Patti Smith
Dream of Life

()

Voto:
Cerca su Amazon (se vuoi)

Premessa:

Wave e' il primo disco acquistato. Settembre 79 Bologna Patti Smith il mio primo concerto "internazionale". Significherà qualcosa per me?. Ovvio, il primo disco e il primo concerto sono come il primo amore. Quindi via a ritroso, ad apprezzare 3 monumentali dischi che hanno fatto la storia del....(bah...il genere decidetelo voi). Poi sgomento, confusione sconcerto. La sacerdotessa annuncia il ritiro. E io che faccio. Pippe su pippe su quello che fu. Poi il miracolo. 9 anni dopo esce Dream of life. E via sbadilate di merda, recensioni negative e detrattori a go-go.... la combattente passionaria poetessa del rock, malinconicamente abbandonata la scena utopica e ideologica degli anni settanta, la scena punk rock americana, il movimento culturale del Chelsea H., si è dunque rincoglionita?. Dream of life non offre certo il suono sporco da cantina, la voce rabbiosa e dolente del decennio precedente. E' un disco tenero, intimo, ma che già dalla primissima "people have the power" sprigiona però tantissima energia. Già, la gente ha il potere, ahahahahahahahah, inno demagogico, popolista, inutile in una scena dominata da tutti i valori umani peggiori che poi hanno determinato l'attuale "people non conta un cazzo".Canzone attualissima, capperi. Poi la voce dellla Smith, pulita gradevole, mai così bella. Fred Sonic pulisce il suono, chitarra armoniosa e gradevole in ritmi non banali e ballate tutt'altro che scontate. Non serve il track by track, il disco va tutto via fluido, ispirato, in un contesto sereno, misurato, a mio avviso in una parola, maturità artistica. Mappelthorpe ancora una volta, ma purtroppo l'ultima, firmerà la foto dellla copertina. Disco non inferiore ai precedenti. 5/5

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Dream of Life è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/patti-smith/dream-of-life/recensione

Commenti (Otto)

RinaldiACHTUNG
Opera: | Recensione: |
Wave è un disco che venero. L'ho trovato per caso, come succede con gli amori della tua vita, non è stato nulla pianificato. Non ha mai fatto passi falsi la Smith, la semplicità con cui si erge sopra montagne di finti intellettuali populisti è da elogio. Questo album è mostruosamente bello. :)
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

luludia
Opera: | Recensione: |
Non so, io sono un adoratore della patti dei settanta e questo disco mi ha sempre lascito freddo... A quel concero c'ero anch'io, ciao...
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Buzzin' Fly
Opera: | Recensione: |
mi è sempre stata sulle palle con il suo anticonformismo teleguidato. Credo che abbia fatto dischi mediocri ma è salita all'inizio è salita sul carrozzone dei grandi e a vissuto di luce riflessa. Ah poi sul piano politico, ho letto cronache del concerto a Bologna o in zona. Era la cantora della sinistra ? due palle era la cantautrice dei soldi che non è mai riuscita a fare per la sua mediocrità.
"Power of the people" ? populismo d'accatto . Magari lei ci crede, ma chi crede a Patti Smith ? nostalgici punk che non hanno capito un cazzo. Una donna con orgoglio secondo voi va a ritirare un premio Nobel nelle veci Di un tuo amico che lo evita? Sei una povera venduta e lo capisco.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Buzzin' Fly: Scusate errori , ma dagli errori ricordate scaturiscono i migliori pensieri. Il CERVELLO NON HA UN VOCABOLARIO, fatevi la maglietta con questa frase
llawyer
Opera: | Recensione: |
Oh...che ricordi, settembre 1979, Wembley Arena, lei e gli altri musicisti che arrivano in Rolls (io le RR le ho viste in lontananza, mica so davvero chi ci fosse dentro) e noi che qui in Italia eravamo abituati alle autoriduzioni e al lancio di molotov sui palchi per molto meno. Lei, fortissima, era così: immagine:patti-smith-performs-on-stage-

Buzzin' Fly
Opera: | Recensione: |
voglio dire io non voglio andare a ritirare un premio perché non me ne fotte nulla. Vai tu scagnozza e visto che ci sei canti una mia canzone. Che schifo , yogurt scaduto venduto negli scafali dell'ultime offerte.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

dsalva: mi permetto...secondo me l'idiota è Dylan. La maglietta con la tua frase sarebbe fantastica. Per quanto riguarda il concerto, figici o pci non ricordo chi lo organizzò, per me, sono un bellissimo ricordo di sedicenne voglioso di musica e stanco come tu dici di disordini e molotov e ideologie del cazzo di destra e sinistra.....qualcuno scrisse che con questo concerto (e il ritorno degli artisti stranieri in Italia) sono stati sepolti i bellissimi ma terribili anni 70. Adoro i baffi e il pelo sotto le ascelle (spero) della Patti
Buzzin' Fly
Opera: | Recensione: |
E poi non sei alternativa perché non ti fai la ceretta ai baffi
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

luludia: Povera zia patti...sei cattivo con ler...
Miss Kinotto: Lulù, Buzz non è che la dice proprio sbagliata eh? Non so come sia andata, ma mi chiedo chi gliela fatto fare a P. Smith di prendersi quel mal di pancia alla cerimonia del nobel. Non poteva non immaginare che un po' la figura di scendiletto l'avrebbe fatta.
luludia: Il mio era un commento scherzoso,,,io venero i primi due album della patti...e sulla faccenda del nobel mi sono pure un po commosso sara' che sono anziano...
luludia: E poi ai vecchi eroi (o eroine) perdono tutto...
Pinhead
Opera: | Recensione: |
Sempre letto un gran male di questo disco, mi sa è la prima volta che ne leggo una recensione positiva.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

dsalva: valuta!
Fluttuo
Opera: | Recensione: |
Più che post punk me lo ricordo pop. Carino ma non molto di più. Però me lo riascolto visti i lustri di mezzo.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

DeBaser non è un giornale in linea ma una "bacheca" dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Informativa sulla privacy