Codardia?

Agosto 2017, Calabria, famiglia, vacanze.

Arriviamo distrutti dopo tante ore di autostrada. Il posto è bello, il sole splende, siamo a duecento scalini dal mare, un’oasi di silenzio nella campagna.

Ci sono le valigie da scaricare, spetta al babbo, tocca a me. La mia macchina è dentro al piccolo parcheggio del B&B, è in mezzo alle palle ma non c’è nessuno a cui romperle. O meglio...

Le dà fastidio l’auto? No, assolutamente mi dice un distinto e gentile signore di circa 40 anni accompagnato dal padre e dalla sorella/fidanzata/amica/moglie (?!?). Ce ne andiamo subito, continua. Io nel frattempo scarico, fa un caldo cane e sono stanco, non sono lucido per niente.

Arriva il gestore del B&B. All’improvviso il quarantenne inizia a urlare, inveisce pesantamente contro il gestore. “Tu si un-ommemmerda, troia a chi, bastardo ommemmerda”. Iniziano a cedrarsi violentemente, due animali sembrano. Si scaraventano contro le auto parcheggiate, pugni in faccia, sangue che cola dai nasi, mani alla gola del gestore.

Il gestore mi guarda e implora il mio aiuto. Non so cosa fare, sembra una lite per una donna. E’ il caso d’intervenire? E se mi arriva un bel destro sul naso? Addio vacanza. Non so cosa fare, mi guardo in giro e vedo altri ospiti del B&B che osservano beatamente la scena. Forse è il caso di lasciar stare, penso. Io, flaccido lombardo, posso dividere due calabresi incazzati all’ennesima potenza? E se spuntasse una pistola? Sono in Calabria, l’ ’ndrangheta è forse solo un'invenzione giornalistica? Nel dubbio mi tengo da parte. All’improvviso tutto finisce, riescono ad allontanarsi fra insulti e improperi. Torna la pace.

Rimango solo con me stesso. Sei uno sfigato, mi dico, un coniglio. E’ così che s’aiuta il prossimo? No, certo, ma se il prossimo è un coglione? E chi aveva ragione? Ma serve una ragione per dividere due persone che sembravano ammazzarsi l'un l'altro? Mi sento il protagonista del classico articoletto da quotidiano: “Rissa fuori dalla discoteca, ci scappa il morto, nessuno interviene”. Mi sento un debole. Sono un codardo?

Ancora oggi me lo chiedo. Ancora oggi non riesco a darmi una risposta.

p.s.

Ho saputo poi la verità. Il gestore aveva dato della troia alla moglie del quarantenne. La povera aveva avuto la malsana idea di attaccarsi alle sette del mattino al campanello del B&B perchè, durante la notte, l'autoclave aveva fatto un casino della madonna. Mai svegliare un gestore calabro alle sette del mattino e mai, soprattutto, dare della troia alla moglie di un calabro.

BËL ( 04 )
BRÜ ( 00 )
musicanidi, Cinque dì orsono nel tardo pomeriggio — DeRango: 7.98

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

musicanidi
Modifica all'editoriale: «L'APOSTROFO!». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

algol
Secondo me hai fatto una corretta valutazione del rischio. E te lo dico da aspp
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

musicanidi: Aspp?
algol: addetto servizio prevenzione e protezione ... sicurezza sul lavoro
Carlos
E che dovevi fare?! Sono ben altre le cose per cui a volte mi chiedo se sia un codardo. Se non sai il motivo c'hai ragione a non fare nulla. Potevi FORSE iniziare a voce a dire loro di lasciar perdere non so...simpatica scenetta però eh. Soprattutto i retroscena
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

musicanidi: L'impatto con la Calabria è stato decisamente forte
IlConte
E' il primo che leggo.
Considerando che sono di natura l'opposto (non riesco a non intromettermi se vi è la "necessita" o una "ragione" minima per farlo) e che non sto zitto neanche a "badilarmi" (ne ho date ma forse più prese) ti dico che bisognerebbe valutare sempre (anche se spesso non vi è il tempo dovuto). Perché si rischia per nulla. Quando ero ragazzo non ci pensavi neanche potesse uscire una lama o un Revolver, quindi potevi prendere due cazzotti o un calcio (oddio pure di peggio ma stiamo sul normale), ora invece purtroppo lo devi mettere in conto. Quindi per me hai fatto benissimo! Poi tra due calabresi ti raccomando! Non si tratta di vigliaccheria, hai valutato istintivamente e hai fatto bene! Fidati che se uno dei due fosse stato un tuo caro intervenivi come una bestia pure se di la c'era Tyson (oddio nel dubbio meglio un altro ahahah)
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

musicanidi: Ok, mi conforta leggere tutti i commenti che, più o meno, danno ragione alla mia condotta. Non mi era mai capitato di essere nel vivo di una rissa, sono un non violento. Forse il mio atteggiamento è stato determinato dalle tante brutte notizie che ogni giorno si trovano sui giornali, da quelle risse dove salta fuori una lama o una pistola. Non sto qui a fare un elenco perchè ne troveremmo a decine...una volta c'era più rispetto per le persone anche nelle risse!!!
Pinhead
Più che codardia, per me è istinto di sopravvivenza.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

Stanlio
in vita mia sono intervenuto pochissime volte tra due che si menavano (è successo quando avevo meno di 17 anni e una volta, l'ultima spero, una decina di anni fa in Marocco, tra due fratelli e uno teneva una lama in mano ed era pure mezzo sbronzo...) sempre dopo aver valutato i pro ed i contro ma non lo farei mai di mettermi in mezzo se non so nemmeno il motivo e specialmente se son due che non conosco... se poi mi trovo in funzione di babbo non se ne parla nemmeno, la codardia secondo me è altro (non chiedermi cosa, che ho sonno...) e ha i fatto benissimo a non impicciarti, vai tranquillo.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

musicanidi: Però anche tu a metterti in mezzo a due marocchini....
Stanlio: il bello è che nessuno dei due era (e per conoscenza diretta e continuata, nemmeno lo diventò) una persona violenta, anzi... per cui all'epoca mi venne spontaneo usare le mie (poche) capacità per evitare che si facessero del male, non ci fu nessun atto coraggioso, ecco niente di chè

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: