Fino all'ultimo respiro (À bout de souffle) - Champs-Élysées

Jean-Luc Godard (2 di 5)
"Fino all'Ultimo Respiro" - 1960

#35mm
BËL (07)
BRÜ (00)
zappp Il 16 aprile — DeRango: 17,57


Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti all'ascolto

adrmb
Amato.
BËL (00)
BRÜ (00)

adrmb
Secondo me è un capolavoro, magari è un po' "hipster" per il gusto di esserlo, ma seondo me gira tutto a meraviglia.
BËL (01)
BRÜ (00)

zappp: capolavoro non so, fosse solo per non inflazionare il termine, ma di sicuro siamo nei paraggi...
adrmb: Eh boh secondo me in quegli anni ne uscivano una marea, quindi era legittimo inflazionare il termine, secondo me.
hjhhjij: "Hipster" ? Oddio, all'epoca era qualcosa, pur con i suoi ovvi riferimenti, di totalmente nuovo, di veramente innovativo. Nel bene e nel male, vedi sotto, ma la sua spinta nuova si avverte anche oggi, non lo vedo proprio "hipster".
adrmb: Wait, io intendvo questo con hipster, il fatto che fosse uno stile unico ottenuto dalla decostruzione delle regole cinematografiche più "mainstream". Secondo me nel film è una cosa urlatissima (vedi anche il riferimento di a Marlon Brando), molto più di un 400 colpi che pure ha innovato (l' "estenuante" scena della fuga di Antoin e lo sguardo in macchina) ma l'ha fatto in maniera più sottile, secondo me.
hjhhjij: Be ma cazzo c'entra "Hipster" ? :D
adrmb: Non so, non vuol dire "diverso dalla massa"? ahah
hjhhjij
Secondo me invece mica gira tutto a meraviglia :( Purtroppo mi toccherà "passare" a questo giro perché non ho una grande conoscenza di Godard e nemmeno una grande passione per quel poco che ho visto di lui. Questo è ovviamente il film che conosco meglio. Per me può essere, a livello oggettivo, essere considerato un capolavoro a tutti gli effetti, nel senso più puro del termine, un caposaldo di una nuova corrente cinematografica eppure a mio personale gusto non è mai scattata la scintilla come con gli autori da cui la Nouvelle Vague prendeva parte della sua ispirazione (il Neorealismo) ne come con altri autori francesi dell'ondata, ne come con quelli che da qui hanno preso parte dell'ispirazione (alcuni registi della Nuova Hollywood). Ci sono tanti spunti di analisi sia tecnica che narrativa, tante cose interessanti, la costruzione del personaggio protagonista, lo stile di ripresa, piani sequenza studiati benissimo, movimenti con macchina a mano (le nuove mdp leggere e molto mobili) e di montaggio, quello della recitazione, l'uso del sonoro, uno stile atto allo "straniamento" quasi brechtiano e dal punto di vista narrativo la tendenza a mettere in rilievo i momenti morti e vuoti della storia. Ecco, però tutto questo nel risultato complessivo mi è risultato piuttosto pesante. La lunga sequenza di loro due che parlano del nulla in camera da letto mi ha quasi portato all'impiccagione. Madò, obbiettivamente, che due coglioni Godà... Per chi ama il cinema, ci sono troppe cose che stuzzicano l'attenzione per non trovare il film estremamente interessante, l'ho visto due volte per questo motivo; ma una terza non lo rivedrei, ecco.
BËL (00)
BRÜ (00)

zappp: magari non sono i tempi giusti per un Godard pour toi, a volte succede.... o forse no

dai lui una possibilità fra qualche anno, chissà cosa succede
hjhhjij
Insomma, l'interesse tecnico stavolta non va a braccetto, non del tutto, con il godimento soggettivo nella visione, il che è un problema :D
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: