Monumenti aperti
Nuraghe Sirai

()

Voto:

Diario di bordo dello sfasciatore: data stellare 6.2017514

Dovete sapere che da queste parti - non saprei se sia una cosa specificatamente regionale o italica* - esiste una rassegna/manifestazione/evento denominato "Monumenti Aperti" che dovrebbe dare libero ergo gratuito accesso, una tantum of corz, ai monumenti presenti nel (*proprio) territorio.

Bene.
Molto felicitante che tra i (cosiddetti) "Monumenti aperti" ci fosse anche il "nuovo fiammante" (si fa per dire) Complesso Nuragico posto ai piedi del Monte Sirai, in provinzia di CI, Africa.
Si tratta di uno straordinario monumento megalitico (detto volgarmente Nuraghe) a pianta Pentalobata i cui scavi intensivi sono iniziati solo da qualche anno.

Nota Meteo (chè fa sempre audience): con 29° all'ombra mi ci sono recato per godere finalmente degli scavi - che avevo già visto in precedenza durante la mia attività notturna di tombarolo - ma soprattutto per la relativa analisi "storico-scientifica" effettuata in loco da qualche valente editor di pietroni arcaici et similia.

E invece.
Sì te lo fanno "visitare", ma per modo di dire.. per essere precisi te lo fanno parzialmente circumnavigare (da sotto) neanche fossimo pronipoti di Bartolomeo Diaz..

Motivo ufficiale:
"perchè gli operai che effettuano gli scavi sono stati tutti licenziati un paio di mesi fa..":

ho pensato: siamo alle solite.. ma poi è arrivato l'inatteso/inarrivabile colpo di genio:
"Le pietre del sito potrebbero muoversi perchè sono poco stabili perchè non ci sono più gli addetti che le stabilizzano.."
{le mie orecchie sono ancora incredule a distanza di 24 ore!!!}:

MACCAZZAROLA queste benedette pietre sono piantate quà (là) da tremilacinquecento anni!
Me le fai annusare a distanza e non me le fai vedere/toccare/calpestare/mangiare.
Non me le fai "capire".

Insomma: non capisco.
Mi giro: vedo là in fondo al parcheggio il mio triciclo che sta prendendo fuoco (metaforicamente): la temperatura s'alza.

Un altro dettaglio: oltre a non far accedere fisicamente al sito hanno lasciato i teloni di plastica bianca SOPRA le straordinarie (e a quanto pare prime) "officine" per la produzione del vetro e della lavorazione delle pelli. Però ci hanno mostrato i relativi pannelli con le foto, posti a distanza di qualche metro..

Perfarlabreve:
c'era sì il cancello d'ingresso "aperto" del "Monumento Aperto" e un paio di volenterosi e preparati scolari (disponibili e bravi, per carità, ma pur sempre ragazzini penso delle medie..) che a turno ripetevano con inattesa sobrietà la pappardella imparata a forza a scuola.
Niente contro i ragazzini, sia chiaro.. che, anzi, sembrano aver preso molto seriamente il loro ruolo e l'hanno svolto al meglio.

In pratica: dopo una decina di minuti di "visita" guidata ho rimesso mestamente il casco e sono decollato con mille domande e zero risposte.

Ecco come siamo messi: quello che dovrebbe dare lustro e attirare/appassionare le persone nel nostro straordinario (non certo per merito dei
villici contemporanei) paese viene sfruttato davvero nel peggiore dei modi.
Altro che "Bionda Sardegna" (o "Fantasticherrima Italia").


*poi mi hanno spiegato che è una cosa "stivalizzata"

Questa DeRecensione di Nuraghe Sirai è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/monumenti-aperti/nuraghe-sirai/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Undici)

spiritello_s
Opera: | Recensione: |
Tristezza megalitica. Cloro alle soprintendenze! Se per assurdo (nonvogliaiddio) il nostro patrimonio archeologico fosse dato totalmente in gestione ad un qualsiasi ente (pubblico vero..) straniero, poniamo il caso (nonvolesseiddio!! peccarità!!) "inglese" ecco io sono pronto a scommettere i due spicci che ho in conto a rimessa in banca che questi qua in meno di 5 (dico 5 mica 50...) anni ti tirano fuori una gestione dei beni che autofinanzia il risanamento ed il mantenimento (mica pompei...) e per di più (oimmena!!) si potrebbero anche visitare tutti quanti con la guida! Ora vado a confessarmi per aver solo pensato certe sconcerie.
BËL (01)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
Doppio five. Monte Sirai il nuraghe. Per una volta niente fenici e/o punici. PS mio cugino (tutti abbiamo un cugino che ne sa più degli altri), fresco settantenne, di che lo ha scoperto lui...il solito fanfarone a casa sua ho visto solo anfore romane e urne cinerarie puniche.
BËL (01)
BRÜ (01)

sfascia carrozze: Generalmente quelli che ne sanno (molto) più di tutti gl'altri e che hanno visto tutto loro, sono i cosiddetti "cuggggini". Con una miriade di g. Minuscole, che sennò quello potente, Maiusqolo, s'inalbera.
heartshapedbox: Isi voglio il nome di tuo cugino -.-
iside: Giovanni detto Gianni.
sfascia carrozze: Ma non sarà quel "Gianni" che conosco anch'io? No perché di Gianni né conosco un paio. E di tutti i Gianni non tutti i Gianni vengono per nùocere, si sà.
heartshapedbox
Opera: | Recensione: |
Sono d’accordo con @spiritello_s ,sicuramente le soprintendenze sono una delle piaghe del nostro settore. Il mecenatismo senz'altro sarebbe una soluzione al problema della gestione, della manutenzione e fruizione dell’immenso patrimonio storico archeologico del nostro Paese. Un caso emblematico ed esemplare è sicuramente quello di Ercolano gestito dalla fondazione Packard istituita e finanziata dal figlio di uno dei fondatori del colosso informatico HP. Questa fondazione si occupa di tutto, dalla pulizia alla ricerca, ed è un sistema che funziona benissimo poiché quello di Ercolano è uno dei siti italiani che conta il maggior numero di visite annuali . Se potete andateci perché è veramente bello. Purtroppo però questo è un caso isolato e il resto del patrimonio italiano è in mano alla gestione statale, con fondi che non arrivano o non bastano, sprechi, abbandoni, ecce ecc. Faccio l’archeologa da 10 anni e lo sono da sempre, queste situazioni purtroppo le conosco molto bene e mi fanno incazzare e a volte anche scoraggiare. Potrei mollare o andarmene all’estero, come hanno fatto tanti miei colleghi. Ma pur essendo vero che di passione non si campa bè io ci provo comunque e mi impegno, finché avrò la forza.
L’iniziativa “Monumenti Aperti” si tiene in tutta Italia, gli scolari di cui parli fanno parte di un progetto chiamato “Alternanza Scuola Lavoro”, che detto in parole povere è soltanto uno dei mille modi in cui lo stato italiano recluta manodopera gratis lasciando a casa gente che studia anni per fare questo lavoro. Sicuramente nello specifico il parco presso cui ti sei recato non era stato adeguatamente reso fruibile per l’occasione, o affatto direi. Non ho ben capito a quali pietre si riferissero, se a quelle della struttura o eventuali ruderi circostanti. Sta di fatto che le pietre ci sono in tutti i parchi archeologici e ci sono strutture apposite per far si che i visitatori non le smuovano e soprattutto che siano leggibili, il visitatore deve poter capire anche senza una guida di cosa si tratta, e in questo ovviamente la pannellistica è fondamentale. I teloni in genere si mettono alla fine di una campagna di scavo, per proteggere il saggio dalle intemperie, e poi si tolgono quando i lavori ricominciano, quindi suppongo che i lavori lì non siano finiti e chissà mai se finiranno…! Che peccato accidenti. Capisco la tua delusione ed indignazione, ma non smettere mai di essere curioso e visitare i luoghi della nostra storia e delle nostre radici.

BËL (04)
BRÜ (00)

heartshapedbox: ah, dovrei metterti 1 per la tua attività notturna di tombarolo. Ma per questa volta mi asterrò.
sfascia carrozze: Dai, per stavolta, mi astengo anch'io. Nel mio caso dal dire le solite idiozie. Bellissimo e competentissimo DeCommento che se si potesse DeVotare (quello sì) meriterebbe un 5/5 ad libitum. DeCommento che, va detto, non mèrita una DePagina sostanzialmente "ignorante" e formalmente idiota come questa quissù. Come dire: gli opposti che si attraggono. Anzichénò. Tench Iù allot, Mademoiselle.
algol: Beh. Illuminante. Grazie Heart
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Non disturbare la pietra che dorme
BËL (01)
BRÜ (00)

algol
Opera: | Recensione: |
Effettivamente ieri ho visto un asteroide afro sardo che scorrazzava libero e "non stabilizzato" per le vie dello sciopping meneghino
BËL (01)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Allora, questo è uno dei casi in cui mi dispiace passare da qui così tardi. Sphascia lo sa: io amo tutto quello che scrive, andrei in estasi pure se scrivesse la lista della spesa. Insomma lo ho paragonato a Gadda ed a Folengo! (Sono fuori di testa, lo so).
Però questa recensione andrebbe cancellata.
E' un fatto di onestà intellettuale. Se no dobbiamo chiedere scusa a @[De...Marga...] (a proposito: che fine ha fatto il nostro DeMa?)e pure a Buzzin/Gianluigi/alfama (e tutti gli altri nick che ora non ricordo). E pure ad @algol, ma algol è un puzzone ed allora nisba.
O sono io che non capisco? Non si era detto "niente opere inesistenti"? Basta figli e figliastri a chi capita capita......ecc. ecc.
@[G] , per favore fammi capire. Decidiamo una linea una volta per tutte e per tutti.
Io, intanto, metto 1 per esprimere il mio dissenso. Tanto Sphascia è uomo di spirito e capirà.

BËL (01)
BRÜ (01)

heartshapedbox: Non dobbiamo chiedere scusa a nessuno perchè "Monumenti Aperti" è un evento reale che si tiene in moltissime parti in Italia,e sfascia ha scritto di quello che si è tenuto in questo sito dove è stato lui. È un evento esattamente come lo sarebbe un concerto.
lector: Non so, mi sembra un po' forzata. Però mi adeguo....
iside: @[lector] ha ragione. manca l'artista e incasina il dedatabase.
algol: Sempre detto che ci sono figli e figliastri. Gli eventi mi hanno dato ragione. Peraltro ho sempre trovato giuste queste differenze.
sfascia carrozze: Secondo il mio personale point-of-viù direi che a questo punto bisogna DeBannare @[G] il quale (evidentemente pazzo) mi ha concesso di registrarmi e quindi di usare [male] ben 620472 bytes sul dischello (durissimo) del DeServer, per farmi scrivere ciò che vuolevo nel DeBasio da soli 4.250 giuorni. Ecco. Scànniamolo. DioG_à!
sfascia carrozze: Queste discussioni (un po' talebane, ma senza offesa e con l'occhiolino, eh) mi ricordano quando sul DeB si pubblicavano solo DeRecense esclusivamente musicali. Perché magari qualcun_ non lo sa, ma eoni fa era così. Ricordo la virulenta guerra termonucleare globale che scoppiò (anche all'interno degli editors) quando mi permisi di pubblicare (per la prima volta in assoluto: concorde con @[G] ) una DeRece non musicale. Bombe atomiche e Pesci in Faccia erano all'ordine del giorno. Poi, la DeMucca, grazie alla sua proverbiale e serafica saggezza (pur avendone visto di cotte e di crude) ha placato pian pianino gli animi e perseverato il suo corso. E ora siamo (ancora) qua. Pace & Bene. UH!
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
Ma ad Alà dei Sardi, sul monte, sei mai salito?

Io son rimasto scioccato, a parte la fonte sacrà e i templi che trovi salendo la montagna, le pietre che trovi lavorate su ogni cucozzolo è una roba impressionante. Arrivati alle 8:00 del mattino sul sito e andati via alle 21:00 senza aver visto tutto, meraviglia delle meraviglie e non la conosce nessuno, neanche i semi appassionati come me.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Accidempòli! Temo di no e contestualmente témo di esser stato testé inserito nella (folta) DeCategoria dei "non la conosce nessuno". Ma grazie. Rimedierò. Anzichènò.
puntiniCAZpuntini: Ma se ti sto dicendo che ad Alà sono dei coglioni! Oh, mio suocero è il direttore delle belle arti Regionali, conosco un bordello di Archeologi, sono andato ovunque e non la conoscevo neanche io, e a quanto pare neanche tu che comunque ne conosci.

Sos Nurottolos. Vacci con lo zaino e fatti tutto l'alto-piano, è magico.
sfascia carrozze: Sos Nurottolos. Mi sembra un ottimo DePosto per pianificare l'imminente DeMeeting del 2026. Inizio à preparare lo zaino. Senza metterci la robba dentro che sènnò marcisce. Anche lo zaino.
puntiniCAZpuntini: Ah sì, ideale.
algol: quasi rimpiango di non esser sardo. aiò. Quasi eh ...
puntiniCAZpuntini: Dai, vieni a vedere le pietre vecchie.
algol: La prossima volta che ricapito vengo a rompervi i coglioni. Sono stato solo secoli fa, tour UVET assieme a mia nonna e sisters. Praticamente ho fatto il periplo guardando la Sardegna dai finestrini di un pullman ricolmo di anziani litigiosi (in primis la mia umbratile ava) e agognando di sciacquare lo scroto presso spiagge che mi scorrevano davanti agli occhi. Poi la casa di Giuseppe a Caprera e il porceddu ce lo siamo mangiati. Mia nonna tutto intero. Vivo.
algol: nel geriatrico automezzo tralaltro impazzava "fiorellin del prato" della Cinquetti. Lo so ... chiamarla vacanza è difficile, ma io e le mie sorelle ci siamo comunque scassati dal ridere alle spalle della comitiva. Siamo stronzissimi. Eh eh. Anzi, adesso vado a metter fiorellin tra gli ascolti. Non metti bel ai tool ma qua ti voglio caz
lector
Opera: | Recensione: |
G: mi inserisco qui, perchè in effetti quella di algol sembra una provocazione del tipo ci sono cazzate fighe e cazzate del cazzo. A me non piace l'idea di di dover mettere la testa su cosa sia figo e/o del cazzo. Non è sostenibile. Questa recensione non l'ho letta. L'unico parametro che ho provato a mettere è "Recensite opere esistenti" e algol come editor cosa mi combina? Per questo #nonapprovo ripeto senza entrare nel merito della recensione, ma perchè mi "fai casino nel database" Dopodichè se vi fa ridere... contenti voi... sappiate solo che mi rattrista e mi fa casino.
Caro @sfascia carrozze , talebano no. Preferisco passare da tonto ma non da talebano. O da bravo soldatino che crede di fare la sua parte pure se non la capisce e non è d'accordo. Io ho sempre amato gli scritti (e le persone) "irregolari". Per me, chi lo sa fare, può scrivere pure di quello che ha mangiato ieri.
Resto convinto che, se nel database c'è posto per "Nuraghe Sirai", allora c'era posto pure per "Monte Tal Dei Tali" o "Coso". Ti posto i link di un paio di discussioni, così - se ti va - puoi farti un'idea di che cosa sto parlando Esistere in montagna - La montagna - Recensione di algol “Il web e la democrazia musicale” - MrGMauro - Recensione di MrGMauro Mi è sembrato di fare il forte coi deboli ed il debole coi forti e non lo sopporto, per questo sono intervenuto qua.
Caro @[G] io sono una persona semplice: se non capisco chiedo.
Ma se continuo a non capire, allora mi preoccupo.
Forse è meglio che lascio la mano.
BËL (00)
BRÜ (00)

lector: Quello all'inizio, se non si è capito, è un vecchio intervento di G.
algol: secondo me Lector dovreste discutere di queste cose tra voi editors. Avete uno spazio per farlo. Io la mia opinione l'ho espressa tempo fa. Su deb c'è sempre stata tolleranza per recensioni meno "ortodosse", l'importante è come si fanno le cose meno ortodosse. C'è chi le fa come sfascia, in maniera arguta, chi come il tuo amato buzzin nello sprezzo del buon gusto e affossando la qualità del sito. Ora si può ancora fare (è un valore aggiunto del sito) rispettosamente a certi accorgimenti, ai quali è giusto attenersi. E secondo me Sfascia ha rispettato in pieno le richieste di G. E comunque si, esistono ed esisteranno sempre cazzate divertenti e meno divertenti, fighe e pessime. Ci stanno i voti per decretarne il gradimento collettivo. Solo che ora queste cazzate saranno travestite da recensione di qualcos'altro, e tutti contenti.
G: è una sfida? Sì. E' una sfida quotidiana! Ci vogliono regole e ci vuole flessibilità. Sfascia ha fatto una cosa di confine. Se vi divertite a cercare falle nel sistema ne trovate a non finire. A me non diverte. Ci vuole buon senso e il mio buon senso mi suggerisce che questa di sfascia va bene e quella di MrGMauro non andava bene. Alcuni dei tuoi ultimi interventi che mi sono saltati all'occhio non sono stati per nulla equilibrati, ne flessibili. Hai di fatto allontanato una persona dal sito calcando la mano ora in effetti stai calcando la mano anche qui. Non c'è motivo di farlo (tra l'altro do ragione ad algol sul fatto che non è il luogo adatto). Che cosa non ti soddisfa esattamente? Che cosa senti il bisogno di dimostrare? Se passare la mano significa smettere di calcarla allora è giusto farlo.
sfascia carrozze: Mi dispiace che questa (tutto sommato inutile se non fosse per il bel contributo di Hearty) DePagina crei sì tanto fastidio, segnatamente parecchio in alcuni. Al contempo, sé Lei @[lector] avesse la cortese pazienza di rileggere per benino, avrei scritto "talebane, ma senza offesa e con l'occhiolino". Che vuol dire quello che c'è scritto. Niente di più. Nothing di meno. Nel merito: ebbenesì: lo ammetto: adoro i "confini": pubblicamente a partire dal 1989 (l'immondo radiosciò che conducevo a partire dal 1989 e fino al 1994 come sottitolo recitava esattamente "Radio Show di Sonorità di Confine"). Quindi sono récidivo. Me ne pento e me ne dolgo. Ma ne vado anche (moderatamente) fiero. Li ho sempre amati. E sempre li amerò. Spero. E' vero ho rappresentato una "falla": me ne dolgo e me ne pento. Ma ne vado anche fiero. Seppur moderatamente. Non so se mi sono capito. Grazie per i link(s) ma purtroppo non ho modo/e/tempo di entrare nel merito delle sc(i)elte effettuate dagli editor negli ultimi quattro anni. Diciamo che mi fido ciecamente di quanto è stato fatto. ConFratelli: direi di lasciare l'ascia e accettare l'accetta. In segn(i)o di reciproca stima e fraterno affetto. Baci à tutti. Scontenti e (s)contenti.
lector: Ok. "Se mi sbaglio mi corrigerete"
MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Voto all'opera.
Io a Monumenti Aperti mi facevo le mance.
BËL (01)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Ma SE i complessi nuragici fossero i sebach degli antichi?
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Ma non lo so. Eppoi con i sé e con i mà ci riusciamo tutti a costruire siti per defecare megaliticità: provi Lei a tirar su pietroni da miliardi di tonnellate ed/ad accatastarle. E poi vediamo.
spiritello_s: Un po' costosi come cessi. Vuoi mettere una bella pala ed una buca in terra? Molto più comoda ed economica...I complessi nuragici intesi come agglomerato urbano erano dei piccoli paesi della medesima "gens" con a capo un re che abitava in questi castelli di pietra e garantiva la sicurezza e la giustizia. Poi ci sono i libri con teorie di ogni tipo. Ma la logica dovrebbe suggerire che essendo la Sardegna piena zeppa di dette costruzioni, sia all'interno che sulle zone costiere, con forme e funzioni diverse, grandezza variabile ecc....unitamente a tombe dei giganti, pozzi sacri, domus de janas, menir e quant'altro occorra....beh una domandina in testa dovrebbe saltare...
spiritello_s: Ah...ho dimenticato anche lo/la ziggurat..
proggen_ait94: sono un hamish, queste comodità non fan per me
proggen_ait94: @spiritello I know, ne ho visitati anche parecchi
spiritello_s: di bagni sebach?
iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
L’archeologa Carla Perra ha presentato il Nuraghe Sirai al Congresso internazionale di Innsbruck.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Pfui! Era molto (ma molto) meglio esporre ed esplicare al Mondo Civilizzato il sito Nuraghiforme di Garbonia utilizzando la mia meravigliosissima DeRecensa. Anzichénò. DeRelatrice ufficiale et altresì gentiluoma, l'eminente @[heartshapedbox] UH!
heartshapedbox: mi sembra giusto! u.u

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: