Sto caricando...

La lista d'ascolto



lector
lector |    Championship
Tradurre è sempre tradire. Riprendo il titolo di una vecchia serie di ascolti perché la morte di John Prine non DEVE passare inosservata. Almeno qui!
Sam Stone - John Prine
Ho tradotto un po' in fretta, forse c'è qualche imperfezione, ma nemmeno la mia goffagine può intaccare la BELLEZZA che c'è qui. Un bambino che parla di suo padre reduce dal Vietnam e drogato.....

SAM STONE
Babbo ha un buco nel braccio

Sam Stone è tornato a casa dalla moglie e dai suoi cari
Ha combattuto nella guerra di là dal mare
E quella guerra gli ha distrutto il cervello
Lasciandogli anche un bel mucchietto di schegge in un ginocchio.
Ci ha pensato la morfina gli ad alleviargli il dolore
Così il cervello gli è andato in pappa
Ma lui ha trovato tutta la fiducia che gli mancava
E' tornato con una medaglia appiccicata al petto ed una scimmia attaccata alla spalla.

Babbo ha un buco nel braccio che si ingoia tutti i soldi
Gesù Cristo è morto per niente, credo.
Ma i bambini capiscono meglio dei grandi
Non smettete di contare gli anni
Le belle canzoni non durano mai a lungo se la radio è guasta.

E, dunque, il glorioso ritorno a casa di Sam Stone non è durato poi tanto,
E' andato a lavorare spendendo fino all'ultimo quattrino
E così Sam ha preso a rubare quando si sentiva a secco
E poi cento dollari a botta senza fare straordinari
E l'oro gli sferragliava per le vene
Come mille treni sulla ferrovia
E lo faceva sentir bene quando voleva lui
Mentre i suoi figli se ne andavano in giro con addosso vestiti dati da altri

Babbo ha un buco nel braccio che ingoia tutti i soldi
Gesù Cristo è morto per niente, credo.
Ma i bambini capiscono meglio dei grandi
Non smettete di contare gli anni
Le belle canzoni non durano mai a lungo se la radio è guasta.

Sam Stone era solo quando s'è fatto l'ultima pera
Arrampicandosi sui muri mentre era a sedere su una sedia.
Mentre una radio mandava l'ultima canzone che aveva chiesto
E la stanza già puzzava di morte con un'overdose sospesa in aria
Perché la vita non era più divertente e non c'era altro da fare
Che barattare la casa che aveva comprato col sussidio da veterano
Con una bara imbandierata su una “collina degli eroi” del posto

Babbo ha un buco nel braccio che ingoia tutti i soldi
Gesù Cristo è morto per niente, credo.
Ma i bambini capiscono meglio dei grandi
Non smettete di contare gli anni
Le belle canzoni non durano mai a lungo se la radio è guasta.

@[Alfredo]


JonatanCoe
JonatanCoe |    Championship Levitation
Sanremo 1985 - Frankie Goes To Hollywood - The power of love
È il 1985, la direzione artistica del Festival di Sanremo recluta i Frankie Goes To Hollywood
tra gli artisti ospiti della trentacinquesima edizione. Questo basta per scatenare un gran
pandemonio. Il quintetto di Liverpool, reduce dal successo planetario di "Relax", amplificato
dalla massiccia campagna pubblicitaria della etichetta dei poliedrici, redivivi Paul Morley e
Trevor Horn (chi non ricorda le t-shirt con il motto"Frankie Says No More"!), è sulla bocca di
tutti. Ma quel che fa più clamore nell'opinione pubblica è il videoclip del suddetto brano.
Già il testo, censurato a più riprese da radio e tv per alcuni passaggi inequivocabilmente
provocatori e scandalosi, ha attirato le ire di conservatori e benpensanti, sbigottiti dalla
esplicita sfrontatezza della band. Le immagini che ne vengono abbinate completano l'opera.
Uomini in provocanti e succinti abiti latex, ammiccamenti omosessuali (siamo nell'era
Thatcher, questo è un dichiarato affronto establishment), simulazioni di atti sessuali e tanta,
tanta ostentata perversione.

In Italia si mobilitano associazioni cattoliche, collettivi di mamme agguerrite e gente comune
per scacciare il demone prossimo a giungere dall'oltremanica e per convincere la direzione del
festival a fare dietrofront, ma ogni opposizione è vana, ormai è deciso.
9 Febbraio 1985. Terza e ultima serata del festival. Pippo Baudo introduce i F.G.T.H facendo gli
auguri a Holly Johnson, guarnito da un insolito copricapo in pelliccia alla Davy Crockett,
che quel giorno compie 25 anni. I convenevoli e gli ossequi volgono al termine ed arriva il
momento dell'annuncio del brano. È proprio in questo preciso momento che lo stupore calca
i gradini verso il blasonato proscenio. Tutti attendono l'incipit di " Relax".
Invece arriva l'amore, quello struggente, l'universale sentimento cantato con un trasporto
come solo pochi sanno fare. E le parole sono carezzevoli: "Ti proteggerò dall'artiglio incappucciato,
terrò lontano i vampiri dalla tua porta" e carezzevole è Johnson che lancia rose rosse al parterre.
Un appassionato, commovente inno all'amore, di quelli destinati già sul nascere ad essere ricordati
per sempre.

Holly Johnson più tardi dichiarò: "Ho sempre sentito The Power Of Love come il disco che mi avrebbe
salvato la vita. C'è un aspetto biblico della sua spiritualità e passione, il fatto che l'amore è l'unica cosa che conta, alla fine"


JonatanCoe
Genesis - The Musical Box
Dal 3° episodio di TOP(PA) 100.
La materializzazione di un sogno sognato nel mondo dei sogni. Una delle massime rappresentazioni
oniriche dell'universo musicale, soave e al contempo crudo, macabro come pochi, a cominciare dal
titolo che è una alterazione della parola "nursery rhymes", celebri filastrocche per bambini molto
diffuse all'epoca nelle terre di Albione. Il contrasto tra dolcezza e crudeltà permea tutto il lavoro.
Un significativo esempio è la stupenda suite "The Musical Box" dove una bambina decapita un proprio coetaneo mentre giocano a croquet. Ed ancora incesto, pedofilia, sadismo in un contesto di disarmante innocenza infantile che rende surreale e grottesca l'atmosfera dell'intero disco.
Non si può aggiungere tanto altro ad un disco ampiamente sviscerato, osannato, imitato da oltre 45 anni. "Nursery Cryme" è un must per vocazione, tra i capolavori che hanno cambiato per sempre
il progressive rock.


fedezan76
fedezan76 |    Championship
Dazed And Confused - Led Zeppelin HQ (with lyrics) Non erano solo i torrenti di note, o i gemiti sensuali, nemmeno l'irruenza selvaggia di Bonzo. Il concetto di fondo era quello di cercare di catturare l'emozione del momento per poterla comunicare. Il suono dell'ambiente. È quello il punto fondamentale. A quello servivano i microfoni piazzati a varie distanze, le pelli foderate di stagnola, l'archetto del violino. Trucchi semplici, na efficaci, che hanno cambiato il rock. La distanza è profondità. E il Diavolo corre nel mezzo.


lector
#ioRestoInNegozio
Allora, facciamo le cose come si deve!
Si ripropone la famosa "OFFERTA SPECIALE LECTOR"!!
Venghino, venghino siòri e siòre
5titoli5 di qualunque genere, sottogenere, epoca, etnia e provenienza geografica vi vengano in mente!
Chiedete e vi sarà proposto (o almeno ci si proverà).....
E ci metto sul piatto: se ne conoscete anche solo uno altri 5titoli5, stessa cosa se li trovate scadenti, arraffazonati, tirati fuori per caso, non aderenti alla richiesta!
Venghino, venghino, siòre e siòri.....

(Sempre che i pargoli mi facciano lavorare, in questi giorni sembra che abbiano ciucciato la cocaina....:-(((()

lector
NOVITA':
Il nostro negozio è lieto di offrire a tutti i suoi avventori IL PACCO DONO DI FINE ANNO del Championship Vinyl Shop!
Basterà indicare il genere e/o sottogenere musicale e l'utente a cui il pacco è destinato ed in poco tempo vi verrà consegnata una lista di 5 (dico ben 5!) irrinunciabili quanto sconosciuti (ai più) capolavori del genere in questione (tranne forse il Rap, sul Rap sono un pochino manchevole...)!
Venghino Sìori e Sìore, venghino.
Non fatevi mancare il pacco cult di fine anno (si accettano sfide)
Prima che mi rifacciano prigioniero del mondo parallelo....
Tanto paga il proprietario del negozio, @JonatanCoe
Bebe - A Natale puoi


dsalva
dsalva |    Championship
The Fletcher Memorial Home - Pink Floyd
L'olofonia è una tecnica di registrazione e riproduzione sonora eseguita tramite uno speciale microfono denominato olofono che permette di riprodurre un suono in modo simile a come viene percepito dall'apparato uditivo dell'uomo: il suono non si percepisce più sui padiglioni delle cuffie o nell'arco stereofonico classico, ma addirittura fuori dalla testa, quasi nelle esatte coordinate spaziali di registrazione.(wikipedia)
Boh!, esistono solo 4 dischi registrati con questa tecnica...oltre a The final cut, Roger Waters, The Pros and Cons of Hitch Hiking, Psychic TV, Dreams Less Sweet, Some Bizarre e Gianni Togni (udite udite) Stile Libero. Tutti tra il 1982 e il 1984......mi viene da pensare che non ebbe molto successo, ma vi garantisco, e chi lo possiede ne e' testimone, che suona da Dio!


JonatanCoe
JonatanCoe |    Championship Fetisc
GUN CLUB - COOL DRINK WATER
Dal 1° episodio di TOP(PA) 100.
Metti il punk-rock targato west coast, blues, psychobilly e una bella manciata noir che non guasta mai e il gioco è fatto.
La macchina infernale di Jeffrey Lee è ipnotica e sconvolgente e nel 1981 raggiunge la sua perfida perfezione con
"Fire Of Love". 11 laceranti tracce che iscriveranno il 'club delle pistole' nella lista delle band da culto e in quella dei dannati spediti all'inferno. Album indispensabile.


Stanlio
Da questo magico album che ha davvero un titolo profetico e resterà in luce ancora per un pezzo anzichennò ci ascoltiamo una delle mie tracce preferite in cui la presenza di Brian Eno si sente eccome... Listening Wind (2005 Remaster) and Remain in Light all year long my dears friends e niente...

Remain in Light


JonatanCoe
JonatanCoe |    Championship
Bauhaus - Bela Lugosi's Dead (Original)
Championship Vinyl Shop, espositore n° 023

"Bela Lugosi’s Dead" è il primo singolo dei Bauhaus ed è stato registrato il 26 gennaio 1979 nei Beck Studios di Wellingborough, nel Northamptonshire, in Inghilterra, 23 anni dopo la morte del famoso attore. Dalla durata di nove minuti e mezzo, registrato in una sola take, fece immediatamente colpo presso la piccola casa indipendente Small Wonder che decise qualche mese dopo di pubblicarlo come singolo senza ulteriori modifiche. Brano cult del movimento darkwave, negli anni è stato oggetto di diverse cover, dai Sepultura ai Nouvelle Vague, passando per gli Until December, gli Opera IX e molti altri.
Chiudo con un piccolo aneddoto sull'attore. La leggenda vuole che l’attore fosse così a suo agio nei panni del conte vampiro da pretendere di essere sepolto con addosso il suo storico mantello, cosa che durante i funerali avrebbe strappato al suo amico e collega Peter Lorre la frase: “Siamo sicuri di non dovere prima piantargli un paletto nel cuore?”.


Stanlio
Stanlio |    Championship
Jimi Hendrix - Machine Gun (Audio)

Esistono svariate versioni più o meno lunghe di questo magnifico pezzo nato da una jam session che incrociava proteste studentesche e proteste contro le guerre, in particolare quella del Viet Nam che si combatteva in quegli anni presentando questo brano a Berkeley, JH disse: «Vorrei dedicare questa canzone ai "soldati" che qui a Berkeley stanno combattendo, sapete bene di quali soldati sto parlando... , e certo, anche dei soldati in Viet Nam, e voglio dedicarla anche ad altre persone che stanno combattendo guerre differenti, magari con loro stessi, non guardando in faccia la realtà».
Questa versione in studio di Machine Gun, venne poi pesantemente rimaneggiata nel '75 dal produttore e fu ridotta a 7:30, fatto per nulla ben accolto dai fan, in quanto il produttore aveva portato in sala d'incisione dei turnisti per sovraincidere batteria, basso e persino parti di chitarra, che risultavano mancanti o a suo dire ehm, "di scarsa qualità sonora" e niente... anzi no, W il Vinile!


lector
lector |    Championship
Psychedelia dall'altra parte del mondo (4)
Traffic Sound - Virgin
I Traffic Sound dal Perù.
Questi non sono una stranezza, una freakerie per bullarsi cogli amici (come faccio io), no: questo era proprio un gran gruppo!
Gente con tutte le carte in regola (ed un certo successo lo hanno pure avuto).
Se non fossero nati dall'altra parte del mondo saremmo qui a celebrarli in altro modo....


lector
lector |    Championship
Regali di Natale (5)
Per tutti voi (ché non vi posso mica citare tutti!)
Ecco un regalo di Natale cumulativo per tutti i DeBaseriani che si sono comportati bene...
I 5 Dischi di Natale che non dovrebbero mancare in nessuna delle vostre case! (E neppure tra gli scaffali del Championship Vinyl Shop, caro il mio Jonatan!)
White Christmas by John Fahey from The New Possibility
The Most Offensive Song Ever
John Zorn - Santa Claus Is Coming To Town
Tiny Tim - White Christmas
Mojo Nixon - It's Christmas Time
Auguri a tutti!


lector
lector |    Championship Podio
Psychedelia dall'altra parte del mondo (altri 5)
E, per dimostrarvi che per questa roba ci ero - per davvero - andato fuori di testa, eccovene altri 5
Kaleidoscope - P.S Come Back dal Messico
F.M. y Cia. - Los Mac's dal Cile
Los Mockers 1967 Make Up Your Mind original clip dall'Uruguay
We All Together - Some people never know dal Perù
Post Crucifixion - Pescado Rabioso dall'Argentina


JonatanCoe
JonatanCoe |    Championship
I Trawl the Megahertz (Remastered)
"I Trawl the Megahertz" di Paddy McAloon è stato ristampato nel febbraio del 2019 a nome Prefab Sprout, con una
prima uscita in edizione limitata in vinile bianco di sole mille copie. Lontano dalle sonorità degli Sprouts e quasi
interamente strumentale e sperimentale, questo lavoro è contraddistinto dall'eleganza musicale e il genio di McAloon
che nel 2003, in fase di realizzazione dell'album, era tormentato dalle pessime condizioni di salute.


Stanlio
Stanlio |    Championship Fetisc
Il suo nome era Holmes Sterling Morrison Junior ehm, due giorni dopo l'aver compiuto mezzo secolo, sorella morte se lo portò con se aiutata da fratello cancro, a Poughkeepsie (pronuncia: /pəˈkɪpsi/ pə-KIP-see) capoluogo della contea di Dutchess nello Stato di New York degli U.S.A.

Anche ma non solo a causa di ciò i Velvet Underground chiusero definitivamente i battenti a metà degli anni '90, dopo essersi riuniti brevemente nel 1992 facendo pure da band di supporto agli U2...

Morrison fu fondatore e chitarrista (sostituendo spesso John Davies Cale al basso quando questi suonava la viola o il piano) dei VU fino al '71, anno in cui intraprese la professione come insegnante di "Letteratura medievale" c/o la "University of Texas at Austin".

Successivamente negli anni '80 abbandonò la carriera universitaria divenendo ehm, Capitano di un rimorchiatore ma questa è un'altra storia ça va sans dir...



The Velvet Underground - The Murder Mystery


sfascia carrozze
sfascia carrozze |    Championship
Ufo robot SIGLA COMPLETA + TESTO

Cempionscip Vainil Sciop, espositore n° 124.547


Stanlio
Stanlio |    Championship
Peter Green's Fleetwood Mac - The Green Manalishi (With The Two Prong Crown)

The Green Manalishi (With the Two-Prong Crown) è una canzone scritta da Peter Green e registrata dai Fleetwood Mac. Fu pubblicata come singolo in Inghilterra nel maggio del 1970 e arrivò al decimo posto delle classifiche inglesi.

La canzone venne scritta negli ultimi tempi in cui PG rimase con i FM, in un periodo in cui tutti facevan un uso smodato di LSD e a detta di molti che la sanno lunga, il "Green Manalishi" sarebbe un tipo di "acido" molto comune nei '70, ma lo strasconvolto PG ha sempre smentito tutto ciò, affermando che la canzone parla di soldi , che rappresentano in questo caso "lo sterco del diavolo" e niente, nada...


JonatanCoe
JonatanCoe |    Championship
The Chain (2004 Remaster)
Rumors è l'opera che sancisce e sdoganata al mondo la svolta musicale dei Fleetwood Mac.
La band lascia per strada due terzi del vecchio sound blues-rock, accantonato dopo la fuga
di Peter Green dal gruppo, e vira deciso verso lidi più consoni al periodo, nella rena di una
nascente scena pop rock. La virata ha per protagonisti anche le nuove reclute
Lindsey Buckingham e la sua allora compagna Stevie Nicks. Ricercatezza, pulizia del suono
e originalità la fanno da padrone in questo capolavoro che, oltre ogni aspettativa, raggiunge
le prime posizioni in classifica in diversi paesi e vende quaranta milioni di copie in tutto
il mondo. Solitamente le classifiche musicali sono liste di album da evitare tranne in poche
eccezioni. Rumors è una di queste.


lector
lector |    Championship Fetisc
Copertine & libidine (4)
In Italia, comunque, ci si è dati da fare! Alcune delle copertine più belle hanno visto la luce nel Belpaese (il che spiega la ragione per cui molti dischi dei nostri '70 sono ricercatissimi tra i collezionisti).
Che dire, per esempio, di "Nuda" dei Garybaldi con quella copertina che si allungava a dismisura sul corpo della Valentina del grandissimo Crepax?
E la foto, davvero, non gli rende merito!
Garybaldi - Maya desnuda (1972)


lector
Rob Fleming, il protagonista del romanzo di Hornby a cui questo gruppo si ispira aveva la fissazione delle liste. "I 5 dischi per..."
Io, in perfetto stile Rob Fleming, faccio - di tanto in tanto - le mie liste....
Eccovi quella di questo sabato notte:
"5 dischi per @[luludia] (e per tutti coloro che vorranno provare ad ascoltarli)".
Benvenuto nel negozio.
5 perle di cantautorato freak, oscuro e storto. 5 dischi bellissimi credimi. Altre 5 storie che dovrei raccontare...e c'è pure il disco che Nico avrebbe fatto se non avesse incontrato Cale (e i Velvet), a te scoprirlo....
Roger Bunn - Road To The Sun
Susan Christie - Rainy Day (1970)
Gläns Över Sjö Och Strand - Ohio 4 Maj 1970
Bridget St. John - Ask Me No Questions [1969]
Cold In Philadelphia - Perry Leopold




Stanlio
Stanlio |    Championship
"Smoke on the Water" risale al '72, e poichè i Deep Purple non si aspettavano certo che questa canzone diventasse un successone, uscì come singolo solamente circa un anno più tardi nel '73, il pezzo pare l'abbia scritto Roger Glover il bassista, dopo aver fatto un sogno in cui vedeva del fumo uscire dal lago vicino a cui stavano in hotel, e riprendeva un fatto realmente accaduto in cui uno spettatore, al concerto di zio Frank e le sue Mothers, sparò un razzo che causò un incendio a Montreux in Svizzera nel '71, almeno così narra la leggenda e niente...

Deep Purple - Smoke on the Water


lector
lector |    Championship Fetisc
5 Segreti perfettamente nascosti del cantautorato americano per @[JonatanCoe]
3) Marc Johnson - A Long Song
Ecco di lui non so quasi niente, tranne che è di un sobborgo di New York, che il suo primo disco "Years" del 1972 è un piccolo culto tra estimatori (come me) che lo considerano un vero oscuro capolavoro, che di dischi ne ha fatti almeno altri 4, che io sappia e che questo - naturalmente - è bellissimo!


lector
lector |    Championship Fetisc
5 Segreti perfettamente nascosti del cantautorato americano per @[JonatanCoe]
5) David Blue / Nice Baby and the Angel
7 dischi dal 1965 al 1976, più uno (il primo) in compagnia di gente come Richard Fariña, Patrick Sky, Bruce Murdoch e Dave Cohen. Insomma il giro del Greenwich, sì quelli che se la facevano con Bob Dylan.
E Bob una mano (oddio, un dito più che altro!) a pure provato a dargliela, ma David è scomparso nel nulla lo stesso....
Sul DeB 0 recensioni, 0 video Ça va sans dire.....