Old Sea Brigade
Ode To A Friend

()

Voto:

Dietro il curioso pseudonimo Old Sea Brigade si nasconde il cantautore statunitense Ben Cramer.

Nato ad Atlanta ma trapiantato a Nashville, Cramer ha attirato l'attenzione su di sé con una serie di ep davvero molto validi, tra i quali spiccavano due brani in particolare, "Tidal Wave" e "Love Brought Weight", molto ben accolti sia dal pubblico che dalla stampa specializzata. Non tarda quindi ad arrivare un contratto discografico con la lungimirante Nettwerk, che permette al giovane polistrumentista di pubblicare questo esordio sulla lunga distanza.

Battezzato "Ode To A Friend" (titolo deciso in fase di lavorazione dopo la prematura morte del migliore amico di Ben) e prodotto da Jeremy Griffith, il disco è composto da undici brani che riprendono il filo musicale con gli ep che l'hanno preceduto, stavolta con l'obiettivo preciso di arrichire il suono in maniera organica e mai invadente. Ecco quindi che nell'indie folk rock di Cramer iniziano a comparire il piano ("un vecchio piano scordato") e synth rigorosamente analogici; le nuove aggiunte funzionano e si sposano perfettamente con il tipico approccio minimalista e sognante dei brani del polistrumentista statunitense.

A partire dal bellissimo incipit con "Sinkhole", "Ode To A Friend" è un disco davvero ben scritto, cesellato alla perfezione e molto coeso. Non ci sono momenti di stanca ma forse manca un pizzico di personalità per far sì che i brani si distinguano maggiormente per originalità; nonostante questo, Cramer mette in mostra un'ottima penna e capacità interpretative molto interessanti.

In tal senso spiccano maggiormente la meravigliosa "Seen A Ghost", il minimalissimo singolo "Hope" e la fantastica "Straight To The Sun", capolavoro di equilibrismo che lascia intravedere insospettabili qualità di futuro hitmaker per il buon Ben. Anche quando gli arrangiamenti si caricano maggiormente di qualche elemento in più, l'amalgama sonoro regge alla perfezione, vedi alla voce "Resistance" (i fans dei National ringrazieranno sentitamente).

In definitiva un buon esordio per Old Sea Brigade, un gradevole modo di iniziare questo 2019 in musica, con l'augurio di trovare maggior personalità e coraggio nei futuri lavori di questo interessante giovane autore.

Brano migliore: Straight To The Sun

Questa DeRecensione di Ode To A Friend è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/old-sea-brigade/ode-to-a-friend/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Uno)

Falloppio
Opera: | Recensione: |
Disco molto sobrio.
Comunque piacevole.
Bella voce.
Da riascoltare....
BËL (02)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: