Sono giorni che, dopo aver scoperto questo sito, navigo leggendo le recensioni degli artisti che più m'aggradano, alchè, imbattendomi nella pagina dedicata ai Vandals (o The Vandals che dir si voglia, così per britannizzarli un po'), noto che non è presente alcuna recensione. "Ma sarà mai possibile ?!" (cit. G.Mosconi)

Così decido di scriverne una io, e di dedicarla al loro disco cui sono più affezionato; "Hitler Bad, Vandals Good", uscito nell'ormai lontano 1998, è una pietra miliare per tutti gli invasati di punkrock, skate punk, melodic hardcore, e bla bla bla. Ho sempre avuto l'impressione che tale disco abbia in un certo senso dato il via all'invasione pop-punk proveniente dal sud della California e sfociata nei 2000's con band come i simpatici-ma-nemmeno-troppo Blink-182 (di cui i Vandals furono mentori agli inizi). Il sound, seppur estremamente differente dai lavori precedenti, è sempre riconoscibilissimo: ritmiche serrate con Josh Freese (un vero maestro nel genere) alla batteria, chitarre brillantissime con riff molto catchy e potenti, la voce di Dave Quackenbush che suona sempre incredibilmente Orange County, il tutto compresso in 14 tracce che scorrono veloci e orecchiabilissime, stavolta accompagnate da lyrics scanzonate e divertenti e, ripeto, molto vicine per melodia e approccio alla corrente che di lì a poco invaderà il panorama punk. Ah, dimenticavo, c'è anche spazio per un trombone (F'd Up Girl) e qualche strumento inusuale al genere (tuba?). Tracce clou, a mio modesto parere: "Cafe 405", "Money's Not An Issue", "Too Much Drama" (co-scritta da Dexter Holland), "F'd Up Girl" e "An Idea For A Movie".

Oh gente, ricordatevi che questi prendevano, hanno preso e continueranno a prendere per il cubo (sì, sostituite una lettera a caso) direttamente dal palco gente come Mike Ness, Dexter Holland (sì, quello biondo con cui hanno co-scritto alcune loro canzoni), i loro ex-protetti Blink-182 e taaaaanti altri, quindi, se siete "Into It", godetevi questo punkrock, istantaneo, frescodissacrante e ricordatevi che i Vandals non vanno mai presi troppo sul serio. O forse sì?

Carico i commenti... con calma