Another one bites the dust

I - Il Capo, la Tigre e il Pecoraio

Calogero “Don Calò” Vizzini, importante esponente mafioso della provincia di Caltanisetta, impropriamente ricordato come il primo “Capo dei Capi”, muore nel 1954. Al suo funerale parteciparono importanti esponenti politici ed amministrativi della regione Sicilia e, in prima fila, il boss Genco Russo. Nella sua epigrafe funeraria si legge: “La sua mafia non fu mai delinquenza”

Giuseppe Di Cristina, nato nel 1923, soprannominato “la tigre’’, nel 1975 divenne membro della "Commissione regionale” di Cosa Nostra. Alla sua morte, avvenuta nel 1978 per mano del clan avversario dei Corleonesi di Salvatore Riina e Bernardo Provenzano, il Comune di Riesi proclamò il lutto cittadino, vennero chiuse scuole e uffici pubblici e una bandiera a lutto sventolò per tre giorni e tre notti dalla sede comunale della DC.

Salvatore Pirrello, detto “u’ pecuraru”, indicato dal pentito Leonardo Messina come "il referente degli stiddari a Caltanissetta...", condannato per associazione a delinquere, è morto all’età di 74 anni. Al suo funerale, tenutosi nel 1994 nella Cattedrale di Caltanisetta, il feretro venne condotto al cimitero da una carrozza trainata da 4 cavalli bianchi coperti da drappi neri, mentre una banda intonava un requiem.

II – Il TULPS, due Questori e forse un Protocollo

p>A norma dell’art. 27 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza: «Il Questore può vietare che il trasporto funebre avvenga in forma solenne ovvero può determinare speciali cautele a tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini».

Tale norma ha trovato, in anni recenti, numerose applicazioni:

29 febbraio 2012 - “Si sono svolti questa mattina, in forma privata, a Gioia Tauro e a Seminara, in provincia di Reggio Calabria, i funerali di Giuseppe Priolo, 52 anni, ucciso a colpi d'arma da fuoco il 26 febbraio e di Giuseppe Gioffrè, 64 anni, scomparso ieri. Il questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona, nel seguire la linea già adottata in analoghe occasioni, a garanzia dell'ordine e della sicurezza pubblica, ha disposto il divieto dei funerali di entrambi in forma solenne, con la partecipazione alle esequie solo dei più stretti congiunti. Priolo, pluripregiudicato, era legato da vincoli di parentela alla cosca mafiosa dei Piromalli di Gioia Tauro: Gioffré, invece, era il reggente dell'omonima cosca, operante a Seminara e in zone limitrofe. Al momento della morte era agli arresti domiciliari.” (fonte La Presse);

Roma, 20 settembre 2008 - "Il Questore della Provincia di Bari ha emesso un provvedimento di divieto dei funerali in forma pubblica e solenne, per esigenze di ordine e sicurezza pubblica, del pregiudicato Marino Catacchio, ucciso in un agguato nella serata del 18 settembre scorso. Pertanto, le esequie - si sottolinea in una nota - si svolgeranno in forma strettamente privata. Dopo il caso di Priebke, anche per il boss della camorra Angelo Nuvoletta scatta il divieto a celebrare i funerali in forma solenne. A stabilirlo il questore di Napoli, Luigi Merolla, che impedisce così i funerali previsti alle 11 di domani nella chiesa di Marano di Napoli. (fonte Quotidiano Nazionale).

Inoltre, pare (ho cercato sulla rete, ma non ho trovato conferme da canali “ufficiali”) che nelle regioni Sicilia, Calabria e Campania dagli anni ’80 si applichi un protocollo per i funerali dei mafiosi: è vietata la forma solenne, la cerimonia si celebra al mattino presto, alla presenza dei soli famigliari e della polizia.

III – Il sito più fiko dell'internet, il sexy, l'anonimo e la capricciosa

sexyajax
Opera: | Recensione: | Il 24 marzo 2006
conosci i casamonica?tu non sai chi sono...meglio per te che non mi conosci..senno te impanichi e nun vieni all'appuntamento...

Anonimo
Opera: | Recensione: | Il 24 marzo 2006
Casamonica eh ? mò cominciamo a controllà l'ip del ragazzo e vedemo se corrisponde tutto...se la foto è vera te sei fatto li cazzi tua.

sexyajax
Opera: | Recensione: | Il 24 marzo 2006
SOLO DA QUI CAPISCO ER COJONE CHE SEI..IO SO QUELLO DELLA FOTO...SE BECCAMO LA E SE NON ME TROVI CHIEDI DE DANIELE CASAMONICA....STO DENTRO..PERCHE' ALLE 8 DE SOLITO STO SEMPRE A FA A PIZZE....HO PAURA DE NON BECCATTE...

Fidia
Opera: | Recensione: | Il 24 marzo 2006
Ah ho capito quindi, sei un pizzaiolo.. senti a me fammi una capricciosa, per favore... con poca mozzarella se è possibile



Bartleboom , Il 23 agosto 2015 — DeRango: 8,15

BËL (03)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

musicanidi
Sei un genio.
BËL (00)
BRÜ (00)

hornyBBW
Sto recuperando tutta la storia di Sexyajax. Vi prego, fatelo anche voi. Volate via con me.
BËL (01)
BRÜ (00)

proggen_ait94
rivorrei tanto i commenti anonimi :/
BËL (00)
BRÜ (00)

llawyer: ma anche no
proggen_ait94: dai, erano uno spasso
geenoo        .
italietta. Bene Bartle. Sexyayax, che ricordo molto bene, faceva lo spiritoso sul clan dei Casamonica come un povero 14enne potrebbe fare sostenendo di impasticcarsi senza problemi il sabato sera. Quindi una puttanata, ma, comunque, cartina tornasole delle merde che vivono all'ombra delle mafie. Le stesse merde che hanno tacitamente acconsentito al funerale di cui stiamo discutendo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom: Oddio... "discutendo" sono parole grosse! Sto editoriale non se lo caga nessuno!!! :DDD
nes: non credo che non se lo caghi nessuno, credo sia solo che è una cosa che di per se toglie le parole, tu stesso non è che ne hai discusso. almeno, dall'editoriale percepisco solo rassegnazione. tutto sommato però ho scoperto dell'esistenza dell'utente "sexyayax" solo leggendo questa pagina, e forse mi sto perdendo qualche cosa.
pixies77
brav! sarebbe da far leggere a tutti quelli che Marino dimettiti 111!!11!!1 cioè fare un favore alla mafia. dopo mafia capitale, a Roma è in atto una guerra silenziosa. il funerale Casamonica lo vedo come l'ennesimo messaggio a Marino.
BËL (00)
BRÜ (00)

pixies77
e grazie ovviamente per l'opera di archeologia debaseriana
BËL (00)
BRÜ (00)

GIASSON
Ma sexyajax è quello delle recensioni di Gigi d'Agostino?
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Il commento di Pixies mi dà il pretesto per fare un po’ di “esegesi”. Il primo punto è che lo sfarzo, se vogliamo anche la “Pacchianeria” contraddistinguono i funerali mafiosi più o meno da sempre. Le ragioni sono le più varie: ostentare la potenza del clan, far capire ai nemici che la morte di “Tizio” non ha indebolito la famiglia, indicare l’eventuale successore alla carica di capo clan, di solito mettendolo in prima fila nel corteo funebre. Insomma: che ad un funerale mafioso succedono certe cose, lo si sa da decenni. E da decenni si adottano contromisure che, per quanto mi è sembrato di capire, sono efficaci. Quello che voglio dire è che gli strumenti c’erano. Sta pantomima si sarebbe potuto evitare semplicemente applicando norme in vigore da anni nel nostro ordinamento. E, mi dispiace, ma io all’”errore umano”, alla “falla nel sistema”, questa volta proprio non riesco a credere. Il Questore di Roma ha dichiarato di non essere stato informato dell’imminente celebrazione del funerale. Se così fosse, il quadro sarebbe sconcertante. Del funerale era certamente a conoscenza la Magistratura (che ha concesso i permessi orari a diversi soggetti ai domiciliari) e i Carabinieri (che hanno provveduto alla notifica dei relativi provvedimenti). Anche il Comando dei Vigili Urbani era informato (come peraltro avviene per ogni funerale), tant’è che alcuni vigili hanno presenziato al corteo per (non dico bloccare il traffico, come si è letto sui giornali, ma perlomeno per) agevolarne il passaggio. E poi lo sapeva certamente il prete e i suoi “collaboratori” (non ho capito esattamente quanti siano) e tutta la gente del quartiere. Beh, su questi presupposti, il Questore dovrebbe dimettersi ieri. Perché un Questore che non viene informato di un fatto del genere vuol dire che non ha coltivato una efficiente rete di collaborazione con gli altri uffici della città. E, in ogni caso, un Questore che ha bisogno che altri uffici lo informino di un fatto di cui tutta la città è a conoscenza, non è adatto a svolgere il suo ruolo. E allora mi ritrovo a pensare a Roma, che da un po’ di mesi a questa parte è sempre prima nel Gran Premi delle figure di merda tra la metro C e i trasporti pubblici, l’immondizia, le voragini nei bilanci, Marino che è il peggiore dei sindaci possibili: tutta roba che c’è da anni e che però finisce sul New York Times soltanto tra giugno e agosto 2015. E penso che l’udienza preliminare del maxi processo Mafia Capitale è fissata (se non ricordo male) al 5 di novembre. E che in due mesi e rotti ne possono succedere ancora parecchie, di cose.

BËL (05)
BRÜ (00)

De...Marga...: La Questura ha dichiarato che il Prefetto aveva saputo dai Carabinieri che la Polizia Municipale era al corrente che La Polizia aveva avvertito la Questura; la quale ha dichiarato che il Prefetto aveva saputo dai Carabinieri che la Polizia Municipale era al corrente che la Polizia aveva avvertito la Questura; la quale ha dichiarato che il Prefetto...LA MAFIA NON ESISTE.
odradek: Tutto condivisibile. Ma quest'ultima considerazione me la spieghi meglio? Quale sarebbe la connessione tra l'inizio del preliminare e il quadro degradato imposto dai fatti e dai media? La posizione degli imputati risulterebbe più difendibile a fronte dell'inefficienza spettacolare delle figure istituzionali e degli apparati amministrativi locali?
pixies77: avessi una vagina chiederei la tua mano. interessante prospettiva la tua, come interessante la domanda di odradek. io non ero andato oltre ad una normale pressione per tornare alle urne e rimettere le mani sulla giunta.
Bartleboom: La premessa è che io sono un bravo ragazzo, ma non sono mai stato particolarmente “sveglio”. Diciamo che ci arrivo (quasi) subito, ma raramente ci sono arrivato “prima degli altri”. Quindi prendete ciò che vado a dirvi con tutte le pinze di questo mondo. Il problema è l’accusa di associazione per delinquere, che mi risulta essere il capo di imputazione più grave di tutta l’inchiesta: le indagini hanno rivelato una connessione quasi simbiotica tra amministrazione pubblica e criminalità (quelli, tanto per capirci, che Buzzi in una intercettazione chiama “il mondo dei vivi” e “il mondo dei morti”) che si trascina indisturbata da decenni. Non si parla di mazzette, regali all’assessore, di gare d’appalto truccate, ma di un “vincolo associativo”, di un sistema, di una rete di rapporti e dinamiche “istituzionalizzate” e volte al raggiungimento di un fine criminale che vada oltre la commissione del singolo reato. Mafia Capitale a mio avviso ha compromesso quell’associativismo (seppur malato) che da sempre – per quanto ho potuto intuire – ha caratterizzato l'amministrazione della Capitale. Non voglio ridurre tutto a “è il solito magna magna”, ma a ben vedere l’inchiesta pare avere accertato proprio quello. La mia previsione è che, nei prossimi mesi, ci dovremo aspettare soprattutto un gran “io me faccio li cazzi miei”. Il caso del funerale mi sembra emblematico: tutti sapevano, tranne l’ufficio che avrebbe potuto/dovuto impedire l’evento. Tutti sapevano, ma nessuno ha avvertito la Questura. Tutti sapevano, ma non c’è stata alcuna azione o decisione concertata.
Bartleboom: E con l’avvicinarsi della prima udienza (tra l’altro mi sono sbagliato: pare abbiano chiesto il giudizio immediato) i topi cercheranno di lasciare la nave che affonda, la tendenza sarà sempre più al fuggi fuggi, al prendere le distanze, al comportarsi come se non ci sia mai stata alcuna “associazione”, alcun accordo, alcun contatto, alcuna collaborazione. E se prima Tizio parava il culo a Caio, perché Caio lo parava a Sempronio, che a sua volta lo parava a Mevio, che chissà come mai lo parava a Tizio, a me sembra che più o meno da giugno di quest’anno se chiedi a Tizio che fine ha fatto Caio, Tizio ti risponde: “Caio, chi? Io manco lo conosco. Mi stai confondendo con l’amico di quell’altro”. Il problema è che Roma è semplicemente una città troppo grande e troppo complessa per essere amministrata senza una azione concertata. Ma che tipo di azione concertata possiamo aspettarci in una città in cui il Tuscolano e il Questore neppure si danno un colpo di telefono per confrontarsi sul funerale del capo di una famiglia di cui pure sexyajax nel 2006 parlava per sbulleggarsi? A ciò aggiungiamo che, il povero Marino è il capro espiatorio perfetto. Già non è particolarmente amato dai suoi concittadini. Inoltre è evidente che non abbia il sostegno del Governo. Gli assessori scappano. Il suo ufficio stampa non ha nemmeno pensato che magari sarebbe stato carino se fosse rientrato dalla vacanza anche solo per accontentare l’opinione pubblica e non alimentare le solite polemiche su Il Giornale. E poi è di una bruttezza di quelle che dovrebbe essere prevista un’addizionale IRPEF per chi ha una faccia così. Per tutti questi motivi, prevedo che nei prossimi mesi succederanno tante “cose strane” a Roma.
odradek: @pixies77: avessi una vagina... - L'avesse Bartle o tu? O purché ci sia una vagina? E chiedila uguale, sta mano, dai...
odradek: P.S. per un post meno idiota magari provo domani, ora è tardi, non ce la faccio a farcela. Ma grazie a Bartle per la risposta.
pixies77: credo indifferente, l'importante è che non sia un numero < 1. ma così non è, e quindi questo matrimonio non s'ha da fare, né domani, né mai. perché sono abbastanza moderno per un cambio di sesso, ma ricchione proprio no.
nes: Dovresti tornare piu' spesso.
geenoo .: Premesso che dopo aver letto la parola "esegesi" mi sono eccitato come un maiale, io non concordo con la tua dietrologia. Se gli avvistamenti si sono infittiti negli ultimi anni evidentemente stiamo per entrare in contatto con gli alieni. Perché gli Usa non fermano l'ISIS subito, che c'è dietro? E' di tutta evidenza che l'11 settembre è opera degli americani. Ecc ecc. In certe supposizioni ci può essere del vero ma anche no. E soprattutto non vi sono prove. Arriva l'udienza per il processo mafia capitale e muore il boss... forse il boss aveva programmato la sua morte? Non voglio polemizzare con il grandissimo ed intelligentissimo amico Bartle poiché, in questo caso, combattiamo la stessa battaglia per il Bene, è solo che io la vedo più semplice: e facciamogli fare sta cazzo di pacchianata al boss, non ce li mettiamo contro, anzi, se serve, una mano lava l'altra tanto chi cazzo se ne accorge in agosto a Roma? Comunque io avrei azzerato i vertici delle forze dell'ordine. Mi ha fatto un pò schifo ieri Gabrielli che diceva che non sarà certo lui a far rotolare teste (ma ceeerto Don Abbondio Gabrielli, ma certo! Che coraggio del cazzo) o il vescovo che diceva per questa volta passi ma che non si ripeta (ma ceeerto Chiesa, ma certo. Quando cazzo lo diamo un segnale forte??). Siamo un Paese di buffoncelli. Facciamo cagare il cazzo. Abbiamo credibilità zero. La triste verità è che non era Berlusconi il problema, né Andreotti, né Craxi ecc ecc: siamo noi!!! Ci dovremmo sputare in faccia da soli! Siamo mafiosi dentro cazzo. Sennò coi forconi saremmo dovuti andare a cacciare 'ste merde.
nes: sono ripassato solo per aggiungere 'na roba che ieri sera m0ero dimenticato di dire: marino è un incompetente, capro espiatorio o meno, è una delle più grosse teste di cazzo che abbia visto in politica. cristo,batte pure brunetta...
pixies77: mi piacerebbe su quali basi si danno giudizi così trancianti su Marino, che non sia il carisma degno di un benzinaio marocchino.
nes: marino è stato accusato durante il caso (all'inizio del caso) mafia capitale di esere venuto in contatto con Buzzi. Marino smentisce la notizia e meno di 12 ore dopo viene smentito lui da una foto che lo ritrae con il suddetto criminale.
Marino se ne esce con una frase del tipo "ah, quello lì? ma io manoco sapevo chi fosse..." (che è tipo la cosa più idiota che potesse dire)
Ammettendo la sua buona fede abbiamo marino, sindaco di roma, che non sa riconoscere un conclamato criminale italiano, non sa di mangiarci assieme alle cene di finanziamentodel proprio partito, non sa di parlarci assieme, non sa che lo fotografano assieme a lui. In questo caso saremmo di fronte a un incompetente da guinnes dei primati. un incompetente che si rifiuta di dimettersi, perchè è "innocente", quando la più banale delle deduzioni logiche che avrebbe dovuto fare sarebbe stata: "cazzo, forse 'sto lavoro non sono veramente in grado di farlo, e forse la mia ignoranza in materia di "Criminali VIP" è tutto sommato una colpa indelebile visto la carica che ricopro".
poi c'è la possibilità che sia in malafede, in quel caso sarebbe uno che sapev tutto, e di conseguenza avrebbe potuto gestire la questione una tonnellata di volte meglio.
Poi va beh, in quel caso sarebbe pure un malfattore, ma preferisco pensarlo 8perchè la speranza è sempre l'ultima a morire) solo come un sindaco coglione piuttosto che figurarmi che il primo cittadino della capitale oltre che essere coglione sia pure un criminale.
odradek: @ pixies77: beh, il benzinaio marocchino un suo carisma ce l'ha... - Non vivo a Roma e non ci vado da un bel po', visto da lontano, evitando giudizi sulle capacità amministrative (che temo risultino oggettivamente scarse, ma magari no, è il mondo ad essere cattivo) pare che Marino abbia colto tutte le occasioni per catalizzare negativamente l'attenzione, ad ogni intervento ed esternazione pubblica. E in una situazione di merda come quella in cui si è insediato non aiuta...
pixies77: nes boh a sta roba ormai ci crede solo chi posta i link di tze tze su facebook. Buzzi "conclamato criminale italiano" fa morire dal ridere, visto che era un fenomeno puramente romano, e Marino ai tempi a Roma come la Torre Eiffel al Texas. Idem la foto, a volte penso che la gente scambi Roma per un paesotto di 2000 anime, e non sappia come è l'agenda di un primo cittadino di una metropoli,…
pixies77: fate finta che non ci siano refusi, ok?
pixies77: un ultima cosa odradek: se è da un po' che non vieni a Roma, ti consiglio un ripasso. la pedonalizzazione del centro storico, ha migliorato molto la zona, creando un atmosfera paradossalmente rilassante. l'assenza di traffico (e di rumore) si nota parecchio. non me l'aspettavo.
odradek: @pixies77: beh, mi piacerebbe assai un ripasso, purtroppo non riesco a prendermi nemmeno un weekend davvero libero, figurati. Comunque mi pare di capire che in qualche modo confermi: anche l'esempio che porti, non metto indubbio veritiero e significativo, non ha nemmeno modo di essere riconosciuto o menzionato, anche a causa "...errori di semplice comunicazione istituzionale". In tutta la vicenda pesa certamente l'assenza di una strategia complessiva di gestione del potere (chiamiamolo così per comodità) sia…
pixies77: assolutamente d'accordo su tutto e neanche io faccio Marino così naive da non conoscere il troiaio delle coop rosse, siamo a livello di segreto di pulcinella, credo. la mia sensazione è che si sia semplicemente girato dall'altra parte, politicamente conviene, triste ammetterlo. il discorso pd, conosco poco a livello nazionale, la sensazione è la mancanza di unità quasi ontologica, le mille correnti interne, abbiamo favorito l'ascesa del renzismo, che chiaramente è la cosa più deleteria che poteva partorire il pd, complice anche una esposizione mediatica sospetta e la sempre affidabilissima capacità del popolo di scegliere la peggio merda, purché telegenica.
nes: "Buzzi "conclamato criminale italiano" fa morire dal ridere, visto che era un fenomeno puramente romano" buzzi è stato il primo carcerato a laurearsi direttamente in carcere, il caso fece parlare, più delle 34 coltellate che in carcere ce lo hanno fatto finire. non mi va di stare a discutere ad minchiam con uno che dice facebook agli altri e c'ha faccialibro stampato in fronte. porcodio, scusami,
geenoo .: Solo una cosa a volo: sono stato a Roma diverse volte fino ad una settimana fa. Ed una settimana fa mi ha fatto una bella impressione: abbastanza pulita, poco caotica (vabè, è agosto), abbastanza organizzata, centro discretamente vivibile. Insomma un 6 mezzo. Ho avuto modo di parlare con diversi tassisti, uno in particolare era incarognito contro Alemanno, una delle cose peggiori accadute a Roma negli ultimi decenni secondo lui. Con questo voglio dire che possiamo dileggiare Marino che come politico effettivamente sembra valere un cazzetto sott'olio ma non dobbiamo mai dimenticare il mare immenso di merda con cui Alemanno ha sotterrato Roma. Per favore non dimentichiamolo. In ultimo: ma dove è finita quella destra così pulita ed integerrima che non finiva nemmeno nella maglie di "mani pulite"? Ed ancora per chi vota a sinistra: chi al posto di Renzi nel PD attuale, chi?????? Ditemelo vi prego.
pixies77: mi dispiace che l'hai presa sul personale nes. non penso che sei una persona da tze tze, ma quella roba della foto, eddai!!!!!, è una cosa da tze tze. con la logica dei legami deboli puoi costruire qualsiasi castello complottista di sabbia. io lo chiamo la sindrome di di battista, leghi assieme 800 argomenti scollegati, qualche omissione, due mezze verità, un po' di buonsenso che siamo tutti d'accordo e tiri giù minimo 1000 like.
pixies77: "sia"
nes: "è una cosa da tze tze. " ecco un'argomentazione schiacciante.
nes: No ma va beh scusa, chi se ne fotte. Pensa e di quel che vuoi, colpa mia che son ripassato.
Stanlio
Non farebbe male a nessuno leggersi "La Patria bene o male" scritto a due mani da Carlo Fruttero e Massimo Gramellini, dove salta all'occhio che molte vicende non accadono ora per la prima volta, tra papi, re e onorevoli di tutti colori ma sempre criminali sono, ecco un mezzo paragrafino inerente il 1861 sulla questione: "...non uno Stato nuovo, ma il prolungamento di quello vecchio, le cui leggi vengono estese in modo automatico a tutte le altre regioni, con conseguenze disastrose soprattutto al Sud.
Gli spaesati luogotenenti sabaudi, scesi nell'ex Regno delle Due Sicilie per governarlo come una colonia, devono appoggiarsi ai consiglieri locali e ai loro maneggi: per qualche mese ai vertici della polizia napoletana ci sara' il capo della camorra."
ehm, e buonanotte al secchio...

BËL (00)
BRÜ (00)

macaco
Beh, potremmo porre fine ad alcuni sintomi, ma la malattia purtroppo é cronica, anzi genetica visto che esite fin dall´inizio.
BËL (01)
BRÜ (00)

che!?
comunque allora preferisco just having sex o persino -married, Immagine tiè2.jpg - hosting immagini - Casimages
BËL (00)
BRÜ (00)

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: