Chu Ishikawa & Der Eisenrost
Tokyo Fist

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Fresco fresco arrivato dal Giappone. 100 "sacchi" delle vecchie lirette m'è costato e mi è andata pure bene. Dopo una corte costante di una decade il cd è tra le mie mani. Il film è anche lì, registrato su una vhs una notte degli anni '90 da RaiTre, con sottotitoli in italiano.

Dal perfetto connubio musica-immagini dei due Tetsuo, Tsukamoto-Ishikawa continuano le efferatezze metallico-gelatinose. Coadiuvato dall' intervento di compagnia mangia-ramen allequattrodellanotte cotti su "la griglia di ferro" e consumati in groppa a Kawasaki 1200 verde vomito alieno, scorazzando in solstizi ed equinozi tra le lune artificiali di Shinjuku, CHU (pace all' anima sua) perfeziona la sua visione carne-metallo cesellando con mazze da 10 chili una colonna sonora che fa il paio col precedente sferragliante delirio "Megatron".

La giustificazione di fiction del cyberpunkismo nelle assurde e concitate "avventure" metalliche di Tomoroh Taguchi fa da scudo alla realtà, ma che invece su questo Tokyo Fist ti lascia nudo perchè si ritorna pesantemente "in the flesh". Non c'era speranza nei "Tetsuo" e perciò la palese dimostrazione di questo ti colpiva ma non lasciava strascichi psichici perchè era come se ci si muovesse in deflagrazioni nucleari già vissute. Ma la dichiarata utopia della speranza in "Tokyo Fist" innesca un' angoscia che non ha forma di cura perchè si è impossibilitati a qualsiasi soluzione dove le situazioni, per quanto assurde, risultano reali e, coinvolti, le si condivide carnalmente.

E la musica coglie tutte le precipitazioni umorali ribadendo che non si può vivere con la vita. Lasciamoci inondare dai concitati labirinti muscolari che Ishikawa spietatamente dipana, un massacro industrial post nucleare performizzato con lo stuzzicadenti al lato della bocca e tanto tanto chaos presente anche su quei pezzi apparentemente "calmi". I Der Eisenrost contribuiscono magnificamente alla deriva radioattiva, in questo caso, dei tessuti umani. Un bel casino 'sto disco, un "bel" piacere, per modo di dire.

Prendiamocelo questo cazzotto in faccia, per il nostro bene... Go!

Questa DeRecensione di Tokyo Fist è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/chu-ishikawa-and-der-eisenrost/tokyo-fist/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Undici)

Caspasian
Opera: | Recensione: |
Farnaby
Opera: | Recensione: |
La carriera di Ishikawa è legata a filo doppio con quella di Tsukamoto del quale ha firmato tutte le colonne sonore. E i film senza queste musiche non sarebbero stati (forse) la stessa cosa. Forse lo scopriremo con i prossimi lavori.
Questa e la trilogia di "Tetsuo" senz'altro le migliori.

Caspasian: Creano una cartilagine infettante... Grazie.
Farnaby: Si...di ferro arrugginito..
Caspasian: Il tetano regna...
Farnaby: Nel mondo di Tsukamoto è sovrano…anche nei suoi film più "tranquilli".
macaco
Opera: | Recensione: |
Il film lo vidi, ma non serbo ricordi.

Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Wow

Caspasian: Azz.. Vedo L' aldilà fulciano, uno dei miei film preferiti. Grazie.
Marco Orsi: Grandissimo Fulci. Diciamo che negli ultimi anni mi sono immerso anima e corpo nel rock e nel noise japponese ma anche in produzione cinematografiche sado-splatter. Non potevo non darti il massimo dei voti.
Caspasian: Questo ti potrebbe piacere:
Land Of The Rising Noise Vol. 2
Caspasian: Poi su YouTube c'è il vol. 1 e il 3.
Marco Orsi: Grazie mille!
RinaldiACHTUNG
Opera: | Recensione: |
ascoltato tutto d'un fiato; lo conobbi con la OST di Tetsuo, grande. "Non si può vivere con la vita".

Caspasian: Qua son lividi in tutti i sensi. Grazie.
IlConte
Opera: | Recensione: |
“ E la musica coglie tutte le precipitazioni umorali ribadendo che non si può vivere con la vita” ... ok
Dai insegnami a scrivere porcozzio!
L’industrial non so nemmeno cosa sia ma il pezzo “opera collegata” attorciglia le budella.

Caspasian: Il film ti piacerebbe. Grazie.
lector
Opera: | Recensione: |
"Tetsuo" mi colpì molto, questo lo dovrò guardare. Il disco è altrettanto interessante.

Caspasian: Contorto ma diretto il film, e senza scampo... Grazie.
Tokyo Fist 1995 Shinya Tsukamoto 720p BluRay
IlConte: Ahahahahahahah neanche so l’italiano, l’inglese figurati .... il giapponese porco zio ahahahahah
IlConte: @[sfascia carrozze] venga, per cortesia, Lei che mi è poliglottologo e polilinguistologo
Ahahahahahahah
sfascia carrozze: Son già lì.
IlConte: Non esiste lingua che Lei non conosca, sisa
sfascia carrozze: La linguadoca è il mio forte.
ça va sans dire
IlConte: Ahahahahahahah
lector: La Linguadoca è ottima al forno!
Anch'io conosco un sacco di lingue: quella di Gina, quella di Eather, quella di Sofia, quella di Carla......
Caspasian: ... le casalingue.
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Non conoscevo; ho buttato un distratto ascolto e sono rimasto frastornato da tali suoni...che adoro tra l'altro. Da approfondire sicuramente; grazie per la dritta ragazzo!! Recensione succulenta...

Caspasian: "Carezze" sudate...
Grazie.
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Efferatezze metallico-gelatinose!!!

Caspasian: Il più bravo lanciatore di coltelli giapponese: Ndo' Kojokojo, e la moglie... Sotuta Ntajo. Grazie.
Motoko
Opera: | Recensione: |
Sentiamolo, per il nostro bene.
Poi dobbiamo porgere anche l'altra guancia?


Motoko: tra l'altro, trovo le recensioni brevi sempre le migliori.
Caspasian: Fammi sapere se le sberle sono piaciute. Grazie.
Motoko: Le avevo già ricevute col film? Può essere. Queste son sberle senza dolore e tu ti sei fatto un bel regalino.
Stanlio
Opera: | Recensione: |
stuzzicadenti al lato della bocca d'obbligo everyday for me ogni fine pasto e molto oltre, ah ottimo il link e pure tutto il resto

Caspasian: Tutto il resto è un filo interdentale di ferro spinato... Grazie.
Stanlio: il film o la soundtrack?
Caspasian: Both...
Stanlio: ah, kisto & killo kuindi

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: