Paramaecium
Exhumed of the Earth

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Non mi sarei mai aspettato di trovare questo misconosciuto disco , parto di un altrettanto misconosciuto gruppo, nella bancarella di un venditore ambulante solito presenziare ai concerti metal che si tengono nella varie location lombarde.

Stiamo parlando di roba realmente underground, di musica non adatta a tutti i palati né tantomeno a tutti i metallari.

Eh sì, perché gli australiani Paramaecium, oltre a proporre il sottogenere metallico più sfigato, sono anche cristiani e hanno messo in musica e parole la propria fede.

Del loro credo religioso, sinceramente, poco mi importa. La musica, invece, è l'elemento centrale.

I Paramaecium sono stati una death-doom band australiana capitanata dal batterista Jayson Sherlock, già all'opera con i deathster Mortification e con il bizzarro e violentissimo progetto "christian black metal" denominato Horde.

Un musicista prolifico, nonché un grande uomo di fede che ha fatto dei generi musicali più estremi il proprio strumento di "evangelizzazione".

Ascoltando "Exhumed Of The Earth", non si può non notare l'influenza di mostri sacri come primissimi Cathedral, Decomposed e My Dying Bride. Musica lenta, cupa e pesante come un macigno, accompagnata da soffocanti growl vocals. Ma c'è dell'altro.

Nella prima traccia, che dura ben diciassette minuti, possiamo udire anche violini , voci femminili e il pianto di un bimbo. Il brano di apertura , infatti, è il più lungo e il più criptico dell'intero album. Ma, mi raccomando, non sottovalutate gli altri!

"The Killing", ovvero la seconda track, mostra un piglio più rabbioso, tanto è vero che riecheggia la proposta dei Paradise Lost del primo album.

Con "Untombed" si ritorna a ritmiche rallentate e catacombali. Di nuovo alternanza tra death e doom nei due successivi atti. Ma è nella finale "Removed Of The Grave" che riemergono quegli elementi menzionati in apertura. Voce femminile, certo, ma anche arpeggi acustici e un delizioso flauto. Poi, come da prassi, riff pachidermici e vocione death.

Il disco venne pubblicato nel 1993 per la svizzera Witchunt Records. A livello compositivo non può essere considerato superiore all'opera dei maestri d'oltremanica ma, sicuramente, si pone in continuità con quanto proposto dai tristi figuri albionici.

Se avete amato perle come "Forest Of Equilibrium" o "Serenades", questo "Exhumed Of The Earth" potrà rivelarsi un ascolto piacevole. Per gli altri...cercate altrove!

Questa DeRecensione di Exhumed of the Earth è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/paramaecium/exhumed-of-the-earth/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dieci)

Carlos
Opera: | Recensione: |
Ma Cristo! (è proprio il caso di dirlo) mi hai fatto venire in mente un'altra band christian doom, però con componenti thrash, di cui non ricordo assolutamente il nome. Li avevo scaricati sul vecchio pc ma non ho niente di loro. Chissà se li riscoprirò mai.
BËL (01)
BRÜ (00)

Carlos: Non sembrano per niente male tra l'altro.
Marco Orsi: Secondo me stai parlando dei Seventh Angel.
Carlos: Braverrimooo
Carlos: Non mi dispiacevano per niente
algol
Opera: | Recensione: |
Esiste qualcosa di peggio di una band doom ? Ma certo, una band christian doom ! Oggi mi sento così male che credo ascolterò.

BËL (01)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
Che nessuno voti, che in questo momento la rece ha un derango pari a 6.66, niente di piú appropriato per evangelizzare!
BËL (05)
BRÜ (00)

De...Marga...: Ho pensato la stessa cosa!!!!
Marco Orsi: Aahahahhaaha è vero!
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Le primissime cose dei My Dying Bride le ricordo ancora con piacere: soprattutto l'EP d'esordio "Symphonaire Infernus etc. etc." meritava massima attenzione.
Questi mai sentiti neanche nominare: il nome sembra un po' quello di un parafarmaco per la dermatite seborroica.
BËL (01)
BRÜ (00)

Marco Orsi: Sì c'è qualche punto di contatto con QUEI my dying bribe.
sfascia carrozze: Apperò!
NeKro
Opera: | Recensione: |
Mi ricordo di questo disco perché su una rivista (non ricordo se Metal Shock o Grindzone) era consigliatissimo. Era uscito proprio in un periodo in cui ascoltavo qualsiasi cosa fosse lenta (e snob). Mai trovato però......credo che questa sia l'unica copia esistente:-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Marco Orsi: Anch'io ho scoperto i Paramaecium tramite un vecchio Metal Hammer.
odradek
Opera: | Recensione: |
Stavo per votare quando ho letto il post di Macaco. Meglio ripeterlo, ad alta voce: CHE NESSUNO VOTI, CHE IN QUESTO MOMENTO LA RECE HA UN DERANGO PARI A 6.66, NIENTE DI PIÚ APPROPRIATO PER EVANGELIZZARE!
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: E' qvesto il DeRango givsto!
Chi lo modifica con il DeVoto sarà bannat_ entro la (imminente) DeMezzanotte.
UH!
algol: Che sia messo agli atti che l'opera era comunque meritevole di ben altro ranking. Il recensore ha diritto a cinque a manetta a prescindere, anche in presenza di opera mediocre quale simbolico risarcimento.
sfascia carrozze: Non saprei chi sia questo ermeneuta Ben Altroranking.
Però se lo dice Lei, lì, mi fido.
Anzichénnò.
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
The embryo implants the uterine lining,
folding within its amniotic abode
The gut and neural tubes forming in conjunction
Cardiac impulse with foetal brain function

daje. voglio scaricarmelo.
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio
Opera: | Recensione: |
Mi fermo!!!!!! 6666.... Stupendo. Magico. Satanico. Ah già sono cristiani e non c'entra un cazzo....
BËL (01)
BRÜ (00)

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Niente voto lasciamo il DeRango con i numeri giusti. Album interessante quanto sconosciuto.
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Mai sentiti nemmeno nominare; invece conosco molto meglio i Mortification. Ho ascoltato il primo eterno brano e sembrano del tutto simili, nell'accezione positiva del termine, ai primissimi e lentissimi My Dying Bride. In questo momento il derango è sceso a 6,29 e quindi mi sento nelle condizioni per votare la paginella. Bravo Marco a sporcare degnamente una home-page all'acqua di rose!!
BËL (01)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: