The Eternals
Rawar Style

()

Voto:

Ciao a tutti. Sono nuovo. E sono timido e sensibile. Perciò andateci leggeri con gli insulti-commenti a fine recensione perchè potrei rimanere impressionato e poi me la pagate voi la seduta dallo psicanalista.

Il disco in questione è degli Eternals, gruppo abbastanza sconosciuto di Chicago che suona un po' quello che gli salta in testa in quel momento. Ovviamente un filo conduttore c'è ed è anche bello spesso, ma l'attitudine punk è comunque presente. Il genere è un funk-dub-hiphop in cui basso e tastiere risultano in primo piano, mentre udite-udite la chitarra non esiste! A parte un campionamento nella traccia n.5 ("Silhouette").
Le ritmiche della batteria ed i riff di basso vi faranno muovere la testa non poco, il vocalist ha un'estensione vocale quasi nulla, e questo è un bene nel contesto del disco. Basta ascoltare la cantilena scazzata e ripetitiva di "High Anxiety" per capire di che pasta è fatto l'album. C'è poi il dancehall-dub-punk con tastiere distorte e basso assassino di "Space Dancehall", il tropicalismo fatto di vibrafono e voce lenta e fumata di "Bewarness" (con coda di esplosioni free-noise). C'è la maledizione funky di "The Beat Is Too Original", il funk-jazz di "King's New Emperor" e il crescendo per cantato hip-hop e batteria di "Gussy Up Yourself".

L'impressione generale è di vivere una spy-story in cui succedono cose che consideravi impossibili ogni quarto d'ora. Sfuggente alle catalogazioni.
Bellissimo

Questa DeRecensione di Rawar Style è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-eternals/rawar-style/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

giov
Opera: | Recensione: |
mmm insomma, buona la prima dai, in definitiva sei andato "in scioltezza" ;)) Benvenuto, non tornerai più indietro lo sai questo si?. "l'intro" della rece vale da solo 5/5, il gruppo, invece, credo possa farmi abbastanza cagare però.
BËL (00)
BRÜ (00)

G__á
Opera: | Recensione: |
benvenuto giubbio... PS: per le spese dello psicanalista stiamo organizzando un fondo con gli introiti del sito, non ti preoccupare!
BËL (00)
BRÜ (00)

Hal
Hal
Opera: | Recensione: |
benvenuto ;))))
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
Out Of Proportion non mi era dispiaciuto, mi piaceva per il suo dub retrò, stile inizio anni '80, bello sporco. È così anche questo, o è più jazzy-funky? Benvenuto Giubbio e.... grazie!!! ;))
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
ooops.... GiuBBO without 'i'
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
"perchè potrei rimanere impressionato e poi me la pagate voi la seduta dallo psicanalista"
Io ci sono tornata dopo quattro mesi di de-baser caro Giubbo (non scherzo)... in effetti si potrebbe fare fifty fifty con i nani... dato che ogni mese è una bella sassata....!
BËL (00)
BRÜ (00)

Giubbo
Opera: | Recensione: |
grazie x l'accoglienza!
BËL (00)
BRÜ (00)

dboon
Opera: | Recensione: |
Venerdi 18 febbraio gli Eternals sono al Covo a Bologna :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Giubbo
Opera: | Recensione: |
io avevo letto il 17 al covo. prezzo? kosmo out of... non l'ho ascoltato ma un mio amico (stile mio cugggino) mi ha detto che out of... è più monocorde e noioso,mentre rawar... spiazza in positivo x lo spaziare tra i generi. qui di funky ce n'è parecchio,di jazzy una spolveratina, di dub a bizzeffe!
BËL (00)
BRÜ (00)

dboon
Opera: | Recensione: |
www.covoclub.it
BËL (00)
BRÜ (00)

Giubbo
Opera: | Recensione: |
comunque questo disco è piaciuto sia a un mio amico che ascolta techno, sia a uno che ascolta prog anni 70
BËL (00)
BRÜ (00)

trellheim
Opera: | Recensione: |
non ho sentito tutto il disco, ma li ho visti dal vivo mercoledì e non mi hanno particolarmente colpita. e penso non abbiano colpito nemmeno le altre 50 persone che erano fuori a fumare una sigaretta, o varie.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: