Maximilian Hecker
Lady Sleep

()

Voto:

Alcuni elementi avvicinano la musica di questo tedesco che pubblica per la Kitty-Yo a Jeff Buckley. Ma è anche vero che molte di più sembrano richiamarlo pur essendone all'opposto estremo.
Non preoccupatevi spero di essere più esplicito nelle prossime righe.

Vediamo le similitudini: voce angelica ed ispirata, grande propensione alle melodie non scontate seppur pop e una attenzione maniacale agli arrangiamenti ed ai testi delle proprie creature. Ma in Hecker l'epicità e l'innata propensione all'esplorazione della propria anima musicale (e non solo) si trasformano in intimismo e ricerca di protezione sia da dare che da ricevere. Le complesse cavalcate chitarristiche diventano accennate linee melodiche di pianoforte con l'aggiunta di qualche arco (come sempre un po' troppo piacioni). Gli inarrivabili amori e le sfide (addirittura ossessive e preveggenti!) esistenziali sono qui invece labili canzoni scritte con sospiri d'amore su appassiti petali di rosa.
Particolare menzione meritano la elettroballata velvettiana "Help Me" (singolo), l'iniziale "Birch" e le "islandesi" "Dying" e "Yeah, Eventually She Goes" (hey, qui Max ha inserito una chitarra distorta!).
Romanticismo quindi, a piene mani. Per chi ama Jay-Jay Johanson, Stina Nordenstam, fors'anche Yann Tiersen... e stringon forte il cuscino sapendo che lui, purtroppo, non andrà via.

Questa DeRecensione di Lady Sleep è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/maximilian-hecker/lady-sleep/recensione-feelingsinister

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

dboon
Opera: | Recensione: |
L'ho visto dal vivo un paio d'anni fa al Clandestino di Faenza. Veramente noiso..Non paragoniamolo a Jeff Buckley
BËL (00)
BRÜ (00)

humax4
Opera: | Recensione: |
il disco è semplicemente splendido. l'ascolto richiede però uno stato d'animo adeguato altrimenti si rischia di cadere in preda al panico. la voce è angelica si, straziante a momenti. le melodie suggestive fanno addolcire il cuore. ti tolgono il respiro....
BËL (00)
BRÜ (00)

humax4
Opera: | Recensione: |
ops...avevo sbagliato il voto...
BËL (00)
BRÜ (00)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
Setito um bramo alla radio ieri... (oggi la mia tastiera mom mi fa scrivere la emme di mapoli) mom so... Rose mi era piaciuto però... Bella la tua kiusura pilotio :-)))) (azz memmemo le acca, grave!)
BËL (00)
BRÜ (00)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
Hal
Hal
Opera: | Recensione: |
Ho ascoltato un mp3 nel sito ufficiale che hai indicato. A me la sua voce non piace moltissimo e non vedo molto il confronto con Buckley. Forse non ne ho voglia... Dei dischi precedenti rose mi era piaciuto un po' di più di infinite love songs, comunque, per quel che può contare (poco lo so), entrambi avevano una copertina molto più bella di questa. Bye
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
Sì la copertina è terrificante, ma il tedesco ci sa fare. Avessimo in Svizzera uno così! Ciao Gino :)
BËL (00)
BRÜ (00)

ZiOn
Opera: | Recensione: |
ma dateci dentro con i chitarroni, abbasso le lagne! :DD no a parte gli scherzi ho sentito giudizi contrastati su questo disco, come su Wovenhand, li ascolterò entrambi comunque, bravo gino
BËL (00)
BRÜ (00)

feelingsinister
Opera: | Recensione: |
Si, è vero... la copertina è brutta forte! :)
BËL (00)
BRÜ (00)

feelingsinister
Opera: | Recensione: |
..si è vero è lontanissimo da Jeff però è per questo che me lo ricorda... uhm vabbè
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
figa whisky & giradischi fratello
BËL (00)
BRÜ (00)

nildo
Opera: | Recensione: |
Dopo averlo ascoltato alcune volte la sua musica ti entra nell'anima... è un disco veramente romantico da usare come sottofondo per una piacevole serata in compagnia. C'è da dire che le canzoni sembrano un po' tutte simili e anche dopo averle ascoltate parecchie volte non le distinguo una dall'altra. Comunque non sono per niente male... hanno un qualcosa che ricorda la musica classica. Concordo sulla copertina: di così brutte se ne son viste poche
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: