Sto caricando...

Quentin Tarantino
Grindhouse: Death Proof - A Prova di Morte

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Con il termine "Grindhouse" si è soliti indicare quel particolare genere di film di serie B a base di sesso, violenza, donne e motori, i quali, nel periodo compreso tra gli anni '70 e gli anni '80, venivano spesso proiettati in coppia nelle periferie urbane (al prezzo di un solo biglietto) al fine di grantire maggior spettacolo a poco prezzo.Tali film erano realizzati con un budget irrisorio e interpretati da attori dalle scarse doti artistiche. "Grindhouse" è, tuttavia, anche il titolo dell'ultimo progetto cinematografico che reca i nomi di Robert Rodriguez e Quentin Tarantino: consta di due pellicole distinte per trama e attori, ma che si completano vicendevolmente. Il primo episodio, in uscita in questi giorni è "Death Proof - A prova di morte".

Si tratta di uno slasher movie dalla trama estremamente lineare: uno stuntman psicopatico e misogino si diverte a massacrare giovani ragazze con la sua macchina truccata. E' proprio la sua macchina ad essere "a prova di morte", ossia a garantire la totale incolumità del conducente anche alle velocità più alte e agli impatti più devastanti. La cosa che balza subito all'occhio durante la visione è la scarsissima omogeneità del racconto: sembra di assistere a due film nel film, due sotto-trame, due gruppi diversi di attrici, due epiloghi nello stesso film. Nella prima parte si concentrano taglienti dialoghi femminili e divertenti cronache di serate tra amiche al pub; si entra nel vivo dell azione solo nella seconda parte, con una lunga serie di folli corse in macchina, inseguimenti, azioni adrenaliniche ed un epilogo denso di vendetta e spiazzante nella sua semplicità e genialità. Il cast è senza ombra di dubbio all'altezza del film: esso è caratterizzato soprattutto da interpreti femminili (con una splendida Rosario Dawson e la straordinaria Zoe Bell, già controfigura di Uma Thurman in Kill Bill e qui nel ruolo di se stessa). Immensa la bravura di Kurt Russel, che sottolinea in modo impeccabile il grande dualismo interiore di Stuntman Mike, eternamente diviso tra la sua passione per il corpo femminile e la sua grande misoginia e follia omicida (anche se personalmente avrei trovato perfetto per questo ruolo Michael Madsen). Simpatico anche il cameo di Tarantino nei panni di un logorroico barista.

Si sa, poi, che lo stile tarantiniano si basa in parte anche sulle citazioni: in questa pellicola ce ne sono un numero davvero considerevole: canzoni, moda, telefilm, macchine e spettacoli televisivi degli anni '70, ma c'e spazio anche per l'auto-citazionismo (soprattutto Pulp Fiction e Kill Bill). Riguardo l'aspetto tecnico è lodevole la cura maniacale nella realizzazione delle scenografie, della colonna sonora, dei costumi, ma degno di nota è anche l'effetto dato alla pellicola, graffiata e sporca, al fine di immergere lo spettatore nella visione di un B-movie d'epoca.

Molti lo troveranno uno sterile esercizio di stile, un po' superficiale, non all'altezza di altre realizzazioni: io lo trovo l'ennesimo fantastico film di Tarantino.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su DuecentoSedici

Deneil
Deneil
Opera:
Recensione:
sti cazzi!per lo meno non ha la pretesa di esser dio in terra come quella del poletti


Randolph Chandler
Opera:
Recensione:
niente male cptgaio, se non altro una lista personalissima che non ha pretese da "oggetti da salvare e portare sull'arca di Noè in attesa del diluvio universale".
Cazzarola, cuore selvaggio al primo posto? beh qui scatta l'applauso, sopratutto per il coraggio (dato che Lynch ha fatto sicuramente di meglio), ma è un film che fa impazzire pure a me.


eletto1987
eletto1987
Opera:
Recensione:
Nella classifica imprescindibile del Poletti, Pulp Fiction è in una posizione inferiore rispetto a the truman show;Ultimo tango a Parigi,The rocky Horror Picture show e c'era una volta il west sono invece assolutamente inferiori a Chi ha incastrato roger rabbit?.....Certamenteee..


nofake
nofake
Opera:
Recensione:
Scusami @cptgaio tevojjobbenassaje niente di personale per l'amor del cielo ma mi costringi a kiotare @iside!!!!... METAAAAALLLLAROOOO ndo 6????


kosmogabri
kosmogabri
Opera:
Recensione:
cptgaio, che sborrata!!! idem per Cuore Selvaggio, tra i miei primi dieci. Inoltre: sicuro che fosse finto l'orgasmo di Meg Ryan? :)


iside
iside
Opera:
Recensione:
Metallà c'è da laurà!!! (CPT caso umano subito)


M.Poletti
M.Poletti
Opera:
Recensione:
Cptgaio, ma questa è la lista dei migliori 50 film, o quella dei migliori film dopo il 1960? Non c'è uno straccio di film degli anni Quaranta e Cinquanta, e cioè, vengono snobbate tutte le pellicole fondamentali per la storia del cinema, quelle che hanno creato ed inventato i generi cinematografici più conosciuti. Che "Cuore selvaggio" sia meglio di 8 1/2 è una bufala ipergalattica, ma d'altronde, compaiono film improbabili: dal terzo posto di Unbreakabkle (che non metterei nemmeno fra i primi mille), a film finto alternativi come American History X o Fight Club, a furbate commerciali come American Beauty, o robe sopravvalutate come Magnolia. Su Braveheart taccio, per non offendere nessuno. Ma qui mancano Orson Welles, Monicelli, Risi, Chaplin, insomma, manca il meglio di quanto il cinema abbia saputo regalarci. Ripeto: questa è una classifica parziale, perchè mancano 40 anni di cinema. Poi magari gli utenti di debaser la apprezzeranno, visto che sono così poco classicomani, e che preferiscono Tarantino a Murnau.


Deneil
Deneil
Opera:
Recensione:
maronnaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ke palleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!ma qualcuno sa chi l'ha creato sto poletti?è un mostro nel fracassare la minchia..cazzo ma cpt gaio l'ha detto ke è la lista dei suoi film preferiti..ma come fai ad avere la testa così dura?cazzo oh..il problema non è quali film ci sono è il fatto che tu pensi di saperne di più di tutti..tu pretendi di venir qui a insegnare..e quello è furbetto..e quello è commerciale..1curiosità..6regista?n o perchè se non lo6dovresti star zitto e basta..fai sceneggiature?perchè se no ti sfido a scriverne una come fight club..ma cazzo ma capisci quando ti dicono una cosa o leggi solo quello ke ti interessa?continua così mi raccomando che vinci il premio per l'uomo più odioso di debaser!ma poi una volta recensivi musica e anche li sembrava che fossi dio sceso in terra..adesso bo di botta sei un esperto mondiale di cinema..ma poi non essere"classicomani"cazzo vuol dire?magari cptgaio li ha visti tutti i tuoi classici e semplicemente per suoi gusti(non per verità assoluta come fai tu)ne preferisce altri.


Blackdog
Blackdog
Opera:
Recensione:
Deneil, cptgaio e Poletti l'ho capito: ce l'avete grosso ( specie cipittì ), traspare nitidamente dai commenti.. :D


iside
iside
Opera:
Recensione:
M.Poletti caso umano principe (in sostituzione a quel Marco Poletti posizione N° 2. che tanto nun cè stà chiù)


Deneil
Deneil
Opera:
Recensione:
io voglio m.poletti principe dei casi umani e degli scassamaroni supponenti


cptgaio
cptgaio
Opera:
Recensione:
Copioincollo a uso di Marco un mio post precedente in questa stessa recensione per chiarirgli meglio i parametri delle mie scelte:

Le liste hanno un senso se si riconosce l'assoluta soggettivita' nel compilarle e se si usano come momenti di riflessione e autoanalisi(un tirar le somme insomma), nella mia 50ina ideale compilata qualche mese fa non c'e' per esempio un capolavoro come "Stalker" di Tarkovsky, neanche un Wells, ne' un Lang, un Bergamn e chissa' quanti capolavori oggettivi ancora non ci sono, ma e' questo il bello e' mia e solo mia e si capisce molto della mia personalita' (e anche di miei difetti e dei miei limiti perche' no?). Invece compilare una classifica e mettere il termine imprescindibile davanti non solo e' inutile ( e ricorda tanta odiata critica )ma fa perdere il senso stesso di una lista e cioe' far nascere una discussione. Ciao!
Nome: cptgaio | Data: 8 /6/2007 | Voto: — | Voto al Disco: —


cptgaio
cptgaio
Opera:
Recensione:
La classifica va letta in maniera del tutto indicativa, nel senso che se si ecludono le prime 10-15 posizioni (che raccolgono i film che io metto sopra a tutti gli altri) le altre pellicole potrebbero essere messe tutte all' 11esimo o al 16esimo posto, ma penso che quando si fanno (per gioco e non per valore reale di critica, anzi ,ripeto, rivendico l'assoluta soggettivita' delle scelte)queste liste bisogna prendersi il carico anche di scelte:e' un ottimo momento di autoanalisi, per quel che riguarda i parametri sono essenzialmente 2: A)Quali sono i film che mi viene voglia di rivedere piu' spesso B)Quali sono i film di cui ho piu' nitido il ricordo perche' son rimasti impressi per qualche motivo nella mia testa.
Se dovessi pensare a termini puramente artistici,allora probabilmente nella 50ina ce ne sarebbero nemmeno 10 di quelli che cito, ma non avrebbe senso perche' A)non sono un critico (e lungi da me il desiderio di volerlo diventare) B) che senso avrebbe una lista fatta da me dove invece di consigliare gusti solo miei facessi la scelta di consigliare film il cui valore oggettivo e' riconosciutissimo. A Napoli dicono:"Qua nisciunno e' fesso" (i napoletani mi scusino se ho scritto male), tutti sappiamo che "Stalker" di Tarkovsky(film che tra l'altro non compare nella tua lista) e' tra le massime esperienze cinematografiche di sempre e non cito gli altri, ma sinceramente se si esclude l'ammirazione per un'opera concettualmente avantissimo, a me non viene voglia di guardarlo spesso (anzi...) percio evito di fare la figura del pseudosaccente (non sto dicendo che tu lo sei, sia chiaro) come fanno molti critici (discutibilissimi anche loro per altro) e non occorre che faccia nomi perche' li conosciamo tutti e preferisco fare quella del superficiale senza spirito critico, che pero' pensa con la sua testa (e non metto la 50ina dei dischi perche' probabilmente verreste a casa mia ad ammazzarmi... ;-)) Ciao marco, pensaci!


cptgaio
cptgaio
Opera:
Recensione:
@kosmo:Grazie! comunque lo afferma lei nel film che e' finto... ;-) @Iside:non facciamo confusione son io che devo diventar caso umano il buon Marco gia' lo e' ( e non sai l'invidia...) @Blackdog,Arnold e Nofake: :-DDDDDDDDDDD, @Eletto e Deneil:grazie avete capito in pieno la mia idea..@Randolph. Grazie anche a te! Son d'accordo Lynch ha fatto obiettivamente di meglio (se noti nella classifica non c'e' "Mullholland Drive" per esempio..)ma se per questo obiettivamente neanche "Lo chiamavano Trinita'" e' il miglior Western di sempre ;-), tutto questo perche' i parametri sono quelli citati sopra e come dici non ho la pretesa di consigliare film da salvare a tutti costi, ma film che per me sono importanti,tutto qui,c'e' della differenza, ma non penso che ci sia bisogno di dirlo,mi sembra che ci siamo capiti! Ciao a tutti!
P.S.:chiedo scusa al recensore e atutti voi se ho occuèato spazio con le mie cazzate ma la voglia di diventar caso umano ha preso il sopravvento ;-)


iside
iside
Opera:
Recensione:
sei proprio un caso umano. METALLA' è qua. accattatevillo!!!!


Sanjuro
Sanjuro
Opera:
Recensione:
Ottime girls, ottimo taglio, ottima la scena della 4 morti in diverse prospettive, ottimi effetti speciali...ma: intrattenimento. Se si va al cinema con un' anfora di pop corn e tanta bevanda fresca si passa certamente una bella serata, ma se vogliamo qualcosa che squarci come pulp fiction o le iene stiamo sbagliando di grosso. Tarantino dai primi due lavori così amari, viscerali e low budget si è incanalato, sempre con grandissima classe attenzione!, in opere minori per spettatori casuali. Pulp Fiction e Le Iene non erano mero intrattenimento, erano un k.o. professionistico decisamente sottocutaneo, e va bene omaggiare Lenzi, Di Leo, Deodato, Martino, Campanile, Castellari, Argento dell' uccello dalle piume di cristallo e la blaxploitation: ma Tarantino dovrebbe superarsi. Dovrebbe giocare sporco come la scena ineguagliabile dello stupro in "Pulp Fiction". Il suo prossimo film sarà il momento della verità ... omaggio di classe o genio ?


Blackdog
Blackdog
Opera:
Recensione:
Il prossimo sarà 'Inglorious bastards' ( remake da Enzo G. Castellari), Sanj', e già c'ho la bava alla bocca..


Blackdog
Blackdog
Opera:
Recensione:
E spero ke Rodriguez faccia davvero 'Machete' con la bestia umana Danny Trejo, dal suo 'finto' trailer d 'Grindhouse'..E 'Thanksgiving' di Roth?!
'Na follia, un delirio immane!! :D


MuffinMan
MuffinMan
Opera:
Recensione:
M.Poletti "intrigo.." il miglior Hitch PUAHHAHHAHHAHHHAHHAH ne sai altre??


turkish
turkish Divèrs
Opera:
Recensione:
Visto in originale (a Barcellona) qualche settimana fa: bellissimo. Quello di Rodriguez gli fa una pippa.


Ale87
Ale87
Opera:
Recensione:
Buona la rece, il film mi ha lasciato perplesso...


S4doll
S4doll
Opera:
Recensione:
per me quello di Rodriguez sta una spanna sopra, questo è valido ma il taglio europeo l'ha incasinato troppo. L'originale Usa è decisamente più breve e godibile, qua a causa della separazione dei 2 film la minestra è allungata, e si sente, molto più che in quello di Rodriguez.


Slim
Slim
Opera:
Recensione:
L'ho visto adesso, A me è parsa una schifezza e per giunto lento come la fame... Anzi, mi pare proprio na merda!!!


Hellring
Hellring
Opera:
Recensione:
forse il meno riuscito di tarantino ma è comunque un grande film


Workhorse
Workhorse
Opera:
Recensione:
Il film è una schifezza, volutamente una schifezza, una schifezza confezionata con indubbia maestria: SPOILER si passa il 90% del film a caricare una molla che per il restante 9% si prepara a scattare e che esploderà negli ultimi trenta secondi di film, mostrando allo spettatore ciò che si aspettava da tre quarti d'ora abbondanti come minimo; e tutta questa orrenda struttura è voluta da quell'accidente di regista pazzoide feticista. Il film è il meno bello di Tarantino e quasi impossibile da vedere più di una volta, ma non è una cagata semplice, la sufficienza se la merita anche come solo esercizio di stile.


fuggitivo
fuggitivo
Opera:
Recensione:
A me è piaciuto molto, anche se sono rimasto dispiaciuto per la morte di Stuntman Mike.


teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
Opera:
Recensione:
Il film è di gran lunga il meno bello di Quentin. E' una gran cagatona e a tratti è pure palloso oltremisura e assai irritante. Ma però... "scusami, non volevo fare niente. volevo solo giocare!".... e quindi l'ennesima presa per il culo di Quentin riesce in pieno! Voto massimo: 1 Voto minimo: 4


hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
La sufficienza la prende, certo niente di che...


anonimo cuculo
anonimo cuculo
Opera:
Recensione:
Certo che tra gente che commenta senza averlo visto, gente che lo definisce un esercizio di stile e gente che paragona alle altre opere di Tarantino....mah....
Comunque: ogni sua pellicola ha una morale, perchè questo non dovrebbe averla? Non è il solito film splatter... meditate gente, meditate


madcat
madcat
Opera:
Recensione:
ennesima genialata di tarantino, la vendetta finale è una delle cose più divertenti che hovisto nei suoi film, perfetto poi nel ricreare l'atmosfera del b movie


SUPERBOIA: Guardati anche "Vanishing Point" se ancora non l'hai fatto.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Grindhouse: Death Proof - A Prova di Morte è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link