Sto caricando...

Rob Reiner
This is Spinal Tap

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Il regista Marty DiBergi sta seguendo il gruppo hard rock Spinal Tap nel tour del loro nuovo album, per realizzare un documentario sulla band. Varie problematiche e situazioni vengono fuori durante questo periodo.

Gli Spinal Tap sono una band semi-fittizia, nel senso che il gruppo nasce appositamente per sketch televisivi e successivamente per questo finto documentario, ma in realtà i componenti (attori comici ed autori/sceneggiatori) suonarono veramente gli strumenti ed incisero qualche album, tanto che poi fecero dei live. "This is Spinal Tap" sembra proprio un documentario su una band esistita, invece è uno dei primi "mockumentary" del cinema statunitense. Satira del mondo musicale e palese parodia dei gruppi rock e metal, ma non solo. Basti pensare agli inizi (1966 circa) quando gli "Spinal Tap", dopo aver cambiato svariati nomi (come tradizione nella musica rock), nascono musicalmente come pop-rock psichedelico, sulla scia dei vari Beatles, Stones, Kinks, etc...
In questo "Rockumentary" (come soprannominato dal regista/attore Rob Reiner) ci sono le bizze da star, le groupies, problemi di censura con le copertine, le rivalità con altri artisti, i dissidi interni, spostamenti delle le date dei concerti. Un film a suo modo geniale e divertente, gustoso sicuramente, talvolta quasi demenziale ma mai senza superare i limiti, che gioca con gli stereotipi del rock. Momenti esilaranti sono alcune rappresentazioni di alcuni brani (con testi da sbellicarsi) e le tragedie dei vari batteristi.
Cosa si evince degli "Spinal Tap" da questo finto documentario? Un buon gruppo, che danno molto live ma tutt'altro che fondamentali, schiavi delle mode musicali e sul viale del tramonto. Insomma, tipo i Kiss se non si fossero dipinti la faccia e se non avessero avuto quel grande fiuto degli affari (questa lasciatemela). Ma ci sono anche riferimenti agli AC/DC, Black Sabbath, Queen, Deep Purple, Van Halen, l'Hair Metal e così via.

"This Is Spinal Tap" è cult mondiale, ma misconosciuto dalle nostre parti, assolutamente imperdibile per ogni appassionato di musica rock.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quattro)

llawyer
llawyer
Opera:
Recensione:
Ricordo un corso di inglese con la prof che ci raccontava una scena del film! STONEHENGE! Rido ancora!


snes
snes
Opera:
Recensione:
Ricordo la scena in cui viene composta la canzone piu' triste di sempre (o qualche cosa del genere) per il resto nulla, non risi quasi mai o trovai deludentissimo. Una delle cose scoperte grazie ai simpson che mi sarei potuto risparmiare. Poi credo che gli steel panther esistano colpa loro.


Flame
Flame
Opera:
Recensione:
Curiosa sta cosa. Mai sentito parlarne. Se mi capita a tiro una guardata gliela do sicuro.


Larrok
Larrok
Opera:
Recensione:
ricordo, tra le mille scene cult, quella in cui Nigel sta suonando un pezzo molto delicato e soffice al piano, dicendo di essersi ispirato a Mozart e Bach; allora il regista seduto a fianco gli chiede interessato "ah e come si intitola?" Risposta: "Lick my love pump!". Ma sono veramente infinite le citazioni possibili da questa meraviglia di film


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di This is Spinal Tap è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link