I Prodigy ritornano... E COME TORNANO!. Purtroppo questo disco ha certi pezzi che non mi fanno impazzire(*a me non fanno impazzire*, se a voi invece vi piacciono AMEN è solo una mia opinione). Quelli che non mi piacciono tanto sono: "Roadblox" che richiama un po' la Brostep di Skrillex, e "Rebel Radio". Passiamo ora ai pezzi che valgono.
Iniziamo già con una Title Track molto valida, all'inizio canta la solita "vocina femminile" cantata da "Martina Topley Bird" "The day Is My Enemy, The Night Is My Friend" prima che esploda con un "DOWN!" e da li il pezzo è bello tosto, in poche parole iniziamo alla grande.
Altri pezzi validi sono: la violenta "Wall Of Death", "Wild Frontier" davvero una bella intro e Breakbeat regolari e la mia preferita del disco : " Rok Weiler" molto punk. Poi c'è " Nasty" un pezzo non male, il solo di Liam in "Beyond the Deathray". Due pezzi particolari in questo disco sono: il feat. con gli Sleaford Mods "Ibiza" e "Medicine" . Se dopo anni tornano con un disco del genere significa che hanno ancora tanto da dire. Ovvio che non potevano fare un capolavoro come "Music For The Jilted Generation" per me il migliore.

Carico i commenti... con calma