Sto caricando...

Alessandro Cortini
Avanti

()

Voto:

Nel condominio ideale dei compositori di elettronica contemporanea Alessandro Cortini occuperebbe l’attico vista mare. Un open space disegnato a misura di un’onda gradiente dal bianco al nero e viceversa. Uno spazio personale frutto di anni di musica al servizio degli altri. Dai Nine Inch Nails (in cui ancora milita) ai Ladytron passando per alias come Blindoldfreak e SONOIO. Da qualche anno Alessandro si diverte a creare flussi catartici immersivi.
Avanti è la terza stanza. Entrarci significa sprofondare in quel sentimento dolce-amaro che è la nostalgia. Significa smuovere lo sguardo inquieto del presente verso un senso di gioia che viene dal passato. Significa desiderare di riprovare quelle emozioni per poter accettare il cambiamento e ridurre al minimo la paura del futuro.

Guardare indietro per andare avanti. Iniziare/Finire, Vincere/Perdere, Aspettare/Nonfare.

Le frasi scherzose dei familiari di Alessandro che introducono ogni brano predispongono allo scorrimento di un’armonia di synth sovrapposti e accoppiati ad una linea di basso che si vorrebbe infinita. Forse perché evoca le memorie emotive di ognuno di noi. Perché saturano la stanza di struggente dolcezza, grazie ad un suono gentile che esce da un solo strumento analogico. Ascolto dopo ascolto Avanti può diventare un’antidoto efficace a non cercare ciò che non può tornare. Un tòpos sonoro a cui affidarsi nei momenti più bui. E sotto sotto un’invito a frequentare quel condominio dedicato a Don Buchla e curiosamente abitato da bolognesi.

Commenti (Otto)

macaco
macaco
Opera:
Recensione:
Ciao e bentornato, grazie per le cosuccie elettroniche che mi hai fatto conoscere.


gabbox: Grazie a te, seguendo il filone Barbieri, Cortini et similia ci si imbatte in belle sorprese
vibration
vibration
Opera:
Recensione:
Bello ascoltato abbastanza, mi piace anche "Chiaro Scuro". La scena elettro, ambient italiana è fiorente e interessante, molto più della scena indie che salvo rari casi sforna fotocopie mal riuscite degli idoli UK o USA, pronte a svendersi per un briciolo di notorietà per essere in seguito inghiottiti dal buco nero dei "dimenticati" La scena elettronica oggetto sconosciuto in patria, fuori ha più vita. In Italia sappiamo scrivere canzoni con belle melodie e testi buoni ma sembra questa una vergogna, non parlo di Al Bano chiaramente .


gabbox: Non a caso sia lui che Caterina Barbieri agiscono in pianta stabile a Berlino.
vibration: come volevasi dimostreae
ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Welcome back, my dear.


ZiOn: Sembra un tipo di ambient basata su loop e ripetizioni, roba che mi piace. Interessante l'uso dei file recording.
gabbox: A me sembra che le produzioni di musicisti come Cortini, Barbieri, Cordaro contribuiscano a spostare il focus dalle luci del dancefloor al buio del Berghein.
ZiOn: Li ascolterò, grazie mille per la segnalazione.

E comunque volevo scrivere *field recording!
Annette
Annette
Opera:
Recensione:
Non è molto il mio genere, ma la recensione mi è piaciuta tanto che sono anche andata ad ascoltare il disco: non è molto il mio genere...


sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
#avvolteritornano
Non mi ricordo se Lei, lì, già appartengha al nobile DeGrvppo di DeAscolto degli Electromaniaci.
Nel caso ancora non lo sia, seppia che vi ci sarà cravato a breve.
Ecco.


gabbox: Con piacere, Monsieur Sfascia
sfascia carrozze: E allora dovrebbe esserLe givnta la correlativa DeAffiliazione.
Ne vada fieramente orghoglione come tutti noi, orsù!
macaco: Benfatto!
CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Sì, dovrebbe interessarmi.. Ba pagina..


CosmicJocker: *bella pagina
snes
snes
Opera:
Recensione:
Sto sentendo "Vincere" e pare una bomba, grazie.


gabbox: Di nulla, io preferisco Perdere.
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
Nei terreni impervi dell'avanguardia made in Italy mi devo ancora AMBIENTare a sufficienza. La recensione è puntualissima e interessante. Subito in lista.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera