Pink Floyd
Arnold Layne/ Candy And A Currant Bun

()

Voto:

"Arnold Layne/ Candy And A Currant Bun" è il primo singolo realizzato da uno dei gruppi più influenti nella scena psichedelica di fine anni '60: i Pink Floyd. Capeggiati dal "Cappellaio matto" Syd Barrett, incisero il singolo sotto la produzione di Joe Boyd il 29 Gennaio 1967 nei Sound Techniques Studios di Londra. Pubblicato l'11 Marzo 1967, entrò nei TOP 20 della classifica UK e fu censurato da Radio London per il testo del lato A, che parlava di un travestito; troppo "anormale" per l'Inghilterra dell'epoca.

"Arnold Layne", sebbene esclusa dal capolavoro "The Piper At The Gates Of Dawn", è certamente la prima grande opera del vecchio Syd, uno dei migliori brani di psichedelia inglese. Lo splendido arrangiamento, le tastiere che sfiorano il cielo, la batteria precisa ed essenziale, rendono il brano una delle canzoni più importanti di tutto il decennio. Barrett, completamente soddisfatto dell'arrangiamento del brano, litigò con il successivo produttore Norman Smith, il quale aveva intenzione di realizzarne un'altra versione.

Lasciando stare la musica per un momento, l'innovazione di "Arnold Layne" è stata il testo: un uomo di nome Arnold Layne (ovvio) ha il vizio di collezionare abiti femminili, sgraffignati dai bucati delle signore del quartiere. La storia, che è realmente accaduta (infatti si ispira ad un tizio che rubava i vestiti alle madri di Barrett e Waters, durante l'infanzia a Cambridge), sferrò un forte colpo a tutta l'Inghilterra perbenista dell'epoca: non si parla di semplici allusioni alla droga (basti pensare alla ingenua/maliziosa "Lucy In The Sky With Diamonds") oppure a deliziosi quadretti onirico-infantili (Tomorrow, Kaleidoscope... ed in parte i Floyd di "Piper"), parliamo di un lato della società assolutamente reale, una crepa nell'apparentemente immacolato sistema inglese che si trova imbarazzato di fronte a tanta schiettezza e non sa come discolparsi se non dando dei degenerati a coloro che hanno avuto il coraggio di mettere in luce la questione.

"Arnold Layne" è un brano che segnò profondamente la storia della musica inglese: mentre in America gli spietati Velvet Underground cantavano odi all'eroina e parlavano di masochisti e transessuali, i Pink Floyd, con un briciolo di malizia ed ironia, cantavano la storia di un travestito con lo stesso tono con cui i Beatles cantavano "All You Need Is Love". Per loro "Arnold Layne" non era pienamente normale, ma non poteva neppure essere considerato un caso eccezionale, almeno per quello che riguardava la LORO Inghilterra. La superiorità dei primi Pink Floyd rispetto agli altri gruppi non fu essenzialmente una maggiore capacità compositiva, ma una mentalità più aperta e critica, talvolta in modo manifesto ("Arnold Layne"), talvolta in modo allegorico (buona parte del "Piper").

"Candy And A Currant Bun" è il lato B del 45 giri; si tratta di una nenia psichedelica, un po' frenetica un po' surreale, che, in quanto a contenuti e a fascino, non ha niente a che vedere con il brano precedente. L'assolo di tastiera è sulla falsa riga di quello di "Arnold Layne" e la melodia, divertente ma sciatta, rendono il brano banale. Comunque non stona con il resto.

Questo singolo è uno degli esempi più efficaci con i quali possiamo dimostrare la genialità di Barrett e dei primi Pink Floyd: i singoli fino al 1968, il primo album, e la spensierata "Jugband Blues", sono i punti cardini di una breve ma intensa realtà psichedelica. Andato via Barrett, niente avrebbe più avuto lo stesso sapore: bei dischi, chi più chi meno, le opere successive, ma niente a che vedere con il passato.

Questa DeRecensione di Arnold Layne/ Candy And A Currant Bun è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/pink-floyd/arnold-layne-candy-and-a-currant-bun/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (QuarantaSei)

ArnoldLayne
Opera: | Recensione: |
Si tutto quel che vuoi ma "cappellaio" nun me garba proprio..madcap è testamatta
BËL (00)
BRÜ (00)

c'è
Opera: | Recensione: |
spensierata Jugband Blues? spensierata? ma almeno sai di cosa parla?
BËL (00)
BRÜ (00)

c'è
Opera: | Recensione: |
3.5 la media
BËL (00)
BRÜ (00)

CoolOras
Opera: | Recensione: |
Pink Floyd su DeBaser con 103 recensioni! Fantastico!
BËL (00)
BRÜ (00)

psychobonco
Opera: | Recensione: |
in effetti spensierata jugband blues...
BËL (00)
BRÜ (00)

Rorix
Opera: | Recensione: |
Strepitosa Arnold Layne
BËL (00)
BRÜ (00)

47
47
Opera: | Recensione: |
la recensione è bella, tutti ti vanno addosso per il commento su jugband blues... I pink floyd post Barrett non riesco più a sentirli..
BËL (00)
BRÜ (00)

voiceface
Opera: | Recensione: |
ci risiamo, i soliti Barrettiani, che i Pink Floyd dopo lui non sono stati più niente, che gli album erano brutti e bla bla bla bla....francamente ne abbiamo le palle piene...nessuno può denigrare Barrett e il suo lampo di genio del 1967, ma siamo di fronte appunto, a un lampo di genio durato un anno, con alti e bassi, così come la carriera successiva, che è durata però 15 anni, almeno con Waters, dove i capolavori sono stati più di uno. Non ci sono quindi paragoni possibili. E' come mettere nello stesso piano l'anno di gloria di Protti in serie A, con i 6 anni di Maradona.
Barrett è stato una meteora, importante, geniale, innovativa, tutto quello che volete. Ma buttare nel cesso per Barrett 15 anni di grande musica dei Pink Floyd è proprio da ottusi.
BËL (00)
BRÜ (00)

aniel
Opera: | Recensione: |
Cappellaio?!
BËL (00)
BRÜ (00)

northernsky
Opera: | Recensione: |
i pink floyd non mi piacciono. avremo diritto a dire che i pink floyd non piacciono o no? piacciono a tutti, siamo in pochi al mondo a cui non piacciono, siamo una minoranza infima. abbiate pietà di noi cosa volete l'unanimità? ci abbiamo provato si, ma a noi money non dice granchè, non pensiamo sia brutta per carità , solo che la musica dei pink floyd ci sembra senz'anima. fredda. non ci comunica nulla. emozioni zero. e allora che volete? ci piace barrett perchè suona meno perfetto, siam quelli che ci piace l'emozione grezza, la voce stonata, la chitarra un pò così.
BËL (00)
BRÜ (00)

47
47
Opera: | Recensione: |
@voiceface: "ne avete le palle piene".. liberissimo d'ascoltarti i dischi senza barrett, alcuni son capolavori, io ho solo detto che mi hanno stracciato le balle, e difficilmente le metterei nello stereo. Penso di essere liberissimo di ascoltarmi i pezzi con barrett e denigrare il resto della produzione, perchè al momento mi da noia. affari miei. Non ho certo detto che gli altri fanno schifo, ma che, SOGGETTIVAMENTE, preferisco lo stile del testamatta al rock di gran classe (e a volte, anche un po' freddino..) degli altri quattro. Quindi non dire che "abbiamo rotto le palle" se a maradona preferisco un Protti o un Van Basten...
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
va bene ho sbaagliato a chiamarla spensierata. scusate
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
e poi non facciamola lunga con questo "cappelaio"!!!!! so che non è la traduzione esatta, ma non sono il primo che lo chiama cosi.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
p.s. bravo 47. i dischi post-barrett non sono tutti brutti, alcuni sono belli belli, ma al momento MI annoiano
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
"L'assolo di tastiera è sulla falsa riga di quello di "Arnold Layne" e la melodia, divertente ma sciatta, rendono il brano banale." AAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRRRRRRRRRRRR RRRRRRGGGGGGGGGGGGGGGGGHHHHHHHHHHHH !!!!!! Non puoi denigrare uno dei miei pezzi preferiti dei primi floyd!!! Vabbeh una canzone che si doveva chiamare "Let's Roll Another One" meriterebbe di meglio, cazzarola!
BËL (00)
BRÜ (00)

tom traubert
Opera: | Recensione: |
"Please just fuck with me" o "please just walk with me"? Parliamone.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
scusate se mi intrometto, a mio parere dice proprio FUCK.
BËL (00)
BRÜ (00)

FLOYDMAN
Opera: | Recensione: |
direbbe fuck, ma poi è stata corretta in walk. fuck è in "let's roll another one" ;)
Si tutto quel che vuoi ma "cappellaio" nun me garba proprio..madcap è testamatta>>>quoto
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
hai ragione, ma cappellaio matto l'ho usato non come traduzione di madcap, mi riferivo allo svitato di alice nel... , cappellaio è hatter. era una sfumatura e basta. ma se proprio non vi piace è giusto che l'abbiate detto. (ah, mi scuso ancora per l'imprecisione di jugband)
BËL (00)
BRÜ (00)

Festwca
Opera: | Recensione: |
cacchione
Opera: | Recensione: |
totalmente d'accordo con voiceface,i Pink floyd hanno fatto grandi cose anche dopo Barrett
BËL (00)
BRÜ (00)

bjorky
Opera: | Recensione: |
no comment
BËL (00)
BRÜ (00)

blu
blu
Opera: | Recensione: |
Segnalazione plagio; now i'm here dei queen = arnold layne
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
Opera: | Recensione: |
io scelgo van basten, questa è una delle poche cose che mi piacciono di Barrett
BËL (00)
BRÜ (00)

maledimiele
Opera: | Recensione: |
I Floyd per come li percepiamo oggi sono opera di Waters...ma Barrett è Barret...
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
beh definirlo plagiomi sembra esagerato, per carità un po' ci potrebbe stare, ma per 10/15 sec. DI plgi veri e propri ce ne sono altri ben + pacchiani ("Ain't Got Nothing Yet" dei Blues Magoos="Black Knight dei Deep Purple solo per citare uno dei + lampanti)
BËL (00)
BRÜ (00)

Gregor_Lake
Opera: | Recensione: |
"Candy And A Currant Bun" è a suo modo un gioiellino
BËL (00)
BRÜ (00)

tom traubert
Opera: | Recensione: |
"I Floyd per come li percepiamo oggi" sono opera di Waters, Gilmour, Wright e perfino Mason.
BËL (00)
BRÜ (00)

Longliverock
Opera: | Recensione: |
Quoto Voiceface.
BËL (00)
BRÜ (00)

SyDeRuS
Opera: | Recensione: |
Cosa????????? Candy And Currant Bun una nenia???? Banale x giunta???? Ma se è un blues suonato in un modo allucinante(contate otto e ricominciate e avrete il tempo)!!!! Una nenia???? Mha!!!! Cmq, si, dice proprio fuck... e c'è anche la frase in cui dice "...ice cream..." etc etc.. non vuole mica dire come traducono tutti, cioè "bambina gelato"!! significa piuttosto " io urlo" etc etc.. Tra l'altro oltre che rinvigorire la certezza di essere capaci di sapere fare altri brani come Arnold Layne( e che, cmq, altri gruppi facevano ed ottenevano suoni simili; simili, ma dalle partiture assolutamente banali rispetto ad Arnold e Candy, i protagonisti direi quasi), il testo di Candy and currant bun indovina esattamente tutto ciò che un qualsiasi ragazzo inglese, normale diciamo, dell'epoca avrebbe voluto chiedere ad una ragazza( che vale anche oggi cmq). No Comment Jugband Blues!!!! Una canzoncina "spensierata"??? Certo, se intendi per "spensierata" il potere di eliminare i "pensieri", le "domande" di chi ascolta circa la possibile meta definite dal testo potrei anche essere d'accordo( anche se penso tu non abbia scritto "spensierata" con questo intento). Jugband Blues è un brano complesso di suo in cui la "svagatezza" può essere sia ironica che reale, come anche può non essere nulla di tutto ciò che noi pensiamo che sia. Personalmente jugband credo sia più una evasione definitiva dalle timbriche emozionali spiazzanti nel rapporto testo accusatore e dolcezza espositiva. Alla fine, insomma, non si sa più come comportarsi con Barrett qualsiasi lato lo si guardi: La dolcezza del brano dice una cosa, ma il significato così definitivo del testo, inteso come un non-ritorno dal "limbo" che lascia presagire ne dice un'altra. Secondo me Barrett scrisse Jugband Blues non solo perchè si aspettasse la scelta di Waters di escluderlo dal gruppo, ma quasi come a volersi riappropriare proprio della "scelta" di "andarsene". Non si sa dove andrà Barrett o il protagonista di Jugband Blues poichè non definisce una meta, ma un potere di scelta. Presumo fosse solo questo lo scopo del brano ( elegantissimo e geniale , come ogni parto ben riuscito di un artista), cioè il recupero della dignità, l'urlo concavo del suo disagio, la colpevolezza di indifferenza di chi diceva volergli bene, perdonandoli solamente di non avere avuto i mezzi per scendere al di sotto della superficialità, l'ammissione di non avere capito molto bene, nemmeno lui, cosa volesse dire esattamente "gioco" e cosa volesse dire "scherzo". Insomma, poverazzo, mica stava tanto bene in quel periodo cmq...
BËL (00)
BRÜ (00)

psychobonco
Opera: | Recensione: |
syderus ha sempre ragione, cmq bella recensione, viva barret
BËL (00)
BRÜ (00)

c'è
Opera: | Recensione: |
@psychopompe: ti ripeto che "Black Night" dei Deep Purple è si un plagio ma da "Summertime" di Ricky Nelson. E lo stesso vale per i Blues Magoos. @iside: io scelgo Maradona tutta la vita
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
è vero me scurdassi che me lo avevi detto mesi fa, non sono poi riuscito mica a sentirla quella di nelson. Però se i Blues l'hanno rifatta prima, magari i Purple l'hanno copiata a loro e non a Nelson, no?
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
caro syderus, sicuramente sarai piu esperto te su barrett, ma ho spiegato gia ottantasei volte (CRIBBIO!) che jugband blues l'ho chiamato per sbaglio spensierata riferendomi solo all'ingannevole melodia: è apparentemente spensierata, ma sono al corrente del suo significato, forse anche meglio di molti (non mi riferisco a nessuno in paticolare, quindi non arrabbiatevi) che criticano l'uso di quell'aggettivo. molti (prima di aver letto il tuo splendido commento) avrebbero detto semplicemente che il testo sconclusionato è il chiaro sintomo della follia di barrett. io so bene che il vecchio syd, sebbene confuso da una situazione piuttosto dolorosa, è pienamente lucido di ciò che scrive: non m'importa se il sole non splende, se non ho nulla... lui ironizza in modo amaro sul fatto di non poter ribellarsi alle sue paure, ai suoi dubbi, al suo destino: uscire dalla band. l'ho letto il testo e ho cercato, nel mio piccolo, di dargli un'interpretazione che non mi pare tanto diversa dalla tua. ho sbagliato ad usare quell'aggettivo (e mi sono già scusato) ma sicuramente non mi sarei mai permesso di citare un pezzo così bello senza averne capito il significato. per quanto riguarda CANDY AND A CURRANT BUN (che ritengo la solo critica veramente importante), so bene che syd dica esattamente FUCK, conosco le allusioni... ho fatto un grande errore a non parlarne neanche un pò, ma (parlo soggettivamente) continuo a dire che la struttura e la melodia, per quanto ambigue e divertenti, sono sciatte. interessantissimo il retroscena del brano, ma il pezzo a mio parere non è il massimo. questi sono gusti e basta. spero di essere stato chiaro. scusate gli errori e le sfumature poco gradite, sicuramente avrete ragione voi, ma tengo a precisare (e lo so, sono proprio scassa...) che la recensione non l'ho buttata giu in cinque minuti!
BËL (00)
BRÜ (00)

Workhorse
Opera: | Recensione: |
Bella rece, ma qualche riga in più su Candy And A Currant Bun avrebbe infatti giovato di sicuro. Riguardo il "fuck" si sente piuttosto chiaramente, infatti la prima volta che sentii la canzone pensai di aver capito male.
BËL (00)
BRÜ (00)

Valeriorivoli
Opera: | Recensione: |
la gente riscopre barrett perché ne avverte la spontaneità...rispetto ad un roger waters che critica il sistema eppoi gioca a golf coi ricconi.

BËL (00)
BRÜ (00)

c'è
Opera: | Recensione: |
@psychopompe: no, Blackmore lo disse esplicitamente. Se mi dai un indirizzo e-mail con un messaggio privato te la mando :D
BËL (00)
BRÜ (00)

holdsworth
Opera: | Recensione: |
i veri problemi della musica son questi: decidere se chiamare Barret testamatta o cappellaio
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
ehe ehe dici bene holdworth
BËL (00)
BRÜ (00)

psychrockblues
Opera: | Recensione: |
con la s dopo hold
BËL (00)
BRÜ (00)

Galakordi Urtis Krat
Opera: | Recensione: |
fiero di essere un ottuso allora
BËL (00)
BRÜ (00)

47
47
Opera: | Recensione: |
bella l'analisi di jugband blues di syderus. Resta per me uno dei brani più enigmatici ma al contempo bella e toccante dei pink floyd (in questo caso del solo barrett). Comunque, io preferisco il disco solista omonimo del testamatta a me piace anche più di the piper e dei singoli precedenti.
BËL (00)
BRÜ (00)

47
47
Opera: | Recensione: |
la frase di cui sopra non è in italiano, stavo pensando a mille cose mentre scrivevo. ops
BËL (00)
BRÜ (00)

voiceface
Opera: | Recensione: |
a ValerioRivoli ricordo che Barrett ha rinunciato alla vita da star per problemi psichici, non per una scelta coerente
BËL (00)
BRÜ (00)

Valeriorivoli
Opera: | Recensione: |
a voiceface: si ma impostare tutta una carriera sull'assenza di syd è stato un boomerang per il culto di barrett.Cmq i pink qualche colpa ce l'hanno, lo ha ammesso pure gilmour in una recente interview dopo la morte si syd
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Lewis Tollani Divèrs
Opera: | Recensione: |
Gente che ha fatto tutta (o gran parte) la carriera sulle allucinazioni di uno che (tutte le colpe del mondo per aver sparato il proprio cervello nell'iperspazio) hanno lasciato 2 giorni e 2 notti sul marciapiede ad aspettarli per andare alle prove, senza mai passare a prenderlo e ancora peggio senza mai dir lui in faccia che lo avevano scaricato per il suo migliore amico (nonchè allievo)... non mi sembra una cosa bellissima (tanto che gli produssero i suoi dischi per compassione, visto che li ritenevano bruttini). Poi che i Floyd abbiano fatto anche gran dischi senza di lui (fisicamente ehe he he h eh ehh heh hhe) va bene, ma nel 75 quando si è presentato rasato (pure nelle sopracciglia... eh che ideona rappresentare cosi' Pink qualche anno dopo) mentre stavano scrivendo un pezzo su di lui, quando glielo hanno fatto ascoltare gli ha risposto chiedendo come mai stavano facendo sempre la solita canzone...??? Niente da fare ragazzi, io scelgo Van Basten e Syd Barrett tutta la vita...
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: