The Kinks

One for the Road

Cover di One for the Road

Live 1989

It's only Rock 'n Roll, but I like it!
Uno dei live più potenti della mia collezione. Messo da parte l'intellettualismo della decade precedente (che pure ci aveva dato perle meravigliose) i Kinks tirano fuori gli attributi e regalano ai fan un live ad altissima energia
TheFab


Tu e One for the Road

Non hai acceduto a DeBaser! Accedi. È facile!
Il tuo voto:

Le recensioni di quest’opera che sono state scritte nel DeBaser

In tutto 2 utenti hanno votato "One for the Road" con una recensione o inserendola nella loro collezione. Il voto medio alla fine di tutto ciò è: 3,50.

Ancora nessuno ha scritto una recensione per quest’opera.
Come mai? E soprattutto, come mai?

Gli utenti che hanno definito quest’opera

Vota la definizione che ti piace di più. La più votata diventerà la definizione ufficiale

TheFab

Nella collezione di TheFab

«It's only Rock 'n Roll, but I like it!Uno dei live più potenti della mia collezione. Messo da parte l'intellettualismo della decade precedente (che pure…»

BËL (00)
BRÜ (00)



Gli utenti che hanno ascoltato quest'opera

Lao Tze

Lao Tze : al primo esame di stato

| DeRango™: 3,15

al primo esame di stato che in radio non passeranno Dante e Ariosto e Claudia non tremare stapperò e brinderò. Chi passa Venditti prima degli esami merita d'essere fatto arrosto, più che Ariosto The Kinks - The Hard Way

BËL (03)
BRÜ (00)

Cunnuemammadua: Io proporrei un bel "sticazzi" sui servizi dei tg che annualmente mi devo sorbire. tg3 soprattutto, che sembra avere un'autentica ossessione. Non siamo più al liceo ne siamo genitori, ma siamo la maggioranza degli italiani. Basta cazzo.
Lao Tze: al pari del toto-tema e del toto-versione annualmente immancabili. Tacito-no, Cicerone-sì e bla bla bla. Con pronostici da sorteggio di gironi di Champions. Tacito è il Barcellona e non lo vuole nessuno, Platone è il Real che sì è difficile ma ce la giochiamo. Seneca di solito è la squadra materasso. Quanta italianità in ogni virgola. C'è da prendersela sul ridere.
Cunnuemammadua: Poi sempre davanti ai licei a intervistare fighetti con la zeppola, mai una volta ai geometri o all'agraria. Che rassa di rassisti.
Lao Tze: licei romani, di norma. Il fighetto di turno che parla come Silvio Muccino, la prima della classe col dizionario in mano, poi c'è anche il tamarro stile Ricky Memphis da giovane che non ha aperto libro ma punta a uscire col 60 risicato, sono presenze che si ripropongono ogni anno. Ad ogni modo boh, oggi li vedo tutti abbastanza omologati.. una volta uno, che so, dello scientifico e uno del professionale li distinguevi a occhio,…

Ohibò! Quest’opera non è in nessuna classifica. Perchè non usare l’apposito pulsante lì sopra per porre rimedio all’increscioso ciò?