Ólafur Arnalds
Eulogy for Evolution

()

Voto:

Non si può negare che questo sia un album sorprendete.

Primo, perchè l'islandese Ólafur Arnalds, già impegnato anche in altri lavori (con il gruppo metal dei "Celestine" ed il progetto folk "My Summer As A Salvation Soldier") ha solamente vent'anni. Secondo, perchè "Eulogy for Evolution" è un debutto che arriva direttamente dal cielo, con un suono assolutamente maturo, composto da intrecci di piano, violini e violoncello, capace di farci cadere pesantemente nell'umida e profumata tundra islandese.

Arnalds, riesce ad immergerci nell'incontaminata natura della sua terra, con la pacatezza dei suoni di Matthew Cooper, la devastante malinconia di Matt Elliott, con la spensierata gioventù di un Micha P Hinson qualsiasi, raccontandoci in maniera completamente strumentale, magnifiche favole che ricordano tanto i Sigur Rós. Belle melodie di musica classica su strutture moderne, accompagnate da leggerissimi soffusi rumori ellettronici, dove l'artista usa il piano come fosse un cuneo, per penetrare e stordire. Mentre gli archi sono il vero grimaldello per aprire il cuore su un mondo immerso nel freddo, trasportandoci con una emozione fisica ad ammirare uno splendido paesaggio naturale. Delle otto, sono solo due le tracce che, per brevi istanti, assumono un suono rock: la bellissima "3055" con un rullo di tamburi dallo stampo epico e "3704/3837", dove si assiste ad una vera esplosione di batteria e chitarre elettriche, bruscamente interrotte da un suono d'organo.

"Eulogy for Evolution" mostra la grande sensibilità artistica di un giovanissimo personaggio, rapinandoci con facilità ed eleganza, con atmosfere minimali ma intense, dalla grande presa emotiva. Un album non per tutti i momenti, ma per determinati momenti.

Se cercate la vostra malinconica colonna sonora d'autunno, fermatevi in Islanda e cercate di Ólafur Arnalds.

Tracklist : "0040" - "0048/0729" - "0952" - "1440" - "1953" - "3055" - "3326" - "3704/3837"

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Eulogy for Evolution è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/oloef-arnalds/eulogy-for-evolution/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Otto)

odradek
Opera: | Recensione: |
E' un piacere, ritrovarti Addison. Ogni tanto ti rifai vivo, sempre segnalando dichi interessanti. Questo sto appena iniziando ad ascoltarlo e già dai primi due minuti ho l'impressione che il tuo sia nuovamente un ottimo suggerimento.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Addison
Opera: | Recensione: |
Il piacere è tutto mio. Ti dirò, avevo intenzione di recensire i RH..... ;-) Saluti.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Bella pagina.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

josi_
Opera: | Recensione: |
Giungo qui per la segnalazione di odradek e la mia anima sorride: devo trovare costui. Dopodiché, tornerò. Intanto, belle parole.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Crio
Opera: | Recensione: |
mille volte complimenti per la tua proposta, mi sono andato a prendere il disco e non mi sentirei di cambiare una virgola di quello che hai scritto. Grande Addison.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
ne ho letto qualcosa, cerco se lo trovo online da scaricare, lo trovo, scarico, poi cerco informazioni in italiano su google e alla terza voce c'è la tua rece! Come dire, il mondo è piccolo, e questo disco è enorme.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

eldemasiado
Opera: | Recensione: |
Disco eccellente, riesumo questa recensione per sottolineare quanto Addison sia una garanzia :)
Userei un solo aggettivo per questo album: evocativo.
Da ascoltare fino a farsi sanguinare le orecchie.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Addison
Opera: | Recensione: |
Troppo buono
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

DeBaser non è un giornale in linea ma una "bacheca" dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Informativa sulla privacy