Sto caricando...

Pino Daniele
Che Dio Ti Benedica

()

Voto:

Inizio questa recensione nel dire che questo è l'ultimo album di Pino Daniele.

Cioè non lo è vero e proprio, anche perche' ne ha pubblicato uno nel febbraio di quest'anno (2007), pero' per chi vi scrive, essendo un accanito fan, lo considero tale. E' un'album del 1993 dove vanta anche collaborazioni con artisti di grosso calibro (come ha sempre fatto) e in quest'occasione "ospita" il jazzista Chic Corea con il quale duetta in "Sicily", Ralph Towner in "Two Pisces In Alto Mare" e... Massimo Troisi co-autore del testo in "T'Aggia Vede' Morta".

Il disco si apre con la title track "Che Dio Ti Benedica", non il miglior pezzo del disco ma che lo trainò in quel tempo a cui segue "Questa primavera": è qui che ritroviamo quel Pino che conosciamo, lontano anni luce da quello di oggi... una canzone totalmente acustica con testo in napoletano. "Fatte na pizza" è la classica canzone double-face dove c'e' sempre un doppio senso in quelo che il cantante ci dice. E arriviamo al trittico di canzoni che esalta quest'album: "Mal Di Te" , "Sono Un Cantante Di Blues" e "Sicily": quest'ultima è un brano che Pino ha ripreso da Chic Corea e ci ha inserito le parole e impreziosito con assoli di chitarra.. Tre canzoni che veramente valgono da soli l'acquisto del cd (non saranno le uniche). Segue un'altro duetto,stavolta con Ralph Towner in "Two Pisces In Alto Mare": brano totalmente acustico e strumentale che chiude la prima parte dell'album..

La seconda parte si apre con un'altra perla:"Allora Si": anche questo brano eseguito solo con chitarra e voce che anticipa "Nuda". Segue l'ultima collaborazione del disco, cioè "T'Aggia Vede' Morta": qui la collaborazione avviene non con un musicista, ma bensi' con un grande Attore partenopeo nonche' grandissimo amico di Pino: Massimo Troisi che collabora nella stesura del testo. Altro pezzo sopra le righe è "Un Angelo Vero": anche questo Pino ci fa capire che a volte non c'e' bisogno di strafare per creare un gran pezzo: a lui basta solo la sua chitarra... E' il momento di "Occhi Blu", dove come nella precedente il testo fa riferimento alla sua Napoli e alla società in generale. "Pace e Serenità" un brano dove sotto un tappeto di pianoforte Pino inserisce un testo meraviglioso.. Una pietra miliare. L'album si Conclude con "Soleado Up And Down": simile a "Sotto 'O sole" dei primi anni 80, non ha la pretesa di diventare un classico, ma e' un brano dove Pino si diverte molto con la chitarra con assoli e dove il testo è brevissimo...

In conclusione un album da consigliare a tutti gli amanti della musica, anche perche' un Pino cosi' ispirato non l'ho abbiamo piu' ritrovato in nessun album seguente.. tranne ovviamente nei suoi concerti dal vivo, come il successivo "E Sona Mo'".

Spero di non esser stato troppo di parte nel valutare questo disco, ma come ho gia detto e' uno delle sue produzioni migliori: non paragonabili al trittico 80,81,82 ma sicuramente un disco di buona fattura.

Voto A Pino : 7

Commenti (VentiCinque)

aniel
aniel
Opera:
Recensione:
...che fica!!! - c'era ancora qualcosa da salvabile all'epoca nei dischi di Pinuccio. Poi l'inizio del declino, come del resto tutti i grandi artisti. Tuttavia, dal vivo resta un grande, ottimo interprete e chitarrista dotato di un grande feeling, soprattutto (non un caso) con i pezzi più vecchi della sua discografia, quelli veraci e più blues.


iside
iside
Opera:
Recensione:
a me Daniele non è mai piaciuto molto però gli riconosco alcuni album grandiosi. ogni volta che lo rivedo in tv mi scappa da ridere, capelli bianchi barba nera, nero a metà come il titolo di uno dei sui migliori album.


mien_mo_man
mien_mo_man
Opera:
Recensione:
Towner è un grandissimo, un mito. So che lui si ispira alla grande a Ralph Towner, e ci si accorge di ciò soprattutto dal suono "liquido" della sua chitarra. Sicily è forse la sua canzone che amo di più (ma il resto mi lascia quasi indifferente). Consigliatissimo "Open Letter" di Towner.


Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Mamma che noia sto Pino Daniele, forse ha scritto un paio di buoni blues, agli inizi. Poi il buio.


ecioso
ecioso
Opera:
Recensione:
anche per me questo si toglie dalle tante merdate che ha fatto più tardi .....e che dio ti benedica.


tom traubert
tom traubert
Opera:
Recensione:
Il singolo tamarrissimo, tipico del pino daniele degli ultimi 20 anni, mi ha tenuto come sempre ben lontano dal resto dell'album. Mi viene l'imbarazzo vicario quando lo sento. Bah.


majortom79
majortom79
Opera:
Recensione:
caspita se era bravo all'inizio...
Poi il baratro.
E adesso ci tocca piangerci i vari Zucchero, Vasco, Ligabue e appunto Daniele.
Ridateci De André!!!


trickykid
trickykid
Opera:
Recensione:
ha fatto bei dischi...ma dopo lo SCIO' LIVE non mi ha detto granchè, fino al baratro raggiunto negli ultimi 15 anni.


djmushroom
djmushroom
Opera:
Recensione:
L'ultimo disco bello è, secondo me, Nero a metà con qualche buon sprazzo solo in Mascalzone latino e in Schizzechea with love (Jesce juorno soprattutto).


Dott. Fottermeier
Opera:
Recensione:
"Fatte 'na Pizza" una canzone double face? E quale sarebbe l'altro significato nascosto? Ho provato anche ad ascoltarla al contrario, ma non è venuto fuori neanche un messaggio satanico..peccato!


DuaneTheReturn!
DuaneTheReturn!
Opera:
Recensione:
E che Dio ti maledica Gab per aver rispolverato questo sudiciume!!!


PunkPrincess
PunkPrincess
Opera:
Recensione:
Mah, a me Pino Daniele non mi ha mai comunicato molto se non in canzoni 'storiche' come "Napul'è" e "Quando". Non nego la sua importanza come cantautore ma preferisco mille volte un De Andrè o poi un Ligabue (Vasco Rossi lo odio e Zucchero è X)... e sì che sono una napoletana!


marpado
marpado
Opera:
Recensione:
Ligabue meglio di P.Daniele ???? Aspetta aspetta, Vasco Rossi cantautore ???? Vado a vomitare.


Nite92
Nite92
Opera:
Recensione:
la cover fa cagare :P


Gab
Gab
Opera:
Recensione:
be' non si puo' paragonare Vasco con pino..rappresentano due generi diversi e soprattutto vasco non e' un cantautore,bensi' un cantante di canzoni scritte maggiormente da altri ,vedi gaetano curreri degli stadio...invece Pino se le suona e se le canta.tutto cio' che fa e' per merito o demerito suo !


PunkPrincess
PunkPrincess
Opera:
Recensione:
Merito o demerito a me non piace la sua caduta di stile. E Vasco Rossi, le scrive o meno le canzoni, il punto resta che non le interpreta nemmeno bene e che non lo sopporto come persona.


PunkPrincess
PunkPrincess
Opera:
Recensione:
E cmq l'ho citato con Zucchero per riprendere le fila del post di majortom79, non per polemicizzare se Vasco sia o meno un cantautore (che nemmeno mi interessa).


federock: polemicizzare è fantàsticico
Blackdog
Blackdog
Opera:
Recensione:
'Che dio t benedica..' -Eh, l'ho detto ieri a 'na gnocca bionda in Via Del Corso: da urlo. Et quoto
Pino, '..ke fica!' :D


DAVIDE D
DAVIDE D
Opera:
Recensione:
Non so bene chi, ma un noto poeta italiano ha titolato informalmente Pino definendolo un suo collega dopo aver sentito questo disco. "In questa sera di Luglio il cielo è pieno di stelle. E i tuoi occhi scrivono una canzone sulla mia pelle". Vabbè, molti altri esempi potrebbero essere presi da questo disco per sottolinearne la poesia. Ma ricordiamo che Pino è prima di tutto un musicista. E chi è musicista questo album non può che amarlo. Indipendente dai gusti personali credo che una persona che sappia apprezzare l'arte preferirebbe questo album su tutti. Aribravo Gab.


GustavoTanz
GustavoTanz
Opera:
Recensione:
Uno degli ultimi colpi di coda di Pino Daniele.


Cccp221991
Cccp221991
Opera:
Recensione:
3,5,sintesi secondo me essenziale tra una title track piuttosto pachiana e molte canzoni commerciali,banali e spesso e inconcludenti e due perle che non mi stancherò mai di ascoltare e in cui rivive il quel pino


Cccp221991
Cccp221991
Opera:
Recensione:
Continuo qui visto che non sono riuscito a inserire la seconda parte nel commento prec esente,mal di te e sicily sono degne del Pino Daniele degli anni 80,di ottima fattura inoltre i duetti con Ralph towner e Chick Corea


Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Tamarrissima ed orripilante la title-track, bene il resto. Sicuramente l'ultimo colpo di coda di zio Pino. 3,5


Alemarcon
Alemarcon
Opera:
Recensione:
Secondo me abbastanza lontano dalle quattro stelle, ma si discosta anche dalle cagate che ha fatto dopo. Darei 2,5 quasi 3.


voiceface
voiceface
Opera:
Recensione:
Qui Pino era ancora Pino. Gran bel disco.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Che Dio Ti Benedica è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link