Pino Daniele
Sciò

()

Voto:

Ascoltando la pulsante batteria di Tullio De Piscopo che ci introduce in "Chillo è nu buono guaglione" all'ascoltatore si impone una scelta immediata, godersi questo capolavoro dell'artista napoletano, rispettandolo nella sua integrità e rinunciando a contestualizzarlo rispetto alla produzione più recente, rinunciando, quindi, alla ricerca di risposte alla più ardua tra le domande dei suoi (ex?)fans: perchè Pino non c'è più?

Forse per la disgregazione dell'ensemble di talenti partenopei che hanno forgiato i suoi lavori migliori? Per naturale decadimento creativo e fisico?... chissà, ognuno può farsi la propria idea, però senza dimenticarsi di ringraziare "l'uomo in blues" per quegli strepitosi anni in cui quel mix di slang americano, dialetto napoletano unito a fantastiche melodie lo avvicinavano ai più grandi classici napoletani.

"Sciò" celebra in maniera compiuta il periodo aureo della sua carriera, in cui questa alchimia unica di suoni e di influenze produce una scaletta live micidiale dove i pezzi, rivisitati con arrangiamenti differenti rispetto alle versioni studio, vivono davvero di una nuova, straordinaria, vita. Ed ecco che "Viento 'e terra" inventa formidabili alternanze tra i fiati del duo Nocella/Torres e il moog di Joe Amoruso, "Vivo come te" con una "voce" d'autore come quella del sax del compianto Bob Berg, si esalta nella sua già sconvolgente bellezza estetica e "Tutta n'ata storia" tra i rimbalzi del basso funk di Rino Zurzolo e i suoni di vetro di Joe Amoruso, esprime un groove irresistibile che trascina il pubblico verso un entusiastico duetto finale con Pino.

Gli ospiti di questo disco, nota di assoluto prestigio, non si limitano a semplici passerelle ma "suonano", coinvolti in quel meraviglioso "laboratorio musicale" formato dal clan dei napoletani Amoruso, Zurzolo, De Piscopo, ispirati architetti del Daniele-sound, trasformando, ad esempio, una acerba "Chi tene 'o mare" in una ballad intensa e struggente con il sax di Gato Barbieri. Magari viene da pensare all'anonimato di certe partecipazioni, come guest stars superpagate, tipo George Benson o Chick Corea, che la ricca produzione attuale di Pino dispensa senza, però, risollevare la sorte di composizioni poco ispirate. Ma questo "Sciò" non è solo un carosello di talentuosi ospiti, poichè tutto è, infatti, funzionale alla vibrante ed intensa presenza di Pino Daniele come front man: che sia il blues man arrochito di "Tarumbò" o il quieto e malinconico cantore della sua "Napul'è", chi conduce lo show è un artista nel pieno della sua maturità ed energia, oltretutto generoso anche nella sua performance chitarristica.

Insomma "Sciò" è un disco da ascoltare per intero, centellinando le note di classe dei suoi solisti, assaporando la magia delle atmosfere mediterranee improvvisamente sferzate da una fusion di classe e seguendo la poesia di liriche sospese tra Napoli e Marrakech, ma senza dimenticare di perdonare Pino per la colpa, se colpa è, di non essere più, ciò che è stato.

Questa DeRecensione di Sciò è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/pino-daniele/scio/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentaCinque)

misterNo
Opera: | Recensione: |
bene, si parla di una grandissimo album, adesso non posso lasciare un commento più completo, ma credo, e cercherò di verificarlo, che i primi 4 brani dell'album avessero come batterista Agostino Marangolo, piuttosto che Tullio De Piscopo, ma non ho il vinile a portata di mano...
BËL (00)
BRÜ (01)

nick81
Opera: | Recensione: |
gran bel live ma gli preferisco "e sona mo", secondo me con la strumentazione acustica zio pino dà il massimo.
Mister No ma non dovevi recensire musicante? se puoi inserire qualche samples, io non posso perchè i dischi migliori di Pino Daniele li ho soltanto in cassetta.
BËL (00)
BRÜ (00)

nightwalker10
Opera: | Recensione: |
eRRATA cORRIGE: l'intro di "Chillo è nu buono guaglione" è del buon Agostino Marangolo che divide i pezzi dell'album con T.De Piscopo.
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
Nightwalker, non ho purtroppo disponibile il vinile, perchè è a casa di "mammà", mi pare di ricordare che il lato A del primo disco fosse tutto suonato da Agostino Marangolo (grandissimo), quindi "Chillo È Nu Buono Guaglione; Have You Seen My Shoes; Viento 'e Terra; Io Vivo Come Te; e forse sono anche i brani migliori dell'album, dove viene fuori la magia degli arrangiamenti e tutte le influenze "Jazz, Fusion, e via discorrendo", il resto del disco è suonato ovviamente da un magnifico Tullio de Piscopo, tra i due non ho mai saputo scegliere :)... caro nick81, il lavoro non mi ha consentito per ora di scrivere quella recensione, permettimi di dirti però, in maniera scherzosa ovvio, che sei "infettato" dal Pino Daniele "seconda maniera" per intenderci quello sempre acustico e spesso mieloso, sicuramente il live da te citato è un ottimo album, non fosse altro per la selezione di brani quasi tutti del passato, ed è un album molto blues, ma francamente, i due dischi non sono paragonabili, "Live Sciò" è a mio avviso uno dei migliori live di sempre, e parlo a livello mondiale... concordo con il recensore, Pino era "un artista nel pieno della sua maturità ed energia", e quando si raggiunge il massimo non si può che tornare lentamente (più o meno) giù...
BËL (00)
BRÜ (01)

giorgioladisa
Opera: | Recensione: |
Gran bell'album, altro che iguane cafè e gelati all'equatore...Pino torna!!
BËL (00)
BRÜ (00)

ZiOn
Opera: | Recensione: |
Je t'aime
BËL (00)
BRÜ (00)

nightwalker10
Opera: | Recensione: |
Interessante il confronto marangolo-de piscopo: direi più tecnico e jazzy il secondo, più rock e trascinante il primo.
Il genio è Amoruso...se non fosse stato per la robaccia che prendeva forse salvava(musicalmente)Pino.
Cmq fuori da recensione, la prima ipotesi che faccio sul declino del Ns. mi risulta da più fonti dirette, non tutto era farina del suo sacco.
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
noooooooooooooooooooooo, questo no, non l'accetto... non ci credo... se ha scritto "na tazzulella e cafè" può averle scritte tutte!!!... una curiosità, mi rivolgo sia a te che a "batteristi" in genere, mi son sempre chiesto, perchè Pino avesse scelto per il disco una versione di "Viento e' Terra" suonata da Marangolo, piuttosto che da Tullio De Piscopo, vista la versione strepitosa da studio che è appunto di De Piscopo, oltretutto, la versione live di Marangolo, sebbene perfettamente eseguita e arricchita da accompagnamenti in levare (batteristi, correggetemi se sbaglio) e anche da preziosi controtempi sul finale (durante l'assolo di Amoruso), manca però di quelle battute di "charleston" in controtempo che sono la spina dorsale della versione di De Piscopo... situazione poi ribaltata con il brano "Musica Musica" eseguita live da De Piscopo, e da studio invece da Marangolo (non credo Mauro Spina), ma in questo caso, De Piscopo non si discosta molto dalla versione di Marangolo, purtroppo però, anch'egli la modifica, eliminando delle strepitose battute in controtempo eseguite nalla versione originale... mi domando perchè questa scelta? perchè? ... so bene che la domanda andrebbe fatta a Pino Daniele e ai due batteristi :)...
BËL (00)
BRÜ (01)

misterNo
Opera: | Recensione: |
scusate la forma un po scorretta e il delirio di sopra... ma se qualcuno mi ha compreso e ha da dire la sua, mi farebbe enorme piacere :)...
BËL (00)
BRÜ (01)

Ashluke
Opera: | Recensione: |
Merita già 5 solo per la copertina....
BËL (00)
BRÜ (01)

nightwalker10
Opera: | Recensione: |
Sapevo di scatenare un vespaio, cmq la mia ipotesi riguarda gli arrangiamenti non le composizioni, però sai, nei pezzi doc di Pino l'arrangiamento è tutto.
Quanto alle composizioni...beh quelle di oggi le vedi pure tu, per non parlare delle canzoni scritte per altri (hai presente Giorgia?), vi giuro che a volte penso di poter fischiettare in anticipo la prossima che farà...cmq rispetto, è uno che ha avuto i suoi problemi.
Capitolo batteristi: è chiaro che solo un batterista di grande personalità come Marangolo poteva reggere il confronto su pezzi così famosi, caratterizzandoli diversamente dall'originale.
Dai non facciamo i fan frignanti...:)
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
se per questo, Marangolo ha partecipato a brani famosi di Pino Daniele, molto prima che Tullio De Piscopo entrasse in squadra... comunque io forse preferisco Marangolo, ecco l'ho detto, mi son sbilanciato... comunque dicevi giustamente più su, che uno dei grandi era Amoruso, peccato... e l'altro grande perduto per strada è James Senese :(...
BËL (00)
BRÜ (01)

nightwalker10
Opera: | Recensione: |
Amoruso l'ho visto di recente in duo con antonio onorato fare cose molto...mmmh...new age di qualità, tipo soundtrack.
Non mi sorprende la tua preferenza per agostino, lo dicevo che sono diversi ma sullo stesso livello...
Su Senese non sono d'accordo, ho sentito un'intervista di recente, mi pare di aver capito che semplicemente hanno preso strade diverse senza astio particolare, anche perchè l'integralismo di Senese è famoso è non ce lo vedo proprio a suonare sta roba.
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
Senese suonare sta roba? parli forse della produzione recente di Pino Daniele? ma io nemmeno la prendo in considerazione, io parlavo della loro collaborazione ai tempi d'oro :)...
BËL (00)
BRÜ (01)

nick81
Opera: | Recensione: |
Secondo me zio Pino ha rinnegato molta della sua precedente produzione (chissa perchè), avete fatto caso che nei concerti non ripropone mai le canzoni del periodo 84-89 ?(forse solo Anna Verra e nemmeno molto spesso..)
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
forse si salva solo Anna Verrà, dall'84 in poi, escludendo Musicante ovviamente...
BËL (00)
BRÜ (01)

nick81
Opera: | Recensione: |
Non sarei così severo, è vero che le cose migliori le ha fatte agli inizi, ma in album come Mascalzone Latino e Non calpestare... secondo me c'è ancora la voglia di uscire dai soliti schemi, nell'album del 95 c'erano pezzi come Anima e Fumo Nero che a mio avviso possono essere annoverati fra i suoi pezzi migliori (dopo lo riconosco c'è stato il buio..)
BËL (00)
BRÜ (00)

nightwalker10
Opera: | Recensione: |
Possibile che a nessuno venga in mente che non ce la fa più cantare i vecchi pezzi con la voce?...c'ha qualche by pass non dimentichiamo, ma la musica non compensa neanche, i testi men che meno.
BËL (00)
BRÜ (00)

Grasshopper
Opera: | Recensione: |
Mi associo alla domanda: perché Pino non c'è più ? Questo live forse rappresenta il suo massimo stato di grazia. "Chi tene 'o mare" con Gato Barbieri basta da sola ad assicurargli un 5. Ottima la recensione, che tra l'altro rientrava nei miei programmi, ma va più che bene così.
BËL (00)
BRÜ (00)

JimMorrison
Opera: | Recensione: |
Non posso far altro che sottoscrivere Grass meno che per l'intenzione di recensire il live. Ottima recensione night!
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
anche io volevo farla questa rece :(... è vero, grandissmi i fiati di "Chi tene 'o mare", ma quelli di "Have You Seen My Shoes" non sono da meno :)...
BËL (00)
BRÜ (01)

Zurk!
Opera: | Recensione: |
e qualcuno sa dov'è finito Ernesto Vitolo?
BËL (00)
BRÜ (00)

Zurk!
Opera: | Recensione: |
gran disco, praticamente una scuola
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
il miglior live italiano di sempre, da lì a poco sarebbe divenuto una macchietta
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
Opera: | Recensione: |
Mi associo a definire questo uno dei migliori live ascoltati negli anni. Allora Pino aveva un senso, no questo cadavere ambulante ormai afono che propone canzonette moscie e terribilmente insipide. Ma chi glielo fa fare, dico io! Soldi ne avrà fatti, no? Fama e gloria ne ha avuto nO? e allooora, eddai...SU! almeno per rispetto di chi t'ha voluto bene e ti ha sostenuto negli anni (i fans), finiscila lì, fai dell'altro cazzo... produci qualcuno, scrivi canzoni, stattene a fare una biografia, un diario di memorie eccheccazzo, POSSIBILE CHE TUTTA 'STA GENTE NON ABBIA TROVATO UN MINIMO DI EQUILIBRIO E/O ARMONIA nella loro vita? Possibile che SENZA MUSICA non si sentano nessuno? non pensate anche voi che un atteggiamneto così NON SIA del tutto normale alla veneranda età di quasi 60 anni?! Non pensate che ci sia qualcosa che, a livello UMANO, ossia come persona intendo, ci sia qualcosa che NON VA?
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
caro "the Punisher, intanto avrei chiuso la tua frase con un bel "vada" piuttosto che un "va"... la mia tesi è questa, intorno ai 20 anni, e fin quasi ai 40, ma sempre con un peso maggiore verso i 20, il corpo umano da il meglio di se, sarà strettamente legato alla sopravvivenza della specie, sarà appunto legato alla capacità riproduttiva, ma, evidentemente alcuni meccanismi di corpo e mente son più performanti... da qui, una maggior capacità creativa, di sintesi, coraggio, capacità eversiva, capacità di contestare...insomma si è quasi un'altra persona... fatta eccezione, ovvio, per alcuni grandi maestri del passato, che non hanno mai perduto "tensione creativa", uno su tutti, Michelangelo
BËL (00)
BRÜ (01)

nightwalker10
Opera: | Recensione: |
... dino zoff.
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
dino zoff?...
BËL (00)
BRÜ (01)

Socrates
Opera: | Recensione: |
Mi fa piacere che l'ultimo Daniele non abbia "inquinato" la memoria di molti. Questo è un signor live. Propendo per la tesi del decadimento fisico.
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
Socrates, solo ficico, oppure fisico e mantale? dove per decadimento mentale non intendo "demenza senile", ma piuttosto un appagamento con relativo annebbiamento e perdita di "mativazioni, coraggio, ispirazione"... basterebbe il solo fatto che adesso scrive quei noisissimi testi in italiano, e parla quesi solo (banalmente) d'amore...
BËL (00)
BRÜ (01)

nick81
Opera: | Recensione: |
Ragazzi ma voi avete la colonna sonora de "Le vie del Signore.." ? io non l'ho mai vista
BËL (00)
BRÜ (00)

DAVIDE DANIELE
Opera: | Recensione: |
In generale i live non mi piacciono, ma nel caso di zio Pino è Tutta n'ata storia! Il riff ai fiati che apre "Chillo è nu buono guaglione" che si incastra con quel basso sono quanto di meglio ho sentito in tutta la mia vita.. Per nick81: "Io quel disco ce l'ho. Sono 9 minuti di magia. Per non parlare della chitarra che è indescrivibile". Per misterno: "Che ne sai, magari la versione di Marangolo è suonata meglio. Nello scegliere i pezzi da inserire in un disco dal vivo si prediligono di solito quelli venuti meglio, quelli con meno imperfezioni, etc...".
BËL (00)
BRÜ (00)

misterNo
Opera: | Recensione: |
be Davide, io adoro Marangolo, quindi non mi spiacerebbe che avesse suonato "Viento e Terra" megli di De Piscopo, ma naturalmente vale il contrario, evidentemente "Musica Musica" l'ha poi suonata meglio De Piscopo ;)...
BËL (00)
BRÜ (01)

DAVIDE DANIELE
Opera: | Recensione: |
Poco ma sicuro
BËL (00)
BRÜ (00)

LuCHeZarD
Opera: | Recensione: |
Questo live è una bomba! Trattasi di un live "itinerante" siccome tutte le tracce sono state registrate durante concerti diversi tra cui alcune tappe da urlo (Montreux) ...in origine questo disco dal vivo doveva raccogliere la testimonianza di una sola serata ovvero quella alla "Mostra D'Oltremare" di Napoli (ultima tappa del tour Musicante) ma quella sera ci fu un errore nella registrazione dei nastri che ne compromise gran parte delle registrazioni stesse infatti da quella serata nel disco ci sono solo un paio di pezzi (quelli che in qualche modo in studio furono salvati) tra cui la traccia d'apertura con uno straordinario Marangolo alla batteria. Pensate che Pino questo disco non voleva nemmeno farlo uscire poichè non gli piaceva il risultato delle registrazioni stesse (Pino sui live è stato sempre troppo perfezionista all'epoca) ma fortunatamente invece uscì. Peccato che lo stesso Daniele ha editato poco e nulla dei soui tour anni 80 "dal vivo" poichè all'epoca i suoi concerti erano uno spettacolo unico con dei musicisti da paura.
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: Penso che vederlo negli anni ottanta sia stata un esperienza a dir poco spettacolare; da parte mia lo vidi al Forum di Assago nel 1995 e diciamo che fu comunque un ottimo spettacolo.
LuCHeZarD: Beh si...se vedi anche i filmati che ci sono sul web di quei tour ti rendi conto...i suoi concerti erano un qualcosa di spettacolare e ogni tour portava con se musicisti spettacolari. Fantastico
De...Marga...: Guarda ad essere sincero non impazzisco per Pino e ricordo al concerto ci portai mia moglie, allora fidanzata. Ti devo però confermare quanto da te detto ovvero che si è sempre fatto accompagnare da musicisti eccellenti. Ricordo anche che un Forum di Assago così pieno di gente non l'ho mai visto.
misterNo: Marangolo mostruoso in quel brano!!!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: