Cocteau Twins
Heaven or Las Vegas

()

Voto:

Come nel dialogo del "Fedone" di Platone, Socrate, ormai prossimo alla morte, spira col suo "canto del cigno" accomiatandosi col più bello dei suoi discorsi sull'Anima, così ogni uomo, ogni vivente in ogni manifestazione artistica o culturale che sia, si congeda sempre col suo più bel canto prima di scomparire risucchiato dalla fine o dalla dimenticanza.
Così i Cocteau Twins, e con loro buona parte dei grandi autori che abbiamo perso per strada, dopo le grandi prove di "Treasure" e "Victorialand" lasciano palco e scena attraverso l' ultima fatica che ha sapore ancora di musica, quel canto del cigno del 1990 che è "Heaven or Las Vegas". E' l'ultima prova genuina di Fraser, Guthrie e Raymonde, l' ultimo lavoro dove ancora possiamo rivedere i sognanti fasti dei capolavori precedenti, l'ultimo album in assoluto: "Four Calendar Cafe" e "Milk and Kisses", ad esso seguenti non avranno più niente da dire.

In questo lavoro tutto scolorisce lentamente. E' un canto fievole, dimesso nelle sue prove più di richiamo come la title-track e l'orecchiabile "Iceblink Luck", un canto che ormai ha perso tutte le colorature gothic delle origini -"Garlands" sembra ormai un' eco lontana - e l'atmosfera sognante di quel meraviglioso dream-pop che tanto aveva fatto amare "Treasure" solo sei anni prima. Alcune atmosfere dense come quelle di "Fifty-fifty Clown" (un tentativo di richiamare il bell' esordio di "Five Ten Fiftyfold"?) e "Road, River and rail", una piccola avvolgente divagazione come "Fotzepolitic", qualche vocalizzo dei vecchi tempi di Liz, nient'altro.
Allora perché "canto del cigno"? Dov'è che la Fraser esala l'anima, e con lei il duo scozzese-inglese? Proprio alla fine dell'album, in quell'ultimo orgoglioso capolavoro che è "Frou-frou Foxes in Midsummer Fires", l'ultimo malinconico soffio vitale espirato dai Twins. Liz torna dolcemente a fare l'amore con le parole, riprende i vecchi schemi già cari a "Pandora" del 1983, dove con un abissale alliterazione di effe pareva giocare ad una dolce e trucida fellatio col microfono, ritorna a fare il bello e cattivo tempo con tutti i fonemi a disposizione, incanta e ammalia per lunghi minuti, ci rende succubi ed estenuati. Ecco il cigno spirare, si accomiata, fa capire che i Cocteau Twins si fermano qui, e la speranza di rivederli ancora come un tempo è forse affidata ad una seconda vita, quando in un non impossibile scenario futuro, perché no, li rivedremo ancora sulla scena ad ammaliarci con le loro sognanti nenie. Aspettiamo con ansia; intanto, risuona il canto della Fraser ancora non domo.

"... Singed by it, pulled around of my blazening
(pulled round)
Eyes on the usually science of cherry-colored
(trousers)
Limelight not the music it’s plain as as can be so
(tighter)
All of the time I improvise by making sure
(tighter)
It’s to wait for you
Rounder
Pulled rounder..."

Questa DeRecensione di Heaven or Las Vegas è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/cocteau-twins/heaven-or-las-vegas/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Sedici)

Miss D.Velta
Opera: | Recensione: |
questa mi piace....
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Giubbo
Opera: | Recensione: |
enea sempre sinonimo di garanzia
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

trellheim
Opera: | Recensione: |
o garanzia sempre sinonimo di enea?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

antimo_d
Opera: | Recensione: |
che belle le copertine di vaughan oliver...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

vv
vv
Opera: | Recensione: |
lo sai ant_ che vaughn è stato il mio "parent" quand'ero al college?persona squisita....andavo ogni mese a trovarlo alla $AD...ah bei tempi....sigh
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

vv
vv
Opera: | Recensione: |
4AD, m'è scappata la maiuscola...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

antimo_d
Opera: | Recensione: |
azzo, e che studiavi, miss? le copertine e le foto elaborate di vaughn (o vaughan, boh?) mi sono sempre piaciute molto...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Eneathedevil
Opera: | Recensione: |
Grazie ragazzi... Trell, mi fai arrossire :) Sì, tutte le copertine dei CT fino al '90 sono opera della 23-Evenlope di Grierson e Vaughan, appunto: veramente suggestive, evocano sempre nella copertina quello che la musica suggerirà all' ascolto: basti ricordare il tetro paesaggio di Head Over Heels e i cristalli di Treasure...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Rocky
Opera: | Recensione: |
studiavo fotografia, ant..... :)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
Enea dimmelo tu con quale devo cominciare, qual'è il più ficcante?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Eneathedevil
Opera: | Recensione: |
Ciao Kosmo, scusa ma non apotevo risponderti! :) Ovviamente "Treasure", il capolavoro del genere, stupendamente recensito dalla Cleo... leggi e fammi sapere, ti mando anche qualche sample via mail se vuoi... ciao ciao
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Mike76
Opera: | Recensione: |
Questo non ce l'ho, comunque recensione ottima. "Four Calendar Cafe" è molto semplice però non lo trovo così male, tutto sommato un buon pop.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

NonSonoStatoIo
Opera: | Recensione: |
Fantastico album e magnifica recensione. Concordo a pieno. Commovente...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

NonSonoStatoIo
Opera: | Recensione: |
Oops, i voti....
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

tier79
Opera: | Recensione: |
Una nuvola all'amarena che ti avvolge dolcemente in un moto circolare, mentre il tepore del sole di maggio ti scalda il viso:
questo per me è Heaven or Las Vegas, uno degli album più belli di sempre.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

RAW
RAW
Opera: | Recensione: |
ma come si fa a dare 3 a questo album?? bellissimo.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: