Sul tempo. Ovvero: i miei penultimi cinquantanni.

Mi capita spesso, in questi ultimi anni, di mettermi in testa di fare un esercizio che potrei definire di immaginazione retro-futurista.

Consiste in questo. Chiudere gli occhi e pensare intensamento al mio presente come immaginato dal ragazzo che sono stato, nell'atto di pensare ad uno dei suoi possibili tanti futuri.

Sono convinto che, se mi concentro abbastanza, dopo un po' potrei avere seri dubbi se mi trovo nel 1981 ed immaginare il 2014 o viceversa. Potrei forse recuperare a quel punto del tutto i ricordi e le sensazioni di un istante vissuto di uno di quei giorni lontani. Praticamente potrei tornare ad avere sedici anni, anche se per un tempo molto limitato. Il presente del resto, come affermano famosi scienziati, non e' altro che il passato che riusciamo a ricordare (o immaginare?) con piu' facilita'.

Fra qualche mese compiro' cinquantanni.

A pensarci gli ultimi venticinque anni della mia vita mi sembra siano davvero vola ti.

La percezione soggettiva del tempo trascorso, ne sono sempre piu' convinto, e' soggetta nella nostra mente ad una forma di compressione simile a quella che si fa sui file. Blocchi di vita piu' o meno sempre uguali vengono trascritti solo una volta con un numerino affianco a dire quante volte e' successo, cosi' da occupare meno spazio. E cosi' il tempo trascorso sembra molto meno di quello effettivo, sembra davvero volato.

E' dai sei ai diciotto anni che il tempo sembra davvero incomprimibile, almeno algoritmicamente parlando, almeno quando ci troviamo da quelle parti.

Intanto, senza neanche tanto accorgermene, sono diventato mio padre. E nel mio vecchio ruolo di campione della incontentabilita' ci ho messo mia figlia.

Ora mi limito ad apprezzare le cose che ho, a tentare di non essere troppo pesante in casa (raramente ci riesco) e sul lavoro, ed ogni tanto penso spesso (cit.) al futuro che ci aspetta, con un po' di angoscia possibilmente, vista l'aria che tira.

E qualche volta mi capita di misurare me stesso, noto insensibile, con la commozione che provo pensando a quelli che ho conosciuto e non conosciuto e che sono scesi dal treno, volontariamente o no, prima di arrivare alla fermata dei cinquantanni: artisti, amori, amici di infanzia, quel cantautore americano che in questi giorni non faccio altro che ascoltare su YouTube e riprodurre sulla mia chitarra, cani, tute da ginnastica, retine (quelle nell'occhio) ancora attaccate, cotte, sogni.

Un Aleph degno del racconto di Borges, che spero (quando saro' prossimo ai centanni, vabbe', ai novanta...), di essere cosi' stanco e svogliato da non riuscire a ricordarne la faccia.

Ed allora saro' di nuovo un bimbo appena nato, con gli occhi chiusi, e con un pannolone attaccato al sedere. E una badante ucraina di nome Maria (e' una fortuna che si chiamino tutte cosi', cosi' non c'e' modo di sbagliarsi se ne hai in casa piu' di una) a farmi da mamma.

Kurt Vonnegut nel suo "La colazione dei campioni", alla vigilia dei suoi cinquantanni, libera tutti i personaggi dei suoi romanzi. Io molto piu' modestamente mi sono limitato a liberare i miei pensieri.

Non dimenticatevi di me quando sarete lontani.

zaireeka , Il 10 ottobre 2014 — DeRango: 30,16

BËL (14)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

tia
tia Presidénte onoràrio
Tutto molto bello, e vero. Si legge bene nella pausa caffè in ufficio.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo        .
Bravo Zaireeka. E si, concordo per la mia esperienza, anche se sono lontano ancora dal tuo traguardo. Sintetizzerei: la vita va molto veloce cazzo (da utilizzare il tono di voce del capitano di fregata De Falco nei confronti di Schettino)! Subisce una incredibile accelerazione dopo i 25/30 anni. E questa accelerazione sembra aumentare col passare del tempo. A me capita di pensare che il tempo vada veloce in maniera inversamente proporzionale all'età: più cresci e più vai veloce verso l'abisso (oggi sono ottimista). E non è una cazzata, la parte mediana della nostra vita (25-65 anni) di solito è così influenzata da eventi (matrimoni, figli, lavoro, carriera, mutui, cazzi) che scorre via mentre noi stiamo a pensare ai cazzi-eventi.
Poi, come hai fatto tu, un giorno ci fermiamo e pensiamo: CAZZZO!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...
Bella pagina, che trovo veritiera anche perché siamo più o meno coscritti...io un filino più giuovane. Bravo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ociredef86
Ociredef86 Divèrs
Bello scritto. Io forse non posso capire completamente essendo molto più giovane...ma confermo che negli ultimi anni vedo il tempo volare. Solo dieci anni fa i trent'anni mi sembravano lontanissimi e oggi che ne compio 28 mi sembrano estremamente vicini.
BËL (00)
BRÜ (00)

aleradio
Non commetto lo scritto per non angosciare nessuno e me stesso in primis, ma ci metto il BËL e un punto esclamativo sulla foto, moltobbella.
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Che foto incredibile. Perfetta. Ma dove le trovi??
BËL (01)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
quasi 50, bene. vedrai fra un paio di anni comincerai a pensare: " cazzo son 52! forse sopravvivo ancora 25/30anni ma, in forma quanti ne avrò ancora? 10? 15? e qualcuno vorrebbe anche che li passassi lavorando!"...
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Questa volta me lo dico da solo: la foto a corredo dell'editoriale è bellissima! C'ho messo tantissimo a trovarla. Avevo bene in mente cosa volevo che rappresentasse, ma non riuscivo a trovare nulla di adatto. La soluzione me l'ha data il progetto "dear photograph": sul loro sito (cercato semplicemente con Google, che adesso non riesco a linkarlo) ce ne sono alcune di molto belle, ma questa la trovo veramente stupenda... e azzecatissima. Penso anche di avere violato qualche centinaia di norme sul diritto d'autore e sulla privacy, ma tutto sommato ne valeva la pena. Sull'editoriale: bellissimo perchè semplice e profondo. E sincero. Mandane a bomba.
BËL (05)
BRÜ (00)

zaireeka: Riguardo all'ed, sulla sincerita' penso di poter essere sicuramente daccordo con te. Effettivamente non mi sono vergognato di accennare a cose davvero personali, fra le pieghe dell'ed. E molto circostanziate... Comunque se non lo conoscete consiglio caldamente di leggere Vonnegut, e' un libretto bellissimo, anche se tristissimo... grazie per le belle parole.
Quei palloni colorati mi ricordano il concerto dei Flaming Lips a Villa Ada a Roma.. Che bei tempi, che bei ricordi., quando a me ed a mia figlia piaceva la stessa musica (e pure loro erano un'altra cosa). Cosi e'.
musicanidi
Il tempo è iniziato a sfuggirmi di mano quando sono diventato padre...l'ho visto impadronirsi dei miei figli! Sette anni sono volati in un attimo....
BËL (01)
BRÜ (00)

federock
tutto tristemente vero. Quando penso al mio tempo, al passato, ai ricordi, al fatto che quella determinata cosa è accaduta 1, 2, 5, 10 anni fa'....beh mi viene una sorta di vertigine al pensare a come il tempo sia volato, a come le cose sarebbero potute essere diverse se quella volta... se in quel periodo....se invece di... se solo avessi... se solo...
E devo dire che, avendo un'indole molto riflessiva e contemplativa, di questi pensieri - ahimè - ne faccio anche troppo spesso.
Sarebbe il caso di vivere senza pensare troppo al vissuto. E lo sto dicendo a me stesso, sia chiaro.
Bell'editoriale.
BËL (00)
BRÜ (00)

kloo
Ti capisco Zaireeka ed io ho solo 25 anni, per dire! Però, se io chiudo gli occhi, rivedo le immagini, gli edifici, l'erba di un tempo; quando li riapro, ancora assuefatto da quelle immagini fosche della mia vita precedente, tutto diventa triste e grigio. La cosa che mi tormenta maggiormente è che non c'è più la distinzione tra i neri e i bianchi, tra il bene e il male, così facile da immedesimarsi, ma è tutto grigio, tutto grigio cemento.
BËL (00)
BRÜ (00)

TSTW: "La cosa che mi tormenta maggiormente è che non c'è più la distinzione tra i neri e i bianchi" questa potevi anche risparmiartela
kloo: dipende come l'hai interpretata te, e se dietro ci hai visto qualcosa di inopportuno. Io parlavo in maniera esterna di bianchi e neri, come di forze opposte, non di colore dell'epidermide.
zaireeka
bartle' questoedsta corrompendolospiritodeigiuovani debaseriani. sipuo'fare qualcosa,tipolasciare sololafoto?
BËL (00)
BRÜ (00)

ZannaB
ZannaB Divèrs
Bello davvero. Mi inquieta sempre un casino guardare al passato e mi demoralizza guardare al futuro. La storia dei ricordi zippati è pura verità! Bravo!
BËL (00)
BRÜ (00)

TSTW
Pippe per quanto mi riguarda.
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo .: Highlander!
RIBALDO
Quando si è piccoli il tempo non vola a differenza di quanto accade nell'età adulta perchè da piccoli si vive intensamente ogni piccolo secondo, da adulti è il contrario. Sembra un paradosso (non lo è) ma più ci si annoia più il tempo vola. Proprio ieri parlavamo di uno che è morto e dicevamo ma dai sarà morto 3-4 anni fa, invece era morto da più di sei anni.
BËL (01)
BRÜ (00)

JURIX: Bello, veramente ZAIREEKA. Io butto là n'altra considerazione personale: sono arrivato a 36, praticamente ho fatto metà percorso (o poco meno dai). Il più è fatto, ma manca ancora tanto; cioè: la malinconia del'infanzia provoca nostalgia ripensando ad una volta, il grigiore del futuro non fa gustare il presente. Che si fa? Birretta?
JURIX
JURIX Divèrs
Bello, veramente ZAIREEKA. Io butto là n'altra considerazione personale: sono arrivato a 36, praticamente ho fatto metà percorso (o poco meno dai). Il più è fatto, ma manca ancora tanto; cioè: la malinconia del'infanzia provoca nostalgia ripensando ad una volta, il grigiore del futuro non fa gustare il presente. Che si fa? Birretta?
BËL (01)
BRÜ (00)

federock: ah un altro '78... per me Tennet's super.
ZannaB: Murphy, una pinta grazie!
JURIX: Cazzo! Avete sparato 2 delle birre più mmmmmaraviJose che esistano. MMMMitici!
kloo: io sto leggero e bevo Hoegaarden
JURIX: diobon... un po' troppo leggero...
ZannaB: Kloo a questo punto prendi una spuma...
dosankos: Per me Jurix una tisana al porroFEATcarciofo. Sto sotto antibiotici e fermenti lattici. Non son 50 ma neppure più 20. Sto nel mezzo del cammin (35) e la birra con i medicinali inizio a non reggerla più ;)
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Zair non puoi farmi questo... Jurix, arrivo per la birra consolatoria. Editoriale e foto da 30 e lode, e bravi ragazzi...
BËL (01)
BRÜ (00)

zaireeka: Grazie grazie a Geo ed a tutti, il vostro attestato di stima mi sta rendendo meno dure le giornate!! PS. Comunque non so si e' capito ma io e Bartle puntiamo a diventare la coppia Mogol-Battisti degli editoriali debaseriani :-))
ILM_igliore
nessuno può colpire duro quanto può colpire la vita... perciò andando avanti,non è importante come colpisci l'importante è come se resistere ai colpi, e come incassi! E si finisce al tappeto hai la forza di rialzarti.
Un uomo vince solo se sa resistere... non se ne va in giro a puntare il dito contro chi non c'entra accusando prima questo poi quell'altro di quanto sbaglia i vigliacchi fanno così! (Rocky Balboa)
BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore
UUUUAAAAAAAAAAAAAAZZZ!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: