Sto caricando...

Quentin Dupieux
Mandibules

()

Voto:

Sono pronto a giocarmi la testa del Triceratopo di mio cuggino Ermenegildo che la gran parte di Voi sa perfettamente chi sia Quentin Dupieux.

Come sarebbe a dire: "e chi (cacchio) sarebbe?"
Cess.. ma vi devono spiegare proprio tutto, oh.

Mi chiedo cosa ci state a fare da anni in questo sito, l'unico di tutto il Uebb che vi istruisce su tutto, se non conoscete neppure i fondamentali?

Ajò non perdiamo tempo: mandate subito una mail all'indirizzo info@debaser.it e chiedete di venire subitaneamente DeBannati con procedura per direttissima.

Per quelli che restano, ossia quelli che lo sanno chi è ma che per via degli effetti deleteri sulla memoria dell'età avanzata se ne sono dimenticati, glielo rimembro io di chi si tratta.

E' gnentepopòdimenoché l'autore dell'irresistibile pezzo dens "Flat beat" di fine millennio scorzo: quello del video con protagonista quella sottospecie di Muppet giallo dietro la scrivania dirigenziale, ajò!

Si, vabbè, ma adesso che se ne sono rimembrati "anche ecchissenefrega", diranno Loro, lì.
Ennò, Car(r)i miei, manco per gnente.

Quentin Dupieux è Mr.Oizo.
Cioé, in realtà, è Mr.Oizo che è Quentin Dupieux.

Si, insomma è Lui, lì.
Ci siamo capiti.
#forse

Comunque.

"Mandibules" è la sua nona e attesissima opera cinematografica presentata sotto scroscianti applausi all'edizione 2020 del Festival di Cannes.
Come dite? "Cannes" non l'hanno fatto nel 2020?
E mica è colpa mia.

Comunque, dicevo.

Ci sono questi due imbecilli che in teoria vorrebbero emulare in versione française le gesta dei protagonisti del primo fondamentale capitolo di "Scemo & più scemo".
Questi due, gli scemi d'oltralpe, rubano una macchina.

Dentro la macchina, nel bagagliaio, c'è una mosca.
Ma non una normale mosca normale.
Una mosca enorme, gigantesca.
Grande quasi quanto il cofano dell'auto dove è rinchiusa: anche se non si sa bene perchè sia lì e chi ce l'abbia messa.
Anche la macchina non si sa di chi sia: se a qualcuno di Voi hanno fregato il mezzo di locomozione con un enorme moscone dentro, ora sapete chi è stato.

I due attori, oltre a ignorare l'arte della recitazione, ignorano dell'esistenza della mosca.
Dopo un po' mentre girano a vuoto dicendo cose francesi un po' a vanvera che vorrebbero/dovrebbero farci capire con che razza di svalvolati abbiamo a che fare, si accorgono dell'ospite nel bagagliaio.

Ora:

avrei la tentazione di glissare sul reiterato tormentone del "torò-torò" tra i due: ma non posso esimermi dal farne almeno un breve cenno.
Si tratta di una specie di gesto di intesa (pour homme, suppongo) di natura post-metallica la cui palingenesi risale ai concerti di Ronnie James Dio dei primi anni ottanta:
avviene quando i due incrociano le mani "a corna" in segno di condivisione d'intenti finchè morte non li separi.

Credo che in tutto (non li ho contati) i "torò-torò" siano andati ben oltre la ventina nell'arco del film: evidentemente al regista pareva una gag da slogarsi la mandibola (appunto).
Sarà che non faccio il regista, ma personalmente ho trovato la cosa stantia già alla terza volta in tre minuti.

Nel mentre che velocizzo le immagini grazie all'ausilio del portentoso tasto FF intravedo che incontrano altra gente scoppiata che li scambia per altra gente. Vanno a casa loro dove c'è una che parla a voce altissima poiché ha battuto la testa facendo sci.
Vabbè.

Dopo un po' la mosca, che evidentemente buttata la in mezzo con una parte da protagonista ma senza significative parti recitate si annoiava più di mè, per ingannare il tempo si divora un innocente cagnolino.

Per fortuna mentre guardavo il film (in rigorosa lingua d'oca) non avevo cani intorno: credo sarei stato tentato d'azzannarlo pure io pur di aver qualcosa di meglio da fare che terminare di guardare il film.

Ora che mi ci fate pensare: mica mi ricordo di averlo terminato o eventualmente come sia andato a finire.

Però è da stamattina presto che sento i miei vicini che cercano a gran voce quel piccolo furfantello peloso di Fufi, quello che spesso ama lasciare i suoi ricordini negli zerbini altrui.
Non è che l'avete visto, Voi, lì?
Io, mi sembra proprio di no.

Commenti (Diciotto)

mrbluesky
mrbluesky
Opera:
Recensione:
Ma questo quentin duplex è forse lei? No dalla foto me pareva


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
mio nonno materno aveva un bastardino (da noi, qui in Bassa Savoia, si dice: incrociato pure con le rotaie del tramway, ovviamente nel rigoroso idioma della Bassa Savoia medesima) che si chiamava Fufi.
E veda un po' Lei se questa non è una meravigliosa corrispondenza d'amorosi sensi...
Anche se non ho capito perchè allora si dica di un cane che non farebbe male a una mosca, quand'invece pare propria che il contrario avvenga impunemente!
Misteri della cinematografia d'essai...


imasoulman: non ho inviato la mail con autorichiesta di de-bannaggio solo perchè io so che Lei Sa che io non so
ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Un graditissimo ritorno in Casa Pagina!


ZiOn: Il film non l'ho visto. "Analog Worms Attack" mi piaceva parecchio.
sfascia carrozze: Va bene che Lei, lì è un DeRagazzo dotato di buon ghusto.
Ma adesso non esageriamo!
ZiOn: A me piaceva 😅
sfascia carrozze: Buonghustaio!
AH!
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
L'ho cercato proprio ieri, dopo aver scrutato le belle recensioni. Mica l'ho trovato, però.


snes
snes
Opera:
Recensione:
di Oizo ho visto Rubber.
Uno dei film piu' brutti che abbia visto in vita mia, ma ricordo una buona fotografia.



lester69
lester69
Opera:
Recensione:
Pensavo che Ciccio e Franco fossero l'apice della stupidità. Quando vidi scemo+scemo cambiai idea. Questo mi sembra di capire sia altrettanto interessante ...


sfascia carrozze: EccoLe uno dei frammenti più alti della loro integrale cinematografia.
Franco e Ciccio Ma Chi T'ha Dato La Patente
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Non mi fate saltare "l'insetto" al naso che la mosca di Kitano è inarrivabile


sfascia carrozze: Si, ma, Tano, esattamente Ki?
algol
algol
Opera:
Recensione:
ho visto il trailer e mi sono subito chiesto quanti km di lunghezza dovrebbe avere un cilindro fecale per un soddisfacente pasto destinato al macroscopico insetto.


lector
lector
Opera:
Recensione:
Tutto molto bellissimo. Ma, e sia chiaro che LO CHIEDO PER UN AMICO (perchè io lo so chi è!! E' inutile che cerci di bannarmi Lei, lì!), dicevo: LO CHIEDO PER UN AMICO!! Ma chi è Quentin Dupieux??


sfascia carrozze: Ora:
ha tempo fino alla DeMezzanotte per dirmi chì sarebbe il suo AMICO (in contumacia).
Viceversa mi vedrò (passando di fronte allo specchio) costretto ad adempiere con zelo al mio compito istituzionale.
lector: Omertà...
sfascia carrozze: Ah sì?
Allora lo saluti per l'ultima volta.
Se l'è voluto Lei, lì.
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Opera:
Recensione:
E non mi dica che questi non sono gli effetti del Covid 19-20-21. Vossignoria mi descrive un filmino viking, parbleu!


sfascia carrozze: In realtà io adoro il Viking fin dai remotissimi tempi di Vicky.
Vicky il vichingo (Viki/Vickie) - Sigla Tv
Il vichingo.
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
In sala non ci metto piede da anni ma se proiettano di ste nonsensaggini al cinema mi vedranno col binocolo mi


sfascia carrozze: In sala non ci entro dal 1492.
Giorno più, giorno meno.
Stanlio: Alla faccia di Christopher Colvmbvs e di tvtti gli indios, Indi ti sei perdvto pure il cinemascope...
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
la ringrazio, senza la sua puntuale pagina non avrei mai sentito parlare di cotanta opera...


sfascia carrozze: Ma sono io, intanto, che ringrazio Lei per avermi confessato di non aver mai sentito parlare di cotanta opera.
In realtà, mi lasci confessarLe a mia volta, neppure io so esattamente cosa sia:
ne ho parlato a vanvera ( senza guardarlo, ma istruendomi sul da dirsi solo guardando il treiler ) per vedere l'effetto che faceva.
Ecco.
luludia: ora tutto si spiega e nulla si distrugge...
sfascia carrozze: I treiler ci dicono molte più cose di quello che essi stessi pensano di trasmettere.
luludia: certo, i treiler, ma anche i boiler...
sfascia carrozze: In effetti credo che la mia prossima trattazione riguarderà proprio un bel boiler
Ha qualche suggerimento sù marche affidabili da sottopormi?
luludia: non saprei, però sono un fan dell'acqua calda...
Stanlio: Non per dire ma a casa nostra (nelle case del Comune) per 20/25 anni abbiamo avuto di ehm, "default" uno scalda bagno elettrico che elargiva ad ogni scaldata (di ca. 20 minuti) tipo 7 o 8 litri d'acqua calda zioporko... Poi il Comune ce ne installò uno da 80/90 litri sempre elettrico che occupava metà della toilette/doccia ziomaledetto, infine quando ci dotarono del gas di città e dismettemmo le bombole del gas da 25 litri (avevamo quelle blù) il Comune ci beneficiò delle caldaie a gas che erano una vera meraviglia madonnasantissima e niente, anzi guai se vedo un boiler elettrico do di matto mannaggiaasangennaromannaggia...
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Non mi stupieri se un tale Flat Eric, tosto tosto, s'iscrivesse al Debasio.
Ma, poi poi, il moscone, nel "film", va in mare?


sfascia carrozze: Io preferirei s'iscrivesse il mosconegigante, potendo scegliere.
TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Ho sentito Ermenegildo, è molto preoccupato perché il triceratopo gira per il giardino senza testa, come impazzito, e il veterinario è in ferie. Non gli ho detto nulla di tutta questa storia...


Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Per l'opera credo che glisserò volentieri.
Inimitabile e spassoso lo stile di scrittura di Sfascia, che però mi ha indotto ad attivare gran parte dei miei neuroni per riuscire a comprendere tutto (o quasi).
In conclusione lo definisco come: #scrittoquantistico


macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
A proposito di mosche: qualcuno di voi ricorda il grande Germano Mosconi?


sfascia carrozze: Siffatti maître à penser sono indimenticabili!
Almotasim : Solo Gianni Moscon della Tia Ineos...
mrbluesky: Ma son domande da farsi
dio bu bu
Stanlio: Diocan!
lector: Cìumbia!
ZiOn: Una leggenda!
Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Sarà dal 98 che non rigioco a mosca cieca


sfascia carrozze: Anch'io dal '98.
1898 per la precizione.
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Mandibules è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link