Quando si parla di progressive americano anni '70 la mente dei più superficiali appassionati del nostro genere musicale preferito corre ai grandissimi Kansas, autori di alcuni album capolavoro, e lì si ferma. Fortunatamente i veri progster, abituati da sempre a sopravvivere in una piccola nicchia musicale sistematicamente ignorata dalla stragrande maggioranza dei mass media, sono generalmente più smaliziati e, un tempo tramite le fanzine ora anche tramite internet, riescono a procurarsi informazioni di ogni tipo su ogni aspetto del progressive (discografie, formazioni, scene musicali, bootleg, nuove uscite e ristampe). Chiunque faccia parte di questa categoria di appassionati vi potrà quindi elencare una serie di band statunitensi che di minore, rispetto ai suddetti Kansas, ebbero solamente la fortuna discografica ma di certo non il valore artistico (nella maggior parte dei casi riuscirono a produrre un singolo bellissimo album prima del prematuro scioglimento…). Gruppi quali Yezda Urfa, Pentwater, Eastern Island, Albatros, Babylon, Cathedral, Lift, Fireballet, Happy the Man, Mirthrandir, sono perciò nomi che meritano di essere (ri-)scoperti e che non dovrebbero mancare in una discografia progressive che si rispetti. L'etichetta statunitense Syn-phonic sta da diverso tempo svolgendo una meritoria opera di ristampa degli album di parecchie delle band sopra elencate producendo in alcuni casi anche lavori inediti o che, registrati all'epoca, rimasero comunque nel cassetto.

Questo "Sursum Corda" è dunque la ristampa dell'unica uscita discografica degli americani Quill, classico prog-trio comprendente tastiere, basso e batteria. Considerata la formazione e dando un'occhiata alla track list, comprendente due sole mega-suite per la durata complessiva di circa 35 minuti di musica, si capisce chiaramente dove andremo a parare per quanto riguarda lo stile del gruppo. Il dinamico trio EL&P del periodo "Tarkus" è infatti la principale fonte di ispirazione per quest'album letteralmente dominato dalle tastiere. Pianoforte, synth vari, Hammond e un Mellotron centellinato ricalcano ora lo stile di Emerson, ora quello di Wakeman confezionando un album di classicissimo prog fatto di alternanza di temi, cambi di tempo, passaggi epici e magniloquenti, melodie potenti.

In definitiva "Sursum Corda" è di sicuro un ottimo disco che sicuramente soddisferà chi tra voi abbia voglia di scoprire o approfondire la fiorentissima scena prog statunitense degli anni '70. Da segnalare che di questo album, come del secondo disco dei Kalaban, la Syn-phonic ha prodotto anche una lussuosissima versione in cui il CD non è racchiuso nel solito jewel case con mini-libretto allegato ma in una confezione in cartone simil-LP. Il risultato, nel caso dei Quill come dei Kalaban, è bellissimo e rende finalmente gustizia ad artwork veramente ben fatti che venivano sviliti dal normale formato 12x12 cm. È veramente un peccato che tale tipologia di packaging, sicuramente un po' retrò e nostalgica, non abbia avuto la minima diffusione neanche nel campo progressive in cui l'artwork ha sempre avuto un peso non indifferente (almeno io non sono a conoscenza di altre realizzazioni del genere e voi ?).

Carico i commenti... con calma