La lista d'ascolto


sfascia carrozze

sfascia carrozze : Tutti i DeBasers, e nell'ancora

| DeRango™: 20,43    DeSarder Consigliata

Tutti i DeBasers, e nell'ancora più specifico i DeSarders, sono da sempre estimatori attenti e competenti di musica classica.

Lola Astanova - Fantaisie Impromptu (OFFICIAL VIDEO)

Si sà.


sergio60: E come fai a non fartela piacere...
sfascia carrozze: Quando la musica Classica, ma volendo anche pop-jazz-grind-industrial-reggaeton , viene eseguita da fini strumentisti di questo livello non possiamo che prostrarci e tacere.
Tucidide: Meglio ancora se ci prostra In due, con tale strumentista..
Almotasim : Dopo tanta musica, un po' di sport? Un salto con l'Asta?
sergio60: Com'è?... Non ti piace"la musica"?
Almotasim : Tutto molto bello
sergio60: Eh... Dicevo...
Stanlio: Oltre che postrarmicici ci farei pure da sgabellino o da altro Arezzo a suo piacere...
Stanlio: *attrezzo (correttore bastardissimo)
sergio60: No no... Stavolta il correttore ha agito con cognizione di causa
Stanlio: À Flanagan ma vattel'a pijà 'n saccoccia!
sergio60: e che c'entro io....il correttore ha agito di per se,mica l'ho indotto io,se lo ha fatto avrà avuto i suoi motivi...che appoggio con tutto me stesso...
Stanlio: aridaje ma allora si proprio de coccio come er correttore me sa...
sergio60: Po' esse
imasoulman: ma sa che questa 'Lolacosaimpariasquolamancounaparol aballiilcharlestòn' suona proprio bene? dunque, mi prostro assai volontieri al suo uzbecho cospetto (e taccio, ma non posso garantirlo per tutta l'esecuzione...)
sergio60: 🙄
Dislocation: Immantinente prostromi.
hjhhjij: Si si, brava. Un po' busta di fave però il talento al pianoforte non si discute.
Dislocation: Per quanto.....
fedezan76: Secondo me suona ancora meglio il flauto...
sfascia carrozze: Cosa glielo fa supporre, di grazia?
sergio60: 🙄
fedezan76: Labbra da flauto, decisamente.
Stanlio: Scudi a pudda po ferri a caboni...
dsalva: Mo soccia....esiste davvero?
sergio60: Ma no.. Non vedi che è di pongo?
Dislocation: Un'ologramma.
IlConte: Che prugnaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Belle caviglie, dovrebbe avere anche dei bei piedi. Nobile culo di livello, viso splendido. Bravo Nobil Signore, Lei ha amiche decisamente interessanti. Del piano frega un cazzo.
sfascia carrozze: Anche Lei estimatore attento e competente di musica classica. Lo supponevo. Lo suppo.
lector: Quanto maschilismo! Lei suona vestita così per stare più comoda!
sfascia carrozze: Esattamente! Strano che nessun_ lo abbia ancora posto in risalto.
Geo@Geo: Unire l'utile al dilettevole, perché no? Quanti maschietti hanno scoperto la musica classica con questa pianista? Umbé...
sfascia carrozze: Il problema è ché la gran parte dei maschietti vorrebbe più scoprire Lei, là, la suonante, ché la musica proposta. Tutti Tombeur des Femmes i DeBasici Alpha, si sà.
Stanlio: Quanti non faprei, ma la mu-fica claf-fica la fcoprii già a dodicianni... io, mi
Geo@Geo: Epperò con l'assist sulla scoperta che vi ho dato, sfascia ha subito fatto canestro:)))
Stanlio: Eia, orra sfascia canestri chiamarlo dobbiamo... mi
iside

iside : Peppino Marotto. Marotto era un

| DeRango™: 15,50    DeSarder

Peppino Marotto.

Marotto era un poeta e cantante a tenore, si occupò di teatro e, oltre che pastore, fu anche sindacalista.

Fu tra i leader della rivolta di Pratobello, nella quale circa 2000 uomini (per lo più pastori), donne e bambini fermarono pacificamente l’esercito italiano e bloccarono la nuova base che avrebbe cancellato i pascoli della zona.

Morì ucciso nel 2007 con 6 colpi di pistola in pieno giorno e in una strada trafficata. Nessuno vide nulla. #iladri Francesco De Gregori - Piccola Mela "Una pira ‘e iberru
mi ponzo in sa butzaca
ch’est bianca che nie.

Una pira ‘e iberru
po su ch’as fatu a mie
ti colen in piatza
garrigada ‘e ferru

Sa fiza ‘e su dottore
ch’est una maestrina
fachet tres ripassadas
a sos libros d’Omero

Sa fiza ‘e su dotore
sa chi faco istasero
no est prus serenada
est pro te columbina
dichiaradu amore" fonte: De Gregori e la poesia perduta dell’orgolese Peppino Marotto – Storie sarde in Blues


Stanlio: A me questa canzone piacque fin da subito in quel lontanissimo '75 tenevo sedicianni e non so perchè ma adesso che ci hai rivelato donde viene mi piace mooooooolto di più assai...
Dislocation: Ma De Gregori ha mai ammesso la fonte d'ispirazione?
iside: Si la ha ammessa
IlConte

IlConte : Il gruppo Tenore Supramonte di

| DeRango™: 14,72    DeSarder

Il gruppo Tenore Supramonte di Orgosolo al Sentite buona gente (1967) assieme a Peppino Marotto
È arrivato mio zio da Orgosolo, si ferma un paio di giorni #forse
Stasera lo porto a zoc.... a cena, dai


sfascia carrozze: Mé lo saluti! Aiò!
imasoulman: ma, una volta, almeno dalle mie parti, non erano gli zii che portavano dove dice Lei i giovini et un poco imbranati nipoti? intendo non a cena, bensì da quell'altra parte là, che dice Lei, prima, insomma...
sfascia carrozze

sfascia carrozze : Inno Cagliari Calcio 1970 -

| DeRango™: 13,63    DeSarder Caso letterario



sfascia carrozze: Lo scudetto in Sardegna Per te è un grande amore Nel mio cuore regna Cagliari il mattatore Nel mio cuore regna per te è un grande amore ALBERTOSI numero uno il brevetto gia han dato di non passar nessuno Riserva è REGINATO di non passar nessuno il brevetto gli han dato Reginato Adriano Quando saremo soli ti bacerò la mano MARTIRADONNA e ZIGNOLI ti bacerò la mano quando saremo soli TOMASINI e NICOLAI quando potrò…
Dislocation: RRRRRoombodituonooooo!
algol: Ahhahhahh.
imasoulman: nonostante la recensione, semper repetita Juve PS: vai Joao Pedro, mio sberluccicante trequartista di fantacalcio!
sergio60: Massimo rispetto per quello scudetto...certe gioie vanno assaporate almeno una volta nella vita. ..e in più c era Riva. ..un esempio di lealtà alla maglia superato solo recentemente da Totti..solo perché il Capitano ha indossato solo una maglia...cosa che a Giggi Rriva non è stata possibile dati i suoi natali ,ma resta il non trascurabile particolare di uno calato dal nord che si attacca ad una maglia e una regione completamente avulsa dalla sua cultura,…
luludia: che poi l'anno prima lo vinse la mia fiorentina, anni irripetibili...
sergio60: Già. ...sfilare l osso alla juve per più fi un anno non era cosa semplice...da due outsiders di seguito poi credo che non dia msi più accaduto. ..
luludia: Infatti, mai piu'...e nella nazionale di messico 70 non c'era manco uno juventino...
sergio60: No np...c erano Anastasi e Salvadore...
luludia: Si, ma anastasi non gioco' perche' infortunato e salvadore era riserva...
sergio60: Ma c erano...
luludia: ok, ma rispetto alle medie degli anni successivi...
sergio60: ma sembra che non se ne sia potuto farne a meno...
luludia: e scopigno poi, uno davvero figo...
sfascia carrozze

sfascia carrozze : Bathory - A Fine Day

| DeRango™: 13,05    DeSarder

Bathory - A Fine Day to Die

Il primo Bathory era decisamente protonuragiko dentro.
Poi è diventato Basilicatano, si sà.


iside

iside : la francese innamorata dal dentista

| DeRango™: 12,16    DeSarder

la francese innamorata dal dentista in sardegna. Benito Urgu - Sexy Fonni (1976) "noi siamo gente sarda che abbiamo i peli nel cu...cuore"


dsalva: Je l'aime! Non temere!
iside: buonasera signorina che cos ha prenda una sedia e si segga e cosa c'hà caldo cosa sta facendo e perché si spoglia non si butti addosso non si butti addosso così michia oh queste donne francesi ostrica oh non mi tocchi li non temmere non temmere là noi siamo gente sarda gente coraggiosa che abbiamo peli nel cu ... nel cuore arrazzacosabella arrazzaecosabellissima quanto mi piace evviva la francia stia ferma così che ho trovato…
Dislocation: "Je t'aime!!!" "Non temmere......."
dsalva: Copione
Geo@Geo: Ahahah, il tormentone era già stato inventato da Benito, "non temmere" si usa ancora se vuoi fare il togo, pezzo vintage memorabile
iside: ascoltato in tutta italia
Stanlio

Stanlio : Bomba Intelligente - Francesco Di

| DeRango™: 10,99    DeSarder

Bomba Intelligente - Francesco Di Giacomo - live inedito + testo

#Nontuttisannoche Francesco Di Giacomo del "Banco del Mutuo Soccorso" nacque c/o la frazione La Caletta di Siniscola in Sardegna, mi!


sergio60: da quanto ne so ,è romano ma il papà per motivi di lavoro si trsferì in Sardegna dove visse parecchi anni prima di tornare a Roma....
Stanlio: A' Flanagan ma che ne voi sapè...? Se è su la falsariga de le moji de Bach stamo freschi stamo... Vedi che te stai a sbajà co la triste ed inaspettata dipartita avvenuta a Zagarolo... anformete mejo!
LaSalmA: ahahahahahaha A'Flanagan...
dsalva: Ultimo tango a Zagarolo!!
sergio60: No. No... Ha vissuto molto in Sardegna ma non vi nacque...
Stanlio: ah sì? e come lo sai?
sergio60: Me l ha detto il passerotto di Del Piero... 😁
Stanlio: Boh, fa come ti pare, ma la disinformazione su date, luoghi e personaggi non fa bene a nessuno e men che mai al DeBaser, per cui o precisi come si chiamavano le 4 mogli di JS Bach e dove nacque FD Giacomo secondo te o sarebbe meglio che ti limitassi con le tue congetture per sentito dire o ehm, supposte... altrimenti rischi di fare la fine di chi gridava "al lupo" quando il lupo non…
sergio60: faccio ammenda..ha ragione @Stanlio il buon Big è nato in Sardegna...devo aver confuso alcune informazioni lette nel periodo post mortem..chiedo venia,
sergio60: quanto a Bach,confermo la versione di Stan...anche qui ho scantonato,ma in buona fede...ho sempre saputo di ben 4 mogli...
Stanlio: Ah ecco, me pareva...
sergio60: Bhe quando è giusto è giusto...
iside

iside : si lo so che non

| DeRango™: 10,82    DeSarder

si lo so che non sapete chi sia e tanto meno sapete dov'è Calasetta. ciao Mario (Biggio) e ricorda:"Su mundu est de chie lu cheret, su chelu de chie l'alcansat" Banda Beni - Deu (Bella Callasetta) 1978


LaSalmA: Mi dispiace moltissimo. Ciao Mario:(
lector: Dov'è Calasetta?
iside: Google aiuta
iside

iside : "se andate in italia e

| DeRango™: 9,51    DeSarder

"se andate in italia e chiedete pecorina la avrete!" un monumento per quest'uomo PECORINO vs PECORINA - Gino D’Acampo


Dislocation: Sempre fare del bene.
Stanlio: Mai bere del pane.
Dislocation: Non panare mai le benne.
Stanlio: e non bagnare mai le zinne o sì...?
Dislocation: Ma sì, perché mai no?
Stanlio: A'nfatti...! Cioè mica tutte però o sì?
LaSalmA: ahahah,tropu togu!!
Stanlio

Stanlio : A proposito del caso di

| DeRango™: 9,00    DeSarder

A proposito del caso di DJ Fabo/Cappato, chi era s'accabadora?

Fino a qualche decennio fa in Sardegna si praticava l'eutanasia.
Era compito di ''sa femmina accabadora'' procurare la morte alle persone in agonia.
S'accabadora era una donna che veniva chiamata dai familiari del malato terminale, provvedeva ad ucciderlo ponendo fine alle sue sofferenze.
Era un atto pietoso nei confronti del moribondo ma anche un atto necessario alla sopravvivenza dei parenti, soprattutto per le classi sociali meno abbienti. Nei piccoli paesi lontani da un medico molti giorni di cavallo, serviva ad evitare lunghe e atroci sofferenze al malato.
Sa femmina accabadora arrivava nella casa del moribondo sempre di notte e dopo aver fatto uscire i familiari che l’avevano chiamata, entrava nella stanza della morte.
La porta si apriva e il moribondo, dal suo letto d’agonia, la vedeva entrare vestita di nero, con il viso coperto, e capiva che la sua sofferenza stava per finire.
Il malato veniva soppresso con un cuscino, oppure la donna gli assestava il colpo di ''su mazzolu'' provocandone la morte.
S'accabbadora andava via in punta di piedi, quasi avesse compiuto una missione, ed i familiari del malato le esprimevano profonda gratitudine per il servizio reso al loro congiunto offrendole prodotti della terra.
Quasi sempre il colpo era diretto alla fronte.
Il termine ''accabadora'' viene dallo spagnolo ''acabar'' che significa finire.
''Su mazzolu'' era una sorta di bastone appositamente costruito da ramo di olivastro, lungo 40 centimetri e largo 20, con un manico che permetteva un'impugnatura sicura e precisa.
In Sardegna s'accabbadora ha esercitato fino a pochi decenni fa, soprattutto nella parte centro-settentrionale dell’isola.
Molti ricordano un nonno o bisnonno che comunque ha avuto a che fare con la signora vestita di nero.
La sua esistenza e' sempre stata ritenuta un fatto naturale, come esisteva la levatrice che aiutava a nascere, esisteva s'accabadora che aiutava a morire. Si dice addirittura che spesso fosse la medesima persona e che il suo compito si distinguesse dal colore dell'abito (nero se portava la morte, bianco o chiaro se doveva far nascere una vita).
Questa figura, espressione di un fenomeno socio-culturale e storico, e' la pratica dell’eutanasia e nei piccoli paesi rurali della Sardegna ed'è legata al rapporto che i sardi avevano (hanno) con la morte, considerata come la conclusione del naturale ciclo della vita.
(testo tratto dal web e poi elaborato da me )

Ho visto agire s'Accabadora


IlConte: Meravigliosa Paolina. Per il resto meglio non parlare di gente che pretende pure di farmi vivere a tutti i costi in nome di folli “principi” . Io poi vado oltre... per voler togliermi dal cazzo, volendo, mica si deve per forza essere ridotti così. Vogliamo avere la normale umiltà di accettare che uno non è obbligato a vivere?! Porcod
macaco: Spero che sia stata tutta la tua irruenza a farti scrivere la domanda, non credo che sia formulata in modo da esprimere correttamente quallo che volevi.
IlConte: Voglio dire che se mi voglio togliere dai coglioni non vedo per quale motivo io o chiunque sia obbligato a rimanere dove non vuole stare Meglio?!
IlConte: Ho scritto bene pure sopra direi... che tu non sia d'accordo non c'entra ahahahahahahah
macaco: Ma scusa, obbligo nei confronti di che o di chi? In che situazione, di quasi morte o suicido per depressione?
IlConte: Il suicidio, il togliersi da questo mondo non è contemplato anzi in molti stati è persino un “reato”... Nei confronti di chi pensa che questa vita sia per forza un dono a cui non di può in nessun modo rinunciare... Ma scrivo così male?! Ahahahahahahah
macaco: In questo contesto ci puó anche stare, e cioé perché devono a tutti i costi ritardare l´inevitabile, per qustioni di morale ed etica da materialisti che dicono rip quando uno muore.
IlConte: Si ma pure se è una mia volontà, pure se non sono ammalato terminale...
macaco: Non scrivi mal,. solo che possiamo guardare alla stessa cosa da punti di vista differenti e a me interessa avere altri angoli di percezione
sfascia carrozze: Basta ascoltare dieci minuti consequenziali di Sferebbasta e si muore all'istante. Altro che Accabbadora.
IlConte: Ahahahahahahah, chi è questo?!
sfascia carrozze: Non voglio saperlo: ho ancora qualche quarto d'ora da vivere. Spero.
macaco: Quindi uno è libero di negare la vita. Non ci avevo mai pensato. Peccato che è contro le leggi non scritte. Siamo liberi di scegliere le nostre azioni ma non siamo liberi di scegliere le conseguenze.
macaco: Le leggi naturali sono cicliche, tutto ritorna e nessuna informazione si perde. Game over, altra monetina, game over, altra moneta, finchè si impara a giocare e avanti fino a separarsi da esso.
IlConte: Uno è libero di non vivere ... ci mancherebbe O sono obbligato a vivere per forza?! In base a cosa?! Che la vita “non è mia” bigottamente parlando?! Ma per favore...
IlConte: Le leggi naturali sono cicliche ecc ecc “non ho capito”
macaco: Azz, il discordo diventerebbe estenuante ed addentrarci nella metafisica. Siamo troppo lontani in questi frangenti.
macaco: Alla prossima, ahahah
Stanlio: A' Sfà n'amico de mi cuggino che stava agonizzà da settimane mori pure lui dopo appena mezzo minuto dall'aver ascoltato quer Sferebbasta e quann'è arriavata s'accabadora poraccia nun teneva più gnente d'accabadare e mo sta a cercà quer cane de cantante pe fajiela pagà pe fajiela, o' giuro nun me so 'nventato nulla nun me...
macaco: Ammazza!! (non ci poteva essere espressione piú adeguata)
JonatanCoe: Lettura veramente interessante. In conclusione, per fare un passo avanti come civiltà, dobbiamo farne uno indietro, ritornando al folklore di un piccolo mondo antico che dava dignità alle persone.
macaco: Un popolo che ha perso i suoi usi e costumi inventa l' etica e la morale (Lao Tsu - citazione a memoria)
JonatanCoe: Etica e morale non si inventano, dovrebbero essere profondamente connaturati nell'indole umana. Se scarseggiano o vengono meno si prosegue con usi e costumi. La dignità prima di tutto.
sergio60: Per l etica e la morale al tempo della caduta Dell impero romano vennero abolite le terme per un senso del pudore miope e becero, la cosa portò ad abitudini igieniche talmente controproducenti da convivere con pidocchi e parassiti vari che altro non fecero se non veicolare malattie pandemiche come la peste, basti pensare che fino all uso continuo delle terme a memoria d uomo non si è mai letto di cronache storiche di pandemie…
iside: Noi sardi siamo sempre avanti.
JonatanCoe: Lo penso anch'io.
sergio60: Ho assistito all agonia di mia sorella... Uno strazio durato molte ore, aspettare che le funzioni vitali come battito cardiaco e respirazione sempre più affannosa in un lento e angoscioso attendere per chi spera in un miracolo, pur sapendo che cerebralmente non c era più, lo ricordo con raccapriccio, l immenso dolore al suo esaltare l ultimo respiro si mischiava con un senso di liberazione mista a pietà, spesso mi domando il perché di quel…
JonatanCoe: Condivido pienamente, caro Sergio. Mi dispiace per tua sorella.
sergio60: Grazie...
macaco: Io sono assolutamente contro l´eutanasia, come sono contro al prolungamento forzato dello stato vitale di alcune persone. Un essere ha il suo momento per nascere e per morire, l´uomo non dovrebbe sempre forzare le cose.
IlConte: “L'uomo non dovrebbe sempre forzare le cose”... No ma scusa che delirio è?! Della mia vita, che non ho deciso io (a meno che tu non dica che per una forza inverosimile chi nasce lo ha deciso lui e poi se anche fosse...) faccio ciò che voglio... cioè almeno potrò decidere cosa fare della mia vita?! O decide dio?! O gli altri esseri umani (ma chi cazzo siete?!)... è come se io obbligassi qualcuno a…
macaco: Ma assolutamente, l´ho giá scritto sopra che uno é libero di fare ció che vuole, ma non é libero di scegliere le conseguenze. Caro Nobile, per quanto si senta isolato dal resto, sappia che é tutto collegato, TUTTO, non pensi che una qualche azione non abbia conseguenze da qualche altra parte. É la legge di causa e effetto, e funziona fuori dalla nostra percezione dello spazio e del tempo, il tempo lineare, serve solo in…
macaco: Purtroppo ho una seria difficoltá nel farmi comprendere, poche persone intuiscono i grandi cambiamenti che accadranno, il maggiore sará la nostra percezione della realtá. Noi siamo ingabbiati dalla nostra educazione, é difficilissimo, sono anni che ci sto lavorando, ma da quest´anno in particolare sono in immersione totale.
IlConte: Ah no ferma, non avevo capito infatti, “perdonami”... Sono pienamente d'accordo (la ritengo persino una ovvietà, ma sono sicuro che molti non ci pensano neanche in effetti). Le conseguenze TUTTE - mica solo quelli che ti piangono, per capirci - non puoi certo sceglierle o determinarle. Poi ci sono i fatti della vita che possono cambiare le cose (destino o cos'altro?!) ... io ero e probabilmente sono tuttora “impossibilitato” a diventare vecchio... ma mi è…
Geo@Geo: Nei reparti di terapia intensiva vedi spesso casi disperati, tutti sono conseguenza di un atto precedente: l'intubazione/rianimazione di un paziente che altrimenti non potrebbe superare l'evento... Non insistere in quel momento, leggasi funzioni cerebrali chiaramente perse, significherebbe rendere la natura libera di agire senza macchine. Bisogna educarci tutti.
TataOgg: A proposito del rapporto dei sardi con la morte e l'accettazione di questo, lessi una volta che in Sardegna c'era l'usanza, per i vecchi, quelli che non potevano più avere alcun ruolo nella società e diventavano quindi un peso per la comunità, di gettarsi spontaneamente (?) da una rupe. Esiste un luogo, se non ricordo male, il cui toponimo potrebbe essere ricondotto a tale pratica. Prendi con le pinze ciò ma penso di averlo letto…
iside

iside : #desarder rulez!!! spiaggia Pixinnì

| DeRango™: 9,00    DeSarder De(L)etereo   Facile da leggere

#desarder rulez!!! spiaggia Pixinnì

Stanlio: "DeBaser & Buoi Dei Paesi Tuoi..." (novo prov. webbiano veramente novo che chiù novo nun ze pò)
G: #amore
sfascia carrozze: Per la geographica precisione (essa) si trova qùà: Google Maps (M)UH!
iside: non segnalarla che poi la ritroviamo piena di continentali.
Stanlio: mi sa che si riempirebbe più di intercontinentali maghrebini che di veneziani poichè quella spiaggia sta più vicina ad Algeri che a Venezia...
sfascia carrozze: @[iside] Si, ma anche di discinte DeContinentalesse. Eh.
iside: @[sfascia carrozze] sempre alla ricerca di picciokkeddas
iside: @[Stanlio] si fa prima ad arrivare in tunisia che a sassari. l'algeria è un po' più in la.
iside

iside : Torrànci in su cunnu. In

| DeRango™: 8,96    DeSarder


Torrànci in su cunnu.
In su cunnu, torradinci in su cunnu.
Torrànci in su cunn e màmma tua. Torrànci in su cunnu chi ti nd’ari scavuàu a fòrasa , torrànci de abùi ndi se' bessìu. Cunn ‘e mamma tua, cunn ‘e iaia tua, cunn ‘e tzia tua, cunn ‘e Giùdasa, cunn 'e Pio nòno, cunn ‘e Gesugìistu, cunn e Maumètu. SU CUNNU Articoli - NURNET - La rete dei Nuraghi - Fondazione di Partecipazione - Sardegna


dsalva: non ho capito molto, niente, ma mi piace!
iside: Torrànci in su cunnu. Premetto che, data la marginale rilevanza del dato fonetico e la pressoché generale familiarità dei sardi con l'espressione di cui si parla, rinuncio alla trascrizione in caratteri fonetici. La traslitterazione nell'alfabeto fonetico italiano cerca di riprodurre quella che è la forma del Sardo del Sulcis. Torrànci in su cunnu o torradinci in su cunnu. E' il peggiore insulto che si possa fare a un sardo e in sardo. Letteralmente significa "Torna…
Stanlio: Come dsalva, abbisognamo d'un discreto traduttore dall'isolano al continentale, mi.
iside: Torrànci in su cunnu. Premetto che, data la marginale rilevanza del dato fonetico e la pressoché generale familiarità dei sardi con l'espressione di cui si parla, rinuncio alla trascrizione in caratteri fonetici. La traslitterazione nell'alfabeto fonetico italiano cerca di riprodurre quella che è la forma del Sardo del Sulcis. Torrànci in su cunnu o torradinci in su cunnu. E' il peggiore insulto che si possa fare a un sardo e in sardo. Letteralmente significa "Torna…
dsalva: Torrànci in su cunnu. Premetto che, data la marginale rilevanza del dato fonetico e la pressoché generale familiarità dei sardi con l'espressione di cui si parla, rinuncio alla trascrizione in caratteri fonetici. La traslitterazione nell'alfabeto fonetico italiano cerca di riprodurre quella che è la forma del Sardo del Sulcis. Torrànci in su cunnu o torradinci in su cunnu. E' il peggiore insulto che si possa fare a un sardo e in sardo. Letteralmente significa "Torna…
sergio60: Ma un vaffanculo in italiano no eeeh??! 🤭
iside: no.
sergio60: Va be...
iside: Torrànci in su cunnu. Premetto che, data la marginale rilevanza del dato fonetico e la pressoché generale familiarità dei sardi con l'espressione di cui si parla, rinuncio alla trascrizione in caratteri fonetici. La traslitterazione nell'alfabeto fonetico italiano cerca di riprodurre quella che è la forma del Sardo del Sulcis. Torrànci in su cunnu o torradinci in su cunnu. E' il peggiore insulto che si possa fare a un sardo e in sardo. Letteralmente significa "Torna…
dsalva: Interessante.....
Geo@Geo: Senti @[iside] la traduzione ha rovinato secoli di storia delle tradizioni popolari sarde, e non si fa... La che ti isconzu da cristhianu... E non so se ho scritto giusto ;))
iside: e pensare che un noto cantautore aveva dedicato un lp alla nonna e nessuno l'aveva capito... mario Lavezzi - IAIA -
Stanlio

Stanlio : da “La teologia del cinghiale”

| DeRango™: 8,60    DeSarder

da “La teologia del cinghiale” di Gesuino Nemus:

Si no in c'arrennèxisi a fai sa vida chi ti pràxidi,

faidì pràxiri cussa chi ses fendu.





dsalva: please translate!
Stanlio: dovrebbe significare: "Se non riesci a fare la vita che ti piace, fatti piacere quella che stai facendo."
dsalva: sembra il mio motto!!
sfascia carrozze: "La teologia del cinghiale" merita decisamente il prezzo del biglietto. Aiò!
sfascia carrozze

sfascia carrozze : Inaugurazione di Carbonia - Radiocronaca

| DeRango™: 8,47    DeSarder In Siberia!



Carlos: Ammettilo che non vedevi l'ora di beccarti un "In Siberia!" ;-DD
Stanlio

Stanlio : meditiamo gente meditiamo...

| DeRango™: 8,28    DeSarder

meditiamo gente meditiamo...

iside: milioni di vermicelli saltellanti...
Dislocation: Da inseguire, catturare e, senza pietà alcuna, con la mollica del pane.
iside: qua da me è mitica una cena in un "circolino" di autoctoni (valtrumplini o su di li) "che schifo voi sardi mangiate il formaggio coi vermi" epoi tutti a "tociare" la polenta sul verme saltellante...come diceva il mitico Benito (Urgu) "salta salta che io mi sono mangiato tua mamma"
Dislocation: Lasciali parlare.
puntiniCAZpuntini: Ma infatti la bomba non è in vendita. In caso contrario: vai, compra una bomba, vediamo se te la vendono. Mi fanno incazzare questi post (lo so che non l'hai fatto tu e che è su Facebook da anni) che prendono l'assurdo per spiegare il normale. Vuoi fare un post dicendo che non è giusto che il formaggio marcio sia legale? PARLA DI QUELLO. Comunque, fidatevi: è giusto così. Troppo difficile da regolamentare e controllare,…
Limercury: Madonna che imbarazzo st'immagine. Ci manca giusto il "metti mi piace se sei indinniatooo!!1!" alla fine. A quando il classico "America: armi si, uovo kinder no" ? Quello non manca mai.
Stanlio: di armi e pastori criminali non ne so una fava ma per il bene dell'umanità intera (esclusi coloro che producono e armi da guerra) son disposto a mangiarmi la bomba con viti e bulloni se i militari son disposti a lanciare forme di casu nei teatri di guerra...
Stanlio

Stanlio :

| DeRango™: 8,24    DeSarder



Geo@Geo: Faulargiu, non zi inbriaghemmu mai...
sfascia carrozze: E su GasuFrazigu aundi danti postu?
Dislocation: Spero di non sbagliare la grafia, vado di ricordi paterni: Unfrigau sìasta.
Dislocation: Bene l'ho scritto?
Stanlio: Antecedentemente di dare un responso al Suo rilevante quesito esimio Sphax Cars consigliansi di traccannare almeno un paio di paia di bicchieri di vino che meglio è...
Dislocation: Io sono arrivato a cinque tassas, che faccio, vado avanti o aspetto il responso?
Stanlio: a' Disley 'ntanto insegui il contenuto del GasuFrazigu con la carta da musica o meglio il pane carasau e ogni boccone lo innaffi con altre cinque tassas poi ne riparliamo ne...
gaston: Ma in tutto questo, il maialetto è indispensabile? Ma soprattutto il maialetto, dorme?
iside

iside : la famiglia @[sfascia carrozze] nel

| DeRango™: 8,17    DeSarder Facile da leggere

la famiglia @[sfascia carrozze] nel lontano 1956

Stanlio: ma il bambino temprato è d'origine polare che se ne sta bello bello a gambine ignude?
sfascia carrozze: No! Quà i bambini sono (erano) fatti di tungsteno. E anche ignifughi, avvolte.
Stanlio: a beh s'eran di tungsteno sapendo che fonde a 3.422 °C ed ebolle a 5.555 °C non mi meraviglio affatto non mi...
iside: Quel bambino è sfascia.
Stanlio: ma dai, ed è ancora in tungsteno o s'è smetallizzato nel tempo?
sfascia carrozze: Ormai son vieppiù arrugginito: però ogni tanto mi ri-metallizzo quando metto sù i miei amati Manovals Manowar - Gloves Of Metal
Stanlio: in ossi d'abili sonnno
Stanlio

Stanlio : Cozze al sugo piccante |

| DeRango™: 8,08    DeSarder

Cozze al sugo piccante | Ricette di Sardegna

Stanlio: dedicata @[dsalva] con affetto e ricordati il pane civraxiu...
dsalva: Sembra interessante.... Ma per settembre che tengo in Sardegna me le prepari?
Stanlio: puoi scommetterci la lista dei #senzaclip amico, semprechè mi lascino uscire dal Marocco...
dsalva: Tranquillo...loro vengono qua, figurati se trattengono te
sergio60: A Stan... Manco pe 'n' riscatto te vonno...
mrbluesky: cozze? stasera un bicchiere di latte (del Trentino)
Stanlio: ghe sbocio, ti sta mal o ti vol dimagrir?
mrbluesky: no, gò il frigo vòdo
Stanlio: no stame dir che in dispensa no ti gà gnanca un'eto de spagheti, un spigoeo de aio e un toco de peperoncin pa far un'aio e oio...
mrbluesky: massa fadiga
Stanlio: queo xè vero...
sergio60: Si.. Va be... Ma sta ricetta la scrivi o non la scrivi?... Perché se la scrivi po' esse che la metto in opera, anzi, sicuro....
sfascia carrozze: Po' esse.
Stanlio: Ingredienti: Cozze - 2 kg Pomodori - ciliegino, 200 g Olio extravergine di oliva Aglio - 2 spicchi Vino - vermentino, 1 bicchiere Peperoncino - rosso piccante Pane - civraxiu Preparazione: Pulisci bene le cozze raschiandole. Cuocile in un tegame con il vino bianco e falle aprire a fuoco vivo. Trita l'aglio e il peperoncino e rosolali nell'olio. Aggiungi ora i pomodorini tagliati a cubetti, unisci le cozze e il loro sughetto e fai saltare…
sergio60: Perfetto... La giro a mia figlia che adora cucinare... Ps il pane in questione è il carasau o altro tipo? Non sono ferrato in tal contesto... 😁
Stanlio: Ma chè parlo marocchino? pane civraxiu - Cerca con Google non è carasau...
sergio60: Ehi. Ehi... Non mi sembra il caso di prendersela... Credevo che fosse lo stesso, che magari cambiava nome a seconda della provincia... Provvedo subito.. E grazie..
Dislocation: Io, preventivamente, dichiaro che ci butto la faccia dentro, alla pentola.
Stanlio: è qvesto lo spirito-so givsto Disley...XD
sergio60: Un po' eccessivo... Ma magari è il modo più giusto..
Dislocation: Fidatevi dello zio Dislo.
Stanlio

Stanlio : La Sardegna è un luogo

| DeRango™: 7,92    DeSarder

La Sardegna è un luogo sacro: troppe tombe di giganti lo testimoniano.

Tombe peraltro a cui è stata data la forma di un endometrio:
il passaggio che porta all'utero, luogo per eccellenza per la creazione della vita, la nuova vita.

E il sacro detto sardo (adoperato oggi con volgarità nella bocca di molti stolti): «CI PÓTZAST TORRÁI IN SU KUNNU» (Possa tu tornare nella vulva, da dove sei venuto), è un augurio di rinascita attraverso l'utero materno.


I Sumeri già utilizzavano la parola KUN per designare la vulva; un sinonimo di kunnu è il termine udda: sta nel sumero UD Sole, Dio sole +A caso nominale locativo (non direzionale: indica infatti l'arresto in un luogo). Abbiamo pertanto UD-DA (questa è l’esatta forma sumerica) indicante la sosta finale, il riposo finale, entro il Sole.

Attenendoci a questa base etimologica, possiamo gettare un fascio di luce sulla nostra stranissima locuzione campidanese: «intránci in sa udda», imprecazione ottativa, desiderativa, rivolta con malanimo a uno che vogliamo mandare ehm, al diavolo.

Nonostante la connotazione negativa che si da al sintagma, presa per sé l'imprecazione non sarebbe affatto negativa (quanti di noi maschietti non sognano di penetrare il più spesso possibile nella vagina?).

Il sintagma "Intrái in sa udda" è una rara sopravvivenza che illustra la credenza dei Sardi pre-cristiani nella metempsicosi, nel ritorno all'Uno, al Dio Unico, allo Spirito Onnipotente, da cui poi sarebbero rinati.

Non possiamo dimenticare, infatti, che il concetto di Dio in quanto Essenza Unitaria dell' Universo, aveva la sua epifania proprio nel Sole, la Pura Luce, il Puro Spirito che generava il Mondo e l' Umanità e poi lo ricomponeva in Sé al momento della morte degli esseri viventi.

Foto 1 Tomba di Giganti di Osono, Triei (Núoro)



Foto 2 Pozzo sacro di Santa Cristina, Paulilátino (Oristano)



iside: La Sardegna è un immenso museo a cielo aperto
sergio60: una civiltà ,la nuragica ,molto interessante tra l'altro ancora avvolta da numerosi misteri che la rendono ancor più meritevole d'interesse...
IlConte

IlConte : Spot 30" Ichnusa Anima Sarda

| DeRango™: 7,69    DeSarder

Spot 30" Ichnusa Anima Sarda
Beh dai per essere una pubblicità di merda è fatta bene... l’ypster è strepitoso ahahahah...


Dislocation: Anche il sushi mi convince.
ygmarchi2: Peccato che la birra sia appena passabile
Dislocation: La ricordo a metà anni 70. Acqua.
ygmarchi2: Non sei nato ieri insomma!
IlConte: È giovane, aveva l'ichnusa nel biberon, era avanti...
Dislocation: Sono del '63, mio padre da ragazzini, ci concedeva un bicchiere di vino o di birra a settimana, aveva i suoi metodi, lui. Così conoscevamo esclusivamente la Peroni e la Ichnusa, che bevvi in Sardegna, nella sua famiglia, era acqua anche in confronto alla Peroni.
ygmarchi2: L'alcol ai ragazzi non è una grande idea... nemmeno agli adulti forse, ma chiodo scaccia chiodo ed è quindi a volte un male necessario!
Dislocation: E' quello che diceva mio padre e ce lo centellinava sotto forma di birra o vino, once a week.
IlConte

IlConte : Parla un bandito inchiesta ad

| DeRango™: 7,49    DeSarder



iside: Pratobello Orgosolo 1969
IlConte: Un centenario, un novantenne e due invalidi... Belisim
TataOgg

TataOgg : CAMBALES (Irgoli) IGrechiSardi #Siamofratelli@[DavideWilliams]

| DeRango™: 7,22    DeSarder



DavideWilliams: sirtaki (in greco συρτάκι) è una danza popolare di origine greca. Al contrario di ciò che è comunemente e ampiamente pensato, non è un'autentica danza tradizionale, bensì fu creata nel 1964 per il film Zorba il greco, sommando due versioni, una normale e un'altra più lenta, della danza greca hasapiko (in greco χασάπικος). Questo ballo, e la musica stessa (composta da Mikīs Theodōrakīs), vengono anche chiamate danza di Zorba. Da Wikipedia.
TataOgg: per l'appunto! Ecco la risposta. ahahaahah
DavideWilliams: Grazie molto gentile 🌻
TataOgg: prego!
TataOgg: prego
tia: minchia che sincronismi..
DavideWilliams: Ajo' qua non non si scherza mica Mai Dire Gol - Nico e i sardi
ilafante

ilafante : Il M° Giacomo Monica suona

| DeRango™: 6,33    DeSarder

Il M° Giacomo Monica suona le pietre sonore di Pinuccio Sciola

Ieri ho potuto visitare il Giardino Sonoro a San Sperate (CA), un vero e proprio museo all'aria aperta. Oltre la pregevolissima e unica estetica di tutte le opere di Sciola, il tatto e l'udito sono i sensi che con più estrema sorpresa vengono colpiti. Le pietre sono levigate fino all'inverosimile e se toccate con la giusta delicatezza pare gorgoglino acqua o suonano come arpe. La nostra accompagnatrice ha affermato che le opere non possano essere considerate strumenti musicali in senso stretto, non mi ha convinto.


gaston: Pensa te. Forte.
ilafante: Già.
Stanlio

Stanlio : W SU CASU MARTZU! (FRAZIGU)

| DeRango™: 6,00    DeSarder

W SU CASU MARTZU! (FRAZIGU)

Ieri durante la trasmissione televisiva ‘Fuori dal coro’ (diretta dall'ehm, "giornalista" Mario Giordano) c’è stato un passaggio ‘culinario’ straordinario che credo abbia suscitato l’applauso dei sardi ascoltatori.

Una ‘notizia’ di forte impatto emotivo e culturale.

Il formaggio ‘marcio’ dei Sardi, su casu martzu, non fa male.

Anzi.

Lo ha sostenuto un perito medico contraddicendo ‘ante omnes’ ciò che per verdetto di buona sanità europea (si fa per dire) è bandito come prodotto corrotto, andato a male, ‘marcio’ appunto e del tutto pregiudizievole per la salute.

Le cose dunque stanno ben diversamente e la legge europea, tra tante leggi superficiali e sballate (quando non sono furbescamente emanate ‘ad hoc ‘, vale a dire per interessi meschini dell'imperante industria alimentare globalistica), ha prodotto disinformazione con danni incalcolabili circa la salute garantita dalla cosiddetta ‘dieta mediterranea’.

I Sardi, si sa, leggi o non leggi, vanno per fortuna spesso per la loro strada e su casu martzu costituisce ancora una prelibatezza tale che chi oggi si procura la crema di formaggio con tanto di vermi può vantarsi d’essere fortunato.

Anzi fortunatissimo. Il conduttore Giordano credo che abbia fatto bene a calcare la mano sul fatto mettendo in luce il paradosso pazzesco della non commestibilità del formaggio corrotto e colonizzato dalla larva della mosca casearia e invece della eccellente commestibilità delle numerose categorie di insetti e delle larve di essi che, dietro garanzia della cucina cinese (e dintorni), tendono a rendere da un certo tempo ‘istranza’ la nostra dieta.

Ischies como ite bos naro?

Tocat a aboghinare meda po sa leze isciolloriada e istrollica e cussizare sos pastores nostros chi nde fetzant meda de casu martzu po balanzu.

Ca est cosa bona meda po sa ucca nostra, meighina po sa salude e, mancu a du narrere, cosa santa zaighì su casu martzu est testimonzu de s’antiga istoria de sos jaios e babbos mannos nostros. (cit. webbesca)



dsalva: mah, amo i formaggi, ma questo non credo riuscirei a mangiarlo!!
Stanlio: mica è un formaggio quello una bomba è...
Dislocation: Su casu Marzu vive e lotta con noi.
rossana roma: Deve avere grandi qualità su casu.. se ti regge lo stomaco a guardare certi ehm.... ehm.. pagliacci ridicoli..concepiti in laboratorio. Non c'è li ha mica i genitori quello li!