Musica Per Film: The Refined And Bittersweet Sound Of An Italian Maestro.

Armando Trovajoli, Stelvio Cipriani, Franco Micalizzi, Riz Ortolani, Fabio Frizzi, Alessandro Alessandroni, Stefano Mainetti, Detto Mariano, Ennio Morricone, Goblin, Guido e Maurizio De Angelis alias Oliver Onions, Pivio e Aldo De Scalzi, rispettivamente Scortilla e Picchio Dal Pozzo, Nino Rota, Piero Umiliani, et cetera, et cetera, e Piero Piccioni. Vita e professione di quei compositori di colonne sonore devono aver avuto un fascino esclusivo e tutto loro. L'essere quasi del tutto estranei al concetto di musica popolare e commerciale, e tuttavia con le potenzialità per diventare lo stesso nazional-popolari. Le poche esecuzioni pubbliche del proprio repertorio, se non mai nessuna, l'esistenza reale, gli studi d'incisione, le orchestre, le sale di proiezione. Lo scrivere musica visionando i girati dei registi, la seduzione della pellicola, gli orologi da polso di un'altra epoca. L'Italia in giacca e cravatta, completi neri, grigi o gessati, i più sempre freschi di rasatura con l'odore di dopobarba alla menta, stempiature e attaccature elegantissime, pose fotografiche aristocratiche, ma anche urbanizzate e già piene di stress, elettricisti, tanti caffè in studio o sull'Autostrada del Sole. Nazionali e Camel d'importazione, sartoria italiana dentro le salumerie, celluloide, J&B, Red Label, il fascino discreto della borghesia.
Quotidiani nei bar, vestaglie, moka e televisione, occhiali appoggiati sui libri accanto alle veilleuse, giardini interni e verande interiori, macchine da scrivere Lettera 62, lo stesso modello che utilizzava Gianni Brera per scrivere i suoi articoli mentre fumava i suoi sigari. Ristoranti della città e piogge della provincia, edicole, rivendite, sali e tabacchi, poste e telecomunicazioni. Cure dell'acqua minerale, ancora abiti.
Programmi radio, pianoforti, valigie e 24 ore. Treni, aerei. Radio:Orario, Brionvega.

Piero Piccioni, conosciuto anche come Giampiero Glauri prima e Piero Morgan poi, principalmente pianista e organista, compositore di colonne sonore e direttore d'orchestra, non avrebbe bisogno di presentazioni.
Figlio di un democristiano, è stato uno dei musicisti italiani per film di maggiore blasone internazionale.
Avvocato e studente di filosofia, esordisce all'EIAR, poi una carriera temporanea in nordamerica, nelle formazioni di Charlie Parker e Max Roach per delle trasmissioni alla CBS, regista musicale dell'Orchestra 013 con Lydia MacDonald residente a Radio RAI. Uomo dalla cultura importante tra poesia, letteratura, fisica, politica e dal temperamento caratteriale oscillante tra apollineo e dionisiaco. Collaboratore di lungo corso di Francesco Rosi e Alberto Sordi, distinto tra smog e Fumo di Londra, autoradio, musica orchestrale e Disco Music, Swinging London, Space Age e Forum Studios. Sceneggiati televisivi, attitudini retrofuturiste, centinaia di ore di musiche per film come Camille 2000 (relaxing in a Smoke City with Open Act: AIR), Un Tentativo Sentimentale, tra jazz e sinfonismi, Il Caso Mattei, di già musica tecnofordista.
Questa Compilazione 1959-1982 rilascia molto del suo gusto sopraffino. Jazz, Funk. Strumentazione.
Svagola via stereo qualche voce di femmina, nella fattispecie quella di Nora Orlandi, limpida o lasciva, mediterranea o nouvelle vague, rhodes sognanti a occhi aperti, fiati in voli arabeschi, qualche cordofono drammatico, diversi accenni ad accenti lounge e fusion, qualche visita nell'exotica. Per il resto, che è il più: pianoforti e xilofoni per le strade di San Francisco, New York, Motor Town, trombe in sordina, archi che evaporano in ascensione, chitarre intermittenti, intervallate, interrotte. Organi modisteriali, contrabbassi Cool Cat Walking in blue, bassi slap, batterie fonde che non usciranno mai dagli studi di registrazione.
Musica Sentimentale, edita il 3 Dicembre 2021 per il centenario della nascita del musicista in una collaborazione tra la CAM/Sugar e la Decca Records, Musica Descrittiva. Estetica. Estatica. Real Life.

A Modern Gentleman. L'Italia, la nazione di sera al cinema in piazza con le luci dei lampioni a fare la fotografia. Musica che è una meraviglia per capolavori in sala, ma anche per film spesso scadenti e mediocri in cui veniva piazzata e missata in modi indecenti. Musica buona sia per l'ascolto attento, sia per la preparazione dei pasti quotidiani. La borghesia, quella di una morte a Novembre, quando un primo componente della famiglia a 79 anni cominciò a vedere le prime luci dell'aldilà in una fantasia sull'Autosole.
Non dovresti accorgerti della colonna sonora se ne è stato fatto un buon lavoro, Morricone dixit, dev'essere un meccanismo d'introiezione, ma restano tuttavia interessanti i commenti sonori che vivono di luce propria su un disco. FIAT - Fabbrica Italiana Automobili Torino. Tacet in partitura. Vanguard. Dandismo.

Noir, Chill Out, Bossa Nova, Tropicalismi, Funky bianco suonato con vestiti perfetti.
Lifestyle Of A Policeman, l'incubo polar del coinvolgimento nel caso Wilma Montesi.
E da uno studio privato l'Eco di una macchina per scrivere, o forse una telescrivente:
Tv? Quiz, BR, FLM, DC... Oh, spenga! Disco Fine Trasmissioni. Night Club Drums.

Carico i commenti... con calma