Oteme
“Il corpo nel sogno”

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

OTEME (acronimo che sta per Osservatorio delle Terre Emerse) è il progetto musicale del musicista lucchese Stefano Giannotti: si tratta, in realtà, di un vero e proprio laboratorio musicale all’insegna della contaminazione fra musica colta e “popolare”. Ci sono delle affinità con la musica da camera, il cantautorato colto, la musica etnica e il Rock In Opposition ma, alla fine, la scrittura di Giannotti è originale e difficilmente classificabile. Ora esce, sempre per la Ma.Ra.Cash., il terzo disco degli Oteme intitolato “Il corpo nel sogno”. Devo dire che, viste le premesse, mi aspettavo del materiale abbastanza ostico: invece durante l’ascolto non viene mai meno, nonostante le influenze citate, la fruibilità. Confesso che, quando avevo letto nelle note di presentazione il termine Rock In Opposition, un po’ mi ero insospettito: trovo molte delle produzioni etichettate sotto questa sigla spesso velleitarie e fini a se stesse. Non vorrei essere frainteso: ho amato gruppi come Henry Cow, Univers Zero e Art Zoyd ma trovo che, spesso , la musica di avanguardia abbia perso la capacità di comunicare con il pubblico. Ma non è il caso degli Oteme: in “Il corpo nel sogno” non viene mai meno la volontà di creare una musica raffinata, patafisica ma, allo stesso tempo, molto comunicativa. Credo, in particolare, che questo disco potrebbe piacere agli amanti di Robert Wyatt. Gli Oteme sono una vera e propria orchestra da camera: la voce di Stefano Giannotti recita testi assurdi e surreali e si alterna con quella di Emanuela Lari. Il disco è costituito da 12 bozzetti musicali in cui si alternano brani musicali ad altri strumentali: quelli cantati alla fine risultano i più convincenti. Gli intermezzi elettronici sono limitati al minimo e non sono sempre convincenti. “Il corpo nel sogno” è un disco consigliato a chi frequenta la musica di ricerca e l’avanguardia ma che, potenzialmente, potrebbe intreressare un pubblico anche più vasto. Si astengano i seguaci ortodossi e talebani del progressive sinfonico. Disponibile su Bandcamp: https://maracashrecords.bandcamp.com/album/il-corpo-nel-sogno.

Carico i commenti... con calma