Claudio Bisio
Patè D'Animo

()

Voto:

Anno domini MCMXCI: dalla Florida e dall’Inghilterra arrivano pietre miliari del Death metal; a Seattle esplode il fenomeno Grunge grazie ad album come Ten e Nevermind; con la pubblicazione dell’album omonimo, ultimo di un’ottima serie, i Metallica diventano rockstar commerciali alla portata di MTV, e, non da meno, nasce il sottoscritto in una piovosa mattina di ottobre.
Forse abbiamo dimenticato qualcuno.

Pochi se lo ricordano, ma nell’estate del ’91 risuonava nelle radio italiane un tormentone che rispondeva al nome di “Rapput”. Vedo che ora compaiono timidi sorrisi sulle vostre bocche... avete capito! Sì, fratelli miei, si tratta proprio di Claudio Bisio, che, oltre ad un’ottima carriera come attore/cabarettista, ha saputo dedicarsi anche all’arte della musica (e che musica). L’opera che mi appresto a recensire è quel "Patè d’animo" che ebbe molto successo diciassette anni fa. Frutto della collaborazione tra Claudio e Sergio Conforti (in arte Rocco Tanica, tastierista degli EELST), l’album si presenta come un divertente spazio per un rock/rap demenziale, come è facile intuire. Per l’occasione Bisio si avvale di collaborazioni illustri, tra cui l’amica Angela Finocchiaro, Cesareo, il compianto Feiez e Elio (che sentiamo in “Germano, i sellini e sua madre”).

Sicuramente il disco non è un capolavoro ma indubbiamente fa la sua figura: si spazia dalle sonorità elettroniche di “Alfonso 2000” al rock più spedito di “La droga fa male”, in cui si fa notare un assolo di Cesareo. Altri pezzi memorabili sono l’indimenticata “Rapput”, la parodia di “Think” di Aretha Franklin e la conclusiva “L’urlo”, pezzo bastardo e carico di rabbia schizoide, perfetta conclusione per questo 33 giri. Ovviamente non mancano corti demenziali di chiara derivazione “tanichesca”, uno su tutti la rockeggiante “Essa, Gace; Eddi, Vertente”, dal sapore molto yankee.

Un disco ben suonato e divertente: vivamente consigliato a chi è alla ricerca di una valida alternativa a Elio e le Storie Tese, a chi abbia bisogno di una ventata d’aria fresca e ovviamente a chi se l’era dimenticato.

Questa DeRecensione di Patè D'Animo è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/claudio-bisio/pate-danimo/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sedici)

reverse
Opera: | Recensione: |
proposta originale, la tua. scritta bene.
BËL (00)
BRÜ (00)

telespallabob
Opera: | Recensione: |
Bella questa rece, il disco lo avrò. Promette bene
BËL (00)
BRÜ (00)

Barbanera
Opera: | Recensione: |
...Poi sei tornata dalla Grecia io fingevo che non mi importava niente, ti chiedevo le notizie più banali, tipo: “Chissà quanta gente avrai incontrato, che bordello di turisti”, tu negavi ed affermavi: “No no no no no no no no no no no no no no no no no no no, eravamo solamente io e Giovanna sopra un’isola deserta tipo c’hai presente due chilometri di spiaggia vuota, dormivamo in un capanno in riva al mare e alla sera i pescatori ci portavano del pesce, facevamo le grigliate sulla spiaggia e cantavamo a squarciagola le canzoni di Battisti fino all’alba, tanto l’isola è deserta”, tu dicevi e io pensavo: “Ma che cazzo, tutti quelli che ritornan dalla Grecia sono stati sopra un’isola deserta tipo c’hai presente due chilometri di spiaggia vuota, ma contando tutti quelli che mi dicono ‘sta cosa io mi chiedo quante cazzo di isolacce deve averci questa merda di una Grecia, poi ‘sti pescatori greci non potrebbero pescare in altomare e impiccarsi con le reti senza andare a importunare le ragazze come te che normalmente sono brave ma travolte dagli eventi non disdegnano di fare la...
BËL (00)
BRÜ (00)

paloz
paloz Divèrs
Opera: | Recensione: |
aristogatto
Opera: | Recensione: |
donna di facili costumi!
BËL (00)
BRÜ (00)

Appestato mantrico
Opera: | Recensione: |
alfonso 2000 spacca! Che disco cretino eheh
BËL (00)
BRÜ (00)

tazzoidecompose
Opera: | Recensione: |
ottimo direi...passa da me su medeski martin and wood...saluti
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
GRANDISSIMO!!!!!!!! Io me la ricordo benissimo (almeno penso) la storia della Giovanna che va a coltivare i suoi scampoli d'assenza sull'isola greca.. Puttana!!! Un mio vecchio amico praticamente disperso, fan dei primissimi Elio e Le storie Tese, ne era letteralmente appassionato. PS. Aspetto ancora un tuo consiglio su un disco metal da ascoltare...
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Cazzo, il voto...
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Il grandissimo ed il 5 era comuqnue a te più che al disco, di cui fra l'altro conosco solo un brano
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Ripeto: GRANDISSIMO. Le persone come te, per cui non è una debolezza ascoltare le parole altrui e aprire le proprie convinzioni alle opinioni degli altri, sono la bellezza e la speranza del mondo. Forse si potrà dire che è una piccola cosa, ma per me non lo è. PS Mamma mia come sono stato enfatico, forse avrei docuto mardarti un messaggio privato, anche perchè temo che qualcuno (tu spero sì) possa non capire il senso delle mie parole.
BËL (00)
BRÜ (00)

IcnarF
Opera: | Recensione: |
Minchia, non sapevo neanche dell'esistenza di 'sto disco...
BËL (00)
BRÜ (00)

Il_Paolo
Opera: | Recensione: |
Ottima scelta, l'album, ed il singolo Rapput in particolare, furono uno dei grandi successi della torrida estate del '91, quella che io ricorderei anche per il golpe di Mosca. Qui in Italia, di fatto, si viveva l'ultima stagione degli anni '80, all'insegna di un certo edonismo: dal febbraio '92 sarebbe iniziata Mani Pulite. Rapput ha un testo sciovinista, ma anche simpatico nel suo incedere rap, il resto dell'album non lo conosco. All'epoca Bisio lo ricordavo come protagonista del video di "Megu Megun" di de Andrè, pensa un po'. Mi hai rubato una recensione, ad ogni buon conto!
BËL (00)
BRÜ (00)

miramar
Opera: | Recensione: |
non credevo avessero inciso anche il disco "perchè la droga fa male...non è una cosa da farsi, in quanto può darsi che farsi fa si che si fa mi re do"
BËL (00)
BRÜ (00)

the green manalishi
Opera: | Recensione: |
interesting
BËL (00)
BRÜ (00)

il_losco
Opera: | Recensione: |
le donne di tunisi mangiano gli stambecchi..
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: