Alice Cooper
Paranormal

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

La festa è iniziata. Alice è tornato. Tutto pronto per "Paranormal", gli invitati prendono posto per celebrare il ritorno del principe dello shock rock, dopo anni di silenzio. Larry Mullen Jr. (U2), Roger Glover (Deep Purple) e Billy Gibbons (ZZ Top) sono ospiti d'onore che incorniciano a dovere il lavoro di Cooper. Tra schitarrate distorte e strazianti colpi di batteria si fa avanti un rock-metal che va via dritto, facilmente assimilabile dall'ascoltatore. Evitando di "stagionare" dentro la sua stessa maschera, la figura di Alice mantiene la sua rilevanza nella "sfera popolare" rinnovandosi ad ogni turno; certo, niente di stravolgente o innovativo, ma onesto rock'n'roll, coerente con l'immagine stessa dell'artista.
Ormai l'icona di Cooper ha acquisito una certa familiarità, è una figura distorta che mantiene comunque la sua integrità nel quadro musicale odierno, ispirando continuamente nuove leve del rock e del metal. La personalità e il carattere carismatico di Vincent Damon Furnier l'hanno reso ormai leggenda, tanto che davanti all'uscita di un nuovo disco, nonostante un possibile magro risultato, sarà comunque degnato di un particolare rispetto, conceduto solo a chi siede sui pochi posti riservati nell'olimpo.
Il nuovo lavoro, segue la linea stilistica dei precedenti, caratterizzati da una particolare vicinanza con la musica degli anni settanta, un risultato dai sapori e dalle sfumature retrò, asciutte e dirette. Non proprio un capolavoro, ma un disco più che godibile, costruito su 4/5 tracce principali, testimoni della grandezza dell'autore. Il resto è da contorno, un contorno più che piacevole, da ascoltare con leggerezza. Il risultato finale, è un prodotto fresco e divertente, che non rinuncia alla competitività, nonostantè l'età dell'artista, prossimo ai 70. È ammirevole il fatto che la veneranda età di Cooper non influenzi il corso della sua attività musicale, o comunque la influenzi solo in parte. Una carriera che pochi possono vantare, un esempio per le generazioni presenti e future, una leggenda che continua, a testa alta, ad andare avanti, provando continuamente a non svanire, a essere attuale e a ispirare le stelle nascenti nel grande universo musicale.

Questa DeRecensione di Paranormal è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/alice-cooper/paranormal/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Tredici)

DottZudo
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «virgoletta in più». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

RinaldiACHTUNG
Opera: | Recensione: |
Non sapevo ci fosse anche Larry, gli do un ascolto
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo: C'è, e picchia durissimo
spiritello_s
Opera: | Recensione: |
Ho da poco rispolverato la discografia dello zio/a Alice concentrandomi particolarmente sul periodo dell'esordio e di tutti gli anni settanta dove c'è qualcosa di interessante, per me. Nella svolta ottantiana e successive non non riesco a farmi coinvolgere perchè ho sempre trovato fortemente artefatto il rock americano di maniera, salvo pochissime eccezioni, più portato al lato visivo e televisivo e poco alla cura della musica. Se capiterà un ascolto glielo darò, se capiterà....sorrido a leggere che il rock di questi tempi veda sempre come capofila i "dinosauri" di 70 anni....il rock è giovane...ma i giovani o non sono più capaci o fanno altro evidentemente....
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo
Opera: | Recensione: |
Concordo pienamente
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo
Opera: | Recensione: |
DottZudo
Opera: | Recensione: |
Spiritello
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo
Opera: | Recensione: |
Spiritoso
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Una chance a nonno Cooper va sempre data inventore del Horror Shock Rock. Bella Recensione.
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo: Tenk iu
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Notevole il cameo su uno degli ultimi film di Tim Burton. Lui non mi ha mai entusiasmato. Il disco non l'ho sentito. Dovrei?
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo: Se lui non ti ha mai entusiasmato, non ne vale la pena.
È un buon prodotto, ma sopravvivrai benissimo senza ascoltarlo ; )
Harlan
Opera: | Recensione: |
Bel disco, mi ha veramente sorpreso all'ascolto! Non mi aspettavo un album simile da Alice Cooper, l'ultimo di lui che mi piacque realmente fu "Dragontown". Ottima recensione, ma perdona la critica, sarebbe stata più scorrevole da leggere se divisa in paragrafai e non in blocco unico, ovviamente dal mio punto di vista.
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo: Apprezzo la tua critica costruttiva caro, sperimenterò il tuo metodo

Saluti
tu iu from mi, uiv lov ♡
Foxfire
Opera: | Recensione: |
Buona recensione, in questi giorni ho ascoltato la canzone "Paranormal". Niente male, proverò a procurarmi il disco.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

Foxfire: il video ufficiale della canzone Alice Cooper "Paranormal" Official Lyric video
IlConte
Opera: | Recensione: |
Alice non mi ha mai entusiasmato ma a suo modo fa parte della storia del Ruock. Poi leggendo libri di altri lui c'è sempre, dovrebbe essere pure una bella persona (lo dice pure Lemmy che non e' che lo dica tanto per dire eh). Non ricordo neanche i suoi che ho (andrò in verifica). Bravo e benvenuto. @[Pinhead] (4)
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

DottZudo: Tanti baci, nobile
relminer
Opera: | Recensione: |
Bella rece bro, pero il disco secondo me e' da 7.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: