Sto caricando...

Arch / Matheos
Winter Ethereal

()

Voto:

I legumi formano aria nella pancia. Provocano gonfiore e flatulenza. In casi gravi dei veri e propri spasmi addominali. John Arch, già cantante dei Fates Warning, ha avuto vita breve nella sua prima band per problemi di meteorismo. La band del Connecticut, ad ogni esibizione, doveva sopportare sul palco l’odore sgradevole che il cantante produceva di continuo. Lo sforzo per raggiungere le alte tonalità aveva risultati deleteri. Ad ogni ritornello, il buon Arch, sfiatava in abbondanza.

“Basta” si ripetevano il chitarrista Jim Matheos e gli altri componenti.

“Un conto è suonare all’aperto ma in sala prove non ti sopportiamo più” pensava Jim.

Ma come dirlo all’amico John? Non è facile trovare le giuste parole. Il rischio di offendere e rovinare un’amicizia era elevato.

“Forse mi è venuta un’idea…” – “John, come va il tuo lavoro?”

“Jim, la mia più grande passione è il restauro, miii come mi piace rimettere a nuovo i mobili vecchi.” (John aveva probabilmente un antenato siciliano, perché ogni tanto gli partiva il miii).

“John devi appassionarti di più alla musica. Abbandona questo lavoro e dedicati a tempo pieno alla band”

“Jim, miii, sempre con sta storia. Il restauro è la mia priorità, piuttosto mollo”

“No, fermo, non mollare…!!!” Jim era così prevenuto che aveva subito pensato allo sfiato anale.

“Ah no, scusa mi ero distratto, si, o lasci il lavoro o lasci la band”

Con queste poche parole John Arch continuò il suo lavoro da mobiliere e i Fates Warning continuarono con un nuovo cantante. Siamo nel 1987.

Passano 15 anni e Jim Matheos inizia a soffrire di sinusite. Una deviazione del setto nasale e polipi sulle vie respiratorie, mettono in difficoltà la sua salute. I medici sono sinceri e gli dicono che o si fa operare o rischia di perdere l’olfatto. Jim entra in crisi. Gli altri componenti della sua band non sono dei veri amici e lo emarginano. Cosa fare? Torna a Hartford per rivivere la sua infanzia e cercare distrazioni. Durante una ricca cena in solitudine al McDonald's, si trova faccia a faccia con il suo amico di sempre, John.

“Miii guarda chi si rivede? Jim!!!”

“John, amico mio, quanto tempo”

Iniziano di nuovo a frequentarsi e buttano giù pezzi per un nuovo progetto.

Tutto quello che i Fates Waring hanno perso negli anni, lo ritroviamo nel lavoro Arch/Matheos del 2019, Winter Ethereal, un disco Metal Prog di altissimo livello. Solo per ricordare che la loro band storica, insieme ai Queensrÿche e ai Dream Theater (i cosiddetti “Big Three”) sono stati i precursori del Progressive Metal. Winter Ethereal si piazza tra I più completi prodotti Metal del 2019. Il pezzo d’apertura, Vermillion Moons, ha un riff spettinante e la voce di Arch è quella degli esordi, potente e melodica. Ben 9 minuti di tempi veloci alternati ad atmosfere notturne e profumo di boschi. Questo è solo l’antipasto di un disco coinvolgente e tutt’altro che banale. L’accoppiata Jim/John funziona. Si respira un’aria diversa, c’è qualcosa di bello che aleggia nell’etere. Un disco da ascoltare e annusare a pieni polmoni. Un aroma che rimane impresso in tutti i 70 minuti e che lascia in bocca un gusto intenso che sarà apprezzato per gli amanti del genere.

Calza a pennello la frase di Marcella Bella “Aria, ti respiro ancora sai”.

Commenti (Diciassette)

tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
guai a chi dice che è una cagata sta recensione! siamo proprio un pelo prima della cagata... per l'appunto!!!


Falloppio: Aria di culo sanità di corpo
tia: .. chi non scoreggia è un uomo morto! ( così recita il detto dalle mie parti )
llawyer: Io non ci tengo a conoscere né questi né quei Warning Fart dai quali sono usciti...
Falloppio: Tu che sei avvocato
Serio e preparato
Ridi e scherzi poco
Ma conosci tutte le regole
Del gioco
llawyer: e allora, in prigione, in prigione!
hellraiser
hellraiser
Opera:
Recensione:
Scorreggiare è uno dei piaceri della vita. Però bisogna fare attenzione che, oltre alle sgommate sugli slip, c'è il rischio di farsi scappare il " cucchiaino"


hellraiser: Ti Barba at zei sempe pi piciu 🤣🤣🤣
Falloppio: Quando avrai la mia età sarai come me. Buon sangue non mente... Ciau Bocia
iside: Ricorda:il giallo davanti il marrone didietro.
RinaldiACHTUNG
RinaldiACHTUNG
Opera:
Recensione:
recensione scritta di pancia


Falloppio: 😁😁😁🐖💨
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Maddai!
Veramente nel 2019 (quasi '20) esiste gente che si ostina ancora a suonare il progmedal ?
In qvesto preciso caso ci sarebbe quasi da aggiungere una erre tra progme e dal.


ste91: ma guarda negli ultimi tempi qualcosa di interessante è uscito.....
algol: Il prot medal
JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Un tipo che si dava della arie, insomma!


Falloppio: Sssssssssssss.....i !
Carlos
Carlos
Opera:
Recensione:
Ma non ti piace sul serio sta roba...vero?


Falloppio: Miii certo che è bello.....
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Mio nonno saggiamente diceva: "Fà na pisada senza'n pet, l'è cuma sunà ul viulin senza archet". Quanta saggezza...


lector
lector
Opera:
Recensione:
"Falloppio, come va il tuo lavoro?"
...............


Falloppio: (a marzo esce, incrocio le dita e trattengo il fiato...)
lector
lector
Opera:
Recensione:
Comunque, se si parla di scorregge ormai si è dato già tutto su questa pagina di @[algol]
Insuperabile!
Set the Dial - Black Tusk - Recensione di algol


algol: Solo merito di mia nonna. RIP
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
In una recensione sullo scrot- metal, non potevano mancare due riferimenti: dream theater e sfiata anale. Sulla treccani sono indicati come sinonimi, ormai.


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
Sudo ma godo.


Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Una bella storia edificante. E la morale è: nel rock non si puo' mai sapere che aria tira.


Falloppio: Mandi
macaco
macaco
Opera:
Recensione:
Eppure c´é gente che mangia fagioli tutti i giorni e non ha di questi problemi. Chissá perché?


Falloppio: Come Bud Spencer Terence Hill
DavideWilliams
DavideWilliams
Opera:
Recensione:
Bella recensione valorizza sin troppo il pezzo


nix
nix
Opera:
Recensione:
i dream theater per me sono stati importantissimi. Rappresentano l'archetipo della bruttezza musicale, cioè tutto ciò che il rock non deve essere. E se questi sono stati i precursori del prog metal, sono della stessa parrocchia.
In ogni caso adoro lo stile preparato ed elegante del mio concittadino Falloppio, detto Cicerchia, al quale raramente ho dato meno di 5 palle.


Falloppio: ...che palle.... 😀
Jesterhoax1
Jesterhoax1
Opera:
Recensione:
Una recensione simile è una perdita di tempo per chi la scrive… fortunatamente chi la legge può ovviamente smettere dopo le prime righe


Falloppio: Avevo tempo da perdere. Sono esorcista in cassa integrazione.
ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
E meno male che si respira aria diversa 😅


Falloppio: Ci sei cascato.... una boccata d aria fresca

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Winter Ethereal è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link