Manetti Bros.
Piano 17

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Mancini, sotto mentite spoglie di uomo delle pulizie, deve mettere una bomba all'interno dell'ufficio di un dirigente all'ultimo piano di un grande palazzo. Solo che l'ascensore su cui viaggia si blocca e con lui ci sono due impiegati dell'azienda. All'esterno, i complici di Mancini forse non lo aiutano come dovrebbero...

Noir dei Manetti Bros. girato con un budget misero (si dice 70.000 euro, pochissimo anche per una piccola produzione), che possiede una sceneggiatura per nulla banale, studiata nei dettagli e nelle caratterizzazioni (anche grazie ai flashback). Un piccolo film indipendente nostrano, che avrebbe meritato maggior fortuna, facendo riferimento, nemmeno troppo velatamente, al cinema americano di genere (mi viene in mente il primo Tarantino) e alla serie TV "24", per quanto riguarda lo svolgimento della vicenda (quasi) in tempo reale. Quando vengono realizzati questi prodotti, personalmente ritengo che anche i difetti più evidenti (la programmazione della bomba, il tempo che passa troppo presto da pomeriggio a sera, etc.) sono marginali rispetto al risultato finale e al percorso che la pellicola compie, soprattutto pensando a quanto poteva dare di più se qualche casa cinematografica avesse speso dei soldi per produrlo. Peccato che qualche compagnia hollywoodiana non abbia realizzato un remake, mai necessario come in questo caso (rispetto ai tanti inutili che si producono). Forse "Piano 17" è il miglior film dei Manetti.

Molto bene il cast con molti dei protagonisti de "L'Ispettore Coliandro". Camei di Valerio Mastandrea e Massimo Ghini. Ottima la colonna sonora incalzante del duo "Pivio e Aldo De Scalzi".


Per fortuna ci sono i Manetti Bros. capaci di spaziare tra i vari generi in un contesto, quello italiano, povero di divagazioni che non siano le commedie con Bisio e i drammi con Favino. Coraggiosi nel girare con pochi fondi e nel tenere duro in una realtà difficile, dopo anni di gavetta tra cinema e TV, prossimamente uscirà il loro progetto più ambizioso e costoso, ovvero "Diabolik". Si meritano questa opportunità.

7+

Questa DeRecensione di Piano 17 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/manetti-bros/piano-17/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Due)

snes
Opera: | Recensione: |
Visto quasi dieci anni fa, mi piacque da matti, era un periodo in cui i film sull "isolazionismo" fisico dei protagonisti mi divertivano parecchio.

Stanlio
Opera: | Recensione: |
non l'ho visto e nemmeno conoscevo i F.lli Manetti e se è piaciuto pure a nes diventa 'na mezza garanzia che valga la pena non perderlo nuovamente...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: