume italico e poi si lamenta di Monti che impone il pagamento di tasse. Bah, valli a capire.
nes: e poi diciamo le cose come stanno: la fiat a pomigliano chiude perchè mancano i soldi. Quei soldi che son stati destinati alla campagna acquisti della juve. perchè sena fiat l'italia sopravvive, ma senza champions league siamo tutti nella merda.
nes: ""com'è che la Volkswagen è in attivo?": Perchè fa auto nettamente migliori della Fiat" geenoo dopo 3 anni sei riuscito a farmi essere d'accordo con te una volta, magari è un po'pochino, però ci sei riuscito.
nes: "Vogliamo lavorare come i tedeschi e offrire la qualita dei cinesi" ma anche questa cosa dei cinesi che producono roba di bassa qualità, ma se dagli ani 80 in poi TUTTO o quasi è sempre stato made in china, che è se i cinesi lavorano per l'azienda italiana sono bravi e se lavorano in proprio diventano di botto degli idioti?
nes: ricorderei tra l'altro che siamo il pase in cui quando fanno pagare le tasse la gente risponde con le bombe a equitalia. perchè i soldi per pagare le tasse non ce li hai, perchè sei povero e sottopagato. però il tempo di costruir bombe lo trovi. potresti cercarti un nuovo lavoro, cercare una sistemazione all'estero, un secondo lavoro part time (perchè magari il primo lavoro sotopagato di cui ti lamenti alla fin fine così male non era)... ma no, è meglio organizzare un attentato. Siamo liquame sul fondo dell'ocidente.
elv: La colpa è dei governanti? Sì, ma non crediamo che Berlusca, Angelona e Sarkò siano i capi supremi del mondo. Fondamentalmente sono degli asserviti camerieri dei poteri forti (niente cagate complottistiche: è sufficiente nominare UE e BCE per ridurre Silviuccio nostro ad una formichina).
proggen_ait94: D'accordo con elv, ma anche i direttori delle banche italiane sono qualche gradino sopra il berlu.
uh!: dagli anni 80 gli orologi al
uh!: quarzo a 5000 mila lire cad
uh!: certo poi leggi Nike made in china
ilTrattoreRagno: geeno caro chi ha votato i governanti come Berlusconi, Craxi, Andreotti, Cossiga ecc.ecc.ecc.ecc.? "tuo padre, tuo nonno". non si autoeleggono, anche se ci sarebbe da pensarlo. Ricoprono cariche importanti perchè qualcuno li elegge per poi adagiarsi all'ombra delle loro zucche pesanti.
uh!: " la colpa e dei governati si " i governanti molte volte fanno il volere dei cittadini che li hanno votati ...
elv: I governanti, se non sono uomini messi lì dal sistema finanziario mondiale (Monti), nella quasi totalità dei casi in questo sistema ci sguazzano. Da Berlusca a Vendola passando per Bersani e Alemanno.
uh!: ti fanno 1500000 scarpe in un giorno , tu ce la faresti nes ?
uh!: E' normale , se spendi piu' di quello che incassi devi rientrare , se spendi il triplo di quello che incassi rischi il collasso
uh!: non ci sguazza nessuno
The Decline
The Decline Divèrs
Tutto bello (il pensiero di Bartleboom è da scolpire a mano su una stele in Campidoglio). Resta comunque il fatto che nei '70 una dozzina di aggiornamenti di stato al giorno su Facebook non potevi farli mica, cristo santo...
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Mi dispiace Zaireka, ma non sono così ottimista. Lo sfacelo comincia molto prima, proprio durante gli anni della nostra infanzia ed adolescenza, a dispetto dei ricordi, permeati di una malinconia lieve di cui non ti (ci) libereremo mai. Penso che lo spirito della prima metà dei 70's sia stato malinterpretato dagli italiani. Quella che poteva essere una formidabile occasione di rinnovamento è stata declinata in termini di individualismo miope e qualunquismo suicida. Il rifiuto del lavoro si è trasformato in rifiuto dei lavoratori, la giustizia sociale (giustizia sociale, non la chiamate equità, che c'è un bel cazzo di differenza) è diventata il diritto al consumo. - segue

BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Gli italiani alla fine degli anni 70 fecero esattamente lo stesso errore che avevano fatto le organizzazioni lottarmatiste qualche anno prima (a dimostrazione che non erano marziani sanguinari venuti dal nulla ma frutto di questa terra): ovvero scambiarono quello che era un crepuscolo per un alba. Stesse premesse, analisi e metodi diversi. Il resto è storia d'oggi.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: Si vabbè Vortex anche la tua analisi è abbastanza amarcord. io credo che l'analisi sia molto più semoplice: considerare il nostro debito pubblico ed in quali momenti è aumentato. Così possiamo individuare agevolmente chi possiamo e dovremmo prendere a calci nel culo senza rivangare vecchi ricordi. Chi dobbiamo ringraziare per il debito pubblico italiano? | Il Malpaese
vortex: D'accordo, del resto vivo arroccato in una torre d'avorio. Ma la tua mi sembra una ricetta piuttosto semplicistica. Anche individuando i responsabili bisognerebbe capire quali erano le condizioni contingenti (lasciti del passato, situazioni di crisi varie, evoluzione sociale e demografica ecc), e poi, quando abbiamo acchiappato il mariolo, cosa abbiamo risolto. No, io continuo a chiedermi come mai ad un certo punto mia madre ha smesso di chiedere in prestito alla vicina il sale, le uova o la farina.
Cunnuemammadua: «contemporaneamente, raccoglievano sempre maggiori adesioni nuovi valori collettivi, veicolati dai grandi media, imperniati sui miti della competizione sociale e del benessere, sull'esasperato individualismo e sull'efficientismo produttivo, in netta antitesi ai valori solidaristici, egualitari e anticonsumistici che avevano prevalso sul decennio precedente» anche qui non si arriva al punto
uh!: il punto e' zappa e buona volonta ' non esistono altri punti
Cunnuemammadua: domani devono zappare i polloni (detto anche ozzastru) se vuoi darmi una mano fammi uno squillo
uh!: Zappa zappa che ne ha di strada per arrivare al traguardo
dosankos
dosankos Divèrs
Che volete che cambi? E questo non è qualunquismo, è esserci ogni giorno a spaccarsi le ossa per un pugno di euro e vedere un paese che va a rotoli. Non appena il più minuscolo dei sindacalisti tenta di anteporsi ad una nuova riforma del lavoro atta ad infilare l'ombrello nell'orifizio, ecco che lo spreed sale di 7000 punti. Non appena si vanno a sfiorare le banche ecco che sale di altri 9000. La mafia è parte integrante del sistema, ormai più al nord che al sud. Famiglie che COMANDANO interi quartieri in piccole e grandi cittadine lombarde. Tonnellate di cocaina che invadono ogni spazio vitale. Un cancro senza termine. Mavaffanculo; che cambio e cambio!
BËL (00)
BRÜ (00)

jorgemiliano
come diceva un editoriale di qualche tempo fa ''non si sa più dove stiamo andando'',non c'è più uno scopo un obbiettivo per andare a lavorare al mattino,in Cina producono quello che produciamo noi facendolo pagare un decimo e chi ha i soldi va là a comprare perchè a lui conviene e poi è il libero commercio...
Il famoso progresso che doveva migliorare le condizioni di vita di TUTTI mi sa che se lo sono dimenticati in tanti
BËL (00)
BRÜ (00)

fusillo
Aggiungerei solo una "nota di colore": qualcuno ha pensato di denunciare il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio dei Ministri, i Ministri, i Membri del parlamento ecc... Denuncia in Procura Del 2 Aprile 2012 .
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco
Percepisco questa nostalgia in modo un poco differente avendo vissuto questi ultimi dieci anni all´estero e forse la sento di piú per un periodo che non ho vissuto, quello prima del boom dei sessanta, quello delle mie radice contadine, quello che traspare con impeto leggendo La Meglio Gioventú di Pier Paolo. Mi piace poi riflettere piú in generale sulla natura degli stati nazione e sulle democrazie, tutti ingranaggi di un sistema piú grande, questi discorsi sulle cose italiane li trovo orami superati, ormai tutti lo sappiamo che siamo fatti cosí e sinceramente preferisco essere un italiano cazzone che un perfetto tedesco di Germania.
BËL (00)
BRÜ (00)

senzastile
Io non capisco di che lamentarsi. avete voluto la globalizzazione? pedaliamo. c'è chi pensava di sottomettere l'oriente e zingarolandia all'infinito, ora hanno ragione ad essersi rotti i coglioni. e mi pare pure giusto. grazie all'internette vedono noi come ce la passiamo senza "relativamente" fare un cazzo rispetto a loro, che da parte loro hanno la rabbia per spiccare il volo, che a noi manca e c'era solo nel dopoguerra, forse. Volete l'ifonz, la nike al piedino e la cocacola? pedalare
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: Comincia a pedalare tu verso una qualsiasi scuola.
senzastile: che problema hai?
senzastile: vorresti dire che siamo salvabili? la mia sintassi non ti piace? te lo devo dire in un altro modo? siamo salvabili se avessimo materie prime(che non abbiamo) lavorare 12 ore al giorno(che non vogliamo fare), comprare i prodotti di casa nostra (sacrilegio!) ricevere e attuare politiche per accrescere un po' di capitale sociale- che al sud manca e non sto qui a spiegarti cos'è. questo sarebbe il salvabile. abbattere le abitudini, ma siamo abituati male
iside: io non volevo la globalizzazione. posso lamentarmi?
senzastile: si, a me fa rabbia chi considerava pazzi i no global che praticamente e giustamente si sono rassegnati a una lotta seria da un decennio. E' anche vero che tute bianche e company hanno cominciato a muoversi dalla metà degli anni '90 quando ormai la frittata irreversibile era già fatta da una quindicina d'anni. E' nell'animo umano mobilitarsi solo quando ci scappano i morti e mai per prevenire, vedi l'inchino al giglio, prassi consolidata quotidianamente in zone ben più pericolose quali la costiera amalfitana, praticamente fuori casa mia
iside: ricordi cosa facero a chi osò obbiettare?
senzastile: dimmi te
iside: scatenarono tutti contro i no global e non solo durante i fatti di genova. ora i cinesi ce l'ho mettono in quel posto e come diceva mio nonno "un po' per uno in braccio alla mamma" che traduco con " abbiamo dominato questo mondo per 2000 anni, mo' basta.
senzastile: hai colto il punto. ora o ci adeguiamo alle LORO dinamiche, o ci blocchiamo in un improbabile protezionismo fortissimo alzando le tasse sui prodotti esteri e bloccando l'immigrazione a "mitragliate" è uno scenario lugubre ma se si vuole continuare a fare la bella vita (che io sinceramente non rincorro e non me ne frega proprio) deve uscire qualcuno con le palle di presentare un programma politico del genere.
iside: "deve uscire qualcuno con le palle di presentare un programma politico del genere." non voglio più piani politici voglio che ste cazzo di guerra strisciante diventi palese. che spianino tutto come nel '43 poi i sopravissuti ricostruiranno un mondo nuovo. o affidino tutto all'enciclopedia delfica.
proggen_ait94: Il protezionismo non può sussistere senza materie prime, menchemeno il regime di vita alto.
senzastile: naturalmente il dazio non toccherebbe materie prime proggen(petrolio carbone ferro) ma prodotti finiti dal tessile alla tecnologia alle auto dove siamo all'aceto, e fra poco pure dal ParmiCHINA reggiano
federock
io penso sia meglio non pensare. Logora e basta. Sei un cittadino consapevole? Sì, ma solo più inkazzato e incapace di goderti il tuo tempo libero. Ho passato anni a leggere giornali e seguire dibattiti in tv, ma non credo che ciò mi abbia fatto bene. Non è che sentire Gasparri parlare produca effetti positivi sulla tua persona... Meglio fare il proprio lavoro, poi uscire, vedere amici, stare con la propria donna, ascoltare buona musica, leggere ecc ecc. E andare in bicicletta toccando la macchina il meno possibile. E non comprare dai cinesi per principio. E non tornare dal panettiere che ti vende una focaccia farcita a peso facendotela pagare 3,50 euro un pezzo! Insomma muoversi consapevolmente cercando di cambiare le cose dal basso e votare chi t'ispira di più. Altrimenti candidarsi e cercare di cambiare le cose dall'alto.
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94: Amo quando parla gasparri. Guardo il tg solo per quello.
federock
io sinceramente non vedo l'ora che l'Italia fallisca. Ce lo meritiamo, d'accordo con Bartle. Stiamo dando da anni il peggio di noi stessi, il Paese è sempre più brutto, dall'aspetto esteriore (le nostre infinite bellezze artistiche sono mal tenute e mal "circondate", cioè si perdono in un mare di palazzi senza senso), a quello interiore (siamo più brutti dentro, figli dell'edonismo anni '80 che ha prodotto un premier come B e le sue tv ignoranti) e non c'è più un valore in cui la Nazione creda davvero impostando il proprio navigatore in quella direzione. Non ho visto un esempio uno di politica lungimirante da quando la seguo, una strategia che possa definirsi tale. Solo 1000 interessi di 1000 categorie contrapposti senza una classe dirigente con una visione del futuro ben presente nel dirimere quei contrasti, senza accontentarsi ci metterci solo una pezza.
BËL (00)
BRÜ (00)

federock
ecco lo sapevo, ci sono cascato, ho pensato e mi logoro, e m'inkazzo. Lo sapevo. E domani mattina lavoro, ed è tardi... devo asslutamente distrarmi, ma con qualcosa di assolutamente fresco, niente polpettoni prog e intellettualismi, no. Questo mi ci vuole:

BËL (00)
BRÜ (00)

federock

BËL (00)
BRÜ (00)

urlicht: ;-)
giola
i problemi dell'Italia stanno sempre all'origine comunque...è proprio tutto sbagliato alla radice....esempio più lampante: scuola di merda = laureati che non sanno nemmeno prendere un treno nel binario giusto, che non conoscono la storia, la geografia, le basi per saper un minimo campare su questa terra, che pretendono posti di lavoro per i quali in un paese normale li prenderebbero a calci nel culo solo per avere osato provarci...tutta gente rincoglionita da reality show, android, minkioid, ignoranti e viziati....ovviamente, non me ne vogliano i laureandi e laureati giovani, non intendo fare di ogni erba un fascio, ma la maggior parte, secondo la mia esperienza personale, è così e sono tutti seguaci della religione" guadagnare il massimo facendo il minimo". Se questo è davvero il futuro dell'Italia, siamo fritti!!
BËL (00)
BRÜ (00)

urlicht
Non e' un paese normale quel paese dove c'e' il papa e la mafia, dove ci sono berlusca, vespa, gigi d'alessio e di pietro. Non e' un paese normale quel paese dove c'e' il nord nord ed il sud sud. Non e' un paese normale quello dove, a tutti i livelli domina l'arroganza dell'ignoranza. Ma so anche che dobbiamo coltivare il nostro giardino (cit)
BËL (00)
BRÜ (00)

urlicht
Il grazioso terremoto, con l'amabile suo moto, va squassando la citta'. Ed il fulmine giulivo, non lasciando uomo vivo, va scorrendo qua e la'. (cit)
BËL (00)
BRÜ (00)

odradek
Però, questioni serie. Passo solo per un saluto, troppo vecchio e pessimista (meglio, "ottimista del tipo russo"-vedi vecchio editoriale) per intervenire... ciao
BËL (00)
BRÜ (00)

JURIX
JURIX Divèrs
Bè, sono anche contento (senza ironia) nel leggere i pensieri di molti di voi, il mio punto di vista è leggermente diverso. Siamo un paese morto. Che non ha imparati niente dal proprio passato, ed ormai è fuori-tempo-massimo per farlo; ogni tanto ci buttano lì qualcosa che, pubblicizzato a dovere, ci intimorisca (Sars, Millennium bug, terrorismo, spread) così ci cancellano individualmente e si invoca la "coesione sociale". "E ma ad un certo punto la gente reagirà..." "sì perchè la gente è stufa, mica è stupida..." no, no: la gente è proprio stupida per antonomasia; si informa tramite "Striscia la NotiZia", si indigna con "le Iene", sceglie un partito politico e fa sua tutte le idee che piovono dal quella parte, riempie le chiese la domenica mattina perchè ci vanno tutti. Ma è proprio socio-culturalmente che 'sto paese è andato a puttane, e far finta di voler recuperare 30-40 anni di devastaZione culturale tagliando i bidelli o mettendo la tassa sulle biciclette fa abbstanZa ridere.
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94: 1984 insomma?
senzastile: Come non quotarti sul pendere dalle labbra dei partiti. Sul moVimento (che io appoggio in parte) basta che ti vai a leggere il blog, sembrano tutti tante capre a pendere dalle labbra di Grillo - che sicuramente ha le palle e non è uno stupido- e a trovare a tutti i costi punti di convergenza con le sue teorie senza avere posizione critica. Non sò quanto è positiva sta cosa della nuova italia...visto che è ormai quasi assodato che saliranno al governo
Bartleboom: Sottoscrivo tutto. Nel caso, sono pronto anche ad imbrattare qualche muro.
uh!: Vedi jurix e' la metalita' tua tipica da italiano che ha ridotto il paese in questo stato : cosa ci fanno e quanto ci costano 3 bidelli per ogni aula in tutta italia ? lo prendi gli insegni a portare un muletto lo assumi con un contratto regolare paghera' le tasse e in piccola parte rientrea' nel motore dell'italia , senza doverci prendere l'emigrato in nero sottopagato che non paga le tasse . In germanaia ste cose non succedono qui si . le case si costruisco dalle fontamente , e' il tuo post che fa ridere
uh!: invece di prenderne 3 che non fanno un cazzo prendiamone uno che lavora . no eh .
uh!: Ne avevano talmente tanti fra le palle che non sapevano piu' dove trasferirli , perche' licenziarli non puoi' eh , uno lo sa' e quindi ne approfitta .
uh!: E un tetto per tuttti alle spese , al sud le siringhe costano 4 volte in piu' che al nord , sono di platino . basta cazzo
nes: Io a jurix voglio tanto bene.
uh!
uh!
" la non ci vado e' troppo lontano alla mattina cio da fare ma come ve lo devo dire "?
BËL (00)
BRÜ (00)

uh!: andava sopra
uh!
uh!
Non ci sguazza nessuno
BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore
Finalmente SUPERMARIO sta rieducando l'italiano medio a riallinearsi agli stati europei "evoluti", il problema è però quando rieducherà politici ed evasori/medici/avvocati/architetti/ manager... spero un giorno SUPERAMARIO ci riesca, purtroppo l'ItaGlia è un paese talmente "incriccato" che a toccare questa gente rischia davvero di capitolare un paese vissuto, distrutto, impoverito da criminalità e divisioni di ognio sorta. Ma forse l'ItaGlia è fatta così e la si può solo amare con tutta la sua merda e con tutta la sua bellezza. Forse è una puttana dalla bellezza...STOP ho trovato l'ITAGLIA è BELEN!!! l'ITAGLIA è BELEN!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore
l'ITAGLIA è BELEN!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore

BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore
all'itaGliano toglili lei e questo e ti fà la rivoluzione altro che SUPERMARIOMONTI. Saluti
BËL (00)
BRÜ (00)

Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Mi organizzo una ventina di minuti al giorno per leggere le ultime novità all'editoriale: a dispetto di quello che si scrive in modo diverso SIAMO TUTTI D'ACCORDO, fatevene una ragione:) QUEST'Italia ha radici lontane, assodato; c'è chi lavora e chi no, assodato; ci sono i corrotti e gli onesti (e sono tanti), assodato; la gente è stupida, come dice Jurix... vabbé, ma allora cosa dovremmo fare, stare a guardare? Perché l'unica cosa che non capito, è cosa vogliamo o dobbiamo fare: che idee ci passa il convento? sempre quelle di scagliarci gli uni contro gli altri, nord-sud, ricchi-poveri, bianchi-neri, ladri-onesti...???
BËL (00)
BRÜ (00)

iside: io lo so cosa bisogna fare. e son quasi 50 anni che lo faccio tutti i giorni.
Geo@Geo: condivido pienamente sulla risposta, ma Isi togliti alemno gli anni dell'asilo;))
iside: io non ho fatto l'asilo. comunque il mio dovere da bambino era comportarmi da bambino...
zaireeka
Geo, quanto e' intrigante la tua saggezza. Parole sante.
BËL (00)
BRÜ (00)

mariuccia
da un'editoriale toccante e quasi romantico, caspita, guarda cosa è venuto fuori!! D'accordo con geo: sempre scagliarci gli uni contro gli altri? Mo' basta!! L'Italia è quello che è, aspettiamoci di non perdere la speranza in un miglioramento. in un cambiamento, e in una moderazione di pensiero collettiva.. Una mia figlia è stata licenziata per esubero: ci disperiamo? Si' un pò, è divorziata e ha 40 anni. Ci spacchiamo la testa nel muro bestemmiando? Quando Geo visita un paziente con il cuore malandato, non spera COMUNQUE in meglio? Chiedeteglielo. Giusto, c'è chi lavora e chi no, e poca meritocrazia, e tante raccomandazioni, e tanto guazzabuglio in tutti i campi
BËL (00)
BRÜ (00)

Score-Angel: Cara Mariuccia, mi piace come è impostato il tuo pensiero, comprendo e condivido molto di quel che dici, però, visto che ami la letteratura, ti prego di evitare i po' con l'accento, gli apostrofi quando "un" è maschile e anche quei tristissimi "ns" in stile sms. Un abbraccio.
mariuccia: Score-angel hai ragione, :un editoriale. Ma il pò scappa per disattenzione. E cavolo i ns e i vs sono ricettacolo di un lavoro eseguito a macchina. Ti chiedo umilmente scusa, non si ripeterà MAI PIU'.
mariuccia
io vivo da molti anni, credo molti più di voi tutti, e di cambiamenti ne ho visti, accidenti se ne ho visti, ho visto nascere politici nuovi e validi, dopo i quali è stato il nulla o quasi, ho visto l'Italia andare a puttane più di una volta e più di una volta rinascere, e siamo sempre stati noi tutti, insieme che l'emo fatta rinasce.. E allora forza, andiamo avanti stringendo i denti e facendo sempre e comunque il ns dovere, ma anche a parole, evitando di denigrare a destra e a manca senza costrutto alcuno. L'unico pericolo (non l'avete sentito??) è che il berlusca si ricandida, e allora sì, forse sarebbero ca....voli amarissimi. E tornando alle origini. bello l'editoriale, mi piace, un pò di tenerezza in questo mare di commenti tristissimi..
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri: stringere i denti... Mariuccia ti ricordi quel periodo che al posto del resto al bar o ai caselli ti davano le caramelle? Pensa a proporla oggi una cosa simile...
piendepei: e perche' i gettoni telefonici
geenoo: Sono d'accordo con Mariuccia più di qualsiasi altro commento acido/depressivo/autodistruttivo contenuto qua dentro.
uh!: Mancavao i commenti populisti della Mariuccia " massi ' non e' successo niente " diamo la colpa al berlusca e continuiamo cosi' . questa e' l'italia che ci ha portato al collasso
mariuccia
e per finire ho adorato e adoro Dalla.E tutte le cose magnifiche che l'Italia ci ha dato e che in parte ancora ci da, Zaireka, te lo assicuro le ritroverai sempre. Fidati
BËL (00)
BRÜ (00)

uh!: E la sviolinata finale ....
Score-Angel
I tempi cambiano e la storia non insegna nulla. Ogni mattina ci svegliamo vergini e ogni mattina speriamo che sia una bella giornata. Non arriviamo a pensare che la bella giornata potremmo anche crearcela noi. Alla sera ci arriva la notizia che l'uomo che ha rovinato l'Italia tornerà per dare il colpo di grazia e al mattino non ci pensiamo già più, forse ci rimane solo la speranza che gli altri (non noi, perchè noi siamo bravi e abbiamo capito perfettamente come vanno le cose) finalmente ravveduti, non ripetano gli errori del passato. Siamo convinti che un tempo si stava meglio e ci adagiamo su quel ricordo per non fare il benché minimo passo avanti, non siamo più propositivi, non abbiamo più lo sguardo avanti. Però c'è da fare uno sforzo, essere ottimisti e sperare sulla nostra forza. Ecco, visto, fare un po' di retorica è semplicissimo.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: Scrivere cazzate, anche. Il vero percioo è quello prospettato da mariuccia e da te: torna Silvio. Si dirà: chi cazzo vuoi che lo vota uno che ha distrutto l'Italia? Lo voteranno più o meno le stesse persone che lo hanno votato le altre volte. I nostalgici dell'uomo forte, gli ignoranti, i poveri stronzi privi di cultura, le casalinghe di Voghera (con tutto il rispetto) e forse la Mafia. Non arriverà ai numeri dell'ultima elezione ma comunque, vedrete, potrà fare l'ago della bilancia. Questo è un pericolo reale perché deprimerà ancora una volta l'Italia.
Bartleboom: Ma non era mica tutta colpa dei governanti? Adesso viene fuori che è colpa del popolo bue che li vota?
jorgemiliano: e poi nel finale con la mano sul cuore intoniamo tutti l'inno d'Italia
uh!: Ringrazia il berlusca gennoo che ha sempre fatto finta di nulla , anzi , ha incentivato i salari e protetto i dipendenti pubblici . paragona lo stipendio di un postino che lavora 6 ore e mezza con un metalmeccanico che ne lavora 8 negli ultimi 15 anni , e se stai sotto i 15 dipendenti rischiavi il licenziamento . vabbe' ma mi metto a parlare con te che sei abituato al caviale che parli solo per trovare il politico che ti possa salvare le chiappe . cerca cerca .... La festa e' finita
uh!: Spera solo che Monti rimanga 5 anni , te lo anticipo
uh!: Se si presentano quelli degli ultimi 20 anni c'e l'attacco al Fort Apache
uh!
uh!
Diciamolo una volta per tutte : dare la colpa al " fantoccio " di turno ha sempre fatto comodo per non cambiare un kazzo
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
propongo di togliere l'editoriale e metterci

BËL (00)
BRÜ (00)

uh!: E chi proporresti ? , ma te lo vedi Vendola che chiede alla Merkel lo scudo antispread , maddai hahaahahaa ahhahahah
uh!: pero' e arrivato qui con proclami " abbiamo "conquistato" questa citta' " come se la citta' fosse sua
zaireeka: Grandissima canzone, ma tristissima invero.
iside: ma tu caro @@uh!@@@ ci fai o ci sei?
uh!: E' arrivato l'altro genio ci sei o ci fai che cosa ? cosa devi dire
iside: non girare la frittatata, io ci faccio è palese, ma tu?
uh!: Non la giro , veramente , secondo me oggi l'unica persona credibile per l'italia e' Monti con qualsiasi altro politico sarabbe molto peggio , magari mi sbaglio . L'italia e' ricca i dindi non mancano , con 300 /400 miliardi sull'unghia si risolve il problema , torniamo con un debito nella media europea e ci salviamo . Poi costruiamo un italia che non viaggi a due velocita' e siamo apposto .Solo che la prima e' fattibile la seconda e' fantascienza
uh!: Poi ovvimente persone preparate , e non raccomandate , che sappiano fare con professionalita' il loro lavoro lontano da corruzione
iside: tu vivi nel fantastico mondo di Amelie. poteri molto più grandi di noi vogliono che l'italia sia come è.
uh!: iside scendi dalla pianta ideologica e tocca con mano la realta' che ci siamo creati
zaireeka
Prima che l'editoriale venga rimosso come suggerito da Iside, vorrei aggiungere una cosa. La cosa micidiale è che a parole ci fanno tanto ribrezzo i razzisti, i qualunquisti, diciamo che è stupido generalizzare, che basta un singolo gesto, un singolo episodio per rivalutare la peggiore delle persone o il peggiore dei popoli. E questo lo troviamo tanto romantico e chic. Ma quando si tratta di auto-schifarci lo facciamo senza tanti distinguo e con grande passione. Dimenticandoci dei buoni principi e nostri eroi e dei (casualmente?) nostri grandi connazionali (che non devono essere necessariamente famosi) che non merito assolutamente di essere schifati, tutt'altro. Che tristezza ...
BËL (00)
BRÜ (00)

mariuccia: purtroppo si è costretti non tanto ad autoschifarci ma a prendere atto dello schifo propostoci da tanti, troppi che sicuramente non meritano di essere citati come attuali nostri eroi e che distruggono puntualmente ogni tentativo di creare altri..buoni principi
uh!: Dallo schifo che avete propinato per anni con la tua generazione Mariuccia che andava in pensione con 15 anni di contributi versati a malapena , adesso Li tiri fuori te i 300 miliardi per metterci apposto ? " i buoni principi " ma va almeno a cagare se ti riesce
mariuccia
ma abbi fede zaireka, prima o poi arriverà il buon ULK!!
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
No Mariuccia, e' già fra noi, anzi sono già fra noi Viterbo, aggressione CasaPound contro il direttore del Futurista - Repubblica.it Tenetevi forte!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

uh!
uh!
E zaireka ci fa anche l'editoriale ZAiREKA vai a zappare che sono 150 di ritardo , te le do io le poste del parente del cugino per ritirare il regalo
BËL (00)
BRÜ (00)

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: