Yo La Tengo
I Can Hear The Heart Beating As One

()

Voto:

Scegliere un disco degli Yo La Tengo non è facile. Uno dei pochissimi gruppi, insieme a Fugazi e anche più dei Sonic Youth ad aver mantenuto per tutta la carriera uno standard qualitativo enorme, questo obbedendo a un semplice precetto: libertà espressiva. Nulla di più e nulla di meno. Che Ira Kaplan riesca a dare grande uniformità alla materia trattata nelle sue composizioni è indubbio: ogni brano degli Yo La Tengo respira di psichedelica malinconia; ma è una band che si può supporre senza esagerare abbia abbracciato praticamente ogni genere musicale. E non solo.

Gli Yo La Tengo sono un istituzione, nati nel 1984 hanno mantenuto lo status leggendario di una delle prime vere Indie band americane, influenti più di molti gruppi meglio conosciuti. Ma non basta. La vera grandezza di questa band sta in quella atmosfera unica che riesce a trasmetterti. Ogni loro pezzo ha il sentore e il clima di un viaggio... da questo punto di vista, senza esagerare, gli Yo La Tengo molto più di tanti blasonati cantautori, prima nella musica che nelle liriche incarnano al meglio l'eredità della tradizione folk americana, quella di Woody Guthrie, di cui rispecchiano a pieno certo non tanto la forma quanto però gli intenti artistici.

"I Can Hear the Heart Beating As One", a questo punto non ha bisogno di particolari approfondimenti, perchè è l'album in assoluto che più trasmette gli elementi sovracitati... un vero e proprio sunto, creato però da canzoni inedite, della carriera del trio di New York; forse per questo meno compatto e sperimentale rispetto ad altri album, ma certamente più esemplificativo. Basta l’incipit di “ Moby Octopus” per avere un assaggio della grandezza degli Yo La Tengo... tremoli psichedelici, andamento ipnotico, e a metà brano un pianoforte minimalista che subentra a tratteggiare scale dissonanti sul pezzo:

Genius + Love = Yo La Tengo.

Questa DeRecensione di I Can Hear The Heart Beating As One è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/yo-la-tengo/i-can-hear-the-heart-beating-as-one/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Ultimi Cinquanta commenti su CinquantaTre

josi_
Opera: | Recensione: |
Ci voleva una rece su questo disco, bravo easy. Anche se non riesco ad innamorarmi degli Yo La Tengo, adoro il loro mood disincantato, e questo disco l'ho divorato // When I heard the knock on the door
I couldn't catch my breath
Is it too late to call this off

We could slip away, wouldn't that be better
Me with nothing to say, and you in your autumn sweater

I tried my best to hide
In a crowded room, it's nearly possible
I wait for you, oh, most patiently

So I looked for your eyes
And the waves looked like they'd pour right out of them
I'll try hard, I'll try always
But it's a waste of time
It's a waste of time if I can't smile easily
Like in the beginning
In the beginning...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

antimo_d
Opera: | Recensione: |
Mì, josi, non so perché ma immaginavo che se avessi tirato fuori una citazione sarebbe stata da 'autumn sweater'... che dire, bella recensione per chi già conosce il disco, cioè io, tra gli altri ;) e disco incantevole, capace di scaldarti, denso di un fascino e di una calma e di una bellezza davvero straordineeerie (e ho finito le ovvietà...)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lukin
Opera: | Recensione: |
conosco pochissimo, grave lacuna lo so. Probabilmente la mia tazza da tè (Metallaro Bionico©) con biscottini.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

josi_
Opera: | Recensione: |
Solito negozio, lukin, al mio segnale.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lukin
Opera: | Recensione: |
mi metto al cancelletto di partenza aspettando il via.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

josi_
Opera: | Recensione: |
Aspe', il formato è quello che non ti piace, azz, mi sa che non posso aiutarti
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lukin
Opera: | Recensione: |
vabbeh ma allora dillo, m'ero già messo le scarpette chiodate e la tutina aderente. Hai presente che schifo faccio con la tutina? :)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

samterra
Opera: | Recensione: |
E' stato il mio primo acquistato dei loro, e per questo ci sono forse più affezionato rispetto a And Then...e Summer Sun. In pochi riescono a creare atmosfere rarefatte e malinconiche così intense
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

giov
Opera: | Recensione: |
non li conosco...purtroppo (mi sembra di capire...). La rece è fantastica mi ha messo la voglia di comperarlo!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

odradek
Opera: | Recensione: |
Easycure, ho visto che anche tu avevi (come me) solo Summer Sun. Con questa rec. dimostri che vale la pena continuare il giretto nella loro discografia. Thanks.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

easycure
Opera: | Recensione: |
Grazie a voi ; ) ...comunque se vai avanti a conoscerli ti accorgi che sarebbero da avere tutti, i loro dischi. Per qualità e varietà.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

josi_
Opera: | Recensione: |
Giov, figliuolo, sei troppo anglocentrico, l'ho sempre detto :-P questi ammericanazzi non puoi perderteli, se vuoi facciamo uno scambio con Chad Van Galen che ne dici?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

giov
Opera: | Recensione: |
Josi_ magari! L'unico problema attualmente è che il Van Gaalen l'ho spedito a Kosmo senza copiarmelo (D'OH!!). Però lo sai per qualsiasi tipo di scambio scrivimi via e mail...ho anche parecchia roba originale che non ascolto più e se trovo "cose" migliori potrei cederla volentieri...
haloa ;D
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
Giov ma tu sei pazzo! :D dài che lo facciamo diventare un cd-crossing, Josi_ tu il prossimo, ok?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

josi_
Opera: | Recensione: |
Sicuro kosmina!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Bello, ma non da 5
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ashluke
Opera: | Recensione: |
Bello, ma da cinque.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ashluke
Opera: | Recensione: |
prisca
Opera: | Recensione: |
quest'album è così bello... e poi ogni volta che sento quella voce che dice come along with me to my little corner of the world sento una stretta allo stomaco e mi sembra di riuscire ad entrarci nel loro angolo di mondo..
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
L'album non l'ho sentito,ma questa recensione mi ha davvero stimolato...mi voglio avvicinare a questo genere,per me nuovo!

BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lux
lux
Opera: | Recensione: |
prog non dimenticarti dei Pixies però...:-DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD DDDDDDDDDD
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

boredom
Opera: | Recensione: |
scoperti da poco tempo con questo cd. iniziano a piacermi.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

boredom
Opera: | Recensione: |
ho inserito un sempol di Moby Octopad ( e non Octopus, Easy...), poi ho provato a mettere Damage e Stockholm Syndrome ma ho ricevuto il simpatico De-Error, quindi per ora lascio stare. Il disco l'ho assorbito completamente e c'è da dire che è consigliatissimo anche per chi li non conosce.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

easycure
Opera: | Recensione: |
Marò io per i nomi non ci sono.. gli sbaglio sempre :-D
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

boredom
Opera: | Recensione: |
coi nomi ho tanti problemi anche io. credo che i sempols che homesso ieri effettivamente ci siano tutti. buona giornata easy : )
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

reverse
Opera: | Recensione: |
a 11 euro voglio rischiare l'acquisto a scatola chiusa. Non ascolterò un caz di sampli. So che prima o poi ci guadagnerò :D
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lux
lux
Opera: | Recensione: |
prendilo subito reverse!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Sarà come dite voi, ma dai sample non mi sembrano nulla di che..i primi due sample sembrano un provino della band sottocasa registrato volutamente male, il terzo sembra un chitarrista bravino che fa il provino con la stessa band..in tutto ciò, originalità zero e emozioni meno di zero. sembrano cose sentite e risentite, che con un po' di impegno riuscirei a fare pure io. Il po' di voce che si sente alla fine del 3 sample non mi piace. Ma questo è l'indie?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lux
lux
Opera: | Recensione: |
Veniamo al sodo anonimo...dimmi, sei un fan dei Dream Theater per caso? X-D
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lux
lux
Opera: | Recensione: |
Ah ,non mi toccare Damage poi! ( scherzo...a me fa impazzire quella psichedelia soft). é una canzone che ferma il tempo, tipo "a warm place" dei NIN, "These Fleeting Moments" dei black tape for a blue girl, "tonight tonight" degli Smashing, "where is my mind" dei Pixies..tutte canzoni che suscitano in me la catarsi! Ho pure scritto una "canzone" ( ehm...) ispirandomi a Damage!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

easycure
Opera: | Recensione: |
a parte che un sample dura qualche secondo e non può dare l'idea di nulla, a parte che come si faccia a dire addirittura "originalità zero" dopo aver ascoltato qualche secondo, a parte che la voce che non piace è puro gusto personale.. questo è un disco di dieci anni fa spaccati: quindi dire che sono cose "sentite e risentite" non ha senso
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

antimo_d
Opera: | Recensione: |
Mah... amigo anonimo, come dicea mesi fa, questo disco ha nel mood calmo e, aggiungo, nel'essere per niente sopra le righe uno dei suoi pregi principali, per me; ciò si traduce in (questo è verissimo) un disco non particolarmente originale, è 'personale', ha dignità come un romanzo di genere non banale... i samples non bastano affato in questo caso, bisogna ascoltarlo tutto e magari più di una volta...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

antimo_d
Opera: | Recensione: |
...generalizzare sul'indie è un po' esagerato: oltre al fatto che 'indie' è un aggettivo piuttosto vago, ti posso citare i Battles (che però a me fanno u po' schifo...) come esempio di gruppo indie (in senso stretto, che, cioè, non incide per una major)decisamente originale; esmpio di gruppo indie originale e che mi piace: i don caballero (ormai sciolti)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

puntiniCAZpuntini
Opera: | Recensione: |
Io volevo sottolineare un punto fondamentale.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

puntiniCAZpuntini
Opera: | Recensione: |
Ecco, ora mi sento molto meglio.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Larrok
Opera: | Recensione: |
Uno dei miei dischi preferiti degli anni '90. Davvero un'originalità sconcertante nella fusione di elementi Noise, Dream Pop e momenti di Shoegaze in un risultato finale di un'espressività assoluta. Davvero da applausi..ce ne fossero di artisti simili...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Sopravvalutatissimi. le canzoni sono solo discrete e poi non hanno neanche un cantante decente. anche gruppi brit pop come oasis e verve sono meglio di questi almeno hanno scritto canzoni che rimarranno nella storia, gli yo la tengo non hanno mai scritto un pezzo bellissimo!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

easycure
Opera: | Recensione: |
ahahahaha buona questa..soprattutto il "rimarranno alla storia"
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

brusko
Opera: | Recensione: |
mah...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

SUPERVAI1986
SUPERVAI1986 Divèrs
Opera: | Recensione: |
grande cure bellissima rece, ma soprattuto il contenuto del disco;)...come dice larrock qui si fondono parecchi elementi dal noise al pop all'indie più "alternativo". Questa è l'ennesima prova di quanto siano stati immensi i novanta
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Tarpit
Opera: | Recensione: |
Il mio preferito è "May I Sing With Me" o il primo, più grezzo, "Ride the Tiger". Questo è più stratificato e qui Kaplan si esalta di brutto. Gruppo che ho scoperto da poco ma che non lascia indifferenti.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Appestato mantrico
Opera: | Recensione: |
Li ho sempre cagati pochino, in verità. M'hai convinto!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

blechtrommel
blechtrommel Divèrs
Opera: | Recensione: |
Passavo di qua :)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera: | Recensione: |
prot!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

blechtrommel
blechtrommel Divèrs
Opera: | Recensione: |
Gabri! Tu, ninfa di pura bellezza e meraviglia, non puoi farmi così! è un bug!:D
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

lux
lux
Opera: | Recensione: |
5 anni fa
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

DanVerlaine
Opera: | Recensione: |
Voto 4,5

Bravo easy, mancava una recensione di questo disco su Deb.
Hai impostato la disamina in modo un pò contorto, ma alla fine hai restituito benone:)
alcuni aspetti della musica e della personalità degli Yo La Tengo.

Non sono una band per tutti, possono piacere ad amanti di Velvet Underground, Husker Du, Mission of Burma, Wilco.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

DanVerlaine
Opera: | Recensione: |
Autumn Sweater per me potrebbe pure stare in classifica dei migliori 50 pezzi degli anni '90.
Classe pura.


BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

DanVerlaine
Opera: | Recensione: |
Dire che gli Yo La Tengo non sanno cantare è solo sinonimo di grettezza, è come sostenere
che Pollock non sapesse dipingere. Non è una questione di apprezzare o meno gli Yo La Tengo
che possono fare schifo come qualunque altro artista, si tratta di capire I LINGUAGGI.
Allora nel genere che fanno gli Yo La Tengo le voci non ricoprono un ruolo preminente
come può accadere nell'easy-listening o nella musica sanremese, ma anche nel rock mainstream,
gli Yo La Tengo sono depositari di una cultura che considera la voce un elemento tra gli
altri, non l'elemento determinante della proposta. Mai sentito parlare di shoegaze-pop/dream pop?
Ecco, lì voci defilate e sognanti armonie vocali minimizzate fanno parte del genere, per cui
è abbastanza insensato paragonare il modo di cantare di un Bonovox con quello che ne so..dei Pains Of Being Of Pure At Heart(che peraltro manco mi piacciono), sono stili completamente diversi e la caratterizzazione dello stile va a toccare anche il ruolo che svolge la voce.
Ora, gli Yo La Tengo non sono considerabili una band shoegaze tout court, ma lo stile canoro è a metà tra lo shoegazing-dream-pop e i VU.
Questo andrebbe capito, poi si può apprezzare o meno, ma un conto è dire "lo stile cubista mi fa schifo", altro conto è dire "i cubisti non sanno disegnare".
Si potrebbe sostenere che la voce di Michael Stipe non vale nulla rispetto a quella di
Pavarotti e certo è indubitabile che Pavorotti canti molto meglio di Stipe, ma forse
è proprio la comparazione scema, perchè denota solo ristrettezza di vedute, non puoi giudicare
la bravura di un cantante pop-rock con le categorie con le quali valuti un cantante di lirica, è un'altra cosa, un altro mondo, un altro linguaggio, un' ltra cultura.
Allo stesso modo ha poco senso criticare la prestanza vocale degli Yo La Tengo, laddove
proprio il concetto di prestanza vocale va quasi a cozzare col loro stile espressivo.
Peraltro a me pare che il bassista James McNew sia dotato di un bel falsettino d'inflessione soul, niente male. Kaplan ha una voce "simpatica", niente di che, timbrica piacevole, è intonato, ma spesso neanche canta, adotta il cantato/parlato alla Velvet Underground. Georgia Hubley si propone con uno stile minimal-surrurrato, però la sua timbrica è intrigante, anche abbastanza sensuale direi. Posso pure aggiungere che ogni tanto preferirei ascoltare la voce di quest'ultima registrata un pò più alta, perchè poi si tratterebbe solo di una regolazione semplice semplice e secondo me alcune canzoni ne guadagnerebbero anche se forse perderebbero qualcosa sul piano del tono ipnotico, ma..a loro piace così e pace.
Quando cantano insieme sono assai gradevoli, a mio giudizio, poi sono gusti.
In definitiva va bene anche disprezzare, ma prima bisognerebbe comprendere COSA si ascolta.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Ottima recensione per un disco capolavoro! Assieme a And Then Nothing Tourned Itself Inside-Out il meglio su Lp dei grandissimi YLT. Ne esprime magistralmente le due anime complementari: il rumorismo noise e le melodie folk spruzzate di psichedelica discreta.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: